Jump to content

Cip

Utente semplice
  • Posts

    2,833
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    12

Everything posted by Cip

  1. aggiornare? ma ora partito anche a me sono passato da chrome a explorer....mah grazie comunque
  2. Incomprensibile comunque come Gasperini abbia sbagliato formazione (e perseverato negli errori coi cambi) e incomprensibile come dei calciatori professionisti continuassero a scivolare pur giocando sul loro campo quando gli avversari non scivolavano mai. E' una cosa che noto spesso: forse in Italia non c'e' piu' la vecchia abitudine di uscire 10 minuti sul campo e provare le scarpe
  3. Ucraina, sono Americani i veri capi dell’esercito, direttamente collegati col Pentagono. “SONO I MILITARI AMERICANI CHE GUIDANO LE OPERAZIONI IN UCRAINA” – L’EX DIRETTORE DEL SETTIMANALE PARIS MATCH, RÉGIS LE SOMMIER, HA PROVATO A ENTRARE NELLA BRIGATA INTERNAZIONALE E SI E’ TROVATO COME SELEZIONATORE UN VETERANO DELL’ESERCITO AMERICANO CHE HA PARTECIPATO ALLA FASE INIZIALE DELL’INVASIONE IN IRAQ: “SONO RIMASTO SORPRESO DAL FATTO CHE PER ENTRARE A FAR PARTE DEI RANGHI DELLE FORZE ARMATE UCRAINE SI DEBBA PASSARE DAGLI AMERICANI. SIAMO FINITI AD AVERE A CHE FARE CON IL PENTAGONO” Ma come sono furbi !!!! Una guerra programmata da 20 anni. Washington sta conducendo ufficiosamente una guerra di cui saremo noi (oltre alle popolazioni coinvolte) a pagare il conto . La responsabilità del conflitto, e la possibilità più autentica di porvi fine, sono ovviamente tutte appannaggio di Vladimir Putin. Ma le mosse politiche e militari di Joe Biden lasciano intendere che a Washington la pace non sia una priorità.
  4. Ciao 

    spero che  tu legga almeno le minkiate che scrivono Stefano  Calcio 74  Luxor ed altri.  Anch'io alla fine ho deciso di non scrivere poiu' in quella sezione perche' gli interventi  sono di juna banalita' assoluta.   Dovevo dare retta a te  da subito

     

    1. Stefano79

      Stefano79

      @Cip Spero che ti renda conto che la "minkiata" che hai scritto non è un messaggio privato ma un commento visibile da tutti, ma ho i miei dubbi.

      Come diceva la buonanima di Germano Mosconi, tuo compaesano: "Femo finta de niente".

    2. Cip

      Cip

      Beh avevo scritto in privato ma  non me ne ero accorto. Mi pareva dal regolamento che   scrivere ad utente privato non fosse visibile ad altri....

      Mosconi buonanima mi era simpatico ma non era mio compaesano.  A Verona ci ho abitato per 20 anni ma non ci sono nato. 

      Comunque:   confermo ancora di piu' oggi quello che scrivevo allora:    tolti quei  3-4 che   avevano/hanno  coscienza politica e sociale e conoscenze sufficienti per scrivere   di questi argomentri,   gli altri   come te hanno sempre scritto secondo  la "cultura" amerikana moderna. 

      Se a voi va bene cosi...sono luoghi comuni,  il festival delle banalita'...ok ci stanno in un Forum che non e' un trattato di storia o di politica e sociologia. Ma a me interessano quelli che   hanno qualche cosa di piu' da dare  ed e' il motivo per il quale   i vari Ndocojo Lungomare ecc. non scrivono piu' di questo argomento.  Posso dirti che  ho pregato Ndocojo di non essere cosi' intransigente ma lui ritiene di essere stato offeso perfino negli affetti famigliari e quindi non potevo insistere.

