Jump to content
Le ultime news
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

richts

Utente semplice
  • Content Count

    89
  • Joined

  • Last visited

  • Country

    Italy

Community Reputation

1 Nè carne, nè pesce

About richts

  • Rank
    Frequentatore incallito

Previous Fields

  • Città:
    trieste
  1. Quintetto di partenza dell’ultimo quarto senza i due migliori giocatori e cioè senza Wright e Sanders risultato per 4 minuti senza segnare e subiamo un parziale di 14 a 2 dopo 5 minuti. Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  2. Partenza agevolata poi 5 partite toste e decisive Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  3. nessuno ha commentato le scelte tattiche dello staff triestino : ricordo il quintetto base di partenza formato da Baldasso su Umeh e Park su Lawson con il risultato che Umeh ha attaccato uno contro uno Baldasso e Lawson ha ricevuto continuamente palloni sotto canestro, Nulla da dire sulla qualità dei hiocatori triestini, ma mettere un tiratore in difesa sul miglior attaccante e un'alta sul loro pivot non è stata la scelta a mio giudizio giusta. L'allenatore bolognese si aspettava un quintetto di questo genere e difatti si è visto i risultati : Umeh che prendeva coraggio avendo Baldasso contro e Lawson che non aveva grossi problemi a realizzare da sotto canestro. Vi ricordate il quintetto di partenza nell'unica vittoria di Trieste contro la Virtus nella partita in casa nel girone di ritorno? Cittadini su Lawson e Green su Umeh, con il risultato che la Virtus non riusciva ad attacare la difesa di Trieste come invece ha fatto in gara 1. Contro la Virtus almeno in partenza, Trieste deve schierare Cittadini assieme a Da Ros con Parks numero 3, Green guardia e Cavaliero in play. Ovvio che cos' non si può giocare tutta la partita ma neppure la Virtus può tenere i due americani in campo per 40 minuti. In conclusione il quintetto di partenza di Trieste in gara 1 ha regalato e dato fiducia ai due americani della Virtus che poi hanno continuato e fatto la differenza per tutta la partita, In gara due Trieste deve difendere alla morte su questi due giocatori e tenere il ritmo alto.
  4. Vediamo quali potrebbero essere gli accoppiamenti difensivi : Cavaliero su Ruzzier, Green su Cinciarini , Parks su Legion, Da Ros su Mancinelli e Cittadini su Knox Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  5. Avete letto le percentuali di gara 3? Trieste ha tirato meglio da 2 della Fortitudo con il 49%. Ripeto il problema in gara 3 sono stati i rimbalzi in difesa e lasciamo stare il primo quarto di gara 2 che resterà irripetibile e poi Boniciolli non si farà fregare di nuovo basta vedere che Mancinelli libero in difesa, vedi come dava 3 metri a Coronica, ha potuto esprimersi al massimo in attacco segnando 8 punti di seguito in faccia a De Ros nel secondo è decisivo quarto Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  6. A parte i discorsi generici vogliamo parlare delle scelte dello staff tecnico su chi mandare in campo? Ormai la scelta di giocare all'inizio senza Cittadini o Simioni non sta pagando. Abbiamo subito ai rimbalzi 28 a 44 con quintetti piccoli preoccupati più di Legion, vedi Coronica nei primi cinque, che avere il controllo dell'area. Green se è a posto fisicamente può difendere su Legion ed essere pericoloso in attacco, Cittadini può tenere Knox e Da Ros Mancinelli. Per farla breve bisogna provare a sorprendere la Fortitudo con un quintetto alto con Parks numero 3 e Cavaliero play. Ovviamente all'inizio per non farsi scappare la Fortitudo che cercherà di imporre il suo gioco con dall'inizio. Poi se si vuole avere Pecile in campo deve essere il primo o secondo cambio dei piccoli e non aspettate il terzo quarto come sabato scorso. Un ragazzo di 37 anni non si tiene in panchina per 25 minuti di gioco e poi criticarlo perché tira male. È una questione di rispetto e psicologia. Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  7. Quello che mi preme di più e che non si facciano gli stessi errori di difesa come in gara 2 e se ricordate sempre a proposito sulla difesa su Garri nei play Offs dell'anno scorso. Impiegare Parks su Garri lo eviterei sempre e magari come gara 1 non permettere passaggi a Garri in mezzo all'area con una difesa forte sulle guardie del Tortona. Sembrano tutte cose ovvie ma perché in gara 1 sono state fatte e in gara 2 no? Chiaro che c'è stata una contromisura dell'allenatore piemontese e allora questa sera mi aspetto una contromisura da parte di Dalmasson Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
  8. vediamo se riesco a indovinare le scelte anti Tortona : 1) con Garri in campo indispensabile la presenza di Cittadini e come seconda soluzione Simioni e mai Parks come è successo in gara 2 2) quando Da Ros deve prendere fiato in panchina, Trieste dovrà giocare con il doppio lungo e Parks n. 3 3) servono tiratori da 3 quando Tortona va a zona, abbassando il quintetto, con Baldasso assieme a Bossi e Cavaliero 4) la presenza di Pecile sarà esenziale per gestire la partita in caso di un vantaggio sotto i 10 punti 5) senza Green ci saranno meno contropiedi ma migliore difesa sulla coppia degli americani del Tortona, grazie alle staffette difensive delle guardie triestine 6) Parks deve evitare assolutamente di caricarsi di falli, dovendo difendere sulla coppia americana del Tortona In conclusione i giocatori che potrebbero fare la differenza per Trieste, dovrebbero essere Cittadini assieme a Prandin in difesa e Parks in attacco vicino a canestro, lasciando la responsabilità del tiro da fuori alle guardie/play
  9. beh, insomma... mi pare un po' esagerato... Buona vittoria e ottima prestazione soprattutto difensiva dell'Acegas nella seconda metà di partita (anche se l'allenatore avversario si è molto lamentato del metro arbitrale completamente opposto tra primo e secondo tempo... secondo me non ha manco tutti i torti)... finito 30-34 il primo tempo, nella ripresa gli ospiti han segnato solo 27 punti. In attacco la squadra non ha girato un granchè... lo strappo, tanto per cambiare, è stato fatto con le triple... tirato dall'arco quasi col 50%... da sotto non ha funzionato veramente nulla... Brown ha sbagliato tutto e di più (fortunatamente ha piazzato 3 triple fondamentali nel terzo quarto) e pure Gandini oggi non è stato all'altezza... Buona prestazione di Mastrangelo e Thomas e, tutto sommato, pure di Nikita (tatticamente come sempre rivedibile)... più che dignitoso pure Carra... MVP per me Filloy... ha forzato poco, tirato con buone medie e fatto girare bene la squadra che con lui in campo ha fatto le cose migliori. Pubblico sempre uguale (2.000-2.500)... Una nota su Barcellona... a me ste squadre fatte solo di americani/comunitari scarsotti e senza "garra", sinceramente, fanno abbastanza schifo... il migliore è Cittadini... ma, onestamente, se avessimo la loro rosa io non credo frequenterei assiduamente il palasport. Ancora una cosa... a tutti quelli che insultavano l'arbitro per l'"accompagnata" fischiata a Nikita sul finale del secondo quarto consiglio di studiarsi le regole del basket... è impossibile per un arbitro che era 2 metri dall'azione NON fischiare un'oscenità del genere... consiglio pure a Nikita di andare da qualche allenatore delle giovanili di qualche squadra triestina a farsi spiegare il fondamentale del palleggio, evidentemente giocare troppo in America ti fa dimenticare le regole basilari del gioco... Forza Trieste, comunque... obiettivo quarto/quinto posto possibile... concordo con l'analisi della partita, confermando che il migliore è stato Ariel Filloy, ma quello che mi ha sorpreso è che il break decisivo è stato fatto senza Thomas, che se gioca per la squadra e non per cercare a tutti i costi la soluzione personale, farà crescere ancora di più la squadra. Oggi è stato un passo decisivo per