Jump to content

La rassegna stampa sandrina di sabato 4 agosto 2018


Recommended Posts

LA RASSEGNA STAMPA SANDRINA DI SABATO 4 AGOSTO 2018

Da Il Piccolo di Trieste

Trieste, via agli abbonamenti
Caccia a un terzino sinistro
Scattata la campagna che mira a garantire serenità economica alla società
Dopo il colpo Miskovic, manca un tassello per completare la squadra

di Lorenzo Gatto

Compiere assieme l'ultimo passo per affrontare il ritorno nel girone unico di serie A. La Pallamano Trieste chiama a raccolta il suo pubblico e lancia al Ticket Point di Corso Italia 6/c la campagna abbonamenti 2018-2019, partita ieri.Novità assoluta per una società abituata a garantire ai tifosi l'ingresso gratuito al Palasport di Chiarbola.

Quest'anno, complice il momento di difficoltà attraversato dalla società e il lungo travaglio che ha portato alla regolare iscrizione al massimo campionato, si è deciso di restituire dignità allo spettacolo offerto dalla squadra chiedendo un piccolo sforzo ai supporters biancorossi.L'abbonamento, dunque, non servirà solo come mezzo per entrare a Chiarbola e assistere alla sfida che l'Alabarda Onoranze Funebri lancerà al campionato ma anche come una vera e propria campagna di sostegno per quelli che sono i costi di una stagione che, tutto compreso, peserà per 180 mila euro sulle casse biancorosse.Negli anni passati, ultima volta la vigilia della coppa Italia 2017/2018, si era partiti da una sorta di sottoscrizione con versamenti sul conto della società, questa volta si potrà dare una mano acquistando l'abbonamento per la prossima stagione.Un piccolo gesto visti i prezzi assolutamente popolari dell'iniziativa ma che per la società potrebbe significare la possibilità di vivere con maggiore tranquillità l'intero torneo.

MERCATO E a proposito di budget, l'ultimo tassello indispensabile per chiudere la rosa biancorossa stenta ancora ad arrivare. Dopo aver sistemato la casellina del terzino destro con la firma del giovane mancino Ivo Miskovic, la Pallamano Trieste sta lavorando per assicurarsi i servigi di un terzino sinistro. Le offerte per quanto riguarda questo ruolo non mancano, un paio di nomi sono sul taccuino del direttore sportivo Giorgio Oveglia il quale, però, fatica a far quadrare i conti. «Un paio di giocatori sarebbero disponibili e ci farebbero fare davvero un bel salto di qualità - commenta Oveglia - Purtroppo, in questo momento, non possiamo permetterci le cifre che i procuratori ci stanno chiedendo. Aspettiamo nella speranza di veder scendere leggermente i prezzi di questi elementi ma nella consapevolezza che qualche giorno di attesa potrebbe compromettere il buon esito della trattativa».

PREPARAZIONE Continua la preparazione dell'Alabarda sul parquet del Palasport di Chiarbola. Oggi l'ultimo giorno della prima settimana, da lunedì si ricomincia con all'orizzonte la prima amichevole della Pallamano Trieste che si disputerà mercoledì prossimo nella Slovenia. 

--

Festa dell'orgoglio alabardato nel "nuovo" Rocco
Da giovedì 30 agosto la tre giorni negli spazi della tribuna Pasinati, con la presentazione della squadra

di Antonello Rodio

Il centenario della Triestina è ormai alle porte e si cominciano a scaldare i motori per l'ottavo evento previsto nelle celebrazioni programmate in avvicinamento al famoso 18 dicembre. Si tratta di un appuntamento divenuto ormai un classico dell'estate triestina e dell'immediato precampionato dell'Unione, ovvero la Festa dell'orgoglio alabardato. Una kermesse che quest'anno assume un sapore ancora più particolare: non solo perché appunto si svolge nell'anno del centenario, ma perché farà quasi da evento inaugurale al nuovo stadio Rocco.

Come noto, la festa si tiene infatti negli spazi della tribuna Pasinati e per i giorni dell'evento, che si svolgerà giovedì 30 agosto, venerdì 31 agosto e sabato 1 settembre, gran parte del maquillage dello stadio dovrà essere completato o quasi, con tanto di seggiolini (suggestiva l'immagine della situazione della curva Furlan di ieri, con le sedie bianche a disegnarne il nome nella marea rossa) e di manto verde posato. Insomma non sarà tutto ancora perfetto, ma visto che probabilmente dalla settimana seguente si giocherà proprio in casa, giocoforza si dovrebbe già capire quale sarà il nuovo impatto visivo del Rocco.