       

  5. bewh una serie di stupidaggini cosi tutte nello stesso post non le avevo mai lette! Spassionatamente prova ad informarti pero se non te ne frega di informarti puoi anche evitare....cioe' fai quello che ti pare .....a me va bene lo stesso. Inutile che ti ripeta quello che gia' dovresti sapere e che probabilmente sai ma fingi di ignorare. Risponditi da solo
  6. https://www.la7.it/laria-che-tira/video/il-dubbio-di-alberto-contri-possiamo-supporre-che-zelensky-possa-costruire-qualche-storia-pure-lui-12-04-2022-433950 Pare che la schiera di chi su Mariupol ed altro la pensa diversamente si infittisca. Sara' un pirla anche Alberto Contri
  7. Pare affidabile dalle notizie odierne di varie fonti sia di vari paesi d'europa riguardo la cattura di ca 1200 tra nazi ucraini e sostenitori vari nella famosa acciaieria di Mariupol. Ad ora Mariupol pare completamente in mano russa.
  8. Ma forse tu non sai leggere o non capisci.....io per la verita' avevo scritto che non sapevo chi fosse PEPE ESCOBAR ed avevo sentito parlare solo di un Escobar trafficante Colombiano ma appunto siamo su SDS ed e' consentito anche non capire quello che uno scrive
  9. Non lo conoscevo. Ricordavo questo nome associato ad un trafficante. Ora ho guardato e si chiama in effetti Pepe diminutivo di Jose' e non Pedro. Da quello che ho letto in un ora su di lui mi pare scriva un sacco di cose estremamente sensate e condivisibili e soprattutto le scriveva gia' 10 anni fa'! Questo alla fine e' quello che conta e quello che io ho pubblicato e', a quanto pare, e' piuttosto sicuro. Ora ci stanno arrivando in molti...... Quindi bando alle polemiche: andiamo alle verita'. Chi puo' contestare quello che ho postato?
  10. Si mi confermano che la notizia originaria e' stata pubblicata su giornali tedeschi e il copyright e' di questo giornalista brasiliano Pedro Escobar il quale gia' negli anni 2010-2015 aveva scritto sull' Huff Post di come sarebbe finita in guerra l'Ucraina con la possibilita' che venisse divisa a meta' tra Polonia e Lituania da una parte (ovest di lingua ucraino polacca) e Russia la parte est di lingua e cultura russa. Tutto sommato una previsione piu' che profetica in quanto fatta 8-10 anni fa.
  11. Non credo sia questo Escobar. Ma e' un gornalista? non era uno spacciatore Colombiano? Ho fatto un po' di casino con il copia incolla che ti ho mandato sotto nell'altro post. e me ne scuso con tutti perche' ho un po' intasato la pagina e volevo mandare solo il tgesto scritto non le foto.... Ma c'e' comunque un'interessante storia del potere in Ucraina che chiarisce molte cose a chi vuol capire. Comunque appena ho un minuto mi faccio dire da chi veniva la pubblicazione precedente.
  12. Da Poroshenko ad Ahmetov fino a Kolomoisky, ecco chi sono veri i poteri forti dell’Ucraina. L’approfondimento di Stefano Grazioli per Tag43 Il presidente ucraino Voldymyr Zelensky sta combattendo due guerre: una contro la Russia, l’altra – in casa – contro gli oligarchi. Entrambe da quando è stato eletto, nella primavera del 2019. Allora mandò a casa Petro Poroshenko, capo di Stato uscente, entrato alla Bankova nel 2014, dopo il cambio di regime a Kiev. Poroshenko non era un politico puro, ma anche lui un rappresentante dei poteri forti che da sempre hanno deciso le sorti dell’Ucraina, fin dal crollo dell’Urss nel 1991 e l’indipendenza da Mosca. Zelensky, attore comico trasformatosi in politico di successo in un’operazione durata pochi mesi con l’appoggio mediatico e finanziario diretto di vari oligarchi e quello tacito di altri, si è trovato così in mezzo a una serie di conflitti che non è ancora riuscito a districare, proprio perché geneticamente insiti in un sistema politico-economico che in oltre 30 anni è sempre stato caratterizzato dalla commistione tra big business e gestione dello Stato. L’USCITA DI SCENA DI YANUKOVIC Nonostante il trionfo alle Presidenziali tre anni fa e quello alle Legislative dello stesso anno che gli hanno consegnato la maggioranza in parlamento, Zelensky è rimasto imbrigliato nei meccanismi dell’oligarchia che, nonostante le due rivoluzioni, o supposte tali, del 2004 e del 2014, non sono cambiati. I protagonisti delle vicende ucraine sono sempre gli stessi, eccezion fatta per Viktor Yanukovich, il presidente amico di tutti gli oligarchi ucraini e un po’ troppo di Vladimir Putin, che è stato defenestrato con il benestare di Unione europea e Stati Uniti in quello che è stato considerato al Cremlino un colpo di Stato. Sorte analoga, lo scorso maggio, era toccata a Viktor Medvedchuk. Oligarca e leader dell’organizzazione Ukrainian Choice, sponsor dell’opposizione filo-russa e contrario all’avvicinamento del Paese all’Ue, è finito ai domiciliari con accusa di alto tradimento. Un chiaro messaggio per Putin, visto l’ottimo rapporto, anche personale, con Medvedchuk: il presidente russo è il infatti padrino della figlia dell’oligarca Daryna, nata nel 2004.Zelensky e la guerra interna a Poroshenko A parte queste eccezioni, le facce sono sempre le stesse. Prima di tutti quella di Rinat Akhmetov, da decenni il numero uno degli oligarchi ucraini, che si è sempre districato tra politica e affari con enorme successo, diventando l’uomo più ricco del Paese e uno dei più potenti burattinai alle spalle di presidenti e governi. Con una certa predilezione politica per lo spettro definibile come filorusso, data la sua provenienza dal Donbass, Ahkmetov ha dovuto soffrire un po’, economicamente e politicamente, con l’arrivo del suo rivale Poroshenko alla presidenza, ma è ormai in ripresa sotto Zelensky che ha avviato sì una campagna politico-giudiziaria contro lo strapotere degli oligarchi – e l’arresto di Medvedchuk lo dimostra – ma concentrandosi su pochi, o meglio su uno solo: Petro Poroshenko appunto. Il penultimo presidente, con un posto fisso ai piani alti del ranking dei businessman del Paese e leader del maggior partito dell’opposizione filoccidentale, è ora accusato di altro tradimento per aver fatto affari con i separatisti filorussi del Sud Est e rischia 15 anni di carcere. È la giustizia selettiva che pende come una spada di Damocle ogni volta che alla Bankova entra un nuovo inquilino. KOLOMOISKY, IL MILIARDARIO SUPPORTER DI ZELENSKY Yanukovich si era invece concentrato su Yulia Tymoshenko, che prima di diventare premier ai tempi della rivoluzione arancione del 2004 era nota come unica oligarca donna e principessa del gas, visto che la sua fortuna l’aveva accumulata con gli opachi traffici energetici tra Russia e Ucraina. Poroshenko aveva preso di mira anche Dmitry Firtash, altro boss del gas, che ha dovuto rifugiarsi a Vienna e dal 2014 colpito poi da sanzioni per aver venduto titanio in Russia. Sempre nel 2014 era entrato in scena in grande stile Igor Kolomoisky, forte nel settore bancario e del petrolio e tra gli ucraini più ricchi, diventato addirittura governatore nella regione di Dnipropetrosvk. È stato lui il principale sponsor di Zelensky, insieme agli altri che hanno sempre mantenuto un profilo basso e neutrale, senza decise preferenze politiche, ma strizzando l’occhio e aprendo i portafogli a tutti. LO STRATEGA PINCHUK, PROTOTIPO DELL’OLIGARCA UCRAINO Maestro in questo senso è Victor Pinchuk, il prototipo dell’oligarca ucraino, che ha istituzionalizzato già negli Anni 90 il matrimonio tra affari e politica, sposando la figlia dell’allora presidente Leonid Kuchma. L’impero di Pinchuk, tra industria dell’acciaio e media, si è allargato sotto ogni presidenza e anche sulla scacchiera internazionale ha resistito agli scossoni rivoluzionari grazie all’equilibrio tradizionale familiare. Suo suocero Kuchma, dopo il fallimento del 2004 di condurre alla presidenza il suo delfino Yanukovich, sconfitto da Viktor Yushenko, tre lustri dopo è finito a fare il mediatore per la parte ucraina nel gruppo di contatto trilaterale con Russia e Osce (Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa) nel processo di pacificazione nel Donbass, sostituito solo ultimamente dal consigliere di Zelensky Andrei Yermak. Lo stesso Pinchuk ha fondato oltre 15 anni fa la Yalta European Strategy, piattaforma che guarda con favore ai rapporti con l’Occidente. ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter Confermo di aver preso visione della privacy policy di Innovative Publishing e accetto il trattamento dei dati come ivi descritto Rispettiamo la tua privacy, non ti invieremo SPAM e non passiamo la tua email a Terzi 20 Febbraio 2022 crisi UcrainaporoshenkoRussiaUcrainazelensky Articoli correlati Guerra Russia-Ucraina, la via crucis del Papa e il ruolo del Campus Biomedico (Opus Dei) By Giulia Alfieri Vi racconto il centrodestra fra nozze farlocche e divorzi in fieri By Francesco Damato Cosa faranno Russia e Cina per influenzare le elezioni in Francia By Giuseppe Gagliano Presidenziali Francia, perché i mercati coccolano Macron (che frena sulle pensioni per sedurre la sinistra) By Andrea Mainardi Tutte le mosse della Russia nell’est Ucraina By Igor Markic E Pietro Batacchi Tutte le falle nelle sanzioni contro la Russia. Report Ispi By Marco Orioles Che cosa divide Papa Francesco dal patriarca Kirill By Francesco Provinciali Ecco le ultime bombe di bugie di Mosca By Federico Guiglia Guerra di carta a Repubblica-Gedi su Limes By Professione Reporter Come si intendono Giappone e Filippine nel Mar Cinese Meridionale By Giuseppe Gagliano Share This Tweet Share Share Email Leggi il numero completo del quadrimestrale di Start Magazine Marzo 2022 – Giugno 2022 Archivio quadrimestrale Start Magazine Economia circolare. Motore della ripresa. Scarica il paper Iscriviti alla Newsletter di Start Magazine http://www.startmag.it/wp-content/uploads/newsletter-300x250.jpg http://www.startmag.it/wp-content/uploads/GDPR-STARTMAG-300x66.png previous post:Perché le mosse di Putin sull’Ucraina hanno danneggiato la Russia. Report Economist next post:Crisi Russia-Ucraina, come si muove l’intelligence Usa StartMag Direttore responsabile: Michele Arnese Editore: Innovative Publishing srl – IP srl www.innovativepublishing.it Via Sardegna, 22 00187 Roma C.F. 12653211008 Redazione: Via Sicilia, 141 00187 Roma info@startmag.it Direttore editoriale: Michele Guerriero Registrazione Tribunale di Roma n . 198/2017 del 21.12.2017 ROC n. 26146 Provider: Dada spa, via dei Pandolfini, 34 – Firenze L'editore è a disposizione per la eventuale rimozione di foto coperte da copyright Chi siamo Start Magazine è il magazine online dedicato all'innovazione ed alla crescita. Start Magazine vuole parlare di crescita e sviluppo dopo anni spesi a parlare di crisi, e vuole farlo partendo da una delle parole chiave più importanti: l'innovazione Start Magazine è un progetto editoriale di Innovative Publishing. Fanno parte del nostro network editoriale: StartMagazine 2022 - All Rights Reserved Back To Top
  13. Ma cosa devo verificare? Se un professore universitario Italo Tedesco di Wiesbaden, molto conosciuto e attendibile oltre che amico mio da 50 e piu' anni, mi manda un documento lo devo contestare? Devo metterlo in dubbio? L'ho preso e girato come post senza alcun commento a titolo di informazione generale. Se uno ci crede controlla le fonti citate. Io qualcuna di queste fonti l'ho controllata dopo aver ricevuto il documento e mi sono parse assolutamente attendibili e corrispondenti a tutto quello che in generale gia' si sapeva e cioe' basi Nato abusive in varie parti dell'Ucraina, personale militare europeo che istruisce ucraini in varie parti. finanziatori piu' o meno occulti del potere politico attuale ucraino. Anche a me ha lasciato dubbi la questione "dell'eventuale eliminazione di questi militari rinchiusi". Ma come avrai visto non ho fatto commenti. Mi sono limitato a girare una pagina ricevuta e se vuoi il commento e' quello che ho scritto successivamente e cioe' molte cose si sapevano gia' e molte, che almeno io non sapevo, le trovo attendibili. Vale credo per ogni informazione di qualsiasi parte che si mette nei post. Devo prima andare dal notaio? Quando tu ascolti il Telegiornale della Rai o di varie Tv cosa fai? Per crederci vuoi un attestato notarile? Io mi sono fidato e mi fido del professore di Wiesbaden amico mio non per il fatto che abita in Germania da anni ma perche' conosco la persona! Tanto per farti un altro esempio: Durante la pandemia circa un paio di anni fa avevano intervistato e c'erano delle pubblicazioni del prof. Gattinoni, luminare della scienza medica universalmente riconosciuto e che insegnava a Goettingen Germania. Il prof. Gattinoni aveva opinioni veramente diverse da quelle del main stream italiano riguardo soprattutto il conteggio delle persone infettate dal virus e di quelle morte "per virus". Io mi ero permesso di postare alcune di queste opinioni una volta che le avevo ricevute, senza prima passare dal Notaio! Casualmente si sono rivelate giuste. ma non perche' venivano dalla Germania tout court ma perche' venivano da persona secondo me affidabile. T'e' capi'? i disen a Milan ma senza alcuna polemica ma solo informazione.
  14. Per la fonte mi informo in Germania e lo pubblico appena me lo mandano. Mi citavano il giornale di Francoforte ma controllo. In ogni modo che il figlio di Biden sia in societa' da anni con l'oligarca ucraino padrone di Azovstal e finanziatore della campagna elettorale di Zelensky e' cosa nota da anni e scritta decine di volta su vari giornali occidentali inglesi americani tedeschi. Per il resto: Per la verita' io sono rimasto molto sorpreso dalla intervista ai due italiani che citavo. Sorpreso perche', come molti di noi seguendo i vari telegiornali pensavo che Mariupol fosse tutt'ora una zona di combattimenti e che la citta' fosse sotto bombardamenti e lo stesso vale per Cherson che, sempre nei TG italiani veniva data per una zona di guerra attiva. Scoprire che non e' vero per nulla o quasi, da interviste in tempo reale di italiani in loco mi ha lasciato piuttosto sorpreso! Non mi permetto di giudicare crimini eventuali commessi in altre zone. Non ho alcuna simpatia per Putin e tra l'altro questa situazione mi crea un sacco di problemi lavorativi perche' questa guerra incide non poco sulla produzione e la manifattura in altre parti dell'europa dell'est e incide anche molto sulla voglia di acquisti voluttuari di moltissime persone nei nostri paesi occidentali. Dopo la Pandemia non ancora conclusa anche la Guerra di Putin non e' il massimo per una vita normale di tutti i giorni. Cio' non toglie pero' che non si possa guardare alla realta' in maniera un po' obbiettiva e non si possa dimenticare tutto, saltando a pie' pari quello che e' successo in Ucraina dal 2014 in poi. Se si criticavano in precedenza i governi fantoccio filorussi, come chiamare allora i governi tipo quello della Tymoshenko e quello attuale di Zelensky, finanziati da oligarchi ucraini soci di Biden jr? Ecco io mi limito a dire che la verita' puo' avere diverse sfaccettature. Poi che le conseguenze delle guerre purtroppo le paghi la povera gente e' notorio tanto quanto e' notorio che le " Guide Spirituali" della nostra vita (per chi ci crede ovviamente) quando tentano di portare a una mediazione per far terminare la guerra, vengono prese in giro ed eliminate dalla comunicazione o messe in un angolo.
  15. cioe' fai dei giri di parole per smentire cosa? una pagina che e' stata pubblicata sul FFM zeitung? e cosa smentisci? che i nazi di Azov siano stati pagati e foraggiati per anni dalla Nato e dagli Usa? e che Zelensky sia un attore burattino al loro soldo da anni? ma basta informarsi "a ritroso" e si trova tutto... e' dal 2018 che si sanno tutte queste cose ma non era interessante ricercarle. Segreto per chi capisce l'italiano significa che era sconosciuto fin che non si e' trovato ma non ci vuole un genio per capirlo. E poi se uno e' un nazista criminale nel momento che fa una scelta sa i rischi che corre. I mercenari vengono pagati per questo da tutte le parti. --- Io per mia abitudine non credo alle varie puttanate che si sentono o si leggono ma questo vale tanto quanto le puttanate che raccontano i Riotta le Gruber i Parenzo Mentana e loro amici foraggiati e ben pagati per le comparsate tv, ma c'e' anche qui un discrimine: se una radio nazionale e non una qualsiasi ma la prima radio italiana cioe radio Rai uno, intervista degli italiani (e non c'e' quindi nemmeno il dubbio della errata traduzione o del fraintendimento) e questi dicono quello che ho scritto in un post precedente....beh io sono anziano ma non sordo totale: questo l'ho sentito con le mie orecchie come immagino centinaia se non migliaia di altre persone che ascoltavano in quel momento. E quindi a Cherson oggi e da 3 settimane di bombe non se ne vedono e quindi se alcune tv italiane scaldano la testa ai babbei facendoli credere quello che vogliono cosa possiamo fare? Anche Rai radio 1 puo' far credere quello che vuole ovviamente ma "intervista ad italiani che parlano con accento marchigiano uno e molisano (o pugliese) l'altro....quando si ascoltano in diretta portano a una sola conseguenza: e' una falso clamoroso in diretta o altre spiegazioni io non ne ho. A che pro' lo farebbe Radio rai 1? per fare un favore al Papa che vuole la pace? Per far contento Zelensky che gli concedera' i diritti per la prossima intervista? o magari Putin per lo stesso motivo? che ti devo dire?? se tu preferisci pensare che la luna quando e' piena sia una forma di parmigiano contento te....a me va benissimo anche cosi. La realta' pero' e' un'altra. c'e' una guerra provocata da Putin in risposta a provocazioni simili della Nato tramite una parte del governo ucraino che risulta eletto per chi se lo ricorda in modo piuttosto dubbio per non essere volgari e senza stare a ripercorre tutte le cause e gli effetti che ormai tutti conoscono. Da questa guerra continuano a guadagnare 1) Usa senza alcun rischio 2) Russi perche' continuiamo a pagargli le forniture vitali di materie prime energetiche 3)ucraini che continuano a prendere le provvigioni per il passaggio delle materie prime nel loro territorio. 4) la Cina che dimostra con la propria politica realista che il vero stato egemone di 3/4 dell'umanita' sono loro. Chi ci rimette? l'anello debole dell'occidente cioe' i piu' deboli fra i paesi UE e quindi in definitiva noi ed altri come noi perche' UK e Francia sono per buona parte autosufficienti energeticamente, e la Germania mal messa come noi per l'energia, ha pero' un'economia 10 volte piu' importante della nostra ed e' in grado di dirigere l apolitica UE per i prossimi anni in base alle sue necessita'. Non servono geni per capirlo ma solo un sano realismo. Pertanto alla fine: La Russia rimarra' lo stato cuscinetto fra est ed ovest e noi (Ue) rimarremo gli utili idioti degli Usa ai quali pensavamo di far concorrenza.... Fra questi ovviamente chi ha maggiori amicizie o maggiori possibilita' bene o male se la cavera' (Uk Francia Germaia e satelliti, Spagna che ha gas e gasificatori disponibili da subito, gli Scandinavi piu' o meno neutrali. Gli altri? sono....gli utili idioti...... noi siamo fra questi.
  16. vista da me.....arbitraggio discretamente casalingo pro Bayern e qualificazione meritatissima del villareal che riscatta un po' la Juve. Sono bravi e organizzati e soprattutto umili! I bavaresi come al solito supponenti e indisponenti. Potevano vincere e qualificarsi perche' c'e' una differenza notevole ma e' soprattutto nei soldi.
  17. bombe??? ma se dei idioti italianuzzi in diretta intervistadi da una Radio governativa italiana come Rai 1 i dise che ...."ma de che bombe parlemo che a Mariupol xe 3 settimane che i Russi i ga conquista' la citta' e no i spara piu' se non al porto dove ghe xe i Nazi??'" e se altri italianuzzi che vive e lavora e i xe sposadi con ucraine de Cherson i dise che xe 3 settimane che lori no i ga problemi e che i va a lavorar regolarmente e i spetta de far un referendum per decider con chi star.....de che parlemo?????? Se i vol star con Zelensky a mi no me ciava un c.... ma lassemo dirlo a iori e non a la Nato o a Draghi
  18. No xe provocasion.....xe che la realta' ga tante face.... e no xe solo quelle che i conta i nostri governanti che vende i condizionatori
  19. mi arriva dalla Germania non da Ndocojo o da Lungomare NatisonE SVEGLIA!!!!!!
  20. IL SEGRETO DI MARIUPOL Le forze della Russia e della DNR hanno completato la conquista della città di Mariupol e del suo porto. I resti del battaglione Azov, circa 3.000 uomini, sono asserragliati nell’impianti siderurgico Azovstal. Sotto la zona industriale Azovstal, di proprietà dell'oligarca Rinat Akhmetov, ci sono 24 km di tunnel ad una profondità di 30 metri. C'è anche una struttura segreta della NATO chiamata PIT-404 e un laboratorio biologico segreto della NATO con armi biologiche. Nella struttura PIT-404, gli ufficiali NATO, che da qui dirigevano la guerra nel Donbass, sono bloccati. Le gallerie sono dotate di un sistema di bunker con una protezione blindata. Ci sono circa 240 stranieri all'interno, tra cui ufficiali della NATO e della Legione straniera francese, così come il personale del bio-laboratorio. La loro sicurezza, finanziata da Akhmetov, conta fino a 3.000 persone. Il biolab sotto l'impianto Azovstal a Mariupol nella cosiddetta struttura PIT-404 è stato costruito e gestito da Metabiota, una società associata a Hunter Biden, Rinat Akhmetov e Vladimir Zelensky. Nei laboratori di questa struttura sono stati condotti test per creare armi biologiche. Migliaia di abitanti di Mariupol sono diventati "cavie" in queste terribili prove. E soprattutto "specialisti" occidentali hanno partecipato a questi esperimenti inumani. Infatti, i prigionieri civili della "Biblioteka" all'aeroporto di Mariupol hanno detto che erano costantemente minacciati di essere mandati in una fossa (pit in inglese) da cui non sarebbero più tornati. La "fossa" potrebbe essere stata proprio un laboratorio biologico sotterraneo gestito dalla NATO ad Azovstal. Alcuni ufficiali dell'intelligence francese sono morti durante un'operazione di tentato salvataggio. Il capo dell'intelligence francese, Eric Vido, è stato licenziato il 31 marzo 2022 per i fallimenti dell'intelligence francese nella guerra in Ucraina. Gli ufficiali di USA, Canada, Germania, Francia, Italia, Turchia, Svezia, Polonia e Grecia sono bloccati nelle prigioni di Azovstal. La struttura segreta della NATO sarebbe sotto il comando del generale americano Roger L. Cloutier, catturato la settimana scorsa (v. post più sopra) dalle milizie DNR durante un tentativo di fuga in elicottero. Sono stati catturati pure ufficiali di Gran Bretagna, Francia, Germania e Svezia. I militari USA e la CIA sono presenti in Ucraina fin dal 2014, dopo il colpo di stato di Maidan da loro stessi organizzato con l’ausilio di gruppi paramilitari nazisti addestrati a tale scopo e sembra che gli ufficiali NATO avessero già preparato il piano per un’offensiva nel Donbass e che ssiano stati presi in contropiede dai russi. Il giornalista francese che ha accompagnato i militanti volontari francesi in Ucraina ha confermato che i soldati statunitensi coordinano l’esercito straniero in Ucraina. Gli ufficiali statunitensi sono incaricati dell’addestramento e dell’arruolamento dei “volontari” stranieri nelle forze armate ucraine. In pratica, gli Stati Uniti e la NATO stanno facendo la guerra alla popolazione russofona dal 2014. Pare che i militari russi si apprestino a pompare acqua nei sotterranei della Azovstal, che vogliono preservare, attraverso i condotti dell’aria. In sostanza, i miliziani di Azov e i militari della NATO hanno la scelta tra arrendersi oppure morire annegati o soffocati. NATO e governi occidentali sono in agitazione perché sanno che questa sarà la storia esplosiva dell'intera saga PIT-404, non la false flag di Bucha.
  21. Cip

