Jump to content

forest

Utente semplice
  • Posts

    23,941
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    161

Everything posted by forest

  1. Sì, al posto di Minesso ci può stare. Nel pacco natalizio, invece, tolgo Paganini e ci metto volentieri Rocchi e Sarzi Puttini, oltre ai due che dici.
  2. Questa è una analisi interessante e tutto sommato anche abbastanza condivisibile. Ci sarebbero un sacco di distingui da fare, ma non ho tempo e comunque le eccezioni confermano la regola che a grandissime linee può essere in effetti quella. Su Mount, invece, bisogna intendersi su "un buon tuttofare". Per me, uno che ha doti tecniche, usa due piedi indifferentemente, mostra visione di gioco e grande rapidità di esecuzione, contrasta come un fabbro e ha quel tiro, è un giocatore super. Che fra l'altro gioca indifferentemente come una delle due mezz'ali o dei tre dietro alla prima punta. E che infatti è valutato sul mercato esattamente per quel che è. Che poi Southgate possa scegliere fra lui, Foden, Bellingham, Sakha, Sterling e Rashford chi mettere dietro a Kane, beh.... è il motivo per cui era abbastanza scontato che arrivassero ai quarti passeggiando. Adesso, ovviamente, con la Francia diventa un'altra storia, ma come ho scritto in tempi non sospetti non ho mai dato il minimo peso ai risultati di Nations League: da almeno quattro anni, quando conta l'Inghilterra c'è, per le ragioni già spiegate da Pinot.
  3. Sabbione, a mio parere, ha ampiamente dimostrato di non poter giocare a centrocampo. Non ha il passo per stare là, e del resto nemmeno ce n'è bisogno visto che non solo Gori, Crimi e Paganini sono destinati a mio parere ad essere i titolari ma sia Pezzella che Lovisa sono secondo me superiori a Sabbione a centrocampo (ovviamente con caratteristiche diverse). Ci aggiungo Furlan e ne abbiamo sei per tre posti. Sabbione una cosa può fare dignitosamente, ed anzi utilmente, ed è il difensore se si ha l'accortezza di non lasciarlo mai da solo col campo aperto dietro, fermo restando che nel famoso gol di Piacenza Sabbione fa la figura della bradipa gravida, e siamo d'accordo, ma Rocchi che non fa la diagonale è ancora più colpevole, sempre a mio parere. Perché la velocità se non ce l'hai non te la puoi dare, ma per leggere le situazioni basta essere con la testa sulla partita e non altrove....
  4. Beh, Crimi è meglio di Lovisa, sempre e comunque, e in un centrocampo con Gori dietro, Paganini di fianco e Minesso davanti non credo abbia problemi.
  5. Ci mancherebbe, ma visto che Germania e Belgio sono a casa, l'Argentina ha perso con gli arabi, la Francia coi tunisini, la Spagna coi Giapponesi e il Brasile col Camerun, per criticare fin qua l'inghilterra bisogna mettersi d'impegno, secondo me. Che poi i quarti fossero il minimo sindacale non ci piove, figuriamoci....
  6. Intervista interessante, a mio parere, per due ragioni. La prima è ovvia, ed è che chi deve venire per fischiare è molto meglio che stia a casa. Fischiare la prestazione di oggi significa essere ciechi o in malafede, non esiste una terza via. I problemi ci sono e sono parecchi, li vediamo, le critiche sono sacrosante ma il dissenso a prescindere è non solo stupido ma, soprattutto, dannoso. La seconda cosa è che Pava conferma quel che in fondo già sapevamo, e cioè che lui col centrocampo a rombo ci sguazza perché si sente a casa. Poi tergiversa sul perché non lo ha proposto prima, ma l'ovvia realtà è il numero di esterni che abbiamo, uno dei quali (ovviamente Felici) è stato fin qua il giocatore migliore. Quindi, quando lui dice che Minesso deve fare il trequartista. Ganz la seconda punta e Adorante il riferimento davanti, che Lovisa ha sempre giocato dove ha giocato oggi, che Gori davanti alla difesa ha fatto molto bene e che schierati in questo modo diamo spazio ai terzini di avanzare, lascia sospeso un asterisco che porta a: e Felici, se giochiamo così, dove lo metto?
