Jump to content

atleticoiero

Utente semplice
  • Content Count

    4,937
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    14

Everything posted by atleticoiero

  1. Comunque la partita di ieri non è stata il de profundis per la Juventus ma anche per tutta la nostra Serie A: il primo tempo è stato un qualcosa di inguardabile sotto tutti gli aspetti con errori di palleggio imbarazzanti, memorabile è stata un'apertura partita dai "piedi buoni" di Betancur con il pallone che è finito direttamente tra le seggiole vuote dello Stadium. E queste sarebbero le squadre di punta del nostro campionato?
  2. Piccolo O.T.: quelle squadre avevano l'ossatura composta da giocatori britannici più che inglesi (infatti la Scozia si qualificava sempre ai mondiali, l'Inghilterra no...). L'Italia negli Anni Trenta era la nazione calcistica più sviluppata e competitiva di tutto il mondo, basta avere una minima dose di onestà di giudizio e conoscenza storica per appurare ciò (il calcio inglese invece dagli Anni Venti entra in una crisi nerissima e per questo non partecipano ai mondiali per paura di fare figure barbine...)
  3. Sull'intensitá sono pienamente d'accordo, infatti da tre anni a questa parte le semifinali sono predominio di squadre "nordiche" (un po' come negli Anni Settanta).
  4. Sarò sempre concorrente ma queste due semifinali sono state il trionfo del calcio pratico e contropiedista: sono passate le due squadre che hanno usato meno il possesso palla (percentuale media del 35%) e che si sono più adattate all'avversario. Vedere Guardiola e il suo epigono Tuchel (che in patria chiamavano Tiki Tuchel) giocare di puro contropiede mi è sembrato un fatto significativo. Ovviamente tutti a parlare di ritmo, condizione atletica, eccetera ma non ho sentito nessuno rimarcare queste cose. ovviamente solo per noi italioti giocare in contropiede significa giocare male...
  5. P.S.: la generazione attuale è solo il prodotto di decenni di edonismo ed individualismo (il cui cinismo ed il moralismo sono solo due facce convergenti) e disinteresse della cosa pubblica allo stato puro, quindi il tuo non è affatto un commento qualunquista: il frutto non cade mai lontano dall'albero....
  6. Eh ma vedi senza la magica UE come si sono ridotti male gli albionici... a mangiare le cavallette! Come faranno senza la mitica Ursula Von Der Leyen?
  7. Il problema è che la rosa va sì rigirata come un calzino, ma bisogna anche cambiare filosofia negli investimenti visto che da due anni a questa parte si è battuta una posta rivelatasi fallimentare, il prossimo anno sarà decisivo per il nostro futuro.
  8. La cosa che mi fa incazzare è che almeno nelle altre piazze si divertono a vedere le partite (oggi a parte il Padova tutti hanno segnato almeno tre gol), al Rocco ho quasi sempre assistito a spettacoli osceni (tranne contro il Sudtirol), se la società avvicinare la squadra al pubblico deve pensare a queste cose. Questa è una Triestina che, a prescindere dai risultati, è una delle più brutte da vedere che io ricordi.
  9. Ecco Marione Somma, altro grande sopravvalutado: tanta parlantina ma fatti pochi fora da Empoli.
  10. Non si tratta di avere pazienza a mio avviso ma di capire che certa gente con il nostro calcio non può c'entrare Dai la Roma a Fascetti e sei pere a Manchester non le prende comunque... vedere squadre italiane che beccano gol in contropiede è quanto di più ridicolo sia successo nel calcio negli ultimi decenni. Incominciamo ad insegnare le basi, poi iniziamo a scimmiottare gli altri...
  11. Ma il calcio non è atletica leggera: non conta quanto corri ma come corri a mio avviso, noi semplicemente corriamo male perché non abbiamo uno stile di gioco definito.
