Jump to content

forest

Utente semplice
  • Posts

    29,048
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    243

Everything posted by forest

  1. Tu sei naturalmente libero di non sopportare le mie considerazioni, io di non sopportare le tue visioni improntate sempre a una negatività che manco Leopardi. Che la stagione sia negativa in un rapporto spese/risultati per me è una cazzata, ad esempio, perché è vero che si è spesa una follia tanto quanto è vero che buona parte di quei soldi sono andati a ripianare debiti altrui. E che siamo passati in dodici mesi da una società prossima a un fallimento inevitabile, e che ha scampato la retrocessione per una serie di circostanze favorevoli irripetibili, ad una che ha finito quarta ed è uscita direi anche dignitosamente ai playoff. Tu pensi che con Tesser saremmo invece saliti? È una tua legittima idea, la proprietà non lo pensava. Anzi, ha smesso di pensarlo dopo la sconfitta casalinga col Padova, ritenendo che le spese che sarebbero state necessarie per rinforzare la squadra come voleva Tesser non fossero giustificate dalle effettive possibilità di promozione. Giusto? Sbagliato? Considerando che i soldi sono i loro, mi pare francamente irrilevante, perché a fare i froci col c**o degli altri siamo buoni tutti, compresi quelli che scrivono che fa tutto schifo e manco vengono allo stadio, che poi sono la maggioranza. Ora, io non posso sapere se tenendo Tesser e aggiungendo due tre elementi saremmo saliti, ma ti confermo (e se non sopporti di leggerlo pazienza) che se l'anno prossimo saremo promossi riterrò questa proprietà eccezionale, niente di più e niente di meno. Perché ripianare milioni di debiti, ripartire col settore giovanile, migliorare l'impiantistica (gestione del Grezar già ottenuta, rifacimento del Rocco e gestione dello stesso quasi, burocrazia per la costruzione di un centro sportivo attivata) e nello stesso tempo salire di categoria nel giro di soli due anni per me sarebbe eccezionale, ripeto. Se però vogliamo ridurre tutto a Menta e i suoi indiscutibili limiti va benissimo, a me pare una visione miope. Se invece non saremo promossi, giudicherò quel che avrò visto senza aver problemi a criticare, come ho criticato una conferenza stampa imbarazzante dopo l'esonero di Tesser o la scelta di Bordin. Ma non per questo butto tutto a mare. Se non lo sopporti, pazienza
  2. Boh, siamo usciti come voleva il pronostico. Però almeno senza sbracare, onestamente, anzi con qualche episodio girato male. Tuttavia, gli episodi ci sono girati talmente bene l'anno scorso e con la Giana (il loro gol non visto dall'arbitro ha avuto l'onore della TV inglese in una rubrica sugli episodi assurdi del calcio) che i quattro pali alla fine riequilibrano le cose. La partita è stata un compendio di quel che già sapevamo: dietro siamo impresentabili, da centrocampo in su facciamo paura a tutti Faccio fatica a capire l'accanimento su Vallocchia, reo di essersi portato dietro mentalmente un grave errore ma che ovviamente non si poteva cambiare salvo giocarsi due slot in metà tempo, considerato l'infortunio a Malomo. Dopodiché, è vero che Vallocchia perde palla e non deve, ma la facilità con cui becchiamo gol non dipende certo solo da quello, basta riguardare l'azione. Confesso di averci sperato anche sul 2-1, perché un gol avrebbe completamente ribaltato l'inerzia della gara, ma stavolta gli episodi (palo di Redan, palo di Vertainen) non ci sono girati a favore. Contrariamente all'andata, non ho appunti particolari da fare a Bordin, e alla fine anche la consapevolezza che c'era prima della partita, ovvero che loro non ci fossero superiori, mi è parsa confermata dai fatti. Ma non eravamo da promozione, come non lo è il Benevento. Amen, si volta pagina. Non ci sono particolari traumi da superare perché credo fossimo tutti consapevoli che salire voleva dire pescare il biglietto alla lotteria, può succedere ed è giusto sperarci ma è l'eccezione e non certo.la regola. Sulla promozione la società ha messo una pietra sopra a dicembre, se alla fine della prossima stagione saremo in B dirò che hanno fatto bene. Adesso aspettiamo le scelte, e capiremo molto. I giocatori che rimarranno dubito siano più di una decina, uno più uno meno, ci sarà un nuovo allenatore, un dt e vedremo cos'altro. Avremo di che parlare...
