Jump to content

La rassegna stampa sandrina di domenica 4 settembre


Recommended Posts

LA RASSEGNA STAMPA SANDRINA DI DOMENICA 4 SETTEMBRE

Da Il Piccolo di Trieste
 

Cita

 

Unione, obiettivo prima vittoria al Rocco
Dopo le amichevoli e la Coppa Italia oggi alle 15 si fa sul serio. Coreografia speciale organizzata dalla curva Furlan

di Antonello Rodio

Si parte. Dopo un'estate di totale ricostruzione che ha visto rinascere l'alabarda all'insegna del nuovo corso Milanese-Biasin, con una società finalmente organizzata e una rosa ambiziosa e competitiva, per la Triestina scocca finalmente l'ora del campionato. Dopo l'antipasto di amichevoli e Coppa Italia, da adesso infatti si fa sul serio e si lotta per i tre punti. Oggi al Rocco (inizio ore 15, arbitra Maninetti di Lovere), per il suo debutto l'Unione ospita l'Eclisse Carenipievigina, una neopromossa solida il cui obiettivo è ovviamente la salvezza.

Si tratterà comunque subito di un buon banco di prova per la Triestina, che presumibilmente al Rocco, soprattutto in sfide con avversarie di seconda fascia, si troverà di fronte squadre chiuse e ben abbottonate, attente a non concedere troppi spazi. La squadra di Andreucci dunque dovrà essere incisiva ma anche paziente, conscia che si troverà di fronte in Villanova un portiere da categoria superiore. Sarà anche l'ora x per i tifosi, che dovranno dimostrare di abbracciare senza remore il nuovo corso: giusto per iniziare, oggi la Curva Furlan ha organizzato una spettacolare coreografia con bandierone e palloncini. Per quanto riguarda le vicende del campo, l'assenza di Langwa "Zoom" per problemi burocratici ha un po' scombinato le carte, la società sta correndo ai ripari ma intanto almeno oggi Andreucci dovrà affidarsi a un terzino sinistro giovanissimo, classe 1999: per riempire la casella, Pizzul sembra favorito su Brandmayr. L'unica altra assenza sarà quella di Frulla, che deve scontare una giornata di squalifica, per il resto il mister ha tutti a disposizione per schierare, almeno inizialmente, il suo 4-3-1-2. Ieri mattina nella rifinitura al Rocco ha ruotato tutti gli elementi, mescolando più volte le carte.

Per l'undici iniziale bisogna affidarsi alle sensazioni. In porta ci sarà Voltolini, mentre la coppia centrale per questo esordio potrebbe essere formata da Leonarduzzi e Marchiori, ma Aquaro è ancora in corsa. A destra il montenegrino Bajic e a sinistra il citato Pizzul, chiamato a vincere l'emozione di un esordio ufficiale a 17 anni con la maglia alabardata. A centrocampo Andreucci si affiderà alla regia di Cecchi: il toscano, che ha vinto due campionati di D con Pistoiese e Cuneo, ha avuto un precampionato un po' travagliato a livello fisico, ma ora è pronto per prendere in mano le chiavi del gioco alabardato. Estate con qualche acciacco anche per Corteggiano, ma anche lui ora sta bene ed è pronto a regalare velocità e aggressività sulla zona sinistra di centrocampo. Il settore potrebbe essere completato dall'under moldavo Turea, giocatore più offensivo di quel Carraro che è spesso partito titolare nella preseason. E poi ovviamente il trio d'attacco: Serafini sulla trequarti non si discute, i suoi tocchi di classe devono sprigionare estro e inventiva per le due punte, che in questa occasione dovrebbero essere França e Bradaschia. Quest'ultimo infatti in precampionato è apparso fisicamente il più in palla di tutto nel settore offensivo, per cui Dos Santos potrebbe partire dalla panchina. Obiettivo scontato, la vittoria e i primi tre punti. Buon campionato a tutti. 


 

--

Cita

 

Pievigina, una neopromossa che punta alla salvezza
Nell’anticipo il Belluno surclassa Cordenons. Oggi la gara più equilibrata è Mestre-Vecomp

Un nome chilometrico, Eclisse Carenipievigina: è quello della prima avversaria in campionato della Triestina. La squadra di Pieve di Soligo è una neopromossa che oggi al Rocco inizia un torneo nel quale punta a una salvezza tranquilla, dopo aver disputato lo scorso anno un grande campionato di Eccellenza. Confermato l'allenatore Marco Conte, e confermato ovviamente il punto di forza della squadra veneta, ovvero il portiere Simone Villanova, uno che vanta tante presenze in serie B con il Cittadella ed elemento per cui vale la pena spendere fra i pali un giocatore over. Ma è in genere il settore difensivo a giocare la carta dell'esperienza, a cui fa da contraltare un centrocampo molto giovane, nel quale spicca il regista baby classe 1996 Alberto Tibolla, cresciuto nel settore giovanile della Roma e l'anno scorso protagonista di un serie D da vincente con il Gubbio. In attacco occhio all'ex Paolo Zanardo, che a Trieste aveva iniziato bene lo scorso anno prima che scoppiasse il caos. Ci sarebbe anche un altro ex alabardato, il trentaseienne Gianfranco Nardi, che giocò a Trieste una dozzina di anni fa in serie B, ma è ai box per infortunio.

ANTICIPO Il girone C di serie D è in pratica già partito ieri, con un anticipo giocato a Belluno: i padroni di casa allenati dall'ex alabardato Vecchiato hanno seccamente sconfitto con il punteggio di 3-0 il Cordenons, che domenica 11 settembre sarà il prossimo avversario della Triestina. Nel primo tempo hanno segnato Corbanese al 6' e Marta Bettina al 36', mentre nel finale Quarazago ha arrotondato al 40' della ripresa.

LA GIORNATA Mestre-Virtusvecomp Verona, Abano-Montebelluna, Altovicentino-Vigontina San Paolo, Calvi Noale-Union Feltre, Tamai-Legnago, Arzignanochiampo-Este, Triestina-Carenipievigina, Vigasio-Campodarsego. (a.r.) 

 

--

Cita

 

Festa dell’orgoglio affollata e gli abbonamenti volano a 1.400

Grande chiusura ieri sera per la Festa dell'orgoglio alabardato, che complessivamente nella due giorni ha fatto segnare una buona affluenza di tifosi, che hanno apprezzato le tante iniziative, la bella musica, i chioschi enogastronomici e i banchetti per la vendita di abbonamenti e merchandising. Ma soprattutto la kermesse organizzata da società, Centro di coordinamento e Curva Furlan, ha fatto da ottimo traino per la campagna abbonamenti, tanto che a ieri sera erano state sottoscritte oltre 1.400 tessere. Ricordiamo comunque che per abbonarsi ci sarà tempo fino alla vigilia del secondo appuntamento casalingo del 18 settembre.

Nella festa di ieri sera, oltre allo spettacolo di zumba e al sentito ricordo di Paolo Doto, il clou è stata ovviamente la presentazione di tutta la prima squadra della Triestina, con giocatori alabardati e staff tecnico accolti da applausi, entusiasmo e tanto tifo: certamente un buon viatico alla vigilia del campionato che oggi prende il via. Alla presentazione era presente anche Jason Biasin, il figlio di Mario Biasin: il presidente alabardato arriverà invece a metà settembre. (a.r.) 

 

 

Link to comment
Share on other sites

Dal blog Cinquealto.com (https://cinquealto.com)

Cita

 

Non c’è partita nel derby, Trieste abbatte una spenta Udine

di Raffaele Baldini

Primo assaggio di derby, prime schermaglie sportive al palasport di Grado per mandare messaggi subliminali alla regione cestistica. Apu Udine senza Vannuzzo e Chiti, Alma Trieste con i soliti acciacchi di Baldasso e Coronica.

Si parte col botto, Simioni con un educatissimo passaggio per il backdoor con schiacciata Green, replicata pochi secondi dopo; vantaggio giuliano per 6-0. Laser rompe il ghiaccio da oltre l’arco per i friulani, ma dalla parte opposta il giovane Simioni canta e porta la croce, tradotto incide offensivamente e provoca errori altrui in difesa. Ispirata vena al tiro di Bossi e soci, Udine palesa una stanchezza, peraltro fisiologica, figlia del supplementare con Agrigento. Allunga a +12 la squadra di Dalmasson, la stoppata di Da Ros su Delegal è il manifesto dei primi 5 minuti di partita. Uscita dal time out degna di nota per i neri di coach Lardo, piglio difensivo nettamente diverso e buone gestioni offensive, mini parziale di 0-5. Aggressività in aumento da ambo le parti, prima frazione chiusa sul 22-11. Quintetti italiani di fronte per riprendere le ostilità, l’intensità continua ad essere leggermente maggiore in casa triestina, il vantaggio logica conseguenza: 30-13. Simioni studia per diventare il nuovo Cantarello in fase difensiva, secondo “sfondamento” preso e la sensazione che abbia un ottimo senso della posizione; tanti secondi e terzi possessi per Trieste, Apu oggettivamente sotto tono fisico, il rientro della coppia coloured giuliana marca maggiormente il gap: 33-18. Jordan Parks fa esplodere il palazzo con un’affondata sul malcapitato Laser, squadre all’intervallo con un monologo Alma: 38-20.

