Jump to content

Godeas fuori rosa, riva Vierchowood - TGcom


Recommended Posts

Triestina: arriva Vierchowood

Tonellotto mette fuori rosa 7 giocatori

Sarà Pietro Vierchowood il prossimo allenatore della Triestina. Dopo l'esonero del duo Calori-Buffoni, il presidente Tonellotto ha scelto il "consigliere" che, insieme a lui e al ds De Falco, assumerà la guida tecnica della squadra. Intanto, sono 7 i giocatori che il patron ha deciso di mettere fuori rosa: Godeas, Baù, Rigoni, Briano, Minieri, Pianu e Galloppa. Per gli ultimi quattro in arrivo anche una forte multa.

by TGcom

Me dispiasi riportar ste notizie ... :cherobeara:

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 59
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Ultimi agiornamenti da TGcom

Tra l'altro se legi:

"...sono solo dei viziati, capaci di chiedere soldi attraverso i procuratori. Devono essere dei seri professionisti e dimostrare l'attaccamento alla maglia. Ne ho messi sette fuori rosa della passata stagione: sono Godeas, Baù, Rigoni, Briano, Minieri, Galloppa e Pianu. Gli ultimi 4 prenderanno anche una forte multa".

Link to comment
Share on other sites

Spero che sabato se vinzi 3 a 0 contro l'Albinoleffe, altrimenti sarà sai de rider: a parte Vierchowod (che comunque ga za allenado a Firenze) questa xe una continua destabilizzazion dell'ambiente interno allo spogliatoio. Poi con frasi tipo "Sono solo dei viziati che pensano ai soldi"...anche Godeas xe un viziado? Anche lui pensa solo ai soldi senza l'attaccamento alla maia?

Link to comment
Share on other sites

"Faccio la squadra con Vierchowod"

Patron Triestina: "Giocatori viziati"

Flaviano Tonellotto ha trovato il "consigliere". "Sta arrivando Vierchowod - ha detto a Tgcom il patron della Triestina - Mi sembra una persona che si sposa bene con i miei principi e anche con la mia logica. Lui, io e il ds De Falco faremo la squadra, insieme". Poi un duro attacco ai giocatori: "Sono solo dei viziati che pensano ai soldi. Ho messo fuori rosa sette giocatori. Alcuni riceveranno anche forti multe".

Flaviano Tonellotto è entrato nel mondo del calcio solo a giugno, quando ha rilevato la società da Amilcare Berti. Un debuttante, quindi, che ha però l'idee molto chiare. Dopo aver esonerato il duo Buffoni-Calori, perché "non seguivano i miei consigli", il patron della Triestina ha trovato il sostituto , quel "consigliere" che aveva invocato nella giornata di lunedì. L'imprenditore milanese, a capo di un gruppo immobiliare che ha moltissimi interessi nel Nord-Est, si è già fatto un'idea ben precisa del mondo del calcio e dei presidenti che lo governano. Un fiume in piena, che ne ha per tutti: giocatori, procuratori e colleghi.

Presidente Tonellotto, a che punto siamo con la questione allenatore?

"Sta arrivando Vierchowood. Mi sembra una persona che si sposa bene con i miei principi e anche con la mia logica. Lui, io e De Falco faremo la squadra, insieme". Io metto i soldi e do i miei consigli. Anche Calori e Buffoni sapevano che funzionava così".

Cosa l'ha spinta ad entrare nel mondo del pallone?

"Mi piace lo sport, Trieste è una città stupenda, il pubblico anche. Devo solo fare la persona seria come ho sempre fatto e farò finché vivrò".

E' vera la storia che nel contratto dei giocatori è inserita una clausola che li obbliga a seguire una dieta macrobiotica?

"Non è vero, è una favola. Comunque abbiamo stilato con degli specialisti un programma di dieta ad alimentazione macrobiotica. I giocatori possono fare quello che vogliono, ma se non la seguiranno prenderò personalmente decisioni in merito. Se non lo faranno sono sicuro che il loro rendimento ne risentirà. Sono dei dipendenti. Noi diamo il 101%, loro sono solo dei viziati, capaci di chiedere soldi attraverso i procuratori. Devono essere dei seri professionisti e dimostrare l'attaccamento alla maglia. Ne ho messi sette fuori rosa della passata stagione: sono Godeas, Baù, Rigoni, Briano, Minieri, Galloppa e Pianu. Gli ultimi 4 prenderanno anche una forte multa".

Nel suo operato si ispira a qualche presidente del passato e del presente?

"Non mi ispiro a nessuno. Non credo che ci siano molte persone competenti. A casa mia se non lavori bene non solo non mi pagano, ma mi chiedono anche i danni. Questa è la logica giusta. Alcuni vogliono stravolgere questa logica. Molti presidenti di B non c'entrano nulla con lo sport e il calcio e fanno solo i faccendieri. Deve fare sport solo gente competente e seria. Con un bagno di umiltà il 50% dei problemi del calcio sarebbe risolto".

La sua storia ricorda da vicino quella di Dimitri Piterman, l'imprenditore russo ora presidente dell'Alaves, che qualche stagione fa quando era proprietario del Racing Santander ha assunto la guida tecnica portando la squadra alla salvezza. Cosa ne pensa?

"Non lo conosco, ma se ha fatto quello che si sentiva ha fatto bene. I soldi li mette lui..."

Cosa sta facendo per la Triestina, presidente?

"Ho preso 12 ragazzi stranieri, tra cui 5 greci, tra i 16 e i 18 anni. Alcuni giocheranno anche in prima squadra, gli altri nelle giovanili. Voglio gente serie, ho intenzione di aprire una scuola internazionale di calcio. Se le società vogliono stare in piedi devono puntare sui giovani, non c'è altra strada".

E la serie A? E' solo un sogno o un progetto concreto?

"Io ci provo già quest'anno. Se la squadra giocava come ho detto io, avevamo nove punti in classifica invece che quattro"

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×