Tre dunque le serate di festa dedicate al popolo alabardato e come sempre ci saranno varie iniziative. Ci sarà come di consueto tanta musica, ci saranno gli apprezzatissimi e sempre affollati chioschi enogastronomici, si tiferà nel nome dell'Unione scaldando ugole e sventolando bandiere. E ovviamente ci saranno le presentazioni ufficiali delle squadre alabardate. Quella più attesa, la passerella della prima squadra guidata da Pavanel, si svolgerà probabilmente al giovedì, al massimo il venerdì (dipenderà dal calendario che verrà stilato appena il 22 agosto), mentre negli altri spazi sarà di volta in volta il turno degli Juniores nazionali, di tutte le giovanili e del team femminile.Sabato primo settembre sarà una giornata davvero speciale perché viene indetto il Grezar Day, per ricreare sugli spalti e in campo la magica e indimenticabile atmosfera degli anni Settanta e di quello storico derby tra Triestina e Ponziana che si giocò in quello stadio. Il desiderio è quello di coinvolgere il maggior numero di vecchie glorie delle due formazioni, operazione non facilissima, al limite si ricorrerà a qualche apporto esterno o della tifoseria. L'idea è anche di far partire la banda da San Giacomo fino allo stadio, come avvenne il giorno di quel derby seguito da oltre 20mila spettatori. Questi dettagli comunque sono ancora da perfezionare. Naturalmente, oltre ai chioschi enogastronomici, ci saranno spazi dove sottoscrivere l'abbonamento alla Triestina e acquistare gadget.Insomma un altro passo importante verso il 18 dicembre, giorno in cui la Triestina compirà 100 anni: quel giorno sarà disponibile anche il libro "Cento Primavere", il racconto di un secolo di Triestina, un progetto ambizioso nato dalla parte più calda del tifo che ripercorrerà con occhio particolare l'avventura dell'Unione.

--

Nuovo test nel pomeriggio
a Santa Croce con il Vesna

La Triestina torna in campo. Dopo una settimana di allenamenti sull'erba dello stadio Cosulich di Monfalcone, dove gli alabardati sembrano trovarsi molto bene, oggi per la squadra di Pavanel è l'ora di un'altra amichevole. A Santa Croce, con inizio alle ore 18.30 (biglietto d'ingresso a 5 euro), la Triestina affronterà infatti i padroni di casa del Vesna, formazione militante in Prima Categoria che ha iniziato solo da qualche giorno la preparazione in fretta e furia proprio in vista di questo impegno. Dopo l'Aviano, la Lazio e l'impegno ufficiale con il Pisa in Coppa Italia, l'Unione torna dunque a un test più blando, ma non meno prezioso per la ricerca di quei meccanismi che giocoforza ad agosto sono ancora da oliare.

La maratona di Pisa, con tanto di supplementari e rigori, e dove il risultato contava davvero, è stata archiviata e messa alle spalle, adesso i test serviranno a lavorare soprattutto in vista campionato. E poi quella odierna per gli alabardati sarà la prima amichevole in terra triestina, quindi davanti ai propri tifosi, che comunque erano saliti numerosi ad Auronzo per la sfida contro la Lazio. Mercoledì prossimo seguirà un altro test più impegnativo in casa dell'Ankaran (inizio ore 18.30), poi ci sono delle ulteriori amichevoli che sono ancora in via di definizione, forse il Kras sabato prossimo, quindi Pro Gorizia, Primorje e Monfalcone nelle settimane successive.

Intanto gli abbonamenti hanno superato un'altra soglia, quella di quota 1300: infatti ieri sera le tessere sottoscritte erano per la precisione 1313. Oggi, come ogni sabato mattina, per acquistare l'abbonamento sarà aperto (dalle ore 9 alle 12) solamente il Centro di coordinamento di via Macelli.A.R. 

--

Ammesse Juventus B
Cavese e Imolese

Il lungo e tortuoso percorso per la definizione delle partecipanti al prossimo campionato di serie C ieri ha fatto un altro passo. La Figc infatti ha reso noto ufficialmente che Juventus B (anzi, il nome ufficiale sarà Juventus U23), Cavese e Imolese sono state ripescate per il prossimo torneo, mentre non ha accettato l'ammissione delle altre due compagini che avevano fatto domanda, Como e Prato.

