Jump to content

Giro, le tappe di Trieste (era: Giro D'Italia)


Recommended Posts

  • 3 weeks later...

Di seguito vado a metter le cartine della planimetria e dell'altimetria della tappa a cronometro in programma sabato:

13.jpg

La planimetria

T13_alt2.gif

L'altimetria (scuseme per la grandezza dell'immagine)

Nei prossimi giorni metterò anche altre informazioni utili :punk:

:bye:

Link to comment
Share on other sites

De seguito metto una parte dei commenti della Gazzetta dello Sport a riguardo delle tappe che interessa la nostra città (ringrazio iaga per la dritta su un mio error de battitura :ave: ):

13ª tappa - TRIESTE ALTOPIANO CARSICO (cronometro individuale)

E’ lo splendido, unico, scenario di Trieste, città ricca di storia, di cultura, di monumenti di gran pregio ad ospitare la partenza e l’arrivo della cronometro individuale che si sviluppa anche sul caratteristico altopiano carsico che le fa da corona. Un percorso che alterna tratti per gli specialisti del grande rapporto ad altri, soprattutto nella parte centrale sull’altopiano carsico, di tipo misto, con variazioni altimetriche. E’ una frazione con una distanza certamente destinata a fornire una misurazione obiettiva, propria di questo genere d’esercizio del cronometro, delle reali forze dei singoli prima d’affrontare le grandi montagne. E’ l’unica prova contro il tempo del Giro d’Italia 2004 se si esclude il breve prologo di Genova.

14ª tappa - TRIESTE - PULA/POLA

E’ questa una tappa che, dopo il via da Trieste, si corre, pressoché per intero, all’estero puntando dapprima verso la Repubblica di Slovenia (di recente interessata dal Giro nel 2001 con arrivo a Lubiana e partenza da Bled), superando un viadotto realizzato con innovativa tecnologia e, successivamente, verso la Repubblica di Croazia. Un percorso suggestivo che si sviluppa verso l’interno e propone dolci rilievi offrendo un’interessante percezione dei luoghi attraversati.

15ª tappa - POREC/PARENZO - SAN VENDEMIANO

E’ la bella località di Parenzo (Porec), che sorge su una penisola della costa occidentale dell’Istria, a tenere a battesimo questa tappa. La cittadina presenta suggestivi scorci architettonici di varie epoche e, fra i motivi d’interesse spicca, per il grande valore, la Basilica Eufrasiana di tipo ravennate con celebri mosaici.

L’itinerario, in questa frazione, si sviluppa lungo la strada costiera, e propone il passaggio da noti centri come Cittanova (Novigrad) e Umago (Umag) prima di lasciare la Repubblica di Croazia ed entrare in quella di Slovenia superando Portorose (Portoroz) e Capodistria (Koper). Il rientro in Italia avviene attraverso il valico di Rabujese.

Non propone dislivelli altimetrici la tappa che supera Trieste, Monfalcone e s’avvia dapprima verso la pianura friulana e, dopo Cervignano del Friuli e Latisana, approda nel Veneto per S. Michele al Tagliamento, Portogruaro. Il finale è nella provincia di Treviso con Motta di Livenza ed Oderzo prima del prevedibile sprint finale a S. Vendemiano, dopo un breve circuito.

Quindi, ricapitolando, anche nella 15° tappa i passa per Trieste...questa personalmente no la savevo :confused:

:bye:

Link to comment
Share on other sites

Charles Wegelius, el numero 69 (el ga ciapado un 5 minuti dal primo).

Breve resoconto: quando stavo per partir con l'auto se ga avvicinado un fotografo e me ga domanda' se el podeva vignir in auto con mi, ovviamente ghe go dito de si, anche perche' iero solo in auto cusi' gavevo qualchidun con cui ciacolar.

El fotografo in questione iera Andrea Lasorte, fotografo de "Il Piccolo".

Se ande' a leggere el giornal de oggi (domenica) le due foto che xe a pagina 2 in alto le ga fatte mentre iera in auto con mi (quella a Babbo Natale fuori stagione e quella in via del Perarolo, dove se leggi ben el numero del corridore, el 69 appunto).

Ghe go lasado la mia mail domandoghe se el me mandera' qualche foto per ricordo (per adessono go ancora ricevudo nulla ma son fiducioso de ricever alcuni scatti, quando me li mandera' li condividero' con voi, sempre che la cosa ve interessi). Devo dir che xe figo far le stradine del Carso strette e tutte a curve a 50-60 km/h :p

Altra nota di colore: el regolamente diseva de seguir el corridore a 10 metri minimo, solo che, gavendo un fotografo a bordo e non essendoghe auto della giuria intorno, in Costiera lo go affiancado per permetterghe a Lasorte de far un poche de foto frontali e laterali: bon el bon Charles me ga manda' a quel paese :D

Xe stado un'esperienza molto divertente

AloHa

Vico

Link to comment
Share on other sites

Standing ovation per Cunego e Petacchi

Grandiosi entrambi...iera anni che no seguivo + el Giro...el casin che iera nato col doping me gaveva fatto disinnamorar del ciclisimo. Sto anno invece me son entusiasmado, no gavessi mai pensado de tornar a veder le dò riode con rinnovato piacere ^_^

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×