  7. Penso qualcosina più di due, visto che transfermarkt (che non è certo la Bibbia, ma un'idea la dà) lo valuta 75 milioni, che per un giocatore normalissimo sono tantini. Ma saranno matti loro, o magari lui che ha appena rifiutato 8 netti l'anno dal Chelsea per il rinnovo, perché da altre parti gliene offrono ben di più... Ma tant'è, su Mount credo di potermi esprimere perché del Chelsea avrò visto un centinaio di partite negli ultimi tre anni, e se quello è un giocatore qualsiasi evidentemente ho dei parametri sbagliati nel giudicare i giocatori. Amen, non è un problema. Non ho capito bene cosa avrebbe dovuto fare l'Inghilterra oltre ad arrivare ai quarti con tre vinte e un pari, 13 fatti e 2 subìti, la difesa imbattuta da tre partite e un attacco che fin qua ne fa oltre tre di media a partita, compresi i tre di oggi contro un Senegal che tutti definivano la squadra africana più attrezzata e si è squagliata in cinque minuti appena gli inglesi hanno spinto seriamente. Poi chiaro che adesso c'è la Francia, ovvero la favorita del Mondiale assieme al Brasile, e con la Francia ci sta anche che l'Inghilterra esca, ci mancherebbe. Ma, fin qua, criticarla è proprio roba da partito preso, viste poi le altre.....
  8. Ciofani mi è piaciuto parecchio, mentre Di Gennaro un paio di dormite le ha fatte. Bene Ghislandi, condivido, e se devo dirla tutta bene anche Sabbione che ha i piedi quadrati ed è lento come un bradipo, ma di testa oggettivamente le ha prese tutte. Basta chiedergli di difendere, mai in campo aperto, e quello lo sa fare. Lovisa più che dignitoso nel primo tempo. Interessante il fatto che a mio avviso fossimo messi bene in campo, cosa fin qua non troppo frequente. L'assenza di Felici ha portato Pava a scegliere il 4 4 2 con centrocampo spesso a rombo, con Gori davanti alla difesa e Minesso a fare il trequartista. Insomma, prestazione incoraggiante. Incomprensibili i fischi di qualcuno alla fine, ma la mamma degli idioti è sempre incinta....
  9. 17' alla fine, adesso bella atmosfera in Furlan perché oggettivamente la squadra sta dando tutto. C'è anche un po' di sfiga, onestamente....
  10. Per quel che conta a un quarto di gara, fin qua decisamente più pericolosi noi.
  11. Io continuo a pensare che sia inconcepibile. Per me, si tifa la Triestina. Non le proprietà, non i giocatori. Anzi, sempre secondo me, più la situazione è difficile e più il tifoso divrebbe sentire non il dovere ma il piacere di dare una mano, sia pur in percentuale minima, facendosi trovare presente. È, come quasi in tutta Italia, un tifo per modo di dire, che in realtà non ha niente a che fare col tifo. Vado solo se i risultati sono buoni o almeno accettabili, e se lo spettacolo mi aggrada. Come al cinema, o a teatro. Per me, il tifoso innamorato della propria squadra è come il tifoso innamorato della propria donna: la ama per quel che è, e basta. Quando è giovane e figa, ma anche a sessant'anni e persino se lo tradisce. Anche perché un ipotetico futuro migliore ha come base proprio il pubblico: uno stadio comunque pieno, anche con risultati di me**a e una proprietà discutibile, da un lato la responsabilizza e dall'altro, quantomeno, ne attira di potenziali altre. Chiunque investe volentieri dove c'è un pubblico degno di essere chiamato tale, ovvero presente sempre e comunque. Che non vuol dire farsi complici di chi comanda, ma dire: voi state sbagliando tutto ma noi siamo sempre qua, perché questa è roba nostra e non vostra, fra dieci anni voi non ci sarete più ma noi sì. Questo è il tifo. Fermo restando che chi ha investito (malissimo) una vagonata di milioni, e che certamente sta anche sbagliando molto a livello di comunicazione, non ha nessun piacere o interesse a ritrovarsi ultimo, e men che meno ce l'avrebbe a retrocedere. Ci sarebbe da salvare la baracca, molto prima dei processi pur legittimi. Dunque, secondo me, se la casa va a fuoco prima si corre a spegnere l'incendio e dopo si cercano e processano i colpevoli. Ma mi rendo conto che sono discorsi lunari, con poche lodevoli eccezioni il tifoso italiano medio è sta roba qua: ventimila se va bene, mille se va male. Nel calcio ho completamente sbagliato il paese dove nascere
  12. Non gli ultras e altri gruppi ma solo una minoranza degli ultras, quelli di cui parla ndocojo qua sopra.
  13. Ce ne sono un paio che venti minuti in C, quando nel finale si abbassano i ritmi (in generale, non i nostri ) possono anche farli. Altri ritmi (sì, persino nelle nostre partite), altro impatto fisico. Per me, ora come ora, non ce n'è uno che possa partire titolare senza il serio rischio di bruciarsi. Men che meno nella situazione attuale. Hai presente i primi 15' di Lovisa quando ha esordito con noi al Rocco e sembrava un cerbiatto perso nel bosco? Ecco, fra Lovisa e un Primavera Pava oggi sceglierebbe il primo. Per me, giustamente. Del resto, la Juve con la sua Primavera fa da anni una C dignitosa. Ed è una Primavera di A. Poi c'è la Primavera 2, quella di B ma anche di qualche squadra di A (credo la Lazio) e di C (se non sbaglio, Padova e Vicenza). Parliamo di due gironi, 32 squadre, per intenderci. Se la Primavera 1 si situa a livello di una C e in qualche caso di una D (non tutte sono la Juve, per capirci) la 2 si sistema diciamo fra D ed Eccellenza, pur con qualche indubbia eccezione. Scendendo ancora, c'è la Primavera 3, la Berretti, se non erro con altri tre gironi. Ancora un gradino più in basso e finalmente arriviamo noi.... Spero di essere stato esauriente.
