Jump to content

hector

Utente semplice
  • Posts

    2,210
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

Everything posted by hector

  1. Mi sembra positivo che non ci sia la solita marea di gente in prova che c'è ogni anno, a parte gli aggregati dalla primavera.
  2. Che senso avrebbe anticipare? Magari da una loro analisi verrebbe fuori un verdetto opposto a quello della Covisoc, la cui decisione è l'unica che conta. Tanto vale aspettarli.
  3. Magari fanno finta di prestare attenzione ai cavilli ma in realtà aspettano solo la Covisoc...
  4. Per me non dovrebbe esserci nessuna regola sugli stadi. Per giocare a calcio basta un campo di gioco, le cui dimensioni massime e minime sono stabilite dal regolamento. Regolamento che non fa nessun riferimento agli spalti o allo stadio. Se c'è un campo dalle dimensioni regolamentari si gioca, altrimenti no. Gli spalti possono anche non esserci.
  5. Veniva data quasi per certa la conclusione delle trattative entro due giorni dall'iscrizione. I due giorni sono passati e non c'è nulla di ufficiale. Significa che le trattative sono più difficili del previsto?
  6. Esatto. Ma poi anche in campionato: ci voleva tanto a vincere un po' più nettamente a Crema? E la Pro Patria non podeva evitare di subire quel gol al 96' col Piacenza, che tanto non subirlo sarebbe stato uguale a segnare poi al 99'? Per non parlare di Tavernelli che ha aspettato il 92' per il gol vittoria... Mai tranquilli! 😛
  7. Dai che si chiuderà entro il 28 febbraio.
  8. Da quel che ho capito, gli acquirenti potrebbero anche essere danarosi, ma gli accordi prevedono che non siano loro a provvedere al versamento per l'scrizione, bensì altri non così danarosi o comunque non così convinti a provvedere a questo adempimento.
  9. Ma il termine per l'iscrizione non è domani?
  10. Quindi anche in caso di condanna e retrocessione per noi, il Piacenza sarebbe ugualmente retrocesso, stante la regolarità della gara di Crema e dei successivi playout?
  11. Ma non è clamoroso neanche se i minuti di recupero sono 5, succede spesso. Infatti nel calcio non si può mai dire: se c'è da difendere due gol di vantaggio non si può stare tranquilli se non forse nell'ultimo minuto effettivo di gioco. Perché se di minuti ne mancano due e gli avversari segnano, poi hanno ancora il tempo di fare l'assalto finale. È sempre stato così ed è anche il bello del calcio. Quanto ai mega-recuperi che adesso stanno prendendo piede, va considerato anche un fattore legato alle emozioni che regala questo sport. Ovvero: il classico gol al 90' o oltre è sempre stato simbolo di un gol "all'ultimo respiro" o quasi. Un momento magico. Una rete che emoziona perché arriva proprio alla fine di una battaglia, e che spesso la decide perché poi non c'è molto tempo per altre reti. Ma se i minuti di recupero sono 13, un gol al 92' perde tutta la sua magia. Emotivamente equivale a un gol "normale" all'84'. Poi per carità, ci sono tutti i motivi razionali per dire che questi recuperi sono giustificati. Ma io sono un po' "romantico" e questi cambiamenti non mi fanno impazzire, anzi.
  12. Non esageriamo. Ho zero fiducia in Giacomini e lo considero anch'io un mentitore seriale. Ma se ci fosse all'orizzonte un passaggio di proprietà con Di Paolo, credo che Giacomini non si sarebbe sbilanciato a tal punto.
  13. Anch'io sono in disaccordo con chi vuole minimizzare l'impresa di Seregno. Ho ancora vive le emozioni provate laggiù. Dico solo che ricordare sempre quanto siano mediocri la Triestina e i suoi tifosi non mi sembra esattamente il modo giusto di vivere la festa e l'entusiasmo della vittoria. Viceversa, parlare del nostro futuro nella categoria appena salvata mi pare un po' più positivo come atteggiamento. So benissimo quanto la Triestina abbia fatto schifo negli ultimi decenni. Ma almeno in questi giorni potrò non pensarci?
  14. Ma dai... Ognuno di noi si è fatto una propria idea su cosa secondo lui bisognerebbe cambiare o mantenere per la prossima stagione. Qualcuno l'ha messa qua per iscritto. Che grave! Avremmo dovuto tutti godere in silenzio.
  15. A me non interessa per niente se ci meritiamo di più, di meno, o se questa è la nostra categoria. Non ho mai detto che siamo superiori ad altri né che ci meritiamo di più di altri. Faccio quel che posso abbonandomi da una vita e tifando in stadio. E credo di avere il diritto, dopo la gioia di sabato vissuta dal vivo a Seregno, di farmi bonariamente qualche domanda su quali giocatori possano restare o andare via la prossima stagione. Ogni tifoseria lo fa a fine stagione... perché noi no?
  16. Hai esordito dicendo che bisogna godersi la vittoria, ma poi in ogni intervento hai sottolineato quanto facciamo schifo, quanto sostanzialmente la Trieste sportiva, la Triestina e i suoi tifosi meritino il peggio. Se questo è un modo di godersi la vittoria... E per fortuna che Tavernelli si è inventato quel gol della Madonna, ché sennò qua sarebbe stato un processo alla città e alla tifoseria additati come responsabili della retrocessione, perché rendono sempre impossibile a chiunque fare calcio a Trieste, perché il povero Giacomini non ha potuto lavorare in santa pace, eccetera.
