Jump to content

Il bilancio di Lo Duca del 2005/06


SandroWeb

Recommended Posts

Da Settemetri.com

Il presidente Lo Duca traccia il bilancio della stagione 2005/2006

In attesa che comincino le finali nazionali Under 21 in programma a Trieste dal 25 al 28 maggio, il presidente della Pallamano Trieste, Giuseppe Lo Duca, traccia un bilancio della stagione sportiva 2005/2006.

"Se mi avessero prospettato alla vigilia del campionato un sesto posto per la mia squadra, l'avrei ipotecato immediatamente. Infatti, a causa di un ridimensionamento economico e di una scelta societaria ponderata, abbiamo deciso di affidarci ad un nucleo di giovani italiani che dovrebbero garantirci un futuro importante. Sapevamo che avremmo dovuto lottare per evitare la retrocessione e che sarebbe stato difficile rimanere nella serie A d'Elite, dunque il risultato finale è stato buono. Dopo tanti anni ai vertici del campionato, è difficile abituarsi a lottare per la salvezza, tuttavia è la strada obbligata se non si vuole fallire come altre realtà dello sport triestino.

I ragazzi sono stati bravi a calarsi subito in questa ottica e sono cresciuti moltissimo durante la stagione. Ricordo che fino a dicembre abbiamo giocato con un solo straniero, il pivot Savic, mentre altre squadre ne schieravano ben quattro (vedi Prato che è stata trascinata dai suoi stranieri e Gaeta). Il caso di Modrusan, tesserato a tutti gli effetti come straniero, è particolare: è un ottimo portiere ed un bravo ragazzo ma, avendo già Mestriner, non c'è la necessità di avere un extracomunitario in quel ruolo. A gennaio ci siamo dovuti rinforzare con Skoko e Kolev perchè tutte le formazioni in lotta per non retrocedere l'hanno fatto e noi volevamo mantenere la sesta posizione durante la fase ad orologio. Grazie a Kolev siamo migliorati in maturità e raziocinio, mentre Skoko, nonostante abbia giocato per un mese con una fastidiosa ernia inguinale (ndr domenica 21 maggio, il pivot serbo subirà un'operazione chirurgica), ci ha dato un grande contributo sia in difesa che in attacco.

Il momento più difficile è stato quello successivo al pareggio casalingo con Gaeta nei play-out, superato di slancio con quella bellissima vittoria esterna proprio nel Lazio. Il rammarico maggiore viene, invece, dalla prima partita della serie play-off contro la Forst: avessimo pareggiato quella gara, probabilmente avremmo passato il turno. La serie per il quinto e sesto posto contro Merano è stata scontata: giocatori di quel calibro non potevano farsi sfuggire l'occasione di mettersi in mostra e spuntare un contratto per l'anno prossimo.

Ciò che ha caratterizzato il nostro gioco quest'anno è stata un'alternanza di alti e bassi, un'incostanza di rendimento dovuta principalmente all'inesperienza della guida tecnica ed alla giovinezza degli atleti. Il tecnico Vladimir Brzic ha svolto al meglio il suo compito e siamo soddisfatti del suo operato. Anche il suo ingaggio è stato un rischio in quanto sapevamo che era molto bravo coi giovani ma non aveva maturato esperienze ad alto livello; ora, dopo una stagione intensa, è cresciuto molto.

Per quanto riguarda i nostri giovani, voglio spendere due parole per Skatar, il giocatore che si è messo maggiormente in mostra. Il titolo di capocannoniere è importante e testimonia delle sue qualità ma deve ancora crescere in fisicità, maturità di gioco ed in fase difensiva. La sua crescita deve essere graduale e gli manca ancora qualcosa per essere un giocatore che fa la differenza a livello internazionale. Nel campionato italiano è un punto di riferimento ed anche la Nazionale punta su di lui: è un talento di sicuro avvenire.

Tin Tokic è cresciuto molto al suo primo campionato da titolare in serie A: è un ragazzo determinato, ha voglia di lavorare, lotta in difesa ed ha innegabili doti fisiche; puntiamo su di lui per il futuro. Sono convinto che anche Resca sarà un giocatore importante per Trieste: quest'anno è stato frenato dagli infortuni ma ha qualità e potrà metterle in mostra già nelle prossime finale Under 21.

Tumbarello ha avuto alcuni guai fisici e poi il suo impiego è stato eccessivamente limitato dall'arrivo di Kolev, tuttavia ha caratteristiche tecniche e fisiche che lo rendono immarcabile, specie quando gioca da terzino. Come centrale deve essere maggiormente riflessivo ma ha grande talento ed il nuovo c.t della Nazionale Puljevic lo considera un punto fermo per il futuro.

Per quanto riguarda i progetti futuri, dobbiamo valutare la disponibilità del nostro budget ed agire di conseguenza. Attualmente ogni discorso è prematuro ma posso dire che si punterà ancora su questo nucleo di ragazzi, ora con un anno di esperienza in più sulle spalle.

Infine, vorrei segnalare il grande evento che si terrà a Trieste il prossimo fine settimana (dal 25 al 28/5, NdSandro), ovvero le finali nazionali Under 21. Abbiamo chiesto di organizzarle perchè quest'anno si festeggiano i 35 anni della Pallamano Trieste e perchè la nostra squadra è competitiva. Le rivali sono molto forti, basti pensare a Conversano, campione l'anno scorso, a Prato ad Ancona e Sassari, promossa in serie A d'Elite anche grazie ai suoi giovani. Noi vogliamo fare belle figura ed arrivare fino in fondo: il tecnico Brzic sta lavorando per raggiungere questo obiettivo che non sarà sicuramente facile da centrare. Infine, queste manifestazioni sono anche un'occasione importante per vedere all'opera diversi talenti italiani e magari operare qualche mossa di mercato come abbiamo fatto nel recente passato con Tumbarello e Resca"

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×