Jump to content
Le ultime news
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble

forest

Utente semplice
  • Content Count

    17,995
  • Donations

    $0.00 
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    86

forest last won the day on October 24 2019

forest had the most liked content!

Community Reputation

748 Sublime

4 Followers

About forest

Previous Fields

  • Città:
    trieste

Recent Profile Visitors

2,996 profile views
  1. Intanto il Liverpool in Premier non ne molla mezza: a casa del.West Ham 2-0 in poco più di un tempo....
  2. Io non credo che domenica giochi Cernuto con Lambrughi. Poi tutto può essere, per carita', ma Gautieri ha mostrato con Lodi di non aver problemi a buttare dentro subito i nuovi arrivati.
  3. Parto dalla fine: sì, finito salvo miracoli veri e propri. L'infortunio è serio, richiede una ricostruzione sotto i ferri e un lungo periodo prima della guarigione completa. Se parliamo di giocare a calcio, hai voglia.... Di Tartaglia so poco, e peraltro qualcosa si trova facilmente sul.web. Nello scorso.mercato di gennaio c'erano diverse squadre su di lui, compreso il Pisa, che ben conosciamo, ma il Novara non lo voleva mollare. Era titolare (27 presenze alla fine) in una squadra che faceva la B. Quest'anno il mercato ha portato altri giocatori, lui è finito in panchina e adesso su di lui c'era l'Avellino, che pareva averlo in mano prima che arrivasse la Triestina. Può fare anche il terzino destro all'occorrenza, ma il suo ruolo è centrale. Non ricordo di averlo mai visto.all'opera, sinceramente.
  4. È chiaro che ne arriverà anche un altro, e non è più scontato che sia Conson visto che la Carrarese fa muro. Fra due giorni, col quadro completo, sarà giusto dare giudizi, farlo ora non ha molto senso 😀
  5. Ringraziando Kaiser per i toni concilianti e non polemici, faccio un pò di chiarezza. Prima di tutto, il Liverpool non ha intenzione di mandare gli under 23 in Coppa di Lega, quello lo ha già fatto perdendo 5-0 con l'Aston Villa in sprezzo al fatto che gli avevano infilato il quarto di finale il giorno prima della finale mondiale, ovviamente invitando il Liverpool a dare precedenza al primo. Colpe relative quelle della federazione, a onor del vero: i Reds avevano un calendario talmente intasato da non avere un mercoledì libero fino a fine stagione, ammesso e non concesso un cammino fino in fondo alla Champions e considerando l'eventualita' del replay nei turni di FA Cup. Dunque non c'erano altre date. Unica eccezione, concordata con le societa' nell'aprile scorso, una settimana di pausa della attività, dal 2 all'11 febbraio, quella incriminata e nella quale Klopp aveva previsto vacanze "attive", ovvero con un programma specifico da seguire per tutti. Ora, cosa succede? Succede che nel quinto turno di FA Cup Liverpool e Tottenham pareggiano i rispettivi incontri. Il Liverpool affronta una squadra di categoria inferiore, lo fa con una formazione alternativa ma nella quale ci sono comunque Lovren, Matip, Fabinho e Origi dall'inizio, e poi Salah, Firmino e Oxlade-Chamberlain in corso d'opera. Ma come spesso succede in FA Cup gli underdog moltiplicano le energie, il.Liverpool ci aggiunge del suo pensando di averla chiusa sul 2-0 e la sostanza è che finisce 2-2. Il regolamento è chiaro: replay a campi invertiti. Solo che oggi il Liverpool recupera in Premier col West Ham, e fra due settimane ha l'Atletico in Champions. Ne consegue il 4 febbraio come unica data libera. Klopp insorge: la seettimana libera è sacra, è l'unica da qua a fine stagione e non si tocca. Dunque, under 23 come in Coppa di Lega. Stavolta, però, scoppia un casino. Dove, a onor del vero, pochi si schierano col Liverpool. I colleghi Mou e Guardiola sono solidali (Mou, per la verità, interessato, visto che dovra' giocare anche il Tottenham), ma la gran parte dell'opinione pubblica e dei media si scaglia contro la.decisione. Perché? Due motivi. Il primo è che si fa fatica a capire la mentalità inglese, per la quale i trofei di casa sono i più importanti. Nessun tifoso baratterebbe una Champions con la Premier, e per quanto questo possa suonare al limite comprensibile per il Liverpool, che il titolo inglese non lo vince da trent'anni e lo ha messo dichiaratamente in cima alla lista degli obiettivi annuali, alla domanda "prima Champions o terzo titolo di fila?" i tifosi del City hanno detto in larga maggioranza, a inizio stagione, di preferire la seconda ipotesi. Parlo ovviamente dei tifosi, credo che Guardiola e la societa' la pensino diversamente. Il secondo.motivo è che la FA Cup, 150 anni di tradizione, è da sempre l'anello che unisce top club e piccole società. Anche economicamente, perché i diritti si vendono bene e vengono distribuiti equamente. Ma da sempre l'epica di Davide che batte Golia è alla base della manifestazione. L'esatto opposto di quel che accade da noi, dove la formula garantisce che ai quarti possano arrivare solo le big di serie A, e le eccezioni nel caso finiscono appunto ai quarti visto che il più forte ha la partita secca in casa a garantirlo. Oggi l'ottimo Teotino, sulla Gazzetta, spiega esaurientemente come essendo.la.Coppa.Italia un'emanazione della lega di serie A (al punto che viene suonato l'inno della A prima delle partite) è ovvio che siano quelle le societa' che vogliono dividersi la torta, fermo restando che contrariamente alle tradizioni inglesi qua un Juve-San Luigi di Coppa difficilmente se lo filerebbe qualcuno, men che meno le tv. Il punto è che se le big iniziano a snobbare la FA Cup l'interesse va a farsi benedire. Dunque, che fare? Klopp propone di abolire i replay, sorteggio per chi gioca in casa e nel caso supplementari e rigori. Guardiola va oltre, dicendo che si può pure lasciare la FA Cup come da secolare e sacra tradizione, ma va sacrificata la.Coppa di Lega che ha un appeal certamente minore. Dal nostro punto di vista, diciamolo, Klopp ha ragione da vendere. E pure Guardiola. Ma immergiamoci, o almeno proviamoci, nel loro mondo: gente per la quale la FA Cup è una roba sacra che vale più di mille titoli europei, e pensare di toccarla è un abominio. E le squadre inglesi hanno vinto un sacco di titoli a livello europeo anche convivendo con le millemila partite stagionali, e con rose ben più ridotte di quelle odierne. Anche questi sono argomenti. Più di tutto, nessuno vuole spezzare la magia di un calcio che è tale anche per le sue tradizioni, per la big che va a casa della.squadra di terza serie e ci deve pure andare agguerrita se vuol portare a casa la pelle, milioni di inglesi che la guardano in tv e soldi e onore per tutti, grandi e piccoli. Qualcosa si dovra' fare, ma non è affatto così semplice.
  6. Se è quello che penso io, gioca all'estero ma non è italiano. Comunque cambia poco, mi sa che ci attendono tre giorni scoppiettanti. Giudicheremo alla fine...
  7. Ovvio che Codromaz va solo se qualcuno viene a fare il titolare...
  8. Prima dell'assist a Granoche concordavo con Contea, ieri mio vicino di curva nella ripresa, che l'approccio di Mensah era stato irritante, perennemente fuori posizione per pigrizia nella fase difensiva in un momento in cui stavamo soffrendo. Poi bravo sul terzo gol, niente da dire, ma al 7 non posso arrivarci. Sul resto sono sostanzialmente sulla linea di Scrooge, alzando peró Procaccio di (almeno) mezzo voto.
  9. Qualcosa si fara', gli ultimi giorni sono sempre quelli caldi. Certamente un terzino, forse un centrale, magari qualcos'altro. Davanti, dipende da Costantino (che, a scanso di equivoci, è infortunato davvero e non diplomaticamente). Le offerte non gli mancano, lui è legato da un contratto chescade a giugno ma sul quale abbiamo un'opzione di rinnovo anche per l'anno prossimo che eserciteremmo volentieri. Ma nessuno deve rimanere contro voglia: se gli va bene restare, come al momento pare, tutti contenti.
  10. Beh, ennesima partita che dimostra quanto il torneo sia livellato, a parte forse le prime tre. Tre giorni fa eravamo stati inguardabili a Gubbio, e la cosa divertente è che il Gubbio ieri ha vinto 2-0 a Fano, ed è atteso dopodomani dal recupero di Verona con solo i 12' finali da giocare e il Gubbio sopra 1-0 (si era infortunato l'arbitro al 78'). Se il Gubbio tiene 12' e la porta a casa, ecco che con 9 punti in 6 giorni quella che definivamo più o meno una squadra di scappati di casa si ritrova invece a un solo punto dal Cesena, in piena zona salvezza. Cesena la cui sconfitta è costata il posto al mister Modesto, esonerato in mattinata. Quanto a ieri, che dire? Fa quasi incazzare vedere Scrugli incontenibile sulla destra mettere cross al bacio, Gatto che salta l'uomo pure quando parte da fermo, Gomez cecchino inesorabile o Granoche che dopo aver mancato la porta (la porta, non il gol) due volte da due passi nelle ultime tre gare, per tacere del brutto rigore con la Samb, entra e torna finalmente bomber glaciale sull'uscita del portiere, o Paulinho che finalmente mostra personalità (anche troppa, in un paio di uscite in dribbling dal traffico dove perderla sarebbe stato sanguinoso) e oltre a segnare un gol non banale si esibisce in un velo sontuoso a smarcare Procaccio (che sciupa, ma resta per me mvp del match). Inutile farsi illusioni, troppi alti e bassi abbiamo visto per pensare che adesso saremo questi con continuita', ma tre o quattro cose positive ce le trovo: 1. Quando capitano queste giornate di grazia siamo una rogna per chiunque, dunque arrivare ai play-off e sperare che ricapiti, perché no? 2. Gautieri, a meno di miracoli della portata della moltiplicazione dei pani e dei pesci (cit.Paolo Condò) non sarà l'allenatore della squadra che riprovera' a scalare la B l'anno prossimo, questo mi pare evidente, ma non è neanche l'incompetente che da molti viene dipinto. Merita di giocarsi le sue fisches fino a fine stagione, perché sinceramente la storia che rischiamo di retrocedere appartiene magari a una comprensibile scaramanzia ma non alle cose razionali. 3. Sono contento, anzi felice, per tutti quelli che ieri sono venuti e un pomeriggio così se lo meritavano. Quelli che "no i me vedi più", "go de meio de far" ecc.ecc. si sono persi il pomeriggio più divertente della stagione. Li ritroveremo ovviamente allo stadio appena girera' il vento a raccontare di esserci sempre stati, ma i pochi che dopo Gubbio hanno deciso di venire, e anche di tifare, era giusto che fossero ricompensati.
  11. Concordo. Anche perché, al momento, abbiamo Lambrughi, Codromaz e Cernuto. Più Frascatore, che il centrale lo ha fatto spesso, ed Ermacora che può farlo all'occorrenza. Anche secondo me, se il mercato offre qualcosa di valido, anche in prospettiva, può valere la pena provvedere a un rinforzo. In caso contrario, eviterei personalmente gente che non ti cambia la vita e che poi ti ritrovi a libro paga l'anno prossimo. Questo naturalmente perché anche sforzandomi rischi di retrocessione non riesco a scorgerne, ovviamente nel rispetto di chi la pensa diversamente.
  12. Immagino che qualcuno si dovra' prendere. Quanto a Malomo, la frattura del seno frontale richiede un intervento di ricostruzione, e ci vorranno settimane solo per stabilire i tempi di recupero. Insomma, poco da farsi illusioni....
×
×
  • Create New...