Jump to content

I suntini sandrini di sabato 13 aprile 2019


Recommended Posts

SABATO 13 APRILE 2019

- Con Peric e Mosley che potrebbero essere entrambi della partita domani contro Reggio Emilia (palla a due alle 19.00), Lorenzo Gatto sul Piccolo odierno fa il punto della situazione in classifica. Da Brindisi, quarta in classifica con 30 punti alla coppia Bologna-Brescia assestata tra undicesimo e dodicesimo posto a 24 punti, la volata play-off si accende quando mancano cinque giornate alla fine della stagione regolare. Difficile pronosticare quale potrà essere la quota play-off anche se con 34 punti la possibilità di essere tra le otto elette del campionato rischia di diventare una certezza. Guardando il percorso di Brindisi in queste ultime giornate (Bologna, Cremona e Avellino fuori, Trieste e Trento in casa) neppure il quarto posto in questo momento è fuori dalla portata della formazione di Dalmasson. Che dovrà essere brava a sfruttare al massimo il cammino casalingo (dopo Reggio Emilia, arriveranno all'Allianz Dome prima Venezia e quindi Sassari) cercando poi di superarsi in trasferta prima a Brindisi e poi a Milano. Tra le squadre assestate con i biancorossi a 28 punti avversarie non agevoli per Varese (derby con Milano e a Desio contro Cantù poi Pesaro e Pistoia in casa e trasferta a Bologna) e Avellino (Sassari, Milano e Pistoia fuori, Torino e Brindisi in casa), da valutare quelle di Trento che deve sfruttare il doppio impegno casalingo contro Pesaro e Pistoia per poi cercare ulteriori due punti nelle trasferte di Bologna e Brindisi o nella sfida interna contro Milano. Tra le formazioni al momento fuori dalla griglia play-off fa paura Sassari, in striscia positiva e con un calendario che sembra darle una mano mentre sembrano avere meno chance sia Cantù che Brescia. Da valutare la Virtus Bologna di Sasha Djordjevic. Parte da lontano (undicesima con 24 punti) ma con Brindisi, Trento e Varese in casa e le trasferte a Reggio e Brescia potrebbe rientrare in corsa.

- Sul quotidiano locale odierno si fanno i conti anche per quanto riguarda la Triestina e il finale di campionato: Antonello Rodio considera ormai svanito quasi sicuramente il primo posto, a meno di un clamoroso suicidio del Pordenone che può gestire un vantaggio di 7 punti (e in palio ne sono rimasti solamente 12), con tutto che si concentra nella lotta per la seconda piazza con la Feralpisalò. Scivolare più giù invece è una possibilità piuttosto remota, a patto di non fare però capitomboli e passi falsi, perché Imolese e Sudtirol sono comunque a 4 punti. Non fa più paura invece il Monza, che dopo gli ultimi due scivoloni è a 7 punti di distacco dalla squadra di Pavanel. Il duello dunque è principalmente con la Feralpi. Per la Triestina sarà fondamentale battere domenica la Fermana, anche sul piano psicologico, perché poi si potrà mettere comoda in poltrona a guardare lunedì sera il posticipo fra Imolese e Feralpi, uno scontro diretto che gioca sicuramente a favore degli alabardati. Se i gardesani non vinceranno, l'Unione potrà andare a Salò il sabato di Pasqua con due risultati su tre a disposizione per mantenere la piazza d'onore. E lanciarsi così in vantaggio verso le ultime due partite, in casa con il Teramo (vittoria da cogliere a tutti i costi) e poi a Fano. E non c'è bisogno di sottolineare che proprio questa partita con il Fano potrebbe essere molto delicata se i marchigiani saranno ancora invischiati nel fondo classifica, perché gli obiettivi di play-off e salvezza andrebbero a incrociarsi in un intreccio dalle mille insidie. Ma se gli alabardati prima di Fano avranno fatto almeno 7 punti, è probabile che potranno gestire la trasferta marchigiana con maggior serenità. Se ci arriveranno infatti con 2 punti di vantaggio sul Salò, potrebbe bastare anche un pareggio. Insomma, se la Feralpi non vince a Imola e contro la Triestina, agli alabardati in totale basterebbero ancora 8 punti per guadagnare il secondo posto, ma è ovvio che ci sono mille variabili e potrebbero esserne necessari anche 10. Fondamentali, ovviamente, i tanti scontri diretti. Imolese-Feralpisalò è come detto il primo, che si giocherà lunedì sera. Il turno seguente, il sabato di Pasqua, tocca a Feralpi-Triestina, mentre alla penultima giornata andrà in scena Imolese-Sudtirol. Inoltre all'ultimo turno ci sono Sudtirol-Monza e Ravenna-Imolese. Insomma tra le squadre dietro a Triestina e Feralpi ci sono troppi scontri diretti perché qualcuno emerga decisamente, faccia bottino pieno ed entri in lotta per la seconda piazza. E a proposito di scontri diretti, all'ultima giornata c'è anche Feralpisalò-Pordenone, ma è probabile che i ramarri quel giorno saranno stati già promossi, con tutte le conseguenze del caso. Se per qualche motivo invece la squadra di Tesser si ritrovasse all'ultima giornata con tre punti di vantaggio o meno sulle seconde, allora si che si aprirebbero scenari davvero imprevedibili. 

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×