Jump to content

La rassegna stampa sandrina di sabato 15 ottobre 2016


Recommended Posts

LA RASSEGNA STAMPA SANDRINA DI SABATO 15 OTTOBRE 2016

Da Il Piccolo di Trieste

Principe nel fortino Chiarbola, la serie “sì” chiede un seguito
Pallamano: alle 18.30 sbarca il Cassano Magnago. I triestini guidano la classifica
ma devono rinunciare a Di Nardo. Hrvatin: «Studierò soluzioni alternative»

di Lorenzo Gatto

Principe all'esame Cassano Magnago con l'incognita Di Nardo. Il pivot biancorosso, che ha saltato la settimana di allenamenti complice un problema alla spalla, non recupera in vista della sfida che questa sera alle 18.30 (ingresso gratuito, arbitra la coppia Di Domenico-Fornasier), vedrà Trieste riaffacciarsi sul parquet di Chiarbola. «Un problema per la difesa - sottolinea con un pizzico di preoccupazione il tecnico Vlado Hrvatin - Della nostra 6-0 Max è certamente un elemento importante, non poterlo schierare ci costringerà a trovare delle soluzioni alternative. Vedremo anche in base alle caratteristiche dei nostri avversari».

Senza Di Nardo, ma con la voglia di dare continuità all'ottimo inizio di stagione, la Principe ha lavorato duramente per prepararsi in maniera adeguata a una sfida che si preannuncia non facile. A parlare per il Cassano Magnago, più della classifica, c'è la prestazione offerta nella gara casalinga contro il Bolzano. Un tempo, il primo, dominato e chiuso avanti 15-11 prima della reazione altoatesina che ha consentito alla formazione di Fusina di portare a casa la vittoria. Squadra giovane quella lombarda, che dopo aver perso elementi di esperienza del calibro di Venturi e Giannoccaro punta molto sulla ecletticità di Rovkic e sulle qualità offensive della coppia di terzini Moretti-Brakocevic. La Principe, Di Nardo a parte, registra un problema alla gamba per Cosic che non è al meglio della condizione ma sarà regolarmente della partita.

Quarta giornata che ruota attorno al big-match che a Bolzano metterà di fronte i padroni di casa del Loacker al Pressano. Sfida tra prime con la Principe alla finestra. Il pronostico, visto anche il fattore campo, va di diritto ai padroni di casa anche se le recenti difficoltà contro Bressanone e Cassano Magnago e il buon momento di forma dei trentini lascia aperta la porta a possibili sorprese. Prima dell'inizio della partita verrà osservato un minuto di silenzio in memoria di Eugenio Rossetti, il giovane atleta del Basket Trieste drammaticamente scomparso nei giorni scorsi. Programma della quarta giornata: Principe Trieste- Cassano Magnago (ore 18.30, arbitri Di Domenico e Fornasier), Alperia Merano-Forst Bressanone (ore 19, arbitri Nguyen e Lembo), Pallamano Malo-Pallamano Musile (ore 19, arbitri Zancanella e Testa), Eppan-Metallsider Mezzocorona (ore 19, arbitri Limido e Donnini), Loacker Volksbank Bolzano-Pressano (ore 19, arbitri Regalia e Greco). Classifica: Pressano, Principe Trieste e Loacker Volksbank Bolzano 9, Metallsider Mezzocorona 6, Alperia Merano, Cassano Magnago, Forst Bressanone, Eppan 3, Malo, Musile 0.

