Jump to content

TRIESTINA - SACILESE | Domenica 20 Ottobre, ore 15 | Prima, durante e dopo


Recommended Posts

  • Replies 342
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Ultima partita dei nostri avversari:

Sacilese 1 Belluno 1

Sacilese: Bazzicchetto*, Manucci, Beccia, Favret, Baggio, Slongo**, Grion***, Papo Boscolo, Fabbro, Paladin*** (24’ st Spagnolli**) Barrichello (14’ st Fracaro).

A disposizione: 12 Berto, 13 Grazzolo, 14 Memheti*** , 15 Peressini****, 16 Furlanetto**, 17 Pederiva***, 18 Pulaj.

Allenatore: Mauro Zironelli

Belluno 1905: Schincariol ***, Pitteri** (11’ st Paganin****), Mosca, Masoch, Merli Sala, Osagijede*, Bertagno, Corbanese, D’ Incà** (21’ st Nenzi***), Duravia (37’ st Brustolon).

A disposizione: 12 Solagna****, 16 De Toni****, 17 Moretti*****, 18 Pecosta****, 19 Posocco***, 20 Calcagnotto*

Allenatore: Roberto Vecchiato

Arbitro: Alessio Saccenti sez. aia di Modena

Assistente n° 1: Giuseppe Bisquardo sez. di Parma

Assistente n° 2: Gustavo Lodi sez. aia di Piacenza

Reti: 12’ pt Duravia, 40’pr Beccia su rigore

Note. Pomeriggio soleggiato, temperatura di 18 gradi, terreno in buone condizioni, spettatori 400 circa con colorito e rumoroso seguito bellunese. Ammoniti: Bertagno.

Recupero: pt 1’ st 3’

(*) fuori-quota a referto gara: *’93, ***’94, ****’95, *****’96

Link to comment
Share on other sites

Ai punti il pareggio sta stretto alla Sacilese, ma il Belluno, diligente e tenace, il punticino al “XXV Aprile” se l’è conquistato con caparbietà e un pizzico di fortuna, un’annotazione che non guasta.

E’ martellante l’inizio di gara della Sacilese che prende d’assedio la metà campo giallo-blù. E’ un forcing che non dà respiro a Merli Sala e compagni, schiacciati nei sedici metri.La Sacilese nei primi 11’ di gioco colleziona 7 calci dalla bandierina, ma non trova il varco buono per far capitolare Schincariol. I due palloni scoccati dalla media distanza sono infatti usciti di centimetri dai pali bellunesi.

Superata la “buriana” bianco-rossa la formazione di Roby Vecchiato fa capolino nella metà campo di casa e conquista una rimessa laterale in prossimità del vertice dell’area mancina. La frustata con le mani di Mosca è controllata con troppa sufficienza dalla difesa liventina, sul pallone in uscita arriva a rimorchio con puntualità Duravia e il destro a incrociare supera il proteso “Baz”. E’ una doccia gelata per l’undici di mr. Zironelli” che a bordo campo si sgola per riportare la squadra all’ordine. La chiamata è presto recepita dai ragazzi di casa. Al 14’ ci prova da sotto Fabbro e la capocciata indirizzata sul palo lungo esce di poco. Al 31’ bella azione sulla sinistra di Beccia, il taglio in area spiove sulla testa di Fabbro che stacca e sulla incornata vola plastico Schincariol; tutto inutile, perché il centravanti è fermato dall’assistente che segnala l’offside.

Al 38’ gran bella giocata su palla inattiva della Sacilese: Manucci fa filtrare il pallone per lo smarcato Papo Boscolo, l’ex Delta Porto Tolle scarica un gran diagonale, ma sul secondo palo la scivolata di Barichello non riesce a dare il colpo di grazia alla sfera.

1’ dopo Beccia di sinistro fionda sull’esterno della rete. Sulla sinistra Beccia si rivela una spina nel fianco per la difesa gialloblù e chi soffre maggiormente è Duravia costretto a ripiegare sulla forsennata spinta del fluidificante. Al 39’ sull’ennesimo affondo dell’ex laterale del Bassano Duravia per l’imitarne la proiezione dopo un robusto corpo a corpo al limite dell’area, appena dentro i sedici metri lo cintura e Saccenti non ha dubbi nell’assegnare il rigore. Sul dischetto va lo stesso terzino che incrocia alla sinistra del lanciato Schincariol.

Nel secondo tempo il ritmo-partita e sempre a tavoletta e al 16’ Fabbro insidia i pali ospiti con un colpo di testa che non ha fortuna. Al 18’ è Paladin a esibirsi in una veronica sullo stretto; manca solo il gol a coronare la giocata dell’attaccante che a corpo sbilanciato sul vertice dell’area di porta calcia il cuoio a fondo campo. Il serate della Sacilