Jump to content
Le ultime news
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

basketteam

Utente Benemerito
  • Content Count

    3,885
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

1 Nè carne, nè pesce

3 Followers

About basketteam

  • Rank
    Forumista medusofilo che non sa, non risponde
  • Birthday 05/20/1975

Contact Methods

  • Website URL
    http://
  • ICQ
    0

Profile Information

  • Sesso
    Maschio

Previous Fields

  • Città:
    Trieste

Recent Profile Visitors

2,009 profile views
  1. la mia sensazione è che tutti e 3 gli "incerti" rimarranno in società... uno in campo e due fuori... e l'unico che non avrebbe un ruolo definito fuori dal campo è Prandin, che poi è lo specialista difensivo che fa da collante, quindi....
  2. ciao a tutti. iero anche mi a veder la partita, ospitado da mio suocero che xe de Arzignano... premetto che no son un esperto de calcio e che non vedevo la Triestina probabilmente dai anni de Ascagni-De Falco (e zo insulti...) me son letto la discussion per veder se el mio giudizio da incompetente coincideva con quel dei esperti, ciò detto ve digo la mia version de Union Arzignanochiampo-Triestina. Ga vinto la squadra più forte, tasso tecnico fisico decisamente superiore per i nostri, i veneti ne ga messo in difficoltà con l'entusiasmo (la Triestina dopo lo 0-1 sembrava giogassi con sufficienza) e ga pareggià su rigor che dal vivo sembrava inesistente ma dal video poteva starghe... nel secondo tempo dopo 10 minuti de tentativi della squadra de casa la Triestina ga stretto le maie e ga comincià a giogar seriamente. Alla fine risultato giusto. Della squadra posso dir, ripeto, da inesperto, che i due davanti (Serafini e Franca) xe davvero bravi e che i difensori (senza fronzoli) metti abbastanza sicurezza. Manca a mio avviso un po' de passaggi a centrocampo, forse manca un giogador de qualità in mezzo (sbaglio??) e, oggi almeno, gavemo sofferto sulle fasce dove le loro ali iera più veloci dei nostri terzini (perdoneme se non uso i termini giusti). In fine volevo far i complimenti ai nostri tifosi che ga fatto festa sugli spalti per 90' sempre con entusiasmo e mai in maniera sgradevole (l'altro anno sullo stesso campo gavevo visto el Parma e devo dir che i loro tifosi iera decisamente più maleducati e molto poco sportivi).
  3. UBC Udine-ZKB Interclub A 43-54 (20-21) Partita bella, intensa ed emozionante, quella giocata ieri nella palestra del liceo Stellini di Udine. Di fronte le due migliori formazioni del campionato. Nella regular season una vittoria a testa per Interclub che sbanca il parquet avversario, e per UBC che invece passa ad Aquilinia. Se è vero che non c'è due senza tre, allora non è un caso che alla fine dei 40' a festeggiare è la formazione di Matija Jogan che ha il grosso merito di rimanere più concentrata nei momenti topici dell'incontro e di aver potuto contare sull'apporto concreto di tutte e 12 le ragazze scese sul parquet. Il primo quarto di gioco sorride alla formazione di casa che trova con più continuità la via del canestro in virtù forse di una maggiore prestanza fisica che permette alle atlete friulane di poter attaccare meglio la difesa schierata. Dopo 10' il tabellone segna 14-10 ma la partita è, ovviamente, ancora molto lunga. Nel secondo parziale Muggia serra le maglie in difesa e concede la miseria di 6 punti alle avversarie che infatti devono cedere il passo alle nostre che vanno al riposo grande avanti di una lunghezza, 20-21. Nel terzo tempo le prove generali di fuga da parte delle rivierasche. Potendo ancora contare su una difesa accorta, infatti, le ragazze di coach Jogan provano a premere sull'acceleratore e trovano sul 28-35, a circa 3' dalla fine del quarto, il massimo