  3. Questo ovviamente non lo posso sapere, li vede lui... Aspetto come sempre di vedere cosa dirà il campo, se vedrò gente che non sta in piedi da subito non avrò certo problemi a criticare. Ma al netto di questo, ripropone quelli che all'andata hanno dominato, non è per forza una sciocchezza.
  4. Oggettivamente, nel primo tempo all'andata la abbiamo fatti penare, e meritavamo un paio di gol di vantaggio. Con questa formazione, portiere a parte. È che poi ci siamo dimenticati di inserire le forze fresche dove serviva....
  5. Mi perdo ben più di qualche pezzo, ma commento originale anche per me. In realtà è lo stesso che va su Sky, dove il commento in italiano fin qua è andato in onda solo per le repliche e per le gare in prima serata (tipo quella di domani sera) ma si può comunque tranquillamente escludere scegliendo quello originale. Cosa che per film o serie faccio peraltro in automatico da anni, magari con l'aiuto dei sottotitoli
  6. Accontentato. Domani, alle 21.30 su Sky o NBA pass. In gara 6 Indiana scappa nel finale del secondo quarto e non viene più raggiunta, i Knicks a metà ultimo quarto la danno per persa ma soprattutto perdono pure il mio idolo Josh Hart, che si fa male all'addome anche se prova ugualmente (e inutilmente) a rimanere in campo. In forte dubbio per gara 7, va ad aggiungersi a Randle, Bogdanovic, Robinson e Anunoby (quest'ultimo forse al rientro domenica) così da completare il quintetto di infortunati. Perdita tragica, se confermata, ma si gioca al Madison. E al Madison tutto diventa possibile.
  7. Ma sai, io non credo proprio che se becchi un gol sia finita. Tutt'altro. E non sarebbe affatto la prima volta che vinciamo in rimonta, anche in trasferta. I playoff sono veramente un mondo a parte, e del resto martedì fino a dieci minuti dal termine speravamo di vincerla 2-0, e alla fine siamo andati a un millimetro dal perderla. Se il Benevento andasse sopra, scatterebbe probabilmente in loro la logica di risparmiare qualche energia per il martedì successivo. E se pareggiassimo, anche su un episodio estemporaneo, anche all'80', anche senza meritarlo, anche col primo tiro in porta, ti garantisco che inizierebbe tutta un'altra partita. Dove l'inerzia passerebbe dalla nostra parte, non avremmo niente da perdere, sui piazzati inizieremmo a salire in dieci e loro si abbasserebbero per forza. Io non credo che abbiamo più di 20/30 possibilità su 100 di farcela. Ma le abbiamo, e se andiamo sotto fidati che continuiamo ad averle: i playoff sono veramente un mondo a parte.
  8. Da regolamento non si può alzare il piede. Che poi venga tollerato è un dato di fatto.
  9. Sì, sono d'accordo. Sono stati commessi errori evidenti, e in più alcune scelte sono state comunicate male. Ma in un quadro generale di evidentissimi passi avanti rispetto a dove eravamo. Mi sembra che ci sia molta focalizzazione sulle cose sbagliate, che certamente ci sono state, e assai poca su tutto il resto.
  10. Non che io sappia, ma magari sapessi tutto... Quel che faccio fatica a comprendere è quale sarebbe la grave colpa di una società che fissa gli abbonamenti all'equivalente di 5 euro a partita, esattamente come la terza categoria, si trova a giocare le gare casalinghe in trasferta (pagando, anziché incassare) e becca anche me**a dai tifosi per aver deciso a dicembre che l'investimento senza precedenti fatto in questa stagione era più che sufficiente. Che la vicenda Tesser non sia stata gestita bene, per usare un eufemismo, sono il primo a dirlo, ma il confronto fra dove eravamo dodici mesi fa e dove siamo adesso cerco comunque di tenerlo presente. Poi leggo di tifosi che sono nauseati e penso che il mondo è bello perché è vario...
  11. Non so chi giocherà, ma so che la squadra pensa che sia fattibile. Visto dal campo, il Benevento è parso buono ma affatto ingiocabile. Ci credono, come dimostrano il charter e pure i lavori per rendere Fontanafredda a prova di questore, che certo non si possono iniziare domenica visto che l'autorizzazione a farci entrare il pubblico deve arrivare al massimo lunedì mattina.... Ovviamente restiamo sfavoriti, loro giocano in casa e hanno due risultati, ma non c'è affatto aria di smobilitazione, si va giù belli carichi e ci si prova
  12. Premessa: quello di Hien è rigore. Ieri, oggi, domani e l'anno prossimo. Errore dell'arbitro, che ha valutato solo la spalla e non il ginocchio, ed errore del Var nel nome del protocollo idiota secondo cui se l'arbitro ha visto e valutato si tende a lasciare la sua decisione. Che sia un errore oggi lo rilevano tutti i media, non solo Tuttosport che in questi casi non fa testo. Premesso questo, ci sono cose vietate dal regolamento che piano piano diventano abituali e a quel punto di fatto consentite. Penso all'abitudine di spostare la palla con le mani dopo il fischio dell'arbitro, alle rimesse laterali alzando il piede, alla palla troppo a lungo fra le mani del portiere ecc.ecc. Capita che si decida, in qualche caso, di tornare opportunamente all'antico, ma quando accade c'è sempre un avviso ai naviganti a precedere il cambio di direzione. Per fare un esempio, era andato completamente in cavalleria il divieto di ingresso in area sui calci di rigore, rispristinato con l'avvento del Var ma con tanto di circolari a inizio stagione. P.S.: il calcio a due esiste ancora, utilizzato discretamente nei campionati minori e a livello giovanile, praticamente sparito in effetti fra i professionisti
  13. Il senso è duplice. 1. Aumentare di una sia pur minima percentuale le possibilità di qualificazione, per quanto ridotte possano essere. Detto che fra i giocatori non si pensa che siano ridotte ma che ce la possiamo giocare, questo te lo dò per certo. 2. Dimostrare alla piazza (ti assicuro che in società c'è chi legge ogni singola riga sul web) che quelle del "no i vol andar su" e "no i ga soldi" sono puttanate galattiche. Che peraltro non appartengono a questo forum
  14. Beh, non succederà. Anche se la ragione per cui la faccenda viene messa ai voti è duplice. Primo, ai tifosi non piace, e l'opinione dei tifosi in Premier conta parecchio. Secondo, a mio parere è una modo per chiudere definitivamente una polemica che in Inghilterra va avanti da quando il Var è stato introdotto, e occhio che è comunque molto meno invasivo che in Italia. Ma alla maggioranza dei club va bene, e se anche non fossero la maggioranza sarebbero comunque più dei 7 che bastano per mantenere lo status quo. Naturalmente, un conto sono le dichiarazioni pubbliche e un altro quel che uno vota, in fondo nessuno pensava che passasse la Brexit, tuttavia mi sembra un sistema con pochi rischi per chiudere la polemica una volta per tutte: abbiamo votato, siete contenti, resta tutto com'è....
  15. Non del mio modo di intendere il calcio, ma sono opinioni. Intanto...... https://www.gazzetta.it/Calcio/Premier-League/15-05-2024/premier-si-vota-per-l-abolizione-della-var.shtml
  16. Diciamo che vederle dal vivo è esperienza per pochi: 500 dollari i posti più economici, da dove ti serve il binocolo. Del resto, NY è città carissima. Seguo un po' i commenti dei tifosi, e moltissimi sono andati a Philadelphia perché i biglietti costavano meno della metà....
  17. Prevede infinitamente di più se gli procuri un danno, anche minimo. Per una spinta a un arbitro finito a terra 8 mesi, per avergli pestato un piede un anno, per uno sputo due anni. L'arbitro non si tocca.
