Jump to content

GMarco

Utente Benemerito
  • Content Count

    2,914
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    53

GMarco last won the day on April 16

GMarco had the most liked content!

Community Reputation

508 Sublime

About GMarco

  • Rank
    Utente millenario

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Provenienza
    Italia - Trieste

Previous Fields

  • Città:
    ... oltre ... in Europa

Recent Profile Visitors

1,920 profile views
  1. Penso che una volta visto il quintetto avrò capito tutto. Se partiamo con Cavaliero e Alviti più altri 3 vuole dire che Dalmasson vuole prima di tutto che si tirino fuori i coglioni. Se in quintetto Doyle e Hanry allora togliete le parole in neretto. Perché ora è tempo di dimostrare il rispetto per i tifosi anche se si perdere. Per me l'unica cosa che voglio vedere e gente che si impegna e non che si ...cerca.
  2. Comunque nel gruppo di quelli che sino sempre sbattuti io Upson ce lo metterei. Potremo discutere (forse c"è poco da discutere) su fisico e tecnica. Ma è molto migliorato, l'ho sempre visto concentrato ed impegnato da quando ha un ruolo preciso nel dopo-Udanoh. Il suo ruolo è tra i più dipendenti dagli altri: se i piccoli non passano sotto, se non aprono sotto tirando da tre, se non chiudono i P&R. Ma lui non ha mai smesso di fase i blocchi, di concentrarsi in difesa, spesso anche nei missmatch quando si è trovato sui piccoli. A me è piaciuto sempre come detto da quando non è stato più in
  3. Onestamente queste partite mi hanno rovinato la stagione. Se fossimo una squadra scarsa, oggettivamente priva di talento allora ...tipo Cantù o sulla carta Cremona e in parte Varese allora ok: grandi ci siamo salvati. Ma io ho visto una squadra che aveva talento per battere di squadra una Milano. E allora no, mi dispiace, a prescindere da quanto si sia speso, forse non così poco, per me quando vedo gente scazzata come i due piccoli black, o disorientata, uomini che si perdono rispetto al proprio potenziale, quando vedo confusione nei cambi come oggi, allora sono deluso: perché se si può fare b
  4. Io vedo solo il de profundis dell'epoca Dalmasson a Trieste. Il coach non c'è più. Viva Dalmasson, grande, uno dei più grandi della nostra storia. Grazie.
  5. Il codice penale (volgare doppio senso) del sistema sportivo non prevede quella pena. Ergo: hanno sbagliato forse ci sarà al massimo una multa... Italietta
  6. Questi ultimi due post che condivido, insieme a quanto ho scritto nell'altra discussione in merito al futuro di Dalmasson, meritano un commento. Parto dal primo. Concordo (come spesso mi capita) con @Flaming : prima di tutto la società dovrebbe dare un segnale ai giocatori e coach team per ottenere questi PO. Per visibilità (ora e per il futuro), per responsabilità verso i tifosi, per mille motivi. Se non fosse per la questione forse prioritaria della sostenibilità economica (giusto non essere omo con gli sfinteri altrui). Ma guardiamo ai fatti: dopo Mauro NESSUNO ha cercato nuovi soci.
  7. Da Dalmassoniano di ferro faccio davvero difficoltà ad immaginare. Anche direttore tecnico potrebbe essere complesso vista la personalità non da compromesso ma da decisionismo...poi dipende da come sia la work description. Da vedere, inoltrebse fosse, chi sia il nuovo head coach. Davvero tante le variabili rispetto ad un suo possibile nuovo ruolo. Tanto carisma e tecnica certo ma tanti "spigoli" o solo forte personalità e monolitica coerenza (gran pregi comunque) Poi anche la domanda su chi decida cosa e chi sia il capo di chi in una società acefala nella sostanza (mi permetto): soci (cap
  8. Per me il centro forse, temo, è rappresentato da uno scollamento tra coach e squadra. Per me Menetti è il faro di Treviso e lo si vede come li guida e motiva. Purtroppo Dalmasson mi pare muto, non riconosciuto in questa fase, spento anche nei commenti ormai impotenti delle interviste. Per il resto gli infortuni li hanno tutti. C'è pure chi con 3 Key player fuori batte la capolista e si prende il primo posto. Con un allenatore presente anche se non in campo.
  9. Che sia di buon auspicio... Che lo sia per rispetto, come si dice, della maglia... Che lo sia perché chiave per i PO... Che lo sia perché chi ha le palle le metta e sia in campo, anche giocando solo in 6... Comunque sia: DA VIN-CE-RE
  10. Direi che esiste un sistema, ovvio Dalmasson-based. Chi quaglia cresce, chi non quaglia esce.
  11. Ieri si sono visti due aspetti emblematici del momento. Come già citato, il fatto che nessuno andasse a rimbalzo in attacco, per lo meno finché in campo non c'era Alviti; le spaziature, sempre in attacco, totalmente assenti, anarchia di ruoli/posizioni. Ho visto della gente sbattersi: soprattutto Da Ros, Upson e Alviti con un qualche risultato; Fernandez, Upson, Grazuliz senza utilità. Poi il resto, in vacanza. Ma ho visto soprattutto la no-entrata di Cavaliero. Non so se stesse male, ma, di fronte ad una squadra triestina in campo senza anima, perché non è stato inserito come in alt
  12. Treviso dimostra che se anche non hai il mitico go-to-guy, ma ogni tanto dei buoni giocatori, se la struttura è solida, la palla gira, allora puoi fare la tua sporca figura. Per dire come noi NON abbiamo fatto da settimane. Vorrei poi rimarcare la vittoria di Brindisi prima in classifica. Potremo fare dietrologia sugli stipendi etc etc. Potremo parlare di grande capacità nel selezionare gli USA... MA alla fine per me i fattori sono soprattutto Vitucci (peraltro oggi ben sostituito) e il parco dei giovani italiani. Persino Bostik, inguardabile a RE, ora è diventato trascinatore. Tanto per
×
×
  • Create New...