  14. Oddio, nel 2006 venivano da un secondo posto e sono arrivati terzi. Terzi anche nel 2010, campioni del mondo quattro anni dopo. Insomma, per quattro edizioni minimo semifinalisti e con un titolo a far da punto esclamativo. Certo hanno cannato le ultime due edizioni, quest'ultima anche per episodi. Per me, non cavare un ragno dal buco è altro. Ma è il bello di avere opinioni diverse, ci mancherebbe....
  15. Ai mondiali dici? Dall'89 che citi, due titoli mondiali (1990 e 2014), una finale persa e due terzi posti. C'è di peggio, secondo me. Anzi, in Europa assai poco di meglio. Certo pesano i fallimenti delle ultime due edizioni, su questo niente da dire.
  16. Concordo. Il risultato è un fallimento, senza se e senza ma. Ma bastava un solo episodio girato diversamente (e ce ne sono stati parecchi) e adesso parleremmo magari della crisi del sistema spagnolo. La verità è che diamo ai verdetti di queste manifestazioni, legati come sono a mille variabili in rapporto a troppo poche gare, un valore assoluto che non possono avere. Quel che si mangia Lukaku è surreale, e avrebbe cambiato ogni commento. E, comunque sia, senza Var oggi si parlerebbe del Giappone-materasso travolto dai tedeschi, a proposito di quanto sopra.... L'esempio della Danimarca che manco qualificata si presenta agli Europei direttamente dalle vacanze e..... li vince, qualcosa dovrebbe aver pur insegnato
  17. Solo una cosa. Non si può parlare seriamente di far giocare i Primavera, se si ha una idea anche vaga del livello del campionato Primavera 4. Che vale, suppergiu', una prima categoria. E vero che siamo secondi, ma non vorrei che qualcuno pensasse seriamente che questo significhi essere competitivi in serie C. A meno che non tiriamo fuori la retorica del "meio de questi i sarà...", che è appunto retorica. Perché, a oggi, pur non sfuggendomi il livello della nostra prima squadra, una eventuale partita della stessa contro la Primavera (a volte in allenamento capita) non potrebbe che finire con un risultato in doppia cifra. Non lo dico con una accezione polemica, ma solo per fare presente la realtà: qualcuno potrebbe pensare che la nostra Primavera sia seconda perché fortissima, mentre è seconda perché in quarta serie. Sia chiaro, è senz'altro migliore delle ultime che abbiamo avuto, ma a stare veramente larghi ci sono (forse) due-tre prospetti che potrebbero essere inseriti col tempo in prima squadra, assai gradualmente perché a oggi pronti non sono neanche loro. Ma togliere sei o sette "mele marce" e metterci i Primavera significherebbe solamente esporli a una figura che non hanno fatto nulla di male per meritarsi.
  18. Totalmente d'accordo. Togliendo il Var avremmo avuto una marea di risultati falsati, anche in questa edizione. Dove non sono mancati gli errori arbitrali anche quando il Var aveva mostrato con chiarezza dove stava la verità (vedi il rigore all'Argentina o i gol annullati ai canadesi contro i belgi) ma per fortuna un bel po' di gol sono stati giustamente annullati dopo che l'arbitro li aveva convalidati e qualche altro è stato (altrettanto giustamente) convalidato dopo l'errore in diretta di arbitro o guardalinee. Rimpiangere il calcio di una volta, quando la palla entrava di mezzo metro e nessuno se ne accorgeva, quando non si contavano i gol in fuorigioco e quelli buoni annullati, il tuffo in area pagava quasi sempre e tutto il mondo poteva vedere in tempo reale quel che incredibilmente non poteva vedere solo la persona chiamata a decidere, è semplicemente anacronistico. Come lo sarebbe un processo nel quale le prove a carico dell'indiziato venissero fatte vedere a tutti tranne a chi deve emettere la sentenza.
  19. Vai a saperlo cosa è successo... Quel che è certo è che nei 20' finali la.Spagna ha evitato accuratamente il rischio di segnare. E aveva ottime ragioni per farlo. Una soluzione a queste robe qua ci sarebbe, ovvero ottavi a sorteggio e non con tabellone predeterminato. E un vantaggio alle prime dei gironi che eviti qualsiasi convenienza nell'arrivare secondi. Ad esempio, accoppiando a sorteggio prime contro seconde agli ottavi, in caso di parità dopo i supplementari far passare la prima.
×
×
  • Create New...