Jump to content

LungomareNatisone

Utente semplice
  • Posts

    4,352
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    56

Posts posted by LungomareNatisone

  1. 9 ore fa, forest ha scritto:

    Però sul valore storico delle vittorie avrei molto da dire.

    Valgono per l'albo d'oro, giustamente, ma che attinenza possono avere col presente?

    Fermo restando partecipanti e tutto (presi dal loro probabilmente ingiustificato complesso di superiorità gli inglesi nel '34 credo manco partecipassero), che tipo di vantaggio ci dà oggi aver vinto un mondiale nel '34?

    O un altro nel '38?

    Ma anche nell'82, sia chiaro.

    Lo stesso vantaggio che potrebbe avere, che ne so, la Pro Vercelli se domani affrontasse la Lazio dall'alto dei suoi sette scudetti a due....

    Per me, vale l'adesso e pure il recente passato,  naturalmente, ma quel che è successo quarant'anni fa ha evidentemente un valore storico ma non si riverbera necessariamente nel presente.

    L'Ungheria non è più grande da decenni, e neppure l'Uruguay, per dire, mentre ad esempio la Francia è soprattutto in tempi relativamente recenti che ha iniziato a raccogliere titoli importanti (vedi il mondiale '98 e quello 2018).

    Non vincevano negli anni trenta?

    Stica, verrebbe da dire.....

     

    Nono io parlavo di avere strisce di "continuità" arrivando in fondo a più tornei consecutivi. Poche nazionali, nel corso del tempo, hanno raggiunto le semifinali con una certa continuità che vuol dire essere all'interno di un ciclo e non artefici di un exploit estemporaneo

    Se arrivi in semifinale ogni due anni a una competizione, vuol dire che sei forte. Poi il confine tra trionfare e non trionfare è sottile, ma l'Inghilterra di oggi è forte perché sono 4 anni che arriva in fondo alle grandi competizioni

    E non è una cosa da tutti. Tolta la Germania che spesso ci è riuscita, ce l'hanno fatta la Francia a fine anni 90, l'Italia nel 68-70, la Spagna nel ciclo di Xavi-Iniesta-etc, 

  2. 6 ore fa, marcoc ha scritto:

    Scusate se chiedo ma il minuto di raccoglimento di ieri era per Ramiro Orto o per qualcun altro grazie

    Che brutta notizia, non sapevo della scomparsa di un'istituzione come Orto. Che non ho mai conosciuto bene di persona, ma del quale ho sempre sentito parlare benissimo da parte dei miei e di mio nonno (del quale era un grande cliente al Vulcania negli anni d'oro di Villa Ara) ☹️

  3. 40 minuti fa, pinot ha scritto:

    Pava in conferenza stampa post-partita mi pare abbia in qualche modo svelato le strategie di mercato

    sa benissimo che Ganz è una seconda punta dunque è intuibile che ne  stia cercando una prima più affidabile di Adorante, che per inciso per me non è male

    Minesso è andato al suo posto, dove per la verità ha combinato poco più di niente, e forse pure là ci si sta guardando in giro

    ha poi detto che anche Lovisa ha giostrato nel suo ruolo e che Gori da perno davanti alla difesa ha fatto il suo

    insomma, se dovessi sbilanciarmi direi che cerchiamo una prima punta, un interno o un trequartista, un centrale di difesa, forse un terzino sinistro dal momento che a destra con Ciofani e Ghislandi non siamo male

    in effetti in questo ragionamento Felici e Paganini rientrano poco, forse il primo come possibile trequartista nel rombo e il secondo come interno, ruolo in cui lo vedo abbastanza a disagio dal momento che tende sempre ad allargarsi sulla fascia destra

    soprattutto vedo Paganini a disagio nel ruolo quanto a tempi di gioco, tende sempre ad uno o 2 tocchi in più che incasinano la fluidità della manovra, penso che questo gli derivi dalla naturale propensione al ruolo di esterno

    per me entrambi sono esterni e stop

    Sì, le indicazioni sul mercato sono più o meno quelle

    Paganini ha spesso fatto la mezzala, in realtà. Il suo problema è che non è molto continuo all'interno della stessa partita

  4. 1 ora fa, Stefanuzzo ha scritto:

    Fosse meno fastidioso, tra tuffi, proteste e annessi vari..

    Penso faccia parte del personaggio, e sinceramente preferisco uno così a un playboy tipo Sarzi Puttini che preferisce sistemarsi la riga in mezzo che metterci la gamba

    Secondo me Paganini è uno dei pochissimi complessivamente sufficienti di questi primi 3 mesi da incubo. Lui, felici, tutto sommato i due portieri, forse adorante che nelle poche occasioni avute non ha completamente sfigurato

  5. Che poi l'Inghilterra arriva da due final four consecutive tra mondiale ed europeo, e poche nazionali hanno centrato questo risultato (noi nel 1990 dopo la semifinale nell'europeo precedente e nel 1970 e considerando l'olimpiade torniamo agli anni trenta)

    Dovesse eliminare la Francia, sarebbe la terza semifinale in tre tornei di fila. Il che rende abbastanza assurdo fare paragoni col passato, per una nazionale che STORICAMENTE è sempre volata fuori da europei e mondiali appena si faceva sul serio...

  6. 4 ore fa, Giova80 ha scritto:

    Piccola nota a margine, ieri sera sono andato a mangiare cinese, alla fine del pasto mi hanno dato il solito biscotto della fortuna che non ho aperto, portandolo in stadio. A fine gara lo apro e trovo il seguente bigliettino: 

    "Sei sulla strada giusta, continua così". 

     

    Che dire....Speriamo sia di buon auspicio!

    Visto che neanche la fine dell'anatema ga funzionà, speremo nei cinesi ah!

  7. 11 ore fa, forest ha scritto:

     

     

    Ce ne sono un paio che venti minuti in C, quando nel finale si abbassano i ritmi (in generale, non i nostri :) ) possono anche farli.

    Altri ritmi (sì, persino nelle nostre partite), altro impatto fisico.

    Per me, ora come ora, non ce n'è uno che possa partire titolare senza il serio rischio di bruciarsi.

    Men che meno nella situazione attuale.

    Hai presente i primi 15' di Lovisa quando ha esordito con noi al Rocco e sembrava un cerbiatto perso nel bosco?

    Ecco, fra Lovisa e un Primavera Pava oggi sceglierebbe il primo.

    Per me, giustamente.

    Del resto, la Juve con la sua Primavera fa da anni una C dignitosa.

    Ed è una Primavera di A.

    Poi c'è la Primavera 2, quella di B ma anche di qualche squadra di A (credo la Lazio) e di C (se non sbaglio, Padova e Vicenza).

    Parliamo di due gironi, 32 squadre, per intenderci.

    Se la Primavera 1 si situa a livello di una C e in qualche caso di una D (non tutte sono la Juve, per capirci) la 2 si sistema diciamo fra D ed Eccellenza, pur con qualche indubbia eccezione.

    Scendendo ancora, c'è la Primavera 3, la Berretti, se non erro con altri tre gironi.

    Ancora un gradino più in basso e finalmente arriviamo noi....

    Spero di essere stato esauriente.

     

    Non conoscendoli, mi fido di quel che dici...speravo che almeno un paio fossero buoni

  8. 5 ore fa, atleticoiero ha scritto:

    Uno dei misteri più fitti di questa "società" è proprio la figura, a dir poco oscena, di Parpiglia. Io guardo pochissimo la televisione e non avevo mai sentito il suo nome prima del suo arrivo a Trieste, cercando sul web ho notato però un curriculum di tutto rispetto per il personaggio. La mia domanda è che cosa ha da guadagnarsi un "responsabile della comunicazione" a fare certi teatrini squallidi? E' davvero un responsabile della comunicazione (ruolo che per altro sta assolvendo malissimo...) oppure il suo ruolo in società è un pochino più rilevante?

    La seconda che hai detto

  9. 5 ore fa, forest ha scritto:

    Solo una cosa.

    Non si può parlare seriamente di far giocare i Primavera, se si ha una idea anche vaga del livello del campionato Primavera 4.

    Che vale, suppergiu', una prima categoria.