Udine parte dalla difesa per dare un senso alla serata gradese, con tanta fatica da parte di tutti gli effettivi, Cuccarolo su tutti; coach Lardo sull’ennesima palla persa e un -19 sul tabellone, è costretto ad un time out riparatore. Green delizia la platea con un’altra schiacciata mulinata, “ventello” materializzato. Momento del match di discutibile bellezza, ambo le formazioni palesano orrori tecnici e il punteggio si muove poco; nell’asfittico attacco friulano non si trova la benchè minima oasi di credibilità balistica, senza però logica di squadra, 50-28 e time out Udine. Javonte Green è un altro Parks, e Dio solo sa quanto questa “investitura” è sinonimo di garanzia; sulle due metà campo sempre “cattivo”, esce fra gli applausi alla chiusura della terza frazione (50-31). Energia difensiva ritrovata per gli uomini di Lardo, Trieste fatica maggiormente a trovare canestri al punto di costringere coach Dalmasson a chiamare time out. Prosegue il lento ma inesorabile avvicinamento (-12), prima dell’ennesima schiacciata di Green. Ultimi minuti senza spunti degni di nota, Alma Trieste che conduce in porto un match mai in discussione, lasciando a Udine qualche pensiero in più per il futuro. Finisce 63-44, il primo derby è agli archivi ma nessuno tragga troppe conclusioni, è improvvida operazione settembrina.

 

 

--

Da Basketuniverso.it (http://www.basketuniverso.it/grado-basket-2016/)

Cita

 

Grado Basket 2016: Trieste vince il derby con Udine e si aggiudica il terzo posto nel torneo

di Fabio Silietti

Per la finale terzo e quarto posto va in scena il derby tra l’Alma – Agenzia per il Lavoro Triestee il Gsa Apu Udine. Coach Dalmasson parte con Bossi, Green, Parks, Da Ros e Simioni; mentre coach Lardo comincia con Castelli, Delagal, Laser, Cuccarolo e Ferrari. Primi punti del match targati Trieste con due schiacciate di Green e un ottimo Simioni che portano i giuliani a +6. Udine fa fatica e va a segno solo con Laser con una tripla delle sue. L’Alma tiene la partita in pugno e con Green allunga ancora il suo vantaggio sopra la doppia cifra. L’Apu cerca la rimonta con Castelli ma i biancorossi amministrano e restano in vantaggio fino al termine del quarto. Trieste comincia bene anche il secondo periodo, ma Udine non molla e cerca di rifarsi sotto. Poi l’Alma con determinazione allunga ancora a +17 con Da Ros e Prandin. Ferrari e Castelli cercano allora di trascinare i bianconeri alla rimonta ma il vantaggio triestino resta comunque elevato. Così il primo tempo si chiude 38-20.

Al rientro in campo Udine comincia meglio e con Delagal e Cuccarolo cerca di rifarsi ancora sotto rosicchiando qualche punto. Trieste, però, non si scompone e con Bossi e Green vola agevolmente sopra la doppia cifra toccando quota +23. Il terzo quarto si chiude con il Gsa in rimonta, ma l’Alma conduce comunque con un ampio margine. L’ultimo quarto si apre con la tripla di Truccolo che porta Udine a -16. I friulani si rifanno ancora sotto e si riavvicinano pericolosamente ai triestini, ma nel momento peggiore di Trieste ci pensa ancora Green a salvare i suoi e l’Alma torna in controllo. L’Apu tuttavia non molla e rimonta ancora grazie agli ottimi Laser e Truccolo. Trieste soffre ma trova nelle mani di Baldasso i punti necessari a chiudere il match. Nei minuti finali i triestini amministrano e il punteggio non cambia. Il finale è 63-44.

Trieste chiude, quindi, il torneo con una vittoria nel derby contro Udine e si aggiudica il terzo posto, mentre la squadra friulana finisce quarta dopo aver perso entrambe le partite giocate.

 

 

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×