vantaggio. A quel punto però con una situazione falli non di certo favorevole (11 falli commessi contro 1 solo subito nel terzo periodo), le ospiti perdono la concentrazione e dilapidano quel mini tesoretto conquistato a fatica in pochi minuti. Con un parziale di 8-0 infatti, è la formazione di coach Achille Milani a mettere la testa avanti alla fine del quarto, 36-35. Come detto però si trattava solo che di prove generali di fuga per le muggesane che tornano in campo col piglio giusto e con ritrovata concentrazione rimettono subito la testa avanti. In una vittoria costruita mattoncino su mattoncino da tutte e 12 le ragazze scese sul parquet anche i canestri decisivi portano le firme più diverse. Alla fine è questa ecletticità dell'attacco rivierasco (ben 10 ragazze a referto), unita a una precisione quasi chirurgica dalla linea della carità a premiare Interclub che fa un deciso passo in avanti verso il primo posto regionale e verso la fase interregionale del campionato, alla quale accederanno, lo ricordiamo, soltanto le prime 2 classificate del girone “High”. Tabellini Interclub: Marengo 4, Dimitrijevic 1, Mervich 7, Ianezic 12, Susanj 8, Bianchi, Gatti 7, Gregori 9, Antonicelli, Robba 2, Sodomaco 2, Pelizon 2.
  4. Futurosa-ZKB Interclub A 39-56 (14-28) L'ultima partita della stagione regolare ha poco da dire a livello di classifica con Muggia ben salda in prima posizione e Futurosa che, dopo la sconfitta con l'OMA, ha abbandonato le velleità di poter assestarsi in quarta posizione e di fatto accedere al girone “elite” nella seconda parte del campionato. Le ospiti però scendono in campo ben cariche e nella prima frazione mettono bene in chiaro le loro intenzioni. La differenza di valori è evidente anche sul tabellone: 3-18. Approfittando del campo amico, piccolo, che permette loro di chiudere molto bene gli spazi all'interno dell'area pitturata, le ragazze di coach Milan prendono le misure alla partita e addirittura si permettono il lusso di vincere la seconda frazione (11-10). Nella ripresa il sostanziale equilibrio della seconda frazione non cambia e Muggia di fatto amministra, senza strafare, il vantaggio accumulato nei primi 10'. Il parziale stavolta sorride a Dimitrijevic e compagne (12-14) e si inizia l'ultima frazione sul +16 per la formazione rivierasca. Muggia gioca di squadra, amministra ma non affonda anche nel finale e se sul campo nessuna individualità si distingue sulle altre, a livello statistico segnaliamo l'ottima doppia doppa di Giulia Ianezic che chiude con 12 punti e 14 rimbalzi. Tabellini Interclub: Marengo 1, Ianezic 12, Mervich 6, Susanj 11, Antonicelli 4, Gregori 7, Robba, Dimitrijevic 5, Gatti 2, Sodomaco 6, Bianchi 2. OMA TS-ZKB Interclub B 81-29 (40-22) Con l'infermeria strabordante, Bresciani, Beduschi e Spinelli out per acciacchi vari e con Giorgia Campagnaro reduce da una settimana bianca, le giovani leve muggesane si presentano nella tana dell'Oma, buona formazione, che ha già raggiunto con merito la qualificazione al girone “open” nella seconda fase del campionato, senza grosse velleità di cancellare quell'impietoso 0 nella casella dei punti. Il primo quarto però premia gli sforzi fatti dalle mule di coach Giorgio Krecic che, come già detto, largamente incomplete, sono trascinate dalle prestazioni veramente generose di Cecilia Grieco e Chiara Benvenuto e chiudono la prima frazione sul 12-8. Nel secondo quarto la formazione di casa però inizia a stringere le maglie in difesa e nonostante la precisione al tiro di Nicole Pribetic il gap aumenta considerevolmente. Si va al riposo sul 40-22 per le giallonere di coach Nano. Nella ripresa trovare la via del canestro per le rivierasche diviene impresa proibitiva, nonostante la perizia con cui il playmaker classe 2001 Chiara Guidoboni tiene il campo, e le padroni di casa amministrano senza patemi il resto del match. Tabellini Interclub: Miculin 8, Grieco 2, Benvenuto 4, Campagnaro 2, Zobec 6, Predonzani, Pribetic 6, Guidoboni 1. considerando che la partita tra UBC e AIBI risulta ininfluente per la classifica della seconda fase del campionato possiamo già stilare la classifica con cui inizierà proprio la seconda fase. girone "HIGH" ZKB Interclub A 12 (6-1) UBC UD 8 (4-3) Sistema Rosa PN 6 (3-3) OMA TS 0 (0-6) le prime due classificate alla fine di questo girone accederanno direttamente alla fase interzonale girone "LOW" Futurosa TS 8 (4-0) AIBI Fogliano 4 (2-2) ZKB Interclub B 0 (0-4)
  5. ZKB Interclub A-AIBI 68-28 (32-23) Con 20' di difesa impeccabile le padrone di casa hanno ragione sull'Aibi. La gara inizia in maniera compassata, le ospiti sanno che controllare il ritmo permetterà loro di non lasciar scappare le rivierasche che in campo aperto sanno essere devastanti. Ordinate e precise da fuori le ragazze di Marina Brollo infatti rimangono a contatto delle padrone di casa che sembrano più preoccupate di eseguire i movimenti d'attacco che affondare i colpi e chiudere anzitempo la sfida. Si va così all'intervallo sul +9 Interclub ma di sicuro non è ciò che coach Matija Jogan vuole dalle sue ragazze. Nel secondo tempo la svolta, le padrone di casa cambiano marcia e si svegliano da quel torpore che aveva caratterizzato l'inizio della sfida. La pressione difensiva dà finalmente i suoi frutti (soli 5 punti concessi in 20' alle avversarie) e una rinata Milica Dimitrijevic coadiuvata da Zaira Antonicelli e da Sofia Bianchi, scava il divario punto dopo punto. Dal punto di vista statistico da segnalare la sfiorata tripla doppia di Alice Gregori che chiude con 8 punti, 10 rimbalzi e 11 recuperi. Tabellini Interclub: Mervich 11, Ianezic 16, Gregori 8, Sodomaco 10, Bianchi 6, Robba n.e., Antonicelli 2, Gatti 7, Pelizon 2, Marengo n.e., Dimitrijevic 6. All: Jogan ZKB Interclub B - Futurosa 43-59 (18-33) Dopo una buona partenza le padrone di casa perdono un po' la bussola, le più esperte ragazze di coach Milan ovviamente ne approfittano e scappano via nel punteggio. Si arriva all'intervallo lungo con le ospiti avanti di 15 lunghezze (18-33). Le mule di Giorgio Krecic hanno il gran merito di non mollare e nei secondi 2 quarti sospinte dalle prestazioni generose di Giorgia Campagnaro (praticamente perfetta in difesa) e Chiara Benvenuto (tanta grinta per lei) non solo non affondano ma addirittura vincono l'ultimo parziale ed escono tra gli applausi. Da segnalare lo sfortunato infortunio occorso a Lisa Bresciani dopo pochi minuti di gioco. A lei i migliori auguri di pronta guarigione. Tabellini Interclub: Bresciani 2, Miculin 3, Grieco 9, Beduschi, Benvenuto, Campagnaro 6, Zobec 14, Predonzani, Spinelli 1, Pribetic, Guidoboni 8. All: Krecic sul parquet di Udine la sfida più importante della giornata è andata alle padroni di casa dell'UBC che col risultato di 59-33 si impongono e ribaltano il risultato a loro favore dopo la sconfitta di misura dell'andata.
  6. seconda giornata di ritorno: ZKB Interclub – Futurosa TS 47-51 (23-33) Manca solo la vittoria, per coronare la generosa prestazione delle nostre mule, in casa, contro la sorpresa del campionato, ovvero il Futurosa, che con merito, stando alle ultime convincenti prestazioni, occupa i piani alti della classifica del campionato under 17. Sorrette come sempre dalla buona prestazione di Eveline Canzian, vera dominatrice dell'area pitturata (22 rimbalzi all'attivo e 8 falli subiti) e dall'abnegazione difensiva di una positivissima Elisa Dudine, le rivierasche partono benissimo e chiudono il primo quarto avanti nel punteggio (12-9). Uno sciagurato secondo quarto (11-24 il parziale) però costa a Asia Marassi e compagne il sorpasso della formazione ospite e di fatto la vittoria finale. Non basta infatti alle padrone di casa un terzo parziale praticamente perfetto (16-8), perché nel finale, la formazione di coach Guttadauro, sorretta da una precisione quasi chirurgica dalla linea della carità, tiene la testa avanti e controlla con lucidità gli ultimi, decisivi, possessi. Tabellini Interclub: Marassi 4, Antonicelli 5, Pregarc 2, Maremonti 4 (9 rimb), Canzian 19 (22 rimb, 8 rec, 8 falli sub), Bianchi 4, Dudine, Krecic 3, Graniero 2, Marengo, Sodomaco 4. terza di ritorno: ZKB Interclub – SGT 66-82 (31-44) L'entusiasmo del nuovo corso delle giovanili rivierasche, che aveva contagiato già i due gruppi under 15 e il gruppo under 14, latitava proprio con le più grandi. Le mule di Matija Jogan erano reduci da un girone di andata caratterizzato da troppi passi falsi, soprattutto a livello di motivazioni, di voglia di lottare. Se la scorsa partita, persa sfortunatamente col Futurosa, per molti poteva apparire come un fuoco di paglia, la convincente prestazione al cospetto delle prime della classe, le imbattute ragazze della Ginnastica Triestina, dimostra che invece, qualcosa è cambiato. Qualcosa è cambiato soprattutto negli occhi delle ragazze che sono andate in campo con rispetto, ma senza paura delle quotate avversarie, che hanno lottato come leoni ogni attimo in cui sono state utilizzate. Le ragazze di coach Trimboli non sono venute ad Aquilinia in gita di piacere e lo dimostrano sin dai primi minuti di partita, il primo quarto è tutto targato SGT e il parziale di 29-11 la dice lunga sull'ispirazione in fase offensiva delle ospiti. In casa Interclub ci sono tutti i presupposti per immaginare un'altra pesante sconfitta e soprattutto un'altra prestazione incolore, ma le generose rivierasche, prendono le misure alle avversarie e nel secondo parziale iniziano a macinare gioco e canestri. Se i falli costringono Eveline Canzian a passare molti minuti in panchina, ci pensa un'ispiratissima Emma Maremonti (che chiuderà con una pregevole doppia doppia: 14 punti, 18 rimbalzi) a fare la voce grossa nell'area pitturata. La sua prestazione unita a quella delle '99 Marengo (solito fosforo in cabina di regia) e Pelizon (grinta, rimbalzi e un pregevole 6/6 dalla linea della carità), che di rientro dopo gli stop forzati causa guai fisici, tengono il campo con entusiasmo e autorità, portano Muggia a vincere il secondo parziale 20-15 e andare al riposo sotto di sole 13 lunghezze. Nella ripresa le nerazzurre non mollano la presa e sulle ali dell'entusiasmo si avvicinano fino al -9 costringendo coach Trimboli a chiedere gli straordinari alle sue ragazze di maggior talento. E' una rinata Nika Pregarc, oltre alla succitata Maremonti, a ergersi protagonista nella ripresa, con una prestazione generosa fatta di 11 punti ma anche 7 rimbalzi catturati. Sgt ovviamente non ci sta a perdere e allunga nuovamente, il tabellone a fine terzo tempo dice +17 per le ospiti, ma il parziale di 17-21 parla ancora di un match all'insegna dell'equilibrio, equilibrio che poi dura fino alla fine della contesa (ultimo tempo rivinto da Muggia 18-17). tabellini Interclub: Pregarc 11, Marassi 11, Sodomaco 9, Maremonti 14, Canzian 8, Dudine 4, Marengo, Pelizon 6, Caponnetti 3.