    Forest   non ti svelo nulla di compromettente se ti dico che:

    Gautieri era osteggiato e  anche ostaggio dei  curvaioli di Guiz che   lo accusavano di ogni nefandezza al punto di inventarsi  aggressioni da parte del fratello di Gautieri e di suoi amici  napoletani  

    La formazione  spesso la faceva.......Emilio.  Al telefono  mi  diceva   "Papa ma il Mister mi chiede  " che devo fa'? chi metteresti tu?        E spesso cosi' nasceva la formazione     calcolate le amicizie e i buoni rapporti di emilio con i quasi coetani calciatori......

     

     Cosa privatissima ovviamente!  Non parlarne  con i tuoi amici in societa' ti prego.

  22. Pinot in teoria hai ragione ma in pratica: Come puoi schierare una 433 con due mezze punte esterne che sono fuori forma e segnano col contagocce? Come puoi schierare Trotta (che ama giocare da solo in mezzo e tutti lo sanno da quando era in altre squadre e segnava) se e' infortunato o fuoriforma? Come puoi schierare questi in attacco se ti manca Calvano che corre per due,e se alternativamente ti manca anche Giorico? Certo hai rimediato ora con St. Clair che puo' fare la prima riserva, hai rimediato mettendo Galazzi a terzino sinistro (pur rischiando) Hai rimediato con una probabile lavata di campo definitiva a Lopez (che infatti e fra i migliori da 2-3 partite). Ti rimane sempre il problema degli infortuni in difesa altrimenti questa formazione l'avresti gia proposta prima. Credo che la ragione sia questa. Provi e riprovi e poi finalmente con qualche uomo al posto giusto ed in forma, la squadra migliora. Non che siamo da primi posti ma da pri me 3-4 con gli uomini sani ed in forma sicuramente lo siamo.
  23. Per Chompòo Luxor Stefano in particolare: Io trascorre malauguratamente molto tempo in auto. Ero in macchina dalle 13,30 alle 14,30 e ho sentito un'intervista su radio 1 in diretta ad un cittadino italiano che lavora a Kherson nell'Ucraina del sud vicino a Odessa: domande di Radio 1: come va la situazione ? risposta "tutto calmo" seconda domanda ma non vi bombardano? avete paura? risposta "no assolutamente" la prima settimana e' stata un po' dura per qualche combattimento (3 settimane fa) ma ora tutto tranquillo io lavoro e mi sposto senza problemi, mi fermano ogni tanto dei militari russi a dei posti di blocco ma nessun problema" Domanda: ma la gente comune? risposta" e' quasi tutta rientrata, nell ultima settimana circa 30.000 persone" domanda: cosa prevede per il futuro? lei pensa di scappare? "risposta: "perche'? e' tutto tranquillo. Domanda "cosa pensa succedera' ora? risposta "mi pare si stia proponendo un referendum fra la popolazione per aderire alla federazione della Crimea"!!!! Radio 1 ore 13,30-14 circa.........trasmissione di approfondimento. Radio 1 ore 15,30: sindaco di Kherson: i Russi ci stanno bombardando continuamente........ci uccidono per le strade.....dovete mandarci armi..... Io non so chi ha ragione o torto: ma siccome radio 1 non la sento solo io basta ascoltare e magari esce la verita'. Sempre Radio 1 ore 16,10 programma ridanciano di musica (con Mario Lavezzi) e gente che ride sguaiata mentre da' la notizia di un attentato alla metropolitana di New York nella stazione di Booklyn - sunset park (pare 13 morti e vari feriti non ho capito bene il numero dei morti) fatto da due persone dimrazza nera o ispanica che portavano maschere a gas. Poco prima avevano intervistato una persona sempre italiana che aveva chiarito che Mariupol e' da due settimane in mano russa, che non ci sono piu' bombardamenti ma solo combattimenti in una ristretta zona sud est del porto fra milizie nazi-ucraine Azov e milizie russe). La citta' non e' sotto alcun bombardamneto da due settimane! Ripeto: notizie date da Radio 1 intervistando persone del luogo. Non saranno tutti russi o amici di Putin credo! 2 erano italiani che stanno lavorando li. Non sono volontari o trafficanti di armi ma gente che vive e lavora in ucraina. 10 minuti dopo sempre radio 1: intervista a Putin a colloquio con il presidente Bielorusso: testuale: ci siamo dovuti difendere! E' 4 anni che chiediamo una commissione di inchiesta sul Donbass e le continue uccisioni da parte dei nazisti ucraini nei confronti della popolazione civile: Abbiamo chiesto all'Onu e ci hanno risposto che ci sbattevano fuori dal consiglio di sicurezza. Quindi abbiamo agito per la nostra sicurezza nazionale e di chi vuol stare con la russia". Ultima ascoltata or ora 30 secondi fa: Il Papa ha proposto che alla Via Crucis di Venerdi Santo 1 ucraino e 1 russo portassero due croci affiancandosi. Il russo ha accettato. L'ucraino ha detto no per ordine di Zelensky!!!! Quindi la pace a chi interessa? La neutralita'? la dichiarazione di non far entrare i missili nato non interessava a nessuno? Ce lo faremo dire da Mentana Gruber Parenzo e soci.
×
×
  • Create New...