  17. Il gioco delle parti ci sta, ma, al di là delle dichiarazioni pubbliche dei protagonisti, secondo me dovremmo cercare sempre di immedesimarci in uno spettatore super partes e di analizzare le partite con la massima oggettività possibile. Fermo restando che anche così i punti di vista possono essere numerosi e sono soggettivi per definizione. Io nell'arco dei 180 minuti ho visto un sostanziale equilibrio con una leggera superiorità dei nostri avversari. Il Sangiuliano ha creato più di noi per 75 minuti al Rocco e ci ha messo in difficoltà nei primi 10-15 minuti a Seregno. Inoltre ha sostanzialmente controllato la gara dall'1-1 di ieri fino al 92'. Noi dal canto nostro abbiamo creato pericoli nell'ultimo quarto d'ora dell'andata e giocato in crescendo il finale di primo tempo in Brianza. Inoltre abbiamo fatto una partenza sprint nel secondo tempo di ieri. Il grosso demerito del Sangiuliano è stato non riuscire a chiuderla ieri nel secondo tempo, soprattutto dopo la superiorità numerica. Hanno controllato ma senza darci il colpo di grazia. Ma alla fine nel calcio conta segnare un gol in più degli avversari, e noi lo abbiamo fatto. Quindi non me la sento di dire che il Sangiuliano avrebbe meritato più di noi. Questo ragionamento lo faccio sempre, anche quando perdiamo apparentemente senza demeritare. Oggi con gioia lo applico a questo playout per noi memorabile.
  18. Sull'attacco sono d'accordo. Non possiamo permetterci di confermare un attacco che ha fatto questa fatica terribile a segnare. Io dico: teniamoci Tavernelli che è buono e sa tirare in porta. Gli altri, sebbene abbiano avuto qualche sprazzo sporadico, possono andare via. Quel reparto è da ricostruire quasi da zero, semplicemente perché non segna.
  19. Tessiore è discontinuo ma ha tecnica, me lo terrei volentieri. Ricordo che quando ancora non giocava, chi seguiva gli allenamenti lo definiva il più forte della rosa. Poi è vero che non ha reso bene con la sperata continuità, però non mi libererei di uno che ha tecnica. Degli attaccanti terrei Tavernelli perché è l'unico che sa calciare in porta, particolare non indifferente. Cederei senza problemi sia Adorante sia Mbakogu. A centrocampo Celeghin è imprescindibile. La difesa la confermerei in toto.
  20. Naturalmente sto ancora godendo per ieri, però non possono non venirmi un paio di interrogativi. Si può programmare seriamente la nuova stagione con la spada di Damocle dell'inchiesta? In società danno davvero per scontata la serie C o è solo un ostentare sicurezza anche agli occhi della federazione?
  21. Poi volevo spezzare una lancia per Adorante. A mio parere non è giusto crocifiggere questo giocatore che, pur con tutti i suoi limiti, in questa stagione ha fatto gol importanti nonostante un impiego abbastanza limitato. Vi invito a rivedere l'azione dell'espulsione. Il difensore lo abbraccia a due mani senza mollare la presa e senza permettere che il nostro giocatore si muova. È vero che le reciproche trattenute fanno parte del gioco e sono consentite, ma quella no, mi dispiace, non è una marcatura lecita. Adorante prova a divincolarsi. E ovviamente sbaglia a farlo con il gomito. Ma la scorrettezza iniziale non è affatto sua.
  22. Già molti altri utenti hanno raccontato le emozioni di questo miracolo. Per tutti noi è stata una giornata memorabile, sia per chi come me era a Seregno, sia per chi ha sofferto e gioito a casa. Volevo solo fare una considerazione sulle innumerevoli volte in cui tanti avevano considerato finita la nostra stagione. Era finita quando eravamo stra-ultimi e senza prospettive di miglioramento, era finita quando la promozione in prima squadra del mister della primavera era stata interpretata come una resa, era finita al gol del Piacenza a Busto al 97', era finita al gol della Pergolettese a 8 minuti dalla fine. Infine era finita ieri dopo l'espulsione di Adorante. È incredibile come nel calcio non si possa veramente mai dire che è finita fino al triplice fischio. O fino al verdetto finale della stagione. Non ho mai concordato con chi ci aveva dati per morti dopo le circostanze di cui sopra. Tranne in due occasioni: il gol del Piacenza a Busto (perché quel che è accaduto dopo non ha senso e rientra nella fantascienza) e - ammetto - la gara di ieri. Perché ieri il Sangiuliano già dopo il pareggio era in assoluto controllo della gara, la dominava senza problemi e non subiva la nostra reazione, anzi. Ha avuto il demerito di non chiuderla con il secondo gol, e l'ha pagato carissimo. Ecco, all'espulsione di Adorante per me è stata dura crederci. Infatti praticamente non abbiamo avuto la forza di chiuderli nella loro metà campo. Il gol non è frutto di una pressione costante da parte nostra, ma di una estemporanea palla a campanile su cui si sono avventati i nostri attaccanti. Il resto è storia.
  23. Io tante volte ho raggiunto lo stadio per conto mio, ma era prevista. Ma parliamo effettivamente di trasferte di altro tipo come Vicenza o simili.
×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×