Jump to content

I suntini sandrini di domenica 19 maggio 2019


Recommended Posts

DOMENICA 19 MAGGIO 2019

- E che i play-off scudetto abbiano finalmente inizio: PalaRadi, palla a due alle 18.15, Alma a Cremona. Ci si tornerà anche martedì sera ma alle 20.30, prima di riportare la serie all'Allianz Dome per gara3 giovedì. Ma andiamo con ordine. Gara1, questo pomeriggio. Trieste arriva ai quarti di finale con l'organico al completo (Dragic ha potuto allenarsi) e un approccio che sembra quello giusto. E con un robusto tifo al seguito: anche stavolta la squadra di Dalmasson non sarà sola. Vuoi mettere l'ebbrezza dei play-off? Chi non andrà in Lombardia potrà comunque guardare la partita in diretta all'Allianz Dome sul Wall. Apertura delle porte un'ora prima.Il coach in questi giorni ha lavorato sulla tattica ma anche sulla mentalità. Il segreto per aggredire serie come questa è anche calibrare il giusto mix di emozioni. «Bisogna mantenere la serenità e la positività, ripensando a da dove siamo partiti e con la consapevolezza che si parte davvero alla pari. Ma bisogna anche metterci la giusta tensione agonistica. I play-off richiedono di alzare il livello, l'attenzione deve essere massima. Sappiamo che abbiamo di fronte una formazione più abituata di noi a questo genere di sfide a questo livello. Non dimentichiamoci che Cremona ha vinto la Coppa Italia, contro le più forti e con incontri ravvicinati. E nei play-off si gioca ogni due giorni».Transizione è la parola alla quale si legano le raccomandazioni di entrambi gli allenatori. Sa fare male agli avversari Trieste punendoli in velocità, lo fa anche la Vanoli. Avverte Dalmasson: «Dobbiamo stare attenti al gioco in transizione, nè concedere tiri in campo aperto nè permettere rimbalzi d'attacco, un aspetto nel quale Cremona eccelle grazie anche all'apporto degli esterni. La nostra chiave? Ne azzardo tre: lucidità, ritmo e intensità».Il bilancio dei confronti in campionato è 1-1. I biancorossi in casa vinsero 97-80 con 20 punti di Knox e 15 di Peric. Il lungo Usa nelle ultime settimane è parso svagato, speriamo che ritrovi l'ispirazione di quel match. Sul conto della Vanoli poco da scoprire: ha il miglior giocatore del campionato, Crawford, l'affidabilità di Saunders e Aldridge (che a Trieste giocò malissimo), la sfrontatezza di Stojanovic, l'atletismo e i rimbalzi di Mathiang, il mestiere di Diener, la voglia di affermarsi a livelli sempre più alti di Michelino Ruzzier e Ricci. A proposito di quest'ultimo, il suo confronto con Teo Da Ros - entrambi approdati in A dopo una robusta gavetta in A2 - è una sfida nella sfida. 

- Dopo aver guidato la sua Cremona al successo in Coppa Italia e al secondo posto in stagione regolare, Meo Sacchetti è pronto a tuffarsi nei play-off. L'obiettivo della Vanoli? Raccogliere il massimo da una stagione magica nella quale la chimica del gruppo ha consentito alla formazione lombarda di raccogliere risultati andati oltre le aspettative della vigilia.«Iniziamo questa avventura dei play-off e sicuramente è una bella sfida - sottolinea Sacchetti a Lorenzo Gatto - Sia noi che Trieste all'inizio non eravamo in cima ai pronostici per una qualificazione a questa post season ma ce lo siamo meritato e a questo punto tutte le squadre hanno giuste ambizioni di passare il turno. Come sempre vogliamo pensare a una partita per volta, anche se si gioca ogni due giorni. Adesso per noi il focus è solo sul match di questa sera. Abbiamo la voglia di provare a portare a casa questo primo incontro senza pensare alle partite successive».Esclusa, quindi, l'idea di una Cremona "ammorbidita" da una stagione ricca di soddisfazione. «Al contrario - continua il coach cremonese - sentire il senso della sfida, come già successo in Coppa Italia, potrebbe essere l'arma in più. Avremo addosso gli occhi di tutti e questa è una cosa importante per la società ma anche per i giocatori. Questi playoff sono un bel banco di prova per vedere se sia singolarmente che come squadra riusciremo ad alzare ulteriormente il nostro livello».Tra la Vanoli e la qualificazione alla semifinale c'è di mezzo una Trieste che, trascinata da un'intera città, cerca l'impresa per continuare a sognare assieme ai suoi tifosi. «Conosciamo bene Trieste e le sue qualità - conclude Sacchetti -. Hanno un roster profondo e questo lo sappiamo ma, per quanto ci riguarda, noi dobbiamo solamente cercare di gestire meglio certe situazioni e di avere l'atteggiamento positivo che abbiamo avuto nelle ultime partite in casa. Questo è quello che voglio. Sono i play-off e non si può prescindere da un atteggiamento giusto per questa sfida».

- L'Unione non ha mollato di un millimetro in questi primi 10 giorni di preparazione per i play-off. Questa è l'indicazione inequivocabile che arriva dal centro sportivo Taliercio, cinque campi d'allenamento a disposizione degli arancioneroverdi falcidiati ieri pomeriggio dalla pioggia battente. Perché la Triestina non solo ha battuto il Venezia di Cosmi che da poco ha mantenuto (grazie alla retrocessione del Palermo) la serie cadetta ma lo ha fatto per 3-1 e soprattutto giocando con intensità e concentrazione. Certo Serse Cosmi non ha schierato la formazione tipo ma comunque sul campo si sono visti tanti giocatori (da Schiavone a Zigoni, da Bruscagin a Boccalon) che hanno un'illustre militanza in serie B. Si potrà dire che la Triestina ha più motivazioni di una squadra quasi in vacanza ma è proprio questo che i tifosi, e anche mister Pavanel, vogliono vedere in questo momento cruciale della stagione. E i ragazzi hanno fatto assaggiare agli avversari di che pasta sono fatti. Il tecnico alabardato ha messo da subito un undici di livello che ha risposto con pressing, ricerca della manovra e anche con buona precisione nei passaggi nonostante il fango. Tanto che i padroni di casa dopo un primo quarto d'ora ben orchestrato con giocate di prima intenzione e con discreto ritmo hanno dovuto piegarsi alla forza dell'Unione. A riposo Beccaro e Malomo (che sta recuperando dallo stiramento), Pavanel ha schierato il 4-4-2 Con Codromaz e Lambrughi al centro, Frascatore e Formiconi ai lati. Maracchi e Coletti hanno giostrato in mediana, Bariti e un Procaccio in gran spolvero a coprire e sostenere Granoche e Costantino. Nella ripresa mezz'ora buona per Mensah e poi spazio a Steffè, Petrella, Pizzul, Libutti, Gubellini, Bolis e infine Marzola, Venco, Gozzerini, Pedrazzini, Ghiglia e Messina. Qualche cenno di cronaca con Costantino che in apertura impegna severamente Lazzerini, mentre al 5' Zigoni con un preciso colpo di testa su delicato cross di Pinato batte Offredi. Il portierone si difende alla grande 10' dopo su Lombardi mentre la Triestina comincia a macinare gioco e a costringere i prestigiosi partner a difendersi. Procaccio e Frascatore bucano la difesa veneta a sinistra mentre Bariti è vivace sull'altra fascia. Granoche è come sempre motivatissimo e dispensa colpi efficaci. Proprio Pablo al 37' sfrutta al meglio un cross da destra del "gemello" Costantino: colpo di testa in tuffo e palla nell'angolino. L'Unione riparte subito a testa bassa con un Mensah in più nel motore e proprio Davis con un colpo di testa batte il portiere di casa. Passa 1' e tocca a Costantino, dopo pregevole inziativa di Procaccio, trovare gloria. È il 3-1 che fissa il risultato di un match che negli ultimi 40' pur con l'impegno è difficile da giocare per le condizioni meteo. Test ottimo per la Triestina. Ora bisogna continuare così per altri dieci giorni.

- La squadra maschile della Pallanuoto Trieste mantiene la serie A1 senza dover passare per la lotteria dei play-out. Nell'ultima giornata della regular season gli alabardati sono riusciti ad agguantare la salvezza con una magistrale prova alla "Paolo Caldarella" di Siracusa terminata 7-10 contro l'Ortigia.Assieme alla vittoria triestina è arrivato anche l'altro risultato tanto sperato, ossia la vittoria del Bogliasco contro il Catania (17-11) che ha sancito di fatto la retrocessione diretta in A2 di queste due squadre con liguri arrivati penultimi (e siciliani ultimi) ma con un distacco di 11 punti dagli alabardati che ha annullato i play-out.Trieste parte subito bene sbloccando a 3'10" con un rigore di Gogov e trovando il raddoppio a 3'36" con un bel tiro dalla distanza di Vico. Ortigia accorcia a 5'35" con Espanol, ben servito da Di Luciano. Gli alabardati tornano in rete a 5'59" con una poderosa conclusione dagli otto metri di Mezzarobba. A 2" dallo scadere Di Luciano, corona al meglio una controfuga innescata da un passaggio fuori misura di Spadoni. La ripresa si apre con il pareggio di Jelaca in superiorità numerica dopo 30" e il primo vantaggio a 4' di Espanol. Una volta avanti Trieste non riesce più a superare Caruso, bravo ad opporsi a Gogov e Petronio. Ortigia controlla il 4-3 sfiorando il quinto gol con Espanol. Al cambio di campo al 2'27", in superiorità numerica, gran diagonale di Mezzarobba che pareggia i conti che si ripete a 3'10" con una potente percussione centrale che vale il nuovo vantaggio alabardato. A 1'59" dalla sirena Napolitano firma il 5-5. Trieste però interpreta al meglio l'ultimo giro di lancette. A 38" dalla fine Mezzarobba trova un altro super gol e a 18" dalla sirena Rocchi piazza il +2. Nella quarta frazione l'Ortigia si riporta sotto andando in rete a 2'02" con Napolitano. Nell'azione successiva Gogov si inventa, in collaborazione con Mezzarobba, il gol del 6-8 con un tocco morbido sotto misura. Trieste continua a premere sull'acceleratore e a -3'59" Podgornik in superiorità numerica realizza il preziosissimo +3. Jelaca da fuori accorcia, ma poi i siciliani non pungono più e anzi, a 14" dalla sirena finale, Panerai lascia partire un diagonale che vale il 7-10. L'Ortigia, quinto, andrà ai play-off alla "Bianchi"

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×