Jump to content

San Paolo - Triestina | Domenica 16° Marzo, ore 14.30 | Prima, durante e dopo


Recommended Posts

  • Replies 64
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

300px-Stadio_Plebiscito.jpeg

Stadio Plebiscito

Utilizzato soprattutto per il rugby, è il terreno interno del Petrarca, la cui prima squadra milita nel Campionato di Eccellenza. Dalla stagione di Serie D 2010-2011 in questo stadio milita anche il San Paolo Padova, compagine nata dalla fusione dell'Albignasego (Serie D) e del San Paolo (Eccellenza). Inoltre ospita le partite casalinghe della squadra di Football americano Saints Padova.

Nel 2011 ha ospitato il Campionato mondiale giovanile di rugby 2011.[1] Inoltre per otto volte dal 1991 al 2010 è stato la sede della finale del campionato italiano di rugby.

Tra gli eventi che hanno visto il maggiore afflusso di spettatori c'è la sfida Italia-Australia del 23 ottobre 1996 e il match tra Italia e Nuova Zelanda nel 2002.

L’impianto dispone di un campo e di due tribune con 9.600 posti a sedere (più parterre di 1.000 posti). Si trova a cinque chilometri dal centro della città.

http://virtualglobetrotting.com/map/stadio-del-plebiscito/view/?service=0

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

Ultima partita dei nostri avversari:

Belluno - San Paolo 2-2

Marcatori: 34’ Franceschini, 52’ Osagiede, 57’ Duravia, 91’ Pittarello

A.C Belluno 1905: 1. Solagna, 2. Pitteri, 3. Mosca, 4. Masoch, 5. Sommacal, 6. Merli Sala, 7. Osagiede, 8. Bertagno, 9. Corbanese, 10. D’Incà (82’ 14. Nenzi), 11. Duravia
A disposizione: 12. Schincariol, 13. Paganin, 15. Dal Farra, 16. Falco, 17. Simonetti, 18. De Toni
Allenatore: Roberto Vecchiato

San Paolo PD: 1. Rosignoli, 15. Benucci, 3. Bizzotto, 4. Piaggio (65’ 16. Longhi), 5. Gal, 6. Poletti, 7. Cadau, 8. Bedin, 9. Pittarello, 10. Giusti (56’ 20. Micheletto), 11. Franceschini (72’ 18. El Amber)
A disposizione: 12. Savi, 13. Bertelli, 14. Gomiero, 2. Villatora, 17. Mietto
Allenatore: Cristiano Masitto

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

BELLUNO. Ancora una volta nel recupero il San Paolo Padova estrae dal cilindro un inaspettato jolly. Non vale 3 punti come accaduto domenica scorsa contro il Giorgione, ma la “matta” pescata dal San Paolo al 92' consente ai padovani di uscire indenni in casa del temibile Belluno. Dopo aver chiuso in vantaggio il primo tempo con il gol del solito Franceschini, i gialloblù subiscono la reazione del Belluno, che nel giro di 5', tra il 53' e il 58', ribalta la contesa. In pieno recupero è però il baby Pittarello a regalare al San Paolo un 2-2 insperato, ma allo stesso tempo meritato per temperamento e voglia di non mollare mai. Secondo risultato utile di fila per il San Paolo, che avvicina la squadra di Cristiano Masitto a larghi passi verso la salvezza.

I gol. Al 25' il Belluno coglie un palo clamoroso con Masoch. Al 35' vantaggio San Paolo, al primo tiro, con Franceschini. Al 53' del secondo tempo pareggio del Belluno: cross lunghissimo di Mosca e arriva Osagiede che mette in rete a colpo sicuro. Il Belluno ribalta il risultato al 58' con la conclusione di Corabense. Al 92' Pittarello realizza il pareggio con un gran diagonale.

Promossi. Plauso scontato per i due autori dei gol. Franceschini si conferma bomber, un giocatore sempre decisivo e utile alla causa. Un accenno lo merita Pittarello, che va in rete e che conferma quanto di buono fatto vedere la settimana scorsa contro il Giorgione.

Bocciati. Male l'approccio nella ripresa, con il San Paolo quasi in balia del Belluno. È sugli avvii dei due tempi dove deve lavorare mister Masitto.

