Jump to content

Calcio74

Utente semplice
  • Posts

    3,089
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    23

Everything posted by Calcio74

  1. Non giudico nessuno, che ognuno faccia quel che vuole e che ognuno sia quel che vuol essere, ci mancherebbe. Anche io ho i miei difetti, figuriamoci. Mi interesso di psicologia e a volte cerco di dare delle spiegazioni un po' fuori dal comune. Ed esprimo il "mio credo" che il mondo sarebbe un po' migliore se la gente cercasse di essere più equilibrata, tutto qui. Non mi sembra qualcosa da condannare. Però mi fa strano che mi hai "sopportato" per circa 15 anni, visto che ero piuttosto presente anche sul forum Rindondo. Anzi, spesso ci siamo trovati d'accordo e mai ricordo critiche particolari. Poi sembra che mesi fa ho detto qualcosa che non ti comodava e ora ti sono diventato insopportabile. Ma il mio modo di essere è sempre lo stesso.
  2. Beh, che io non ami il "troppo", le esagerazioni e gli eccessi ormai si è capito 😁 Ma non bacchetto nessuno, esprimo solo la mia opinione e cerco di dare delle spiegazioni a certi atteggiamenti, tutto qua. Professo solo un po' di serenità in più...poi il mondo è bello perchè è vario, anche comprendo e in parte giustifico certi comportamenti, non sono nato ieri. Che talvolta critico certi atteggiamenti è vero (come vengono criticati i miei): ma, in fin dei conti, le nostre opinioni sono piuttosto influenzate dal nostro carattere, no?
  3. Certo, mica dico che per forza deve essere un problema. Ma mi sembra il Padova abbia uno zoccolo duro piuttosto esperto. Ed evidentemente poi sanno rimpiazzare bene i partenti. Cosa tutt'altro che scontata. E cmq sono ancora in C come noi.
  4. Secondo me le tue critiche ci stanno @bananarepublic. Su alcune cose la penso come te, ma purtroppo credo che dibattere con il fronte degli entusiasti sia complicato e non porti a nulla. Molti tifosi, quando tifano, tornano in un certo senso bambini...o, diciamo, tirano fuori il loro lato meno maturo ed equilibrato. Quindi si entusiasmano per poco e si deprimono per altrettanto poco, in maniera eccessiva in entrambi i casi. A me pare che con Milanese le cose non andassero particolarmente bene (negli ultimi 3 anni), ma che non fosse tutto così disastroso...c'erano soldi, c'era solidità, si navigava cmq nella parte sinistra di classifica, si investiva su giocatori esperti e navigati...quest'ultima una scelta che ha spesso premiato in serie C (vedi i vari Vicenza, Pordenone, ecc.). Certo diverse scelte lasciavano perplessi, tipo la scelta di avere al comando un "one man band" o le vicende con i procuratori. Ora abbiamo una società agli antipodi, maggiormente strutturata, che ha presentato una campagna abbonamenti molto buona e che ha deciso di investire soprattutto su giovani interessanti. Quello che lascia perplessi, al momento, è il "repulisti", qualche problema di comunicazione e il non sapere l'effettiva potenzialità del gruppo. E ovviamente rimane in sospeso il giudizio più importante, cioè le effettive capacità e competenze della dirigenza e come queste si possono adattare all'ambito calcistico. Generalmente la maturità di una persona viene contraddistinta da un certo equilibrio nelle valutazioni, sia in negativo che in positivo. Invece nel calcio sembra che spesso questo venga dimenticato 🙂 Alla fine c'è tanta gente che dà troppo peso alle dichiarazioni delle società, rendendosi poco conto che sono soprattutto imprenditori che vendono il prodotto calcio. Ma d'altronde c'è ancora tanta gente che dà retta alle promesse dei politici, per cui non c'è tanto da meravigliarsi. A me piacerebbe ci fosse maggiore serenità sull'argomento Triestina, alla fine parliamo di sport, mica di guerra. A volte ho difeso Milanese dalle critiche più feroci, perchè mi sembravano eccessive....ma all'inizio dell'era Biasin cercavo di far rimanere la gente con i piedi per terra, mentre alcuni già sognavano la serie A. Stessa cosa faccio ora, magari tra qualche tempo (spero di no) difenderò l'attuale gruppo da critiche feroci, scagliate forse da chi oggi ha l'entusiasmo alle stelle. Io credo che chi viene qui a Trieste ed investe del denaro, cercando di comportarsi onestamente, non vada criticato ferocemente ed offeso. Ovvio che una critica sana e serena invece è sempre ben accetta, soprattutto su questo forum. Sul tema "squadra esperta" vs "squadra di giovani" ho già detto la mia...la gente si convince facilmente che se A non ha funzionato, allora funzionerà sicuramente B. Senza rendersi conto che nessuna delle 2 è per forza una soluzione vincente. Ora attendo le critiche di quando saremo in vantaggio per 2-0 in qualche partita, per poi magari perderla 4-2....o di quando subiremo più di qualche gol con la costruzione dal basso...ci si lamenterà della scarsa esperienza e degli errori di gioventù. Cose già trite e ritrite negli anni, insomma. Mi chiedo però come tanta gente di una certa età abbia dimenticato tutto questo. Senza contare che gli eventuali nuovi "Galazzi", anche se sotto contratto, a fine stagione probabilmente (e direi giustamente) faranno pressioni per essere acquistati da squadre di categoria superiore.