dimostrare la crescita e un segno di maturità della squadra, che ha saputo reagire all'assenza di Ruzzier e alle precarie condizioni fisiche di Brandon Brown e di Filloy. Una nota sulla reazione del pubblico sull'operato degli arbitri a fine primo tempo : la reazione del pubblico non era tanto sull'infrazione fischiata a Nichita, che io la vedo più come un mancato controllo del palleggio di destro essendo lui un mancino, ma piuttosto la fiscalità dell'arbitro, che aveva chiuso gli occhi sulla precedente azione del Barcellona a cui non era stato fischiato un evidente infrazione di 3 secondi, che aveva poi generato un canestro per i siciliani. L'allenatore siciliano è vero che si è lamentato del modo di arbitrare della terna nel secondo tempo, ma ha anche sottolineato la ottima difesa di Trieste che ha mandato in tilt, vedi segni evidenti di nervosismo di un giocatore come Troy Bell, letteralmente annullato nel secondo tempo dalla difesa triestina. Un particolare plauso va a Marco Carra. Oltre che andare in doppia cifra come punti segnati, ha fatto capire al suo allenatore e anche se stesso, che è un giocatore importante per questa squadra.
  10. dopo aver parlato a lungo con Dalmasson a fine partita penso di aver capito i motivi di questa sconfitta in gara 1 : la squadra è formata per la maggior parte da giocatori che non hanno mai affrontato play offs per la promozione in serie A a differenza dei giocatori di Ferentino che in passato non solo hanno giocato queste tipi di partite ma anche vinte; fare confronti tra Guarrino e Ruzzier giusto per fare un esempio è ingeneroso; la sensazione che ho è che Dalmasson sta preparando mentalmente la squadra a questi tipi di incontri, dove conta sopratutto l'abitudine ad affrontare il clima che si è respirato al palasport di Trieste; non servono le lamentele dei giocatori triestini verso gli arbitri : questi sono i play offs; la squadra al contrario di quello che ci ha sempre abituato, ha mollato negli ultimi 5 minuti e non per motivi di stanchezza fisica ma solo ed esclusivamente per stanchezza mentale; il non riuscire a battere la zona 1 - 3 - 1 ha demoralizzato la squadra sopratutto nel ruolo chiave del playmaker; la evidente difficoltà della coppia Ruzzier Carra di leggere la difesa avversaria non ha permesso alla squadra di esprimersi come nelle ultime partite; l'ultima sconfitta casalinga con Sant'Arcangelo era arrivata perchè Bernardi aveva messo in campo una difesa a zona diversa : una 3 - 2 molto larga sugli esterni e sono sicuro che Dalmasson aveva preparato bene la partita con Ferentino, avendo visto i filmati delle partite con Omegna, solo che gli esterni triestini dopo un primo tempo giocato bene, attaccando la zona con penetrazioni laterali e tiri in sospensione dai 4 metri, vedi Moruzzi, sono caduti nella trappola di cercare prima penetrazioni centrali, con raddoppi sistematici in mezzo all'area e poi affidandosi solamente al tiro da fuori da 3 punti, escludendo dai giochi i lunghi; io non sono un allenatore e non mi permetto di dare nessun consiglio allo staff tecnico di Trieste che sa benissimo come attaccare questo tipo di difesa a zona, ma la sensazione è stata che Ferentino non volesse essere neppure aggressiva ma solo aspettare l'attacco triestino, creando delle trappole ..... ebbene Ferentino ha vinto la partita prima tatticamente che tecnicamente, per questo motivo non penso che i laziali siano superiori alla squadra di Trieste, ma solamente sono stati bravissimi a costringere giocatori come Carra e compagni a giocare in un modo inaturale per la squadra di Dalmasson; lo stesso allenatore ha cercato di cambiare qualcosa giocando con 4 piccoli e con solo Gandini in campo come lungo, ma anche questa soluzione non ha pagato contro la zona, anzi la mancanza della supremazia a rimbalzo, ha tarpato le ali ai contropiedi triestini, che era stata la cosa più positiva di Trieste vista nel primo tempo; non è un caso che Mastrangelo dopo un primo tempo stupendo, non ha potuto esprimersi come avrebbe voluto nel secondo tempo. Qualcosa cambierà sicuramente in gara 2 domenica prossima, ne sono sicuro, perchè ripeto Trieste ha una panchina lunga, migliore di Ferentino. Dalmasson sa che la sua squadra per vincere dovrà tenere altissimo il ritmo della partita, presenza a rimbalzo, cercare sempre il contropiede e stancare i giocatori faro di Ferentino con una difesa asfissiante. Il pubblico triestino alla fine della partita, anche se deluso ha applaudito i giocatori, perchè tutti sanno che per salire in legadue c'e' una doppia possibilità. Queste partite con Ferentino è uno vero stage per i giovani giocatori triestini, valgono più queste partite che un intero campionato per la crescita dei giovani e sono sicuro che Ruzzier assieme a Scutiero sapranno rispondere già domenica alle giuste critiche arrivate dopo la sconfitta di venerdì.
  11. A dire il vero non ho ben capito il discorso. Da quanto scrivi mi pare di capire che prima delle 16 e dopo le 19 lo sconto applicato non è di 21 €cent come previsto dalla Regione ma meno? Quindi alla fine tra le 16 e le 19 la benzina vien venduda, no digo sottocosto, ma in perdita? E per recuperar la perdita el prezzo xe più altro nelle altre ore? Lo sconto della regione resta invariato tutta la giornata di €/lt. 0,210, quello che cambia è il prezzo di partenza dei carburanti ante sconto regionale. Nel periodo di promozione viene applicato un prezzo di partenza più basso di quello precedente, perchè il gestore che ha dalla Tamoil uno sconto ben definito a disposizione lo spalma tra mattino e pomeriggio. Per permettere al gestore di ampliare il periodo della vendita al prezzo sloveno, la Regione dovrebbe aumentare lo sconto accordato da 0,210 ad almeno 0,270 al litro. Questo vale per il gestore della Tamoil come per gli altri gestori delle altre società petrolifere, quindi ripeto un aumento dello sconto regionale darebbe la possibilità a molti altri gestori di praticare il prezzo sloveno. In definitiva l'iniziativa deve essere considerata come una richiesta esplicita alla Regione di aumentare lo sconto, per far tornare i triestini a fare il pieno in Italia.
  12. Le domande sorgono spontanee... Perché non per tutto l'orario de apertura? lo sconto per riuscire a vendere i carburanti al prezzo della Slovenia è talmente alto, che la gestione non può farlo più di 3 ore al giorno per un massimo di lt. 4.000/giorno. E' una dimostrazione che per allargare l'orario dell'offerta ci vuole l'intervento della Regione, con un aumento dello sconto fisso che oggi sulla benzina è di €/lt. 0,210, mentre sarebbe necessario almeno €/lt. 0,250 Perché non tutti i distributori de Trieste? La Tamoil ha supportato le due gestioni di Trieste mentre le altre società petrolifere no. No so... se se abbassa el prezzo e se aumenta i volumi de vendita no se guadagna cmq de più? Questo è vero, ma ripeto con gli sconti regionali attuali, per non essere una operazione anti economica, bisogna limitare i litri venduti nell'orario previsto dalle 16 alle 19 A parte el carburante in sè, quali xe i altri costi variabili de un impianto de distribuzion, che tanto l'orario de apertura xe fisso? L'orario non è fisso per tutti i distributori ma libero con un minimo di 9 ore e mezza al giorno, i costi variabili sono sopratutto quello dei dipendenti in rapporto ai litri venduti nell'anno. Insomma... se te pol far ti sto prezzo promozionale per 3 ore al giorno perché no lo pol far tutti i altri? Si è potuto fare il prezzo della Slovenia per 3 ore, solamente diminuendo lo sconto durante le altre ore della giornata. Questo è l'unico modo per poter offrire almeno per 3 ore il prezzo della Slovenia. Ripeto con un aumento dello sconto da parte della Regione, si potrà ampliare il periodo promozionale. Ovvio che se fossi el prezzo sloven in tutti i distributori de Trieste faria senza problemi al