--

Pallanuoto, adesso si fa sul serio
Trieste in emergenza riceve Roma
Alle 15 alla “Bianchi” comincia il campionato di A1. Gli alabardati devono fare a meno di Mezzarobba, a rischio anche Spadoni.
Piccardo: «Lo scorso anno battemmo due volte i laziali ma si sono rafforzati»

di Riccardo Tosques

La lunga attesa è finalmente alle spalle. Oggi alle 15, nella casalinga cornice della "Bruno Bianchi", la Pallanuoto Trieste battezzerà la sua prima gara valevole per il campionato di serie A1 A sfidare gli alabardati sarà la Roma Vis Nova, squadra rinforzatasi rispetto alla scorsa stagione, considerata tra le possibili sorprese del torneo. La formazione allenata da Stefano Piccardo si presenta al primo appuntamento di campionato in condizioni di forma non proprio smaglianti. Quasi sicuramente non sarà del match il giovane talento Michele Mezzarobba, a rischio anche Elia Spadoni.

Piccardo ammette lo stato di emergenza: «Fisicamente avremmo potuto stare meglio, abbiamo qualche acciaccato. Peccato, ma comunque sono fiducioso. Abbiamo lavorato tantissimo per prepararci al meglio per riabbracciare i nostri tifosi». La Pallanuoto Trieste si presenterà con i quattro nuovi giocatori acquistati durante l'estate. Occhi puntati dunque sul portiere Paolo Oliva, sul jolly Alessandro Di Somma, nonché sugli stranieri Nikola Vukcevic e Dimitrije Obradovic. «Finora i nuovi innesti hanno fatto bene. Mi aspetto buone cose da loro e da tutti gli altri. Sicuramente oggi dovremo essere bravi in difesa a uomini pari. Importante poi ribaltare il fronte velocemente per poter gestire con più tempo la fase di attacco», sentenzia Piccardo.

Nel passato campionato Trieste strappò sei punti su sei ai capitolini. Oggi la squadra allenata da Cristiano Ciocchetti si presenta in una veste completamente nuova. Son sette i giocatori arrivati in estate per rinforzare una formazione che nello scorso campionato ha mantenuto la A1 dopo i play-out. Tra i punti di forza dei laziali l'espertissimo Simone Pappacena, l'ex di turno. Davanti i punti di riferimento sono i croati Zdravko Delas (ex Sportul Bucarest) e Josip Jerkovic, l'anno scorso al Nizza, nonché il georgiano Andria Bitadze. «Non pensiamo alla Vis Nova di qualche mese fa, perché la squadra che andremo ad affrontare ora è molto più organizzata in difesa e hanno giocatori molto validi in attacco: Roma gioca una bella pallanuoto», aggiunge Piccardo. La gara tra Pallanuoto Trieste e Roma Vis Nova sarà diretta da Massimo Calabrò di Macerata e Marco Ercoli di Fermo. Da evidenziare infine che oggi alla Bianchi una delegazione della Triestina Calcio, prima in classifica in serie D, sarà ospite della Pallanuoto Trieste. A seguire il match da bordo vasca anche il mister Antonio Andreucci. 

--
Nell’Unione mille formule, piccoli dubbi per Andreucci
In vista del confronto con il Calvi Noale il tecnico deciderà se confermare
l’assetto vincente di Este o rimescolare le carte in attacco con Dos Santos

di Antonello Rodio

Una squadra che scoppia di salute, viaggia in testa alla classifica ed è reduce da tre successi consecutivi, può venir modificata? La logica direbbe di no, ma più che a statistiche o a scaramanzie, la cosa migliore è affidarsi a mister Andreucci, che vede i giocatori ogni giorno e finora ha azzeccato in pratica quasi tutto. E se nella rosa alabardata, quando chiamati in causa, tutti si sono fatti trovare pronti, è anche merito del tecnico che in settimana tiene tutti sulla corda e difficilmente lascia trapelare le sue scelte. Tutto questo per dire che in vista della gara di domani al Rocco contro il Calvi Noale (inizio ore 15, arbitra Bonassoli di Bergamo), la Triestina difficilmente si scosterà da quella delle ultime due partite, ma che allo stesso tempo non sarebbe una sorpresa se Andreucci facesse spazio a una o due novità.