  12. Secondo me la verità sta un po' nel mezzo: è vero che in Italia corriamo poco, ma secondo me questa è anche stortura nata con il sacchismo trent'anni fa e l'ossessione per la parte tattica, che spesso a livello giovanili fa stragi. Mi tocca spesso vedere, a bassissimi livelli, noiosissimi 10 contro che non servono ad una beata fava e le facce stranite dei ragazzi al termine di esercitazioni in cui hanno imparato un sacco di movimenti inutili (che poi in partita non ripeterai mai perché il calcio è un gioco di situazione) senza per altro divertirsi. Il risultato è che il nostro calcio è un
  13. Ti rispondo con calma: innanzitutto sono pienamente d'accordo con le tue osservazioni, però a mio avviso ieri a Guardiola è andata di c**o (e di brutto!). Cerco di spiegarmi: un conto era fare il gioco a triangolazioni veloci che ha fatto il Chelsea sul campo del Ponziana (ehm volevo dire Madrid!): dai e vai sempre propositivi e verticali volti a tagliare fuori il lento centrocampo madridista e la difesa avversaria, ovviamente sei un po' costretto a giocare così perché Werner è una sorta di Pacione teutonico, quindi devi giocare il più possibile con i centrocampisti e le mezzepunte sperando ch
  14. A mi onestamente el calcio del City visto ieri non me piasi: una miriade de passaggetti e movimenti a centrocampo e attacco senza punte, ma forse xe la mia concezion a esser distorta...
  15. Non go dito brutte ma solo che tra ieri e martedì non me son divertido (specie i secondi tempi) e se dovessimo propor partide del genere in formato Superlega non gaveria molto senso perché per "spettacolo" se intendi un concetto assai labile e relativo.
  16. Comunque nessuna delle quattro squadre mi ha entusiasmato, tutte mi sono sembrate mancanti in qualcosa, a mio avviso a parte il primo tempo di ieri le semifinali sono state abbastanza deludenti in quanto a spettacolo, e pensare che queste squadre vogliono fare la Superlega perché "le partite saranno più spettacolari".
  17. Come sul Padova, dove bastava vedere la carriera di Mandorlini per capire che sarebbero scoppiati a primavera, anche sul Milan ho fatto lo stesso discorso in tempi non sospetti (sempre considerando la carriera del tecnico che guida i rossoneri, mica sono Nostradamus!): se arrivano quarti i rossoneri avranno fatto comunque una grande stagione e Pioli un lavoro egregio per il materiale che ha in mano (un solo fuoriclasse, per giunta quarantenne, e due ottimi giocatori come Hernandez e Donnarumma anche se iper pompati). A mio avviso Lazio e Napoli sono le squadre più in forma, sia Milan che Juve
  18. Per me l'Atalanta ora è una squadra prettamente fisica e tosta, da Serie A, prima con Ilicic e Gomez avevano più tecnica ed erano forse più europei come stile di gioco. Se imparano a difendere e a gestire i ritmi il prossimo anno possono dire la loro in chiave scudetto. Ormai in Serie A sono diventati sempre più importanti le coppie d'attacco.
  19. Se Gasperini trova modo di far coesistere definitivamente Muriel e Zapata il prossimo anno si divertiranno...
  20. Milan se arriva quarto è già tanto per il valore dellla sua rosa: ha comunque fatto un grande campionato per i mezzi a disposizione.
  21. Quoto Pinot e non voglio essere pervenuto contro Offredi, per me Poluzzi sul nostro primo gol era da fucilare (anche se Litteri fa davvero un eurogol).
  22. E' sempre stato così per tutta la sua carriera (a parte a Verona dove nell'anno della C riuscì a vincere i play-off ma la preparazione la aveva fatta Giannini quell'anno...). Comunque il Sudtirol visto ieri mi ha fatto un'impressione molto più forte di Perugia e Padova (che però hanno singoli più forti), credo che gli altoatesini possano davvero fare il botto ai play-off se giocano come ieri...
×
×
  • Create New...