distributor più vicin a casa Non tutti i distributori hanno la possibilità di avere da parte delle società petrolifere degli sconti particolari come in questo caso dalla Tamoil Poi, mi go l'auto a GPL quindi fazo benzina una volta al mese circa co rivo a metà serbatoio ormai. Per dove abito, tra dover andar in via Fabio Severo e andar a Lipica... me convien andar a Lipica Chi ha il GPL ovviamente questo discorso è inifluente, ma ricordo che in Slovenia il costo del GPL è di €/lt. 0,755 superiore a quello di Sistiana dell'Agip. Però un altra domanda riguardante el GPL: perché xe solo 2 distributori in tuta la provincia de Trieste? E perché un dei due ga el prezzo fisso del GPL da un anno ormai a una cifra esorbitante (per el GPL se intendi - 0,819 €/l) mentre l'altro varia seguindo la variazion del prezzo e l'andamento stagionale (0,724 €/l venerdì scorso - 9 centesimi de differenza che no xe pochi)? Ci sono solo due distributori a Trieste, perchè fino a 4 anni fa si vendeva pochissimo GPL per la presenza dei carburanti in zona franca a Trieste. La differenza di prezzo è una libera scelta dei gestori, perchè il mercato è libero. Spero di essere stato chiaro nelle risposte.
  13. facciamo un po' di chiarezza : la promozione della vendita ad un prezzo inferiore alla Slovenia non dura solo due giorni ma sarà valido tutti i giorni della settimana dalle 16 alle 19, secondo : lo sconto effettivamente è simbolico perchè è di 1 millesimo ma è solo per dimostrare che con la nuova legge regionale si può andare sotto il prezzo della Slovenia e non solo di 1 millesimo ma molto di più se la Regione applicasse uno sconto superiore di quello attuale di €/lt. 0,210. La giunta ha la possibilità di aggiungere €/lt. 0,080, 0,020 li ha già concessi e potrebbe aggiuncerci altri 0,060 al litro, dando la possibilità a quasi tutti i distributori di offrire i carburanti al prezzo o sotto quello della Slovenia e non solo per 3 ore al giorno, ma per tutto l'orario di apertura. Ricordiamo che ogni pieno di 40 lt. fatti in Slovenia l'automobilista triestino versa allo stato Sloveno 30 euro di accise + iva. Tutti in questo momento difficile per l'Italia dovremmo fare fronte comune per non far uscire milioni e milioni di euro ...... dall'Italia.
  14. Ciao a tutti vorrei iniziare con voi la discussione sulla nuova legge regionale carburanti che permette di fare finalmente concorrenza con la slovenia e come avete letto dal 2 novembre a Trieste si può fare il pieno ad un prezzo inferiore a quello sloveno lo sapevate?
  15. Chiarissimo, e son d'accordo su questo punto. Chiaramente però il tifoso medio che non sa/non vede gli allenamenti è portato a chiedersi il perchè di queste scelte: specialmente perchè vedi che, a parte Spanghero e Crotta, c'è qualcun'altro che non riesce a carburare attualmente...e allora ti chiedi: il coach, per far crescere 'sti due e darli la forza psicologica necessaria per ripigliarsi, sa già che toglie fiato agli altri della squadra andando a limitare le rotazioni nei cambi? Secondo me Bernardi sa benissimo di avere la coperta corta, sapendo già in prima battuta che cede qualcosina in più agli avversari. E' un rischio calcolato, il suo sarà anche calcolato il rischio, ma ci sono vari modi per far rendere un giovane che deve ancora imparare a gestirsi in campo a questi livelli e non è detto che un metodo vada bene per tutti e due. Sono giocatori diversi caratterialmente e come dice il buon Jose Mourinho sono il psicologo sportivo dei mie giocatori ed allora anche Bernardi deve seapere come gestirli. Per me per far reagire e far crescere un giovane, devi metterlo davanti alle sue responsabilità giocando ..... giocare non deve essere un premio, ma un esame continuo ..... e non solo per i giovani. Ma se alla società va bene così allora ha ragione Bernardi ..... in questi casi dovrebbe scendere in campo anche il gm Boniciolli e chiarire le scelte tecniche e societarie
×