    E vero che siamo secondi, ma non vorrei che qualcuno pensasse seriamente che questo significhi essere competitivi in serie C.

    A meno che non tiriamo fuori la retorica del "meio de questi i sarà...", che è appunto retorica.

    Perché, a oggi, pur non sfuggendomi il livello della nostra prima squadra, una eventuale partita della stessa contro la Primavera (a volte in allenamento capita) non potrebbe che finire con un risultato in doppia cifra.

    Non lo dico con una accezione polemica, ma solo per fare presente la realtà: qualcuno potrebbe pensare che la nostra Primavera sia seconda perché fortissima, mentre è seconda perché in quarta serie.

    Sia chiaro, è senz'altro migliore delle ultime che abbiamo avuto, ma a stare veramente larghi ci sono (forse) due-tre prospetti che potrebbero essere inseriti col tempo in prima squadra, assai gradualmente perché a oggi pronti non sono neanche loro.

    Ma togliere sei o sette "mele marce" e metterci i Primavera significherebbe solamente esporli a una figura che non hanno fatto nulla di male per meritarsi.

    Chi dice di schierare la primavera è folle o scemo

    Però mettere uno o due primavera con caratteristiche più utili e funzionali potrebbe non essere una cattiva idea, almeno fino a gennaio per due partite.

    Perché i primavera saranno scarsi, ma preferisco una mezzala della primavera che sabbione (già di per sé impresentabile) fuori ruolo.

    Idem per il centrale...magari c'è n'è uno rapido che per ste 2 partide può rivelarsi più utile di Rocchi e Sabbione, posto che Sottini non sarebbe malaccio ma è infortunato.

    Schierarne un paio anche per dare un segnale alle mele marce non lo vedrei come una follia.  E se l'impatto non è devastante hai comunque un ricambio in più quando serve

  10. Girone (personalmente) più inutile del mondiale senza grandi nazionali, e infatti unico che non ho minimamente seguito

    Felice che il Belgio sia andato a casa, praticamente una squadra di club con 4/5 belgi in rosa. Spero che i prossimi siano gli svizzeri (o presunti tali), che son riusciti a concedersi anche il lusso di avere un camerunense che segna contro il Camerun e quindi non esulta

  11. 9 minuti fa, pinot ha scritto:

    io non credo sia quello il problema, i giocatori hanno pluriennali vantaggiosi e dunque accettano solo destinazioni di loro gradimento anche dal punto di vista economico

    Sarno docet

    io penso che lo scazzo di cui parlavo, ammesso che ci sia, deriva dalla situazione che si è creata

    giocatori che hanno accettato il trasferimento un po’ “ turandosi il naso “ allettati dall’entità dello stipendio e dalla durata del contratto

    un declassamento implica una svolta negativa nella carriera e nel caso di giocatori 30enni da anni in categorie superiori sancisce il declino

    penso che in un contesto simile ambiente e risultati possano far ritrovare le motivazioni ridotte e al contrario un cammino tragico in campionato e le conseguenti contestazioni possano dare il colpo di grazia ad un gruppo assai fragile quanto a motivazioni e personalità  

    Però attenzione a parlare di declassamento, termine che vale per pochi componenti della rosa

    Può valere per:

    -Paganini, che però con Pava è intoccabile e quindi evidentemente è uno che si impegna e ci crede

    -Gori, che effettivamente sembra aver lasciato alle spalle gli anni migliori

    Ma la maggior parte degli altri big sono giocatori storicamente di C alta negli ultimi anni, e quindi probabilmente hanno scelto Trieste per lo stipendio più alto ma se non venivano all'Unione andavano in una delle tante con uno status simile al nostro in estate (Reggiana, Cesena, Padova, Avellino, Pescara etc). Quando parliamo di Minesso, Ciofani, Di Gennaro, Pisseri, Ganz, Felici, Furlan e compagnia parliamo di gente di categoria che in Serie B non è stata mai protagonista o se lo è stata non lo è più da anni.