Tutto definito quindi? Nemmeno per idea, perché le due estromesse hanno già annunciato ricorso al Collegio di garanzia del Coni. Al Como si rinfaccia la mancata presentazione delle fideiussioni necessarie ma va ricordato che, al loro posto, i lombardi hanno allegato addirittura bonifici dello stesso importo: una garanzia paradossalmente più sicura ma non contemplata, per ora, dagli organi Figc. Tutto da vedere come finirà. Quanto al Prato, è stata riscontrata una mancanza nei criteri infrastrutturali, dovuta a un problema nella concessione dello stadio ma anche qui si è decisi al ricorso. Al momento, con Catania, Novara e probabilmente Siena destinate al ripescaggio in B, l'aggiunta di Juve B, Cavese e Imolese porta il totale di squadre regolarmente iscritte a 56

--

Le bandiere resistono
Coronica confermato
capitano dell'Alma anche in serie A
La soddisfazione di Andrea, una carriera in biancorosso
«La degna conclusione di un percorso iniziato tanti anni fa»

di Lorenzo Gatto

Una "corazza" preziosa per prendere di petto il prossimo difficile campionato di serie A. Si completa nella massima serie il percorso di Andrea Coronica, bandiera di una società che ha bruciato, passo dopo passo, le tappe di un percorso che l'ha portata nella massima serie. Nel segno della continuità, quindi, anche nella prossima stagione "Corazza" Coronica sarà il capitano dell'Alma. Un ruolo che, nonostante l'età lo abbia sempre visto tra gli elementi più giovani della rosa, Andrea ha sempre saputo ricoprire con grande senso di responsabilità.«Chiudiamo il cerchio nella maniera migliore, completando la nostra squadra con l'importante conferma di Coronica - le parole dell'ad Gianluca Mauro - un ragazzo che si è sempre sacrificato per la causa e lo ha fatto con il sorriso e la serietà di chi sa di rappresentare, per questa città, un vero e proprio simbolo. Siamo orgogliosi di avere un capitano come lui, per affrontare la nostra nuova sfida».

Entusiasta, naturalmente, lo stesso Coronica. «Non posso che essere contento. Si tratta di un grande riconoscimento per il lavoro che ho svolto in tutti questi anni con la Pallacanestro Trieste e la degna conclusione di un percorso cominciato tanto anni fa», le prime dichiarazioni. La carriera di Andrea si è svolta interamente con la società biancorossa, fin dalle giovanili. Coronica ha poi affidato ai social il racconto delle sue emozioni. «La vita sa sempre come sorprenderti, quando stai per appendere le scarpe al chiodo arriva quella proposta che non ti aspetti che ti fa subito cambiare idea. Una storia che parte da lontano, una storia fatta di sudore, sorrisi e tanta fortuna..Fortuna di crescere in una città che vive di basket. Fortuna di aver trovato le persone che hanno creduto in me anche nei momenti difficili. Fortuna di aver sempre condiviso il mio grande amore per la maglia con degli Uomini con la U maiuscola. Fortuna di giocare davanti a 7000 persone. Fortuna di aver potuto alzare quella coppa. Fortuna di poter ancora essere il capitano della mia città ora che è tornata nella serie che gli compete. Ci tengo a ringraziare Gianluca, Mario, Eugenio e tutto il resto della società per aver creduto ancora in me anche con le scarpette allacciate ai piedi e non riposte in armadio. Ringrazio i miei compagni di squadra per aver forzato la mia riconferma. E ringrazio tutti voi. Questo è un altro sogno che si avvera».

Un'investitura accolta con soddisfazione da tutto l'ambiente che vede in Coronica l'uomo giusto per mantenere stretto il legame tra squadra e tifoseria. Il lavoro che il capitano ha sempre saputo svolgere da quando, con il pensionamento di Carra, ha ereditato la fascia. Accogliere i nuovi giocatori, introdurli nel gruppo facendoi vivere sino in fondo e sin dai primi giorni la città è sempre stato un "lavoro" che ha svolto col massimo impegno e profitto. Non è un caso che non solo gli italiani ma anche gli Usa succedutisi in biancorosso abbiano saputo instaurare con la città un rapporto speciale. Nella prossima stagione il ruolo di Coronica nello spogliatoio sarà ancora più importante. La A ha stravolto gli equilibri del gruppo portando sei nuovi stranieri. Riuscire a creare il giusto equilibrio tra l'anima italiana e quella Usa sarà uno dei segreti per ottenere i risultati sperati. 

--

Abbonamenti a quota 1762
dopo la seconda settimana

Sono stati superati i 1762 abbonamenti al termine della seconda settimana della campagna dell'Alma Pallacanestro Trieste. La società biancorossa comunica che durante la settimana del 13 - 17 agosto l'Allianz Dome sarà chiuso al pubblico. Gli abbonamenti, durante questo periodo, potranno essere acquistati esclusivamente on-line tramite il circuito VivaTicket. «Si consiglia dunque a chi volesse usufruire delle scontistiche previste per studenti universitari, under 14, under 18, i disabili con invalidità superiore al 75% e società sportive affiliate ad Alma Pall.Trieste di recarsi in palazzetto per sottoscrivere l'abbonamento dal 20 agosto fino alla chiusura della campagna abbonamenti fissata per il 30 di settembre». 

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×