Del resto, pur all'interno del suo 4-3-1-2, il tecnico ha dimostrato proprio a Este di rivedere qualcosina anche in base ai rivali, con lo scambio di posizioni Bradaschia-Serafini che ha portato alla doppietta dell'ex Venezia. In ogni caso, i piccoli dubbi riguardano solo un paio di caselle. Una proprio in attacco ed è il solito ballottaggio Bradaschia-Dos Santos. Contro il Calvi Noale potremmo rivedere Bradaschia trequartista dietro a França e Serafini, oppure quest'ultimo nuovamente alle spalle di França e Bradaschia, o sempre Serafini di supporto a França e Dos Santos. La Triestina ha dimostrato di girare con qualsiasi formula e l'importante è che stanno tutti bene. Per il resto difficili altre variazioni, anche se c'è qualche possibilità per Crosato al posto di Bajic, e qualche chance ancora minore per Carraro al posto di Turea.

LUTTO. La Triestina, che l'altro giorno dopo la tragica notizia si era unita al dolore per la morte del giovane cestista Eugenio Rossetti, ha ottenuto dalla Lega Dilettanti di poter osservare un minuto di raccoglimento. Gli alabardati giocheranno con il lutto al braccio.

RACCOLTA FONDI. Proprio la tragica scomparsa di Eugenio ha messo in moto una lodevole iniziativa Centro di Coordinamento e Curva Furlan, che hanno lanciato una raccolta fondi allo stadio domani, alla partita, per contribuire all'acquisto di uno o più defibrillatori da donare alle squadre cestistiche della città. Centro di coordinamento e Curva Furlan invitano tutti a partecipare.

PALLANUOTO. Oggi alle 15, per l'esordio della Pallanuoto Trieste, una delegazione della Triestina guidata da Andreucci con i portieri Consol e Voltoini, sarà a bordo vasca. 

--

«Giovanili domani al PalaRubini per Eugenio»
Basket: la Pallacanestro Trieste invita le società ad assistere ad Alma-Chieti. Oggi si chiude la campagna abbonamenti

dI Lorenzo Gatto 

Un abbraccio simbolico per stringersi con grande affetto e senso di vicinanza alla famiglia Rossetti. Alma-Proger Chieti, match della terza giornata in programma domani alle 18 sul parquet del palaRubini, si giocherà nel nome del giovane Eugenio Rossetti, il ragazzo del Basket Trieste scomparso nei giorni scorsi a Brescia. Con una lettera inviata a tutte le società sportive del basket triestino, infatti, la Pallacanestro Trieste ha invitato tutte le squadre giovanili della città a essere presenti. La scelta deriva dalla volontà di onorare la memoria del ragazzo coinvolgendo tutti i giovani appassionati di questo sport. A partire dalle 17 di domenica tutti i giovani tesserati, assieme a due accompagnatori, avranno accesso gratuito agli spalti del PalaTrieste. La Pallacanestro Trieste ha chiesto ai dirigenti di far partecipare i propri atleti con le divise sociali. Prima dell'inizio della gara e subito dopo l'esecuzione dell'inno nazionale verrà osservato un minuto di raccoglimento: accanto alla prima squadra saranno presenti sul parquet anche i compagni di squadra di Eugenio che militano nel campionato Under 20.