    Quindi non parlerei di declassamento...il declassamento lo vivono ora che sono a lottare per salvarsi in C, motivo per cui trovo assurdo che non abbiano i coglioni di lottare. Se proprio non gliene frega una mazza dell'Unione, almeno che lo facciano per la propria dignità

  12. 2 ore fa, Contea di Trieste ha scritto:

    Il Sangiuliano, che dopo un buon inizio stava progressivamente perdendo posizioni domenica dopo domenica, ieri ha battuto il Padova, altra delusione del nostro girone.

    Mi ha fatto specie notare come al 79' venga annullato un gol per fuorigioco attivo ai padroni di casa: polemiche, proteste, ma l'arbitro annulla. Tempo 20 secondi e, incazzati come iene, i giocatori della squadra di casa si buttano nuovamente in avanti e con coraggio, foga e cattiveria trova il gol del vantaggio, stavolta regolare. 
    Basta osservare il linguaggio del corpo dei giocatori per comprendere cosa voglia dire battagliare in C e, d'altro canto, osservare quello dei patavini e - peggio ancora - quello dei nostri.
    Tre movimenti apparentemente banali come l'aggressiva pressione del numero 23 (Fusi) sulla palla lunga e poi il suo movimento ad attaccare l'area e l'accompagnamento a rimorchio di Miracoli, autore del gol, sono cose da ABC del calcio che puoi fare se hai voglia, grinta e gamba. Roba che all'UST sembra mancare totalmente, ma che in C è vangelo.
    D'altro canto il Padova si presente su situazione di palla lunga scollatissimo, concedendo un 4 vs 4 che si concretizza poi nel gol avversario.

    Il dramma è che questa squadra, sulla carta, non è stata costruita per battagliare, per portare a casa risultati sporchi. E' una squadra impaurita, fragile, che nelle difficoltà invece che rinsaldarsi, si sfalda.
    Paradossalmente, in questo momento, i valori tecnici hanno davvero un valore relativo e avrebbe più chance una squadra infarcita di dilettanti (intendo giocatori di D, non gente del Primorje) piuttosto che i vari Minesso, Ciofani, Sabbione, tra l'altro al capolinea fisico.

    Concordo dalla prima all'ultima parola.

  13. 2 ore fa, Contea di Trieste ha scritto:

    Anche perché per salvarsi potrebbe bastare un penultimo posto. Fare paragoni con campionati senza playout, come la A o playout farlocchi come la B non ha senso.

    Certo, che alla 16esima di campionato il nostro obiettivo minimo sia evitare l'ultimo posto e quello massimo accaparrarci il quartultimo è tragico quanto l'Edipo Re.

    Concordo, ma credo che chi ha fatto la domanda intendesse la salvezza diretta...

  14. 51 minuti fa, Manuel90 ha scritto:

    cioè vuoi dire che Trieste non ha un nome spendibile?  ma poi scusa ma non eri tu a dire mesi fa che cerano diversi interessamenti anche di gente importante in passato ma che MM non voleva vendere?

    Dopo l'ennesimo disastro, in Serie D, no.

    Rilevare una squadra di C medio alta è un conto, rifondare una squadra nei dilettanti tutt'altro..

  15. 18 ore fa, poli ha scritto:

    1) Ok sono d'accordo e come ho già scritto la Germania non è al livello di quelle che citi

    2a) Credo anche io.

    2b) O Madonna? Ancora??

    3) Credo pure io

    Totale 3 su 4, neanche male a parte la solita bestemmia calcistica su Ciruzzo, ma non riapriamo il vaso di Pandora per l'amor di Dio... 😆

    Beh, ora come ora, a novembre 2022 la punta più forte a disposizione sarebbe stato lui. Che ti piaccia o meno, e ai mondiali ci saremmo andati con lui titolare..

    Quindi finché non verrà fuori l'Håland italiano, sarebbe giusto cercare di sfruttarlo al meglio...non credi? E per sfruttarlo intendo mandarlo in porta quando attacca la profondità anziché fare i soliti 2/3 passaggi in più a centrocampo, visto che è una cosa che sa fare alla perfezione

    Per il resto mi fa piacere che concordi, almeno non hai preconcetti a differenza di altri utenti che lanciano frecciatine per sport ad ogni post.

×
×
  • Create New...