  18. Mah! Un po' come andare a vedere Triestina-Juventus, in una ipotetica serie A, e tifare i bianconeri per evitare che l'Udinese vada in Europa? Boh, piuttosto sto a casa... Sto con Postecoglu: la squadra che alleni si gioca la Champions e il tuo pubblico tifa per gli avversari? Non riesco a vederla come una roba bella, neanche sforzandomi.
  19. Non ho la presunzione di poterlo dire. Per il rendimento stagionale penserei di sì, ma entra in ballo ovviamente anche l'esperienza internazionale e Donnarumma ha già giocato partite di livello stellare, nel club e con la nazionale. Mi pare inevitabile che iniziato il ciclo dell'Europeo con Donnarumma come certezza fra i pali, la fase finale la giochi lui. Per il mondiale, fra due anni, le gerarchie potrebbero anche cambiare, anche se mi pare difficile.
  20. Man City dunque campione, salvo sorprese clamorose e impronosticabili domenica. Strana partita quella col Tottenham di ieri sera. Non il miglior City, che ha sentito la pressione e l'ha chiusa solo al 90' con Haaland. Ma fra il primo e il secondo gol del norvegese il Tottenham è stato pericoloso. Tuttavia, tutta l'attenzione dei media inglesi è oggi rivolta all'incazzatura epocale di Postecoglu, che a partita in corso si è sfogato contro i suoi stessi tifosi e alla fine è stato durissimo in sala stampa. È successo che il Tottenham si giocava comunque una fetta d'Europa (in Champions ci va invece ufficialmente l'Aston Villa) ma ai suoi tifosi di questo interessava poco, perché in Inghilterra le faccende di casa propria vengono per i tifosi molto prima di quelle europee, e per i tifosi Spurs era fondamentale che gli acerrimi rivali londinesi dell'Arsenal non vincessero il titolo. Al punto che dopo il vantaggio di Haaland è partito il coro "Arsenal, stai guardando?". Postecoglu ha parlato di immaturità e di step da fare per diventare un club veramente importante, e sembra difficile dargli torto.
  21. Sta facendo oggettivamente benissimo. Titolare fisso e autore di una grande stagione. Con lui, Carnesecchi e tutto sommato Donnarumma, lì dietro non abbiamo problemi. A portieri siamo messi benissimo, pure Di Gregorio è molto bravo, mentre personalmente non sono un grande fan di Meret
  22. In realtà esprimono un concetto più ampio, e per buona parte condivisibile. Ovvero che abbiamo tifosi brontoloni che poi allo stadio non ci vanno (ieri numeri risibili per un playoff, ma ne abbiamo già parlato ieri mattina). Scrivono che non tutte le colpe sono di Bordin (ovviamente condivisibile) e che ieri gli va riconosciuto di aver azzeccato perfettamente la formazione del primo tempo, sbagliando però nella ripresa non sostituendo Redan e inserendo Ballarini anziché Fofana o Celeghin. Non mi sento di dargli torto su nulla. Che poi sui social (non qua) si vomiti me**a a ogni piè sospinto, con tesi ridicole tipo "no i vol andar su" o "no i ga soldi" è un fatto oggettivo.
  23. Per fortuna, no. E fanno bene. Primo, perché la conferenza stampa dopo l'esonero di Tesser non è stata esattamente un modello di comunicazione efficace, e secondo perché le chiacchiere è giusto farle a stagione finita. So che stanno lavorando, credo abbiano sondato più di un tecnico e che in proposito abbiano le idee abbastanza chiare, nel senso che il prescelto inizia ad avere un'identità. Idem sul dt. Ovviamente non ho la minima idea di quali saranno i frutti di questo lavoro, nel senso che come sempre parleranno il campo e i risultati, e su quello giudicheremo. Di certo, vogliono fare una squadra per salire e sono convinti di riuscirci. Che poi ci riescano davvero, chi può dirlo... Ma avremo tutta l'estate per parlarne
  24. Ni. Nel senso che lui fa un passaggio corto, fuori discussione, ma Redan resta fermo ad aspettarlo. Nessuno mi toglie dalla testa l'idea che un Vertainen fresco su quella palla va incontro, come fa sempre, aiutandosi col fisico. Poi magari non la tiene, magari gli fischiano fallo, ma quel contropiede non lo prendi mai
×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×