  7. ZKB Interclub-Polet 85-30 (40-14) Per 20' le mule di Giorgio Krecic amministrano, giochicchiano senza mai dare l'idea di affondare davvero il colpo. Le ospiti, infatti, godono di molta libertà in attacco e in difesa non faticano più di tanto, complice soprattutto la scarsa precisione al tiro delle rivierasche, che chiuderanno col 32,1% da 2, peggiore prestazione stagionale. Nel terzo parziale, finalmente, le padrone di casa giocano da “Interclub” e aumentano considerevolmente la forbice (31-9 il parziale). Finisce così il girone di andata con Muggia saldamente al comando con 20 punti frutto di 10 vittorie su altrettanti incontri. Tabellini Interclub: Guidoboni 6 (5 ass), Mervich 14 (9 rec, 4 ass), Susanj 13 (8 rimb), Beduschi 1, Gatti 15 (11 rimb), Campagnaro 2, Ianezic 12 (7 rec, 4 ass), Grieco 2, Bresciani 6 (8 rimb), Benvenuto 2, Miculin 8, Pribetic 4.
  8. Polisportiva Casarsa – ZKB Interclub 27-75 (14-34) Il tanto annunciato big match alla fine lo è stato solo per la posizione in classifica delle due squadre perché il verdetto del campo è stato chiaro e inappellabile. Muggia vince con merito, e con uno scarto decisamente abbondante, la sfida tra le prime della classe. Casarsa, che di fatto è, e lo dimostra sul campo, una delle migliori formazioni della categoria, si affida alla difesa a zona per tentare di contenere l'attacco muggesano che produce oltre 100 punti di media a partita. Ne esce una gara giocata sui ritmi forzatamente bassi, imposti dalle padrone di casa, a cui le ospiti rispondono però con la solita pressione a tutto campo e con qualche micidiale contropiede. Spaesate dalla novità difensiva proposta dalle friulane, le nostre fanno fatica a ingranare la marcia giusta e nonostante alcune buone scelte di tiro e qualche buon recupero sulla pressione, il punteggio dopo 10' recita 4-14 a favore delle rivierasche. Nel secondo intertempo Muggia che spende molte energie per cercare di scardinare la 2-3 di Casarsa, molla decisamente l'attenzione sull'1vs1 ciò porta le avversarie a trovare troppo spesso la via del canestro. Si va all'intervallo sul 14-34. Le mule di Krecic tornano in campo decisamente più concentrate e nel terzo quarto giocano sui ritmi a loro consoni, per le generose avversarie si tratta di dover alzare anzitempo bandiera bianca. Il parziale di 26-5 sancisce, di fatto, la fine delle ostilità. Tra le singole vale la pena ricordare la prestazione generosa di Giorgia Campagnaro, tra l'altro l'unica 2001 presente a referto tra le nostre. Tabellini Interclub: Robba 8, Mervich 19 (3/5 da 3, 8 rec, 4 ass), Ianezic 12 (9 rec, 5 ass), Susanj 4 (5 rec), Gatti 8, Campagnaro 2 (5 rimb), Zobec 9 (7 rimb), Bresciani 4 (8 rimb), Beduschi 2 (11 rimb), Grieco 6, Miculin, Pribetic.
  9. Sistema Pn - ZKB Interclub A 41-62 (15-30) A Pordenone è andata di scena la sfida tra le prime della classe, e le nostre ragazze hanno dimostrato che la sconfitta nel derby contro Udine dell’altra settimana è stato soprattutto salutare, perché contro l’ottimo Sistema Pn hanno riversato una voglia di vincere invidiabile. Robba (questa volta a metà servizio) e compagne hanno giocato un’ottima partita soprattutto in difesa, concedendo poco gioco in velocità alle pordenonesi e chiudendo tutti i varchi possibili in area. In attacco si sono visti dei giochi pregevoli e molti appoggi sotto canestro, anche se le conclusioni talvolta sono state imprecise. Alla fine possiamo dire di aver assistito ad una buonissima prova del collettivo rivierasco e soprattutto c’è da sottolineare il pieno recupero dagli infortuni della play Marengo e dalla combattiva Pelizon. tabellini Interclub: Mervich 14, Ianezic 9, Sodomaco 2, Susanj 12, Gatti 4, Pelizon, Robba 2, Gregori 12, Dimitrijevic 2, Antonicelli 2, Marengo 3. All: Jogan