Hanno detto. Cristiano Masitto si gode il 2-2 bellunese. «Abbiamo giocato una bella partita», spiega il tecnico sanpaolino. «Sono contento per i ragazzi che hanno interpretato al meglio la gara. Abbiamo giocato un grande primo tempo, mentre abbiamo iniziato male la ripresa, subendo il 2-1 viziato da un clamoroso fallo di mano in area di Corbanese. Continuiamo a fare gol nel recupero, segno che non molliamo mai. Ora ci attende la Triestina. Speriamo di dare continuità ai recenti risultati».

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

Il San Paolo Padova, società economicamente abbastanza solida guidata dal patron Paolo Rebellato (anche se recentemente qualche problemino sembrano averlo anche loro), ha gli stessi nostri punti, 34, frutto di 8 vittorie,10 pareggi e 8 sconfitte, con 30 gol segnati e 39 subiti. In casa ha vinto 5 volte, pareggiato 6 e perso in sole 2 occasioni. E' una squadra che si esprime molto meglio sul terreno amico negli ampi spazi del "Plebiscito" su un prato spesso molto sconnesso per via del rugby. Sono in ottima forma, infatti oltre a strappare un punto nel sempre difficile campo di Belluno, nelle due ultime uscite casalinghe hanno strapazzato il Giorgione e precedentemente battuto a sorpresa la corazzata Pordenone. Sono allenati da Cristiano Masitto, che ha preso il posto di Nicola Salviolo dopo sette giornate, un personaggio molto discusso e sicuramente non simpatico, ex di Monselice e Thermal Abano, si dice che sia stato lui a mettere la varichina nello spogliatoio dell'Union Ripa l'anno scorso ai play off e quest'anno è stato accusato di aver schierato ben 8 under contro il Marano, mentre ha preparato la sua squadra al top per fare uno sgambetto al Pordenone, cosa poi riuscita. A dire il vero ultimamente sta sempre alternando parecchi giovani da lanciare in prima squadra, da quello che è un florido settore giovanile (che si avvale di una partnership col Milan), ma la sua amicizia con il controverso presidentissimo del Marano, Rino Dalle Rive è innegabile. Non è un tecnico che si intestardisce con un solo modulo di gioco e ci ha impiegato un po' a trovare la quadra con i gialloblù, ma ultimamente sembra che il 4-2-3-1, molto abbottonato a dir il vero, sia la soluzione preferita ed i risultati gli stanno dando ragione. La rosa non è delle più ampie ma, come ho già accennato, può pescare a piene mani dalla juniores, che produce in continuazione giovani di qualità. Andiamo ad analizzarla, considerando però che Mr. Masitto spesso mischia le carte a sua disposizione e che dovrà essere valutata l'entità di alcuni infortuni.

