Jump to content

Orgoglio Triestino

Utente semplice
  • Posts

    1,750
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    4

Everything posted by Orgoglio Triestino

  1. Escluderei la cessione di Ruzzier. Sfumerebbero quelle piccole possibilità di promozione che ancora ci sono, soprattutto se arrivasse un rinforzo nel settore ali.
  2. Quelli sono i nomi: Camara, Lombardi, Zanotti. Vediamo quale società farà la proposta economica migliore...
  3. Infatti Brooks xe una guardia tiratrice con capacità de puntar a canestro e, a volte, scarigar la bala per el lungo sotto, ma no xe un play per sua stessa amission.
  4. Quindi in base ai ragionamenti fatti, a gennaio sono stati venduti dei giocatori senza prendere almeno dei rinforzi equivalenti e soprattutto senza accontentare le richieste di Tesser, e alle prime difficoltà dopo aver comunque fatto 7/15 punti in un mese (gennaio) con 2 vinte, 1 pareggio, 2 sconfitte, e giocato senza Lescano fino al 28, è stato esonerato per prendere Bordin con lo scopo di arrivare ai playoff? Ma ci prendono per ingenui? I motivi dietro l'esonero di Tesser sono ben altri. Non vogliono dirli, d'accordo, ma così non va proprio. Non è il modo corretto per creare una sinergia con i tifosi, che saranno poi comunque quelli che al Rocco ci andranno a sostenere la "nuova corazzata 2024/25".
  5. Mancano solo 10 partite alla fine del campionato di A e 5 di queste si giocano entro la fine di marzo. Brindisi per ora ne ha vinte 4/20. Se ne porta a casa almeno 2 delle prossime 5 una speranza di salvarsi c'è, altrimenti mi sa che inizieranno a considerare eventuali cessioni per recuperare qualcosa con i buyout e non ritrovarsi nella nostra situazione con tutti i giocatori liberi a causa della retrocesssione.
  6. La cosa buona di Vildera è che sa anche passare la palla. E questo deriva dal fatto che da piccolo giocava da play ed è stato abituato fin da allora a guardarsi attorno e non solo a puntare il canestro.
  7. E' la stessa situazione della Pallacanestro Trieste con proprietà americana. Mettono i soldi e affidano baracca e burattini ai dirigenti da loro scelti. Che poi questi sbaglino le scelte in corso d'opera o all'inizio, le somme verranno comunque tirate a fine campionato. Ma questo è anche ovvio: o hai un proprietario facoltoso che ama la squadra e di calcio ne capisce, e quindi qualche domanda sulla gestione e sul gioco se la pone perchè ha le basi per farlo, oppure hai qualcuno che investe - magari anche tanti soldi - ma non essendo dentro l'ambiente si fida del giudizio dei DS e manager vari che ha scelto all'inizio. Se per loro va tutto bene, andrà tutto bene anche per il presidente. Poi magari a fine anno verranno licenziati, ma fino ad allora le valutazioni tecniche le fanno solo loro. Il problema è però la tifoseria, che ama la squadra e che di calcio (e di basket) ne mastica e si fa il sangue amaro per mesi e mesi....
  8. Ancora alcune partite e vedremo se la stagione - cosa peraltro molto probabile - è già andata. Da parte mia la cessione di alcuni giocatori importanti e il contemporaneo deludente mercato, l'esonero di Tesser dopo alcune prestazioni poco convincenti e il mancato arrivo dei rinforzi da lui richiesti, la consapevolezza che il Rocco non avrà il nuovo manto se non dopo i concerti e quindi l'addio ai possibili incassi per i playoff dovendo giocare chissà dove, la promessa del nuovo centro sportivo e soprattutto la possibilità di poter gestire il Rocco per 25 anni, sono tutti elementi che non si possono ignorare e, soprattutto, non mettere in relazione. Ovviamente i 15-17 milioni investiti peseranno nelle scelte future della società e, ricordandosi sempre che la proprietà è qui per fare business e soldi, in base alla mentalità americana, le somme si tireranno a fine stagione. Quindi, o la squadra trova un nuovo equilibrio (ovviamente più difensivista a livello tattico secondo il credo di Bordin) e otterrà qualche risultato positivo in grado di non farci precipitare del tutto in classifica, oppure saranno 3 mesi di sofferenza indicibile sia per i tifosi che per gli stessi giocatori.
  9. Vincendo oggi ci avviciniamo a Verona che ha perso in casa contro Vigevano. L'assenza in campo di Murphy tra gli scaligeri si è fatta sentire parecchio a livello di rimbalzi.
  10. Se becchi due pere in 12 minuti e davanti hai una squadra arcigna difensivamente come il Vicenza, non continui con un'unica punta solitaria (Lescano) più un trequartista e continui a fare cross dalle fasce con i terzini a difesa schierata.
  11. Se giochiamo la palla dentro e alziamo l'intensità difensiva la portiamo a casa facilmente soprattutto a livello di rimbalzi a nostro favore. Per quanto riguarda Brooks, è un discreto difensore, ma dipende molto dal tipo di avversario che si trova davanti. Con Moraschini è andato in netta difficoltà a causa dei cm e dei kg in più del canturino.
  12. Ottima partenza, ottima sistemazione in campo e relativo gioco, con 10 spadellate da 3 nel primo quarto....
  13. Bordin è passato ad un centrocampo a 5 per proteggere le difesa (inutilmente perchè i difensori si perdono l'uomo e i centrocampisti si riversano in area lasciando metri su metri agli avversari al limite dell'area), ma il problema è che contemporaneamente, essendoci in pratica solo Lescano (1 vs 3) come vera punta, non abbiamo più pericolosità offensiva ne' velocità di manovra per mettere in difficoltà gli avversari. Aver tenuto oggi più palla a centrocampo è solo dovuto al fatto che il Vicenza ci aspettava e avevamo un uomo in più in mezzo, ma dalla trequarti in su siamo stati praticamente nulli. Bordin sta cercando di capirci qualcosa, ma questa squadra, con i giocatori leggeri e tecnici che abbiamo in mezzo, è stata impostata da Tesser per giocare in velocità e pressare alta, e rivoluzionare adesso tutto il sistema di gioco - al pari dei protagonisti in campo con un cambio di gerarchie - porterà solo problemi. Ancora un paio di partite così e addio stagione, non arriviamo neppure ai playoff.
  14. Se la squadra tornerà a giocare un basket decente, le vittorie arriveranno, e grazie ad entrambi gli elementi tornerà anche il pubblico. Già il rientro di Reyes potrebbe dare un nuovo impulso in questo senso, magari condito da qualche vittoria esterna su un campo difficile. La squadra ha un certo potenziale: si tratta di riuscire a sfruttarlo e, magari, di colmare quel buco a livello di roster che c'è, o con un nuovo innesto o sfruttando meglio le caratteristiche di alcuni giocatori (se arrivasse un 4 italiano, Deangeli e Campogrande potrebbero giocare solo da 3 dando più di atletismo e pressione difensiva sugli esterni avversari, e Filloy potrebbe tornare a fare solo la guardia, invece di essere impiegato a marcare gente come Moraschini...). Ma se le cose non vanno a livello di gioco e spettacolo espresso non è certo colpa dei tifosi, anzi, secondo me hanno avuto anche troppa pazienza in certi frangenti.
  15. Ma qualcuno ha realmente capito a cosa corrisponde la famosa "fase 2" ? Forse sarebbe da mettere in relazione al fatto che per quest'anno probabilmente il Rocco ce lo scordiamo, compresi eventuali playoff, e per contro il Comune ha avuto la richiesta da parte della società di poterlo gestire per qualche decina d'anni. Della serie non rompiamoci le scatole a vicenda per quest'anno, si riparte con il prossimo....