  10. AIBI - Interclub B 61-52 (33-27) una gara ad inseguimento quella andata in scena sul parquet di Redipuglia. Le rivierasche partono ad handicap ma non mollano rispondendo colpo su colpo alle più grandi avversarie. Dopo aver perso i primi 2 quarti (parziali di 19-16 e 14-11 a favore delle isontine), le mule di Krecic sospinte dall'ottima regia e dalle triple di Chiara Guidoboni e dalla prestazione generosa di Elisa Beduschi trovano la forza per ribaltare l'inerzia, vincere il terzo parziale (10-12) e arrivare sotto di soli 2 punti nel concitato finale. La maggior precisione ai liberi e l'esperienza aiutano le padrone di casa ad allungare nuovamente e vincere la partita. tabellini Interclub: Bresciani 12, Miculin 5, Grieco 3, Beduschi 9, Benvenuto, Camagnaro, Zobec 7, Predonzani 2, Pribetic 2, Guidoboni 12.
  11. rapido aggiornamento, giornata positiva ieri per le due formazioni targate Interclub che militano nel campionato under 15. La squadra A espugna il parquet di Pordenone con un rassicurante +19 mentre il gruppo B di coach Krecic cede solo nel finale a Fogliano al termine di una gara combattuta e sempre in equilibrio. Quanto prima tabellini e commento ufficiali
  12. Futurosa TS - OMA TS 53-55 (22-37) Nel derby tutto triestino U15 la spunta ancora una volta l'Oma. Dopo il successo tra le mura amiche nel girone di andata le ragazze di coach Nano bissano sullo storico parquet della Ginnastica Triestina. Di fronte la compagine del Futurosa che paga oltremodo un primo tempo scellerato (22-37 per le giallonere) e che poi fa di tutto per ritornare in partita, ci riesce, impattando sul 51-51 ma poi negli ultimi decisivi possessi deve alzare bandiera bianca e di fatto dire addio al quarto posto che vale l'accesso al girone "elite" del campionato, dove, a meno di clamorose sorprese ci andranno Interclub A, UBC, Sistema Rosa e OMA. Nel girone di consolazione si affronteranno Futurosa, AIBI e Interclub B.
  13. ZKB Interclub B – Sistema Rosa PN 30-81 (15-42) Le piccole di casa Interclub affrontano, a ranghi ridotti, una delle formazioni più organizzate del campionato under 15. L'ottima difesa delle friulane non lascia scampo alle giovani rivierasche che rimangono in partita con orgoglio i primi 5' (9-12 per effetto della tripla di Chiara Guidoboni) e poi cedono già nel finale del primo periodo che si chiude 12-25 in favore della formazione ospite. La musica non cambia nel secondo quarto, Muggia regala qualche pallone di troppo alle avversarie che quando si tratta di finalizzare non si fanno di certo pregare. I parziali del secondo e terzo quarto non sono di certo incoraggianti per le mule di coach Krecic (3-17, 4-25), che però riescono a rialzare ottimamente la testa nell'ultima frazione, sospinte dalla capitana Lisa Bresciani finalmente incisiva in attacco, ma attenta anche in fase difensiva, che chiudono sul 11-14. tabellini Interclub: Chiussi, Bresciani 18, Miculin 3, Grieco 2, Campagnaro 2, Zobec 1, Pribetic 1, Guidoboni 3.
  14. UBC UD – ZKB Interclub B 98-40 (51-17) Udine parte forte, ma veramente forte e le nostre ragazze per i primi 5 minuti subiscono la foga delle avversarie che macinano contropiedi e canestri senza tregua. Rimettersi in marcia dopo un parziale così deciso (20-2 dopo 5') non è cosa da poco ma le orgogliose ragazze di Krecic non si perdono d'animo e iniziando da una buona difesa dapprima limitano le ispiratissime avversarie (molto precise anche al tiro da fuori) e poi trovano anche il coraggio di dire la loro in attacco. Sorrette dall'ottima prestazione di Elisa Beduschi e dalla dedizione in fase difensiva di Petra Spinelli le rivierasche non mollano e seppur al cospetto di una delle più forti squadre della categoria tengono il campo con dignità fino alla fine quando una palla rubata a metà campo della 2001 Michela Predonzani (in campo a lottare con le compagne seppur febbricitante) viene trasformata dalla stessa nel definitivo 98-40 finale. Tabellini Interclub: Guidoboni 5, Benvenuto 5, Zobec 10, Bresciani 6, Beduschi 6, Predonzani 2, Grieco 4, Spinelli 2.
×
×
  • Create New...