Jump to content
SandroWeb

[CRONACA] AcegasAps Trieste-Centrale del Latte Brescia 71-80 d.t.s. (9-13, 26-32, 41-50, 64-64)

Recommended Posts

AcegasAps, il cuore non basta: Brescia la spunta dopo un supplementare

Powered by Alessandro Asta

TRIESTE - "Orgogliosi di voi": è questo il coro che si alza unanime dagli spalti del PalaTrieste, dopo 45 minuti incredibili. L'AcegasAps "de-americanizzata" ha cuore da leone per costringere una sciupona Brescia all'overtime, con i lombardi che con una panchina molto più lunga rimediano nel supplementare agli ultimi tre minuti regolamentari da incubo: sopra di otto, la Centrale del Latte ha visto azzerarsi il vantaggio, finendo poi vittoriosa nelle forche caudine dell'extra-time.

Finisce 71-80, con i giuliani che hanno tenuto abbondantemente testa nonostante le assenze di Thomas e Brown. Nonostante l'amarezza per una vittoria solo sfiorata, Trieste ha dimostrato di avere un'anima: e solo un grande gruppo come quello giuliano può vantare tale caratteristica, e i “terremoti societari” non hanno minimamente scalfito le fondamenta interne di Carra e soci.

La squadra di casa va di quintetto “sperimentale”, proponendo il giovane Coronica nei primi cinque assieme a Ruzzier, Filloy, Mescheriakov e Gandini, Brescia risponde con la formazione-tipo con Cuccarolo al posto di Brkic. Mentre dalla Curva Nord piovono coridandoli a forma di banconote da 100 Euro (uniti ai volantini “Falsi come le vostre promesse”, con i volti di alcuni dirigenti societari a farla da padrone), l'AcegasAps non lesina nell'iniziare il match correndo parecchio, seppure le percentuali al tiro siano deficitarie. La Centrale del Latte si affida principalmente a Jenkins per bruciare la retìna, ma anche i lombardi sciupano parecchio in fase offensiva, chiudendo sopra di quattro lunghezze il primo quarto.

Brescia abbozza un timido tentativo di fuga con la tripla di Brkic (11-16), Trieste rimane concentrata e risponde col break di 8-0 totalmente firmato da Mescheriakov e Mastrangelo: i padroni di casa tornano così a comandare a 15' (19-16). Molti minuti di estremo equilibrio si susseguono immediatamente dopo, con micro vantaggi da ambo le parti: la “zona” ordinata da Martelossi manda in semi-tilt l'attacco biancorosso, che segna solo un tiro libero con Fall, permettendo agli ospiti di allungare sino alla sirena di metà gara (26-32).

L'AcegasAps non demorde alla ripresa delle ostilità: si sveglia Filloy, sin lì impalpabile, e i giuliani continuano a tener testa a Brescia. La tripla di Coronica fa esplodere il PalaTrieste e il 2/2 di Gandini dalla linea della carità cancella totalmente il -8 dei primi minuti di frazione (36-36); la Centrale del Latte prova poi a pigiare sull'acceleratore, con le buone azioni di Giddens e Jenkins, spingendosi a +8 abbastanza repentinamente. Tale vantaggio rimane intatto sino al 30', sebbene i padroni di casa le provino tutte al tiro per rimanere attaccati alle calcagna lombarde: Brescia chiude il terzo quarto sul 41-50 e fa le prove generali di fuga nei primi minuti di ultima frazione, con l'AcegasAps che cerca di rintuzzare il gap con Cantarello prima (come non sentire minimamente il peso degli anni...) e con Mescheriakov. Ma il quinto fallo del bielorusso, che manda su tutte le furie il pubblico di casa, sembra tappare le ali ai triestini, in ritardo di nove a tre minuti dalla fine. Succede però i'inopinabile, con Brescia che butta alle ortiche tutto il vantaggio faticosamente accumulato: due bombe di Carra e quattro liberi segnati da Coronica e Filloy riequilibrano le sorti a un minuto dalla fine. E' ancora il gaucho a tenere in scia l'AcegasAps, che trova l'overtime sul 64-64 con un ultimo canestro a fil di sirena non convalidato a Barlos.

Nei cinque minuti supplementari Trieste trasuda tutta la fatica accumulata nella rincorsa sin lì messa a segno: la Centrale del Latte inanella nove punti con Juan Fernandez che, con calma olimpica dalla linea della carità, interrompe il sogno giuliano. Ma, se questa è l'AcegasAps senza americani, saranno in molti a dover sudare parecchio per piegarla.

AcegasAps Trieste-Centrale del Latte Brescia 71-80 d.t.s. (9-13, 26-32, 41-50, 64-64)

AcegasAps Trieste: Coronica 7, Tonut n.e., Ondo Mengue 3, Mastrangelo 5, Ruzzier 2, Filloy 13, Cantarello 2, Carra 16, Mescheriakov 11, Gandini 9, Urbani n.e., Fall 3. All. Dalmasson

Centrale del Latte Brescia: Fernandez 15, Stojkov n.e., Lombardi 7, Loschi, Jenkins 25, Dalovic n.e., Cuccarolo, Giddens 16, Scanzi 2, Vinati n.e., Barlos 5, Brkic 10. All.Martelossi

Le pagelle dell'AcegasAps Trieste

Coronica :6: e mezzo

Ondo Mengue :6:

Mastrangelo :6:

Ruzzier :5: e mezzo

Filloy :6: e mezzo

Cantarello :6: e mezzo

Carra :7:

Mescheriakov :6: e mezzo

Gandini :7:

Fall :6:

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...