In porta quest'anno si sono alternatiti due portieri: Nicolò Rosiglioni (92), ex di Poggibonsi e Bassano in C2 ed il giovane William Savi (95), contro di noi dovrebbe quasi sicuramente giocare il primo, si tratta di un portiere tecnicamente bravo, ma eccentrico, capace di miracoli, come contro il Pordenone, ma anche di incredibili sciocchezze, comanda comunque la linea difensiva con una buona autorità. Nella difesa a quattro sono previsti alcuni aggiustamenti, ritengo probabile che come terzino destro possa essere schierato Nicolò Villatora (95) anche se non è impossibile che venga adattato il centrocampista Nandor Benucci (95), come a Belluno, mentre a sinistra, pur essendo un destro naturale, dovremmo trovare Marco Bizzotto (94), ex Real Vicenza, entrambi i terzini non sono irreprensibili e possono essere messi in difficoltà se presi in velocità; come centrali ci sarà un cambio della guardia tra veterani, rientra infatti dalla squalifica capitan Alberto Faloppa (80), che da noi apparve fugacemente nel 2001/02 per poi fare un buona carriera tra C2 e serie D e che l'anno scorso era il capitano del Real Vicenza, ma sempre per squalifica mancherà il suo partner abituale Thomas Poletti (79), ex Tamai e Sassuolo, sarà quindi nuovamente deputato il giovanissimo Federico Gal (96), dalle giovanili del Padova, che si sta disimpegnando piuttosto bene per via di un fisico prorompente; nel centrocampo a due il perno sarà Matteo Bedin (89), uomo di fiducia del mister e l'anno scorso faro del Thermal Abano, ma anche qui ci sarà un importante defezione per via del giudice sportivo che ha appiedato Tommaso Piaggio (94), dalle giovanili del Cittadella, per sostituirlo le soluzioni sono molteplici ma credo che i tre candidati più autorevoli possano essere Alessio Longhi (96), Alessandro Bertelli (94) oppure Benucci se non verrà impiegato in difesa; molto talentuoso il trio dietro l'unica punta, a destra il sardo Alessandro Cadau (84), giocatore veloce, mancino dal dribbling secco, uno dei trascinatori nella marcia trionfale del Marano l'anno scorso in eccellenza, ma che ha preferito trasferirsi a Padova per la troppa concorrenza in casa vicentina, a sinistra molto probabilmente sarà confermato Massimiliano Giusti (95), sempre dall'Abano ma in precedenza stellina degli Allievi del Padova, ed al centro quello che è la chiave di tutto il gioco patavino e cioè il trequartista Damiano Franceschini (91), già 6 gol per lui quest'anno ma soprattutto uomo assist e destinato a fare carriera a livelli superiori, se gira lui sono guai… c'è anche da dire che questi tre spesso si cambiano di posizione per non dare punti di riferimento alle difese e che a loro è richiesto un gran lavoro in fase di copertura; in attacco le alternative sarebbero ottime ma pare che sia Andrea Lucchini (81), cannoniere principe della squadra con 11 reti e castigatore del Pordenone con una doppietta, che Giacomo Moresco (83), bomber del Marano la passata stagione, possano mancare per infortunio, il primo per dei problemi al ginocchio, il secondo per via di uno stiramento, si cercherà fino all'ultimo di recuperare almeno Lucchini (più difficile Moresco), ma se non sarà possibile il terminale offensivo diverrà Filippo Pittarello (96) autore del pareggio in extremis a Belluno, se Lucchini dovesse farcela Pittarello prenderebbe probabilmente il posto di Giusti, mentre a gara in corsa potrebbero entrare il marocchino Jouad El Amber (94) e Alessandro Micheletto (96), il primo più una punta, il secondo un centrocampista offensivo.

Affronteremo quindi una squadra piuttosto giovane, veloce nel ripartire soprattutto con Cadau e Franceschini, che sa il fatto suo e che sa adattarsi meglio di qualunque altra ad un campo dove sarà impossibile giocare un buon calcio per via delle condizione veramente impervie del terreno, quindi sarà necessaria anche un po' di fortuna. Attenzione poi alle palle inattive dove Cadau sa imprimere delle traiettorie velenosissime. Saremo noi a dover imporre il nostro gioco senza troppe remore e la loro inesperienza in alcuni ruoli chiave potrebbe alla fine essere determinante.

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

1962828_646994775335882_275004478_n.jpg

IL CENTRO DI COORDINAMENTO ORGANIZZA LA TRASFERTA IN PULLMAN PER LA PARTITA S. PAOLO-TRIESTINA AL COSTO DI € 22,00 PER I SOCI TRIESTINA CLUB ED € 24,00 PER I NON SOCI. LE PRENOTAZIONI DOVRANNO PERVENIRE ENTRO VENERDI PRESSO LA NOSTRA SEDE ALLO STADIO ROCCO CON ORARIO 16-19. PER ULTERIORI INFORMAZIONI CONTATTATECI AI SEGUENTI NUMERI 040 382600 OPPURE AL 3403689072. GRAZIE E SEMPRE FORZA UNIONE!!!

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

1911683_646861978682495_1352280950_n.jpg

Ripresa degli allenamenti col gruppo al completo e con un sorriso in piú: primo gol (e che gol) in partitella per Marco Piscopo, destro a giro dal limite con palla nell'angolino. Bentornato Marco!!!
(Fonte Unione Triestina)

Link to comment
Share on other sites

006741gianfranco-Fonti.jpg

Cambio tecnico per il Giorgione, che dopo un inizio spumeggiante rischia di essere risucchiato in zona play out, fuori Marco Fabbian, dentro il "totem" Gianfranco Fonti, che in tanti (me compreso) avrebbero voluto alla guida dell'Unione dopo l'esonero di Costantini. Ecco le sue prime dichiarazioni:

Sono contento di ritornare in pista e il campo in questi mesi mi è mancato molto,per uno che è da 45 anni nel calcio sia da giocatore che da allenatore, è il pane quotidiano. Anche se sono andato a vedere diverse partite , chiaramente non è la stessa cosa. Voglio iniziare questa intervista ringraziando il Pres. Antonelloper la fiducia riposta in me, ma mi viene altrettanto spontaneo porgere i miei più sentiti auguri a Marco Fabbian, una persona che apprezzo tantissimo, con il quale ho avuto il piacere di collaborare ai tempi del Montebelluna e sotto sotto mi fa un certo effetto sostituirlo, proprio per la stima che ci lega e perchè so come si sente un'allenatore in questi momenti, visto che è capitato anche al sottoscritto. Ma tutto questo fa parte delle regole del gioco e quindi ora sta a me completare il lavoro iniziato dal mio predecessore che sono certo, avrà modo nel futuro di conquistare dei traguardi importanti perchè ha tutti i mezzi e le caratteristiche per farlo . "

Link to comment
Share on other sites

giudicesportivo.gif

Il giudice sportivo squalifica per una giornata il difensore Thomas Poletti ed il centrocampista Tommaso Piaggio del San Paolo Padova. Per la Triestina nessun squalificato, ma entra in diffida Luca Piscopo che si va ad aggiungere a Leandro De Petris già in diffida dalla settimana scorsa.

Link to comment
Share on other sites

Credo che per questa trasferta torneremo a quella che si può considerare la squadra tipo, e cioè con Del Mestre in porta e con Stentardo regista coadiuvato da Zetto e Nakim, sarebbe stato interessante introdurre Piscopino per uno scampolo di partita, ma non lo rischierei sull'infame terreno del Plebiscito. Lo convocherei però giusto per fargli riprendere confidenza con il clima partita.

Link to comment
Share on other sites

Ci potrebbe essere un allarme terzino sinistro, in quanto sia Frangu che l'eventuale rimpiazzo Pratolino sono influenzati, probabile che recuperino, ma se così non fosse la soluzione non sarebbe facilmente risolvibile se, come pare, si vuol far tornare in porta Del Mestre, particolarmente preoccupante perché da quel lato per il San Paolo dovrebbe aggirarsi il folletto sardo Cadau. In allenamento sono stati provati Cadorin, Cipracca e Potenza, ma anche quest'ultimo si è fermato per un un piccolo acciacco. Nessuno dei 3 comunque risolverebbe però la quota under, che andrebbe quindi trovata od in porta od in attacco, cioè o con Franceschin o con Bertoni. Personalmente, se fosse necessario, andrei con Cipracca terzino (se sta bene, visto che è molto tempo che non gioca, altrimenti Potenza se recupera) e Bertoni per Sessolo, almeno inizialmente. Come ultima alternativa ci sarebbe il giovanissimo Patrick Muccio Crasso (97) dalla Juniores, ma che ho visto giocare una sola volta e non sono in grado di giudicare.

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

Difficoltoso il recupero di Frangu, sarà probabilmente convocato, ma non si è allenato per tutta la settimana ed appare visibilmente delimitato, il sostituito prescelto sarebbe Cadorin che andrebbe però a destra con Ferrara a sinistra (uhmm….) ed il dubbio è tra Del Mestre o Sessolo per Franceschin o Bertoni, per la quota under.

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

I convocati:

Portieri: Del Mestre, Franceschin
Difensori: Ferrara, Frangu, Parini, Pimazzoni, Piscopo Luca, Vianello
Centrocampisti: Cadorin, Nakim, Piscopo Marco, Stentardo, Wagner, Zetto
Attaccanti: Bertoni, Bussi, De Petris, Godeas, Monti, Sessolo
Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

Formazioni Probabili:

San Paolo Padova

4-2-3-1

Rosiglioni

Villatora Gal Faloppa Bizzotto

Bedin Benucci

Cadau Giusti Franceschini

Pittarello

Triestina

4-3-3

Franceschin

Cadorin L. Piscopo Pimazzoni Ferrara

Zetto Stentardo Nakim

Sessolo Godeas Bussi

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

Quindi Frangu, per quanto convocato, non dovessi esser dela partida, lascia ovviamente perplessi spostar Ferrara a sinistra, penso che qualche soluzion migliore se podeva trovar. De novo a casa Burato, ormai sfiduciato, poderia andar via prima della fine della stagion. Spero che per Marco Piscopo sia solo una ciamada per rientrar in clima partida perché risciarlo sull'infame terreno del Plebiscito saria una follia. Fiducia a Franceschin in porta quindi, mi gavessi preferido lasar Sessolo fermo per un turno, fazendo zogar Bertoni anche perché se podeva poi gestir meio i cambi. Nel San Paolo, a meno de clamorosi recuperi dell'ultimo minuto, continueranno a mancar Lucchini e Moresco e questo xe un vantaggio non da poco.

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

Quindi Frangu, per quanto convocato, non dovessi esser dela partida, lascia ovviamente perplessi spostar Ferrara a sinistra, penso che qualche soluzion migliore se podeva trovar. De novo a casa Burato, ormai sfiduciato, poderia andar via prima della fine della stagion. Spero che per Marco Piscopo sia solo una ciamada per rientrar in clima partida perché risciarlo sull'infame terreno del Plebiscito saria una follia. Fiducia a Franceschin in porta quindi, mi gavessi preferido lasar Sessolo fermo per un turno, fazendo zogar Bertoni anche perché se podeva poi gestir meio i cambi. Nel San Paolo, a meno de clamorosi recuperi dell'ultimo minuto, continueranno a mancar Lucchini e Moresco e questo xe un vantaggio non da poco.

Io non andrei a toccare per nulla al mondo il trio d'attacco, e quindi tutto sommato condivido la scelta: Ferrara a sinistra è un rischio, ma non sempre troverà Acampora in stato di grazia.

Quanto a Burato, ha avuto un'opportinità anche domenica, ed era difficile giocarsela peggio.

Chiaro che l'ideale sarebbe avere una continuità di impiego per mostrare il proprio valore, come è accaduto a Stentardo, ma quando un centrocampo funziona e tu non ne fai parte devi essere bravo a sfruttare le occasioni.

Link to comment
Share on other sites

Triestina sconfitta 1-0.

Abbiamo fatto 2 punti nelle ultime 3 partite, se andiamo avanti così siamo davvero a rischio. Mi chiedo cosa ne sarebbe di noi e dell'attuale proprietà in caso di retrocessione. Perché tutti parlano sempre nell'ottica del prossimo campionato di serie D. Ma se retrocediamo?

Link to comment
Share on other sites

Nel calcio tutto e" possibile ma di immaginare la triestina nella lotta in fondo faccio molta fatica (troppo più forte delle attuali pericolanti di cui solo il Tamai mi sembra in palla) comunque E2 anche vero che non abbiamo quei margini per poter tirare ancora i remi in barca. la concentrazione massima e" necessaria perché la tranquillità non e" ancora raggiunta.

Link to comment
Share on other sites

Classifica alla mano non e" che hai giocato contro "nessuno", l"ultima in casa abbiamo avuto davvero sfortuna e della partita di oggi dovremo aspettare chi la partita l"ha vista..... sul fatto di "rifondare" la squadra continuo a non essere d"accordo perché immagino non ci siano i soldi per comprare messi e Ronaldo quindi quello che di buono hai gia" in casa lo devi sfruttare a prescindere e spendere per migliorare dove le cose sono evidentemente non all"altezza e quindi la difesa in primis.

Link to comment
Share on other sites

Classifica alla mano non e" che hai giocato contro "nessuno", l"ultima in casa abbiamo avuto davvero sfortuna e della partita di oggi dovremo aspettare chi la partita l"ha vista..... sul fatto di "rifondare" la squadra continuo a non essere d"accordo perché immagino non ci siano i soldi per comprare messi e Ronaldo quindi quello che di buono hai gia" in casa lo devi sfruttare a prescindere e spendere per migliorare dove le cose sono evidentemente non all"altezza e quindi la difesa in primis.

certo rifondar xe un estremo...non digo che i devi esser mandadi via tutti,ma pensar de tegnir 10 12 de questi e con l'aggiunta de 4 5 te rivi a far un campionato de vertice xe utopia..questo xe el mio pensier e saria felice de esser smentido.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×