Come ha sottolineato il capitano dell'Alma, Andrea Coronica, non sarà facile per la squadra calarsi nella partita dopo un momento così toccante. Servirà grande forza d'animo per mettere da parte le emozioni e andare a caccia di un successo che mai come domenica avrebbe un significato particolare. Detto di una mobilitazione che, si spera, sarà massiccia, la squadra ha continuato la preparazione in vista di una sfida che si prospetta senza dubbio complicata. Per il valore di un'avversaria reduce dall'importante successo strappato a Ferrara e che, in queste prime due giornate di campionato, può vantare la valutazione più alta di tutto il girone Est e, al contrario, per il momento certamente non felicissimo attraversatato dall'Alma. Che, così come nella sfida di domenica scorsa a Roseto, non potrà contare sul prezioso contributo di un Andrea Pecile ancora alle prese con il lieve stiramento rimediato nella gara d'esordio contro la De Longhi Treviso. Le sicurezze, in questo momento, stanno tutte sul perimetro con la speranza che il ritorno di Parks nel suo ruolo originale possa consentire a Jordan di essere più incisivo sul match sin dalla palla a due iniziale. Possibile, in un ottica legata a un maggior utilizzo della panchina, la partenza di un giovane nel quintetto di partenza assieme a Bossi, Green, Parks e Simioni. Un ultima accenno alla campagna abbonamenti che, dopo aver largamente superato quota 2000, si chiuderà oggi. Chi volesse può recarsi al Ticket Point di Corso Italia con i consueti orari mattutini e pomeridiani. 

--

È un avvio balbettante?
No, nel 2015 andò peggio

di Raffaele Baldini

Ma se avessimo memoria lunga… C'è un assunto nello sport: la memoria dell'appassionato è drammaticamente corta. L'estate annega nello splendido mare triestino tutto il pregresso, il film della stagione cestistica è un confuso cumulo di istantanee. Alle volte però tracciare con dati inconfutabili il percorso fatto l'anno prima aiuta a giudicare con più equilibrio il presente. Quali sono questi dati inconfutabili? Le statistiche. Anche la stagione 2015/16 vedeva la Pallacanestro Trieste 2004 (non era ancora Alma ndr.) al palo dopo due giornate, con una sconfitta shock casalinga contro Verona per 39-68 ed una altrettanto netta a Mantova per 90-83, mitigata solo da un rientro nel finale figlio della leggera presunzione dei locali. Quindi un bilancio di 122 canestri segnati e 158 subiti, per un -36…polare.

Quest'anno Trieste ha affrontato Treviso e Roseto, segnando 141 punti e subendo 157, per un -16 molto meno raggelante. Non si faccia una questione di valori delle avversarie, perché la Tezenis Verona della scorsa stagione finì per essere una "forte sulla carta", e Mantova nulla di trascendentale; per contro la versione aggiornata di Treviso è apparsa strutturata e cresciuta, mentre Roseto ha imbroccato straniero (pardon, fenomeno!) e serata magica al tiro. Anche nelle prestazioni balistiche non c'è motivo di deprimersi: nelle due prime uscite dello scorso campionato, la squadra di coach Dalmasson tirò con il 45% da due punti (35/78) contro il 50% di questa stagione (42/84). Non si fece meglio da tre punti ("meglio" è una parola forte), con quasi il 26% da oltre l'arco dei 6,75, rispetto all'attuale 29% (12/42). Entrando ancor più perversamente nei meandri degli scout, si nota una sorta di pareggio nel parallelismo fra viaggi in lunetta: 25/33 per quasi il 76% negli archivi 2015/16, 21/28 per il 75% quest'anno.

Abbiamo gridato ai quattro venti l'impalpabile presenza in area pitturata e nelle voce rimbalzi, ma la realtà dei numeri parla di 56 carambole prese nelle prime due di vecchia memoria contro le 59 dopo Treviso e Roseto. Addirittura l'ultima posizione statistica negli assist dell'attuale A2 Est (20), regala un timido sorriso rispetto ai 18 registrati l'anno passato. Insomma, se ci fosse bisogno di un'arringa difensiva per l'Alma versione 2016/17, la tesi verterebbe quasi esclusivamente sui numeri. Ovviamente questa è una perversa vivisezione di due realtà completamente diverse, per situazioni non paragonabili e quindi dal peso specifico relativo. Serve solo a far capire che se l'anno scorso non ci si è depressi con quell'ecatombe di cifre (e la stagione l'ha poi dimostrato), quest'anno si può affrontare il futuro con serenità maggiore. Per i funerali c'è tempo…  

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×