  5. Certo, il pressing potrebbe essere un'arma letale. Ma obiettivamente non so quanto tempo ci vorrà per inculcare certi meccanismi in giocatori nuovi, pochi conoscono il mister. Ci potrebbero volere mesi, forse l'intera stagione, per poi raccogliere i frutti il prossimo campionato, magari. Trieste saprà pazientare?
  6. In questi ultimi post si sono dibattuti 2 temi: la costruzione dal basso e il repulisti totale. C'è un rischio, non so quanto alto, che queste scelte siano state dettate da un unico (o se vogliamo 2) aspetti: giovane età ed inesperienza. La nuova proprietà è giovane, il nostro mister anche...temo ci sia troppa voglia di novità, partendo dal concetto che "nuovo è bello". Cambiare l'intera rosa potrebbe anche significare "butto il vecchio e faccio tutto nuovo, in caso di successo sarà tutto merito mio"....anche la costruzione dal basso è una novità degli ultimi anni, da giovani è più facile pensare che i dogmi (e l'insistenza) ti portino a dei risultati. Io personalmente non amo affatto la costruzione dal basso, probabilmente avrò una visione del calcio limitata...ma non mi piace proprio vedere una serie di passaggi ai limiti della propria area, tra giocatori (difensori) che tipicamente non hanno una gran tecnica e quindi sono soggetti ad errori (in A, figuriamoci in C). Come dice giustamente Forest, l'alternativa non deve essere per forza il lancio lungo sulla punta...ci sono svariate soluzioni, come palla al terzino un po' più alto o palla nella zona centrale del campo, dove ho la sensazione che nel 50% dei casi la prendi (forse anche qualcosa in più, visto che sai dove il tuo portiere molto probabilmente la metterà). Rimango ad osservare e ovviamente spero che quelli che abbiamo al comando (dirigenza ed allenatore) siano persone intelligenti e capaci di imparare velocemente dagli eventuali errori. Ma continuo a pensare che sia una mentalità più da maturi capire che se un progetto non va, c'è quasi sempre qualcosa da salvare e da cui ripartire, senza dover fare per forza un reset hardware (metafora non casuale).
  7. Confermo che hanno giocato a Pesek, sul confine...il campo attaccato all'ex Pivovarna Flora. Il destino vuole che sia passato di lì intorno alle 16.30 e vidi il pullman della Triestina parcheggiato proprio nel piazzale della nota birreria...ho pensato ad un allenamento su quel campo. Al mio ritorno, verso le 18, vedo parecchie macchine parcheggiate nello stesso posto...gente sugli spalti e i nostri giocatori con le divise rosse in campo. Non avevo tempo e non sapevo dell'amichevole (ops...allenamento congiunto), altrimenti mi sarei fermato.
  8. Diciamo che avere come responsabile della comunicazione uno che si occupa di tv e di tante altre cose, forse non è l'ideale. Se hai poco tempo, non riesci a star dietro a tutto. Ma va bene, possono essere errori di gioventù.
  9. Tematica interessante, anche se alla fin fine di relativa importanza per noi. Non mi intendo di contrattualistica calcistica, ma effettivamente potrebbe trattarsi di qualcosa del genere...clausole particolari, poco gradite alla nuova società. Oltre a magari "benefit" verbali non confermabili.
  10. Assolutamente concordo con questa linea. Anche secondo me tra qualche mese avremo qualche timida indicazione, che cmq non credo daranno un'idea precisa della bontà del progetto. Anche perchè, se dovesse mettersi bene, non sarebbe detto che poi si concluda altrettanto bene (vedi progetto Biasin).....se dovesse mettersi male, avrebbero la scusante della poca esperienza e cmq avrebbero tempo per migliorare. Alla fine quello che mi può spaventare è la solita poca pazienza di molti tifosi.
  11. Penso il riferimento fosse a cose che non si possono pubblicamente esplicitare. Ma che succedono in molte società di calcio.
  12. Speriamo, questa stagione, di non veder troppo attiva la discussione "I nostri ex". Cmq, personalmente, non ho preclusioni anche ad una tabula rasa, se porta benefici.