  16. Cantù, per quelle poche volte che l'ho vista giocare, lascia sempre abbastanza spazio agli avversari. Ma la cosa che le permette di vincere è il fatto che ha 6/7 giocatori in grado di portare ciascuno 10-15 punti a partita e soprattutto in vari modi possibili. Da sotto con Young, Burns, Baldi Rossi, da 3 con Bucarelli, Hickey, Moraschini, Baldi Rossi, Burns, in penetrazione e in 1 vs 1 con Hickey e Moraschini. Hanno cioè una grande varietà di soluzioni e di talento diffuso, oltre che una grande fisicità (considerate solo la stazza delle riserve Nikolic e Nwohuocha), cosa che mette di suo in difficoltà gli avversari se questi non corrono per tutti i 40 minuti. Ne fermi 3/4 ma ne hai altri 3 che tengono su la baracca, come è avvenuto contro di noi, e questo permette loro di giocare abbastanza a viso aperto.
  17. Altissimi i ritmi di Napoli che alla fine hanno messo in difficoltà la corazzata Milano. Ieri Napoli ha meritato pienamente di vincer: ha un roster con tantissimo talento sugli esterni con Ennis, Pullen (il passaggio dietro la schiena era da urlo al pari della bomba da 3 nel finale) e Brown, e il buon Owen (massacrato al volto prima da una ginocchiata e poi da una manata), oltre alle sue classiche schiacciatone e rimbalzi, ha difeso benissimo raddoppiando spesso sul perimetro. Un plauso anche a Sokolowski che ha difeso alla grande su Shield e contemporaneamente ha fatto il suo pure in attacco.
  18. Non so che dire... vedo molto entusiasmo per aver perso un'altra partita, che forse potevamo portare a casa, ma che non abbiamo fatto per l'ennesima mancanza di lucidità e di gestione degli uomini. Ho visto Arcieri e Christian parecchio ringalluzziti dalla prestazione, ma se si continua a giocare in 6 perchè degli altri o non ci si fida o, cosa per me probabile, non si riesce ad impiegarli nel giusto modo, ai playoff rischiamo di uscire ben presto. Il problema per una squadra come la nostra non è l'attacco, ma la solita difesa lenta nei raddoppi, che non pressa alto e che continua a prendere 90 e passa punti. Ci siamo salvati per lunghi tratti perchè è stata una delle giornate buone di Filloy che ne ha messi da 3 con regolarità, tenendo a galla la squadra quando serviva, ma il problema è che il contributo e l'impiego di tutti gli altri giocatori (Ferrero, Bossi, Deangeli, Campogrande) è stato ancora una volta del tutto evanescente. E io non sono nemmeno tanto sicuro che la panacea per tutti i problemi sarà il rientro di Reyes, anche perchè alla fine il suo sostituto nel ruolo di 4, che fosse Vildera o Candussi, i suoi 10/14 punti e 5/8 rimbalzi li ha sempre fatti in queste ultime partite, facendo ritrovare alla squadra comunque una certa solidità sotto le plance.
  19. Il fatto che Brindisi cerchi di capire se con Smith hanno preso un buon giocatore o no ed aspetteranno qualche partita prima di decidere su Lombardi è ovvio e naturale. Ma fino all'inizio dei nostri playoff c'è tempo ancora. Tuttavia, se guardi le ultime partite, nonostante abbiano giocato contro Tortona e Milano e fossero corti sotto canestro con il solo Bahyehe come 5 e Laszewsky da 4, hanno preferito spostare a tratti l'americano da centro giocando con 4 piccoli, riducendo ulteriormente l'impiego di Lombardi. Ed essendo Smith un centro/ala i suoi minuti si ridurranno ulteriormente. Magari con un buon buyout la cosa si potrebbe fare.
  20. Eric Lombardi forse poteva e può essere ancora un obiettivo. E secondo me ora anche più fattibile avendo ora Brindisi preso Smith, americano con passaporto lettone, centro/ala grande visto a Ferrara l'anno scorso, molto dinamico e reattivo, cui piace giocare lontano da canestro (per i giochi a due con il play, per tagliare lungo linea e schiacciare e per tirare da 3), cosa che porterà via ulteriore spazio a Lombardi.
×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×