Jump to content

I suntini sandrini di lunedì 17 dicembre 2018


Recommended Posts

LUNEDI 17 DICEMBRE 2018

- Bella, bellissima in casa: nessuno si sarebbe aspettato una prova del genere da parte dell'Alma, che letteralmente asfalta Avellino e inanella la quinta vittoria di fila a Valmaura. C'è stato anche, prima della partita, il commento da parte di Luigi Scavone - presidente della società biancorossa - sugli obiettivi futuri: "Le ambizioni rimangono inalterate, cerchiamo di consolidare una posizione di metà classifica (siamo in linea) per poi crescere nel tempo. Non è detto che un budget elevato sia sinonimo di successo finale. L'Olimpia Milano è come la Juventus del calcio, non è arrivabile a livello di investimento economico. Però posso dire che non temiamo esborsi in linea con quanto ci prefiggiamo per il futuro. Aspettiamo però un aiuto più entusiastico della città...Noi non pretendiamo e non chiediamo, ci piacerebbe che, rappresentando la squadra della città, gli imprenditori abbiamo l'orgoglio di supportare un progetto cittadino. Non parlo di grandi cifre ma di volontà, di un gesto"

- C'è ancora tanto entusiasmo in casa della Triestina, dopo il 2-0 di sabato con la FeralpiSalò che rappresenta una delle pagine più liete della recente storia biancorossa. Così parla Mirco Petrella, autore del secondo gol: "Lo scorso anno a Vicenza feci un gol simile,  io sono lì che devo farmi trovare pronto in queste situazioni e su questi lanci che arrivano ogni tanto dalle retrovie. Quanto a Lambrughi, Alessandro fa spesso anche in allenamento questi notevoli cambi di gioco, ha un gran calcio e diciamo che da lui bisogna aspettarsele queste belle giocate, per cui ho fatto bene a farmi trovare pronto. Quando si rimane in inferiorità numerica - dice l'attaccante - c'è ovviamente da coprire più campo e anche noi esterni più offensivi dobbiamo cambiare mentalità e aiutare la squadra ancora di più di quando siamo in undici. In effetti in quel momento stavo per essere sostituito, ma venivo da un infortunio e ci stava il cambio perché in quel momento ci stavamo abbassando un po' troppo. Per fortuna quando è arrivata quella palla di Lambrughi avevo ancora forze e sono riuscito a sfruttarla al massimo. Credo che con la Feralpi abbiamo dimostrato ancora di più che siamo una squadra sempre unita e anche nelle difficoltà, invece di arrenderci o di andare un po' a caso, ci compattiamo e tiriamo fuori ognuno qualcosa di più. Sicuramente stiamo facendo grandi cose, ne siamo consci e lo abbiamo dimostrato non solo stavolta, ma pensiamo anche al pari con il Gubbio: a pochi minuti dalla fine eravamo sotto di due reti e alla fine non solo siamo riusciti a portare un punto a casa, ma abbiamo pure rischiato di vincerla perché in fondo la palla l'avevamo buttata di nuovo in rete"

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×