  13. Non capisco tutto questo astio per De Luca....vero, lo scorso anno non ha dimostrato quasi nulla, ma in una stagione piena di difficoltà. E' finito? Forse. Ma non dimentichiamo che era un ottimo giocatore da B. Questo per dire che non mi dispiacerebbe se rimanesse, da seconda punta si potrebbe esprimere al meglio. Ma non mi strapperò le vesti se dovesse partire. Gomez per me è molto forte, lui è stato sicuramente condizionato dalla stagione negativa e piena di disgrazie. Mi spiacerebbe se partisse, visto che tra l'altro può giostrare sia da prima che da seconda punta.
  14. Assolutamente d'accordo soprattutto su questa parte.
  15. Sarà merito del covid, della guerra e degli incendi....credo che di giustificazioni ne abbiamo in abbondanza stavolta!
  16. Magari impara a leggere o fallo con più calma. Non ho scritto che voglio una squadra di 33enni. Non esiste una ricetta magica sicuramente vincente, entrambe le soluzioni hanno vantaggi e svantaggi e possono portarti a vincere. Personalmente preferisco un mix. MA ora la folla si è convinta che con i giovani, alla lunga, vinceremo. Per me resta difficile in entrambi i casi.
  17. Concordo assolutamente con quanto hai scritto. Aggiungo solo qualche mia considerazione: credo che oltre a non ricordare il mood del forum negli anni scorsi in agosto, tanti non ricordano nemmeno annate in cui abbiamo avuto formazioni con diversi giovani. E lì il mood era "abbiamo poca gente esperta di categoria, cattiva, che abbia vinto campionati o da serie superiori. Trieste non si può permettere giovani da lasciar crescere". E' un po' il solito discorso dell'erba del vicino che è sempre più verde....prima per vincere ci eravamo convinti che bisognasse costruire squadre di esperti marpioni, non ottenendo risultati ci siamo convinti (non io) che occorre una squadra fatta da molti giovani da far crescere. Premetto che io non ho problemi a concedere anche 4-5 anni affinchè venga costruita una squadra vincente, ma mi pare che qui a Trieste il tifoso medio la pensa diversamente, almeno nei fatti. Dopo quanto tempo Libutti è diventato un buon giocatore? E Perisan? I promettenti Pizzul, Troiani e Codromaz che fine hanno fatto? E Bolis, il mitico ex capitano dell'Atalanta primavera? Ora mi sembra abbastanza probabile che solo qualcuno dei giovani che abbiamo preso si dimostrerà pronto e almeno all'altezza di giocare titolare in C....magari avremo in squadra 1 o 2 nuovi "Galazzi"...ma siamo convinti che poi le sirene della serie B o A non faranno scappare questi giovani forti? A me sembra abbastanza chiaro che se, ad esempio un Mastrantonio, dovesse performare e fare una buona stagione in C, GIUSTAMENTE poi vorrà giocarsi le sue chance con una squadra di B....quindi, sotto un certo punto di vista, ci troveremmo punto e a capo. Prendendo gente di 33 anni invece sai che il meglio lo hanno dato, che difficilmente poi diventano obiettivi di squadre da serie superiore anche se fanno bene in C. Anche questi famosi contratti sostanziosi di 2-3 anni....se questi giocatori non performano, diventeranno dei boomerang perchè non riusciremo a liberarcene, visti i contratti proibitivi per la maggior parte delle squadre. Ora io sono felice di questo mercato, anche io preferisco un mix di gente esperta e gente giovane, ma questo non significa affatto che la società e i tecnici siano capaci e competenti. Dare ad ognuno il proprio ruolo in senno alla società è solo UNO dei diversi tasselli per costruire una squadra vincente. Certo pure io preferisco una società costruita come quella di ora, piuttosto che una "one man band" come era prima...ma un minimo di cautela io cerco di averla. Tra l'altro già si sa come finisce...gli adulatori più scatenati poi fanno presto a trasformarsi nei contestatori più scatenati. Penso che tra social e questo forum qualche esempio l'abbiamo.
  18. Questa del trequartista è una tua idea o supportata da riscontri evidenti? Perchè un 442 può diventare un 433 o 424, non per forza un 4231. Poi si sa che il trequartista rimane sempre un ruolo delicato e difficile da trovare, oltretutto sarebbe destinato nella maggior parte dei casi alla panchina.
  19. Concordo...è il reparto nevralgico della squadra. Vedremo chi arriverà.
  20. Certi post possono essere anche costruttivi, se certi appunti arrivano all'orecchio della società. Possono essere propedeutici ad un miglioramento. Cmq penso nessuno qui è angosciato, o almeno lo spero.
  21. Ecco....che non mi si dica che almeno non provo ad essere ottimista.
  22. Secondo te Murgita è un nome che potrebbe fare al caso nostro?
×
×
  • Create New...