Jump to content

hector

Utente semplice
  • Posts

    1,964
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Everything posted by hector

  1. Non sono d'accordo con chi oggi ha visto dei miglioramenti. Io ho visto la solita Triestina, a parte ritmi leggermente più alti. Solita incapacità di fare gioco e rendersi pericolosa. Nel primo tempo abbiamo avuto giusto un paio di situazioni interessanti, che non definirei neanche occasioni. In fase difensiva, solite voragini in mezzo al campo. Nel secondo tempo, dopo aver incassato il secondo gol e ottenuto la superiorità numerica, non provarci neanche in casa di un avversario parecchio scarso sarebbe stato da codice penale, altro che esonero dell'allenatore. Ci abbiamo provato, ma il risultato è stato decisamente modesto: un paio di occasioni, neanche clamorose, e il gol annullato. Ma anche se ne avessimo create cinquanta di occasioni, non segnare è comunque un demerito pesante, soprattutto considerando il valore dell'avversario. Speriamo che arrivi questo tardivo cambio di allenatore. Meglio tardi che mai. Di positivo c'è che la classifica è cortissima. Il primo posto è distante solo 7 punti, per dire. Avere un cambio di passo ora, potrebbe farci risalire quanto meno nelle zone interessanti dei playoff. Lo dico perché credo che nonostante tutto questa rosa valga più della classifica che ha. Il problema è che al momento non è una vera squadra.
  2. Minesso per Pezzella e Furlan per Di Gennaro. Occhio, Bonatti, che così ci scopriamo troppo. Poi a Coverciano ti sgridano.
  3. Mi rendo conto che il risultato fa schifo, ma io tento sempre di scindere la prestazione dal risultato. La prestazione non è stata ottima, per carità, ma per me va valutata nel contesto della nostra stagione e del momento dell'avversario.
  4. Guarda, provo a spiegarmi io. Se leggi quel che ho scritto in queste settimane su Bonatti, capirai che la mia opinione su di lui è peggio che pessima. Lo avrei cacciato settimane fa, e va cacciato ora. Quei miei commenti fanno parte della crociata contro il mister che tanti hanno portato avanti e che buona parte del forum ritiene invece eccessiva, quasi una lesa maestà, soprattutto dopo la scintillante vittoria contro la Virtus Verona. Ma io giudico quel che ho visto oggi, e lo metto in relazione al nostro momento e a quello dell'avversario. È ovvio che se qualcuno mi avesse detto a inizio stagione che avremmo perso in casa con l'Arzignano, mi sarei messo le mani nei capelli, al di là della prestazione. Ma cosa abbiamo visto fino a domenica scorsa? Una Triestina che al di là del gioco inesistente (una costante di questa categoria), non prova nemmeno ad attaccare, non si rende mai pericolosa, non si sbilancia minimamente nemmeno se è in svantaggio. Tutto frutto della folle filosofia iper difensivista dell'allenatore. Che non mette un attaccante al posto di un difensore o di un centrocampista neanche se perdiamo in casa contro la Virtus Verona (questa sì, scarsa sul serio). Una Triestina tutta abbottonata per non prenderle e che crea zero, segnando solo per puro caso. Semplicemente rinuncia ad attaccare per paura di subire. Cosa abbiamo visto oggi? Niente di trascendentale, ovviamente. Ma quanto meno qualche folata offensiva e diverse occasioni. Abbiamo creato più oggi che in tutte le partite precedenti. Contro una delle migliori del girone fin qui, altro che Virtus Verona. Senza dubbio, però, abbiamo ballato dietro. Sono convinto che Bonatti debba andarsene per una mentalità che in campionato rende la nostra squadra la peggior Triestina da quando siamo in C. Ma siccome Giacomini e Romairone non ne vogliono sapere, tanto vale vedere come prosegue la marcia della squadra. Oggi ha perso, e contro l'Arzignano non è una sorpresa, ma secondo me si è visto qualcosa di diverso. Potrebbe non contare nulla... Vediamo cosa succederà nella prossima di campionato.
  5. Il paradosso è che la Triestina rinunciataria che vediamo di solito, un gol lo fa sempre. Domenica addirittura tre, uno più casuale dell'altro. La Triestina di oggi, invece, che ha spinto come mai prima, non ha segnato.
  6. Solo perché si chiama Arzignano? Davvero non capisco. Questa è una tra le migliori del girone fin qua...
  7. L'Arzignano è in grande forma, la rivelazione della stagione. Giocarci alla pari è una bella notizia. La grande novità di oggi è che attacchiamo con regolarità, cercando ripetutamente di fare gol. Dovrebbe essere la normalità, invece di solito siamo clamorosamente rinunciatari.
  8. Secondo me, bella Triestina nel primo tempo. Finalmente propositiva, con diversi tentativi di renderci pericolosi. Buoni segnali.
  9. Sfortunato il palo, compensato dalla fortuna del colpo sul portiere. Nulla di paragonabile con un semplice cross.
  10. Le immagini mi sembra che confermino le mie impressioni: non era rigore, il pallone ha preso il petto.
  11. Cioè nello spogliatoio ha detto "vinciamo" ai giocatori. Ma è completamente pazzo???
  12. La condizione essenziale per crescere è fare i 3 punti, che danno fiducia. Il modo in cui si fanno questi 3 punti secondo me non conta molto.
  13. Non mi aspettavo che sul gol del 2-2 la squadra avrebbe portato la palla velocemente a centrocampo senza esultare, per non perdere tempo e cercare la vittoria. Chissà se Bonatti li avrà rimproverati. Vittoria sporca, un gol fortunoso e un altro su rigore che dal vivo mi sembrava non esserci. Brava la squadra a provarci. È la classica vittoria che cambia la stagione, perché si crea un clima positivo e fiducia nei propri mezzi. Oggi sono ottimista, avanti così.
  14. Non prenderle non è importante, è l'unica cosa che conta. Specialmente con questa Virtus di cui abbiamo una paura folle.
  15. Poi secondo me, un centrale di difesa schierato in mezzo al campo può giocare anche peggio di come giocò Sabbione contro il Pordenone.
  16. La penuria di bel calcio è stata il comun denominatore di tutti questi anni di serie C. Altro comun denominatore è stato avere delle squadre che, pur coi loro limiti, erano ambiziose e puntavano a vincere ogni singola partita. Ovvio che spesso non ce la facevano, ma la mentalità era quella. Squadre che nelle giornate più nere si lanciavano in attacco per tentare di raddrizzarle in extremis, e nel farlo magari ne prendevano quattro. Ma mentre la penuria di calcio ce la trasciniamo tranquillamente dietro anche quest'anno (a livelli estremi), l'ambizione e la voglia di vincere le abbiamo totalmente perse. È questo l'aspetto che fa di questa Triestina, per il momento, la peggiore da quando siamo in C. Non dimentichiamo che abbiamo un allenatore che si esalta per non aver concesso occasioni al Trento per ben 45 minuti.
  17. Dobbiamo tutti cogliere la profondità del lavoro che c'è dietro, che va al di là dell'estemporaneità della gioia di una domenica. L'importante è che si creino una mentalità e una cultura del lavoro. I frutti si vedranno nel lungo/lunghissimo periodo.
×
×
  • Create New...