Jump to content

14° giornata LegaDue 2012/13, Novipiù Casale Monferrato-AcegasAps Trieste, domenica 6 gennaio ore 18.15 | Prima, durante e dopo


Recommended Posts

In casa AcegasAps, la speranza è che l'Epifania...si porti via tutti i pensieri di fine anno. Digerita la netta sconfitta di Verona, dove Trieste si è sciolta come neve al sole nel secondo tempo, e mettendo momentaneamente da parte la difficoltà estrema di trovare forze fresche per blindare definitivamente il budget di stagione (cosa che già si sapeva, ma che è tornata in auge proprio a cavallo del Capodanno), i biancorossi allenati da Eugenio Dalmasson incontrano per la terza volta in questa stagione Casale Monferrato, facendole visita nella 14° giornata in programma in LegaDue.

Sono due squadre che ormai si conoscono bene e su cui chiaramente fa testo il turno di Coppa Italia di poche settimane fa, che ha regalato alla Novipiù l'accesso alle Final Four di categoria: una sorta di piccola "onta" che Trieste vorrebbe cancellare, specie per come erano andate le cose proprio al "Paolo Ferraris" dopo il +11 (poi dilapidato) conquistato in casa. Casale viaggia attualmente col vento in poppa, con tre vittorie nelle altrettante ultime gare disputate in campionato: nonostante la tegola dell'infortunio patito proprio a Valmaura da Rodney Green, il team di coach Griccioli vive della brillantezza di Casper Ware, abbondantemente oltre i 20 punti di media in questo periodo e di gran lunga il migliore dei suoi.

La Novipiù è oltretutto squadra che sa soffrire, e specialmente nel turno precedente in quel di Imola i piemontesi hanno fatto vedere grande compattezza nel momento topico della partita: è lapanchina lunga a fare la differenza in tali occasioni, concetto visto proprio sul parquet dell'Aget domenica scorsa. Da Ferrero e Monaldi sono arrivati gli apporti più importanti in finale di match, segnale che conferma la qualità del roster di Casale, attualmente al comando assieme al terzetto formato da Scafati, Pistoia e Barcellona. L'AcegasAps è subito sotto a loro, a quattro punti di distacco: per Trieste l'imperativo è riprendere a giocare in un modo più costruttivo e meno prevedibile possibile, senza tutta la sfilza di tiri pesanti (sbagliati) che ha contrassegnato la seconda parte di gara contro la Tezenis. Per riprendere a correre, specie contro una compagine rognosissima come la Novipiù, sarà necessario ripartire dagli errori commessi: azzerarli vorrebbe dire giocarsela sino alla fine in Piemonte, aspetto che è nelle corde giuliane.

Si gioca domenica 6 gennaio alle ore 18.15.

Link to comment
Share on other sites

Mettendo da parte le beghe societrie e parlando di campo.

Come avevo intravisto contro Trento e confermato da Verona abbiamo un'anima troppo perimetrale, chiaramente sbilanciata.

Il basket è uno sport semplice nella sua complessità: se non attacchi il pitturato e ti accontenti di tirare da fuori fai lavorare di meno la difesa, non trovi punti a cronometro fermo e vivi e muori delle tue percentuali.

Ti può andar bene qualche volta, altre predi bastonate. La squadra deve cambiare registro andando di + verso il ferro altrimenti continueremo ad avere andamenti abbastanza schizofrenici...

Tutto questo sempre pensando che la squadra pensi solo e soltanto al basket giocato...

Link to comment
Share on other sites

Nell'intervista di Lorenzo Gatto a Marco Carra, il capitano afferma che tutto l'ambiente è estremamente sereno. Il presidente Rovelli si interfaccia spesso con la squadra e ha tranquilizzato lo spogliatoio, relativamente a quanto si sente in giro.

La speranza è che Rovelli possa tranquillizzare anche i tifosi...

Link to comment
Share on other sites

Finita: 81-66 per Casale.

Arriva comunque un'importante news: gli stipendi di dicembre sono stati regolarmente pagati, con Trieste che è una delle cinque squadre in tutta la LegaDue ad aver provveduto a tale cosa. Un tanto per dire che, se si perde, non è perchè i giocatori stanno facendo l'elemosina sui marciapiedi: un pò quello che aveva già detto Marco Carra qualche giorno fa a "Il Piccolo".

Grazie ad Andrea Saule, addetto stampa della PallTS2004, per la news

Link to comment
Share on other sites

Non sarà anche colpa dell'assenza (o scarsa presenza in campo) di Ruzzier se si gioca poco da sotto? Ruzzier ci dà maggior velocità nel gioco d'attacco, permettendo soluzioni di tiro più "facili" soprattutto a Thomas, il cui periodo negativo corrisponde all'infortunio del play.

Leggendo i numeri mi colpiscono anche i 5 tentativi da 3 e solo 4 rimbalzi di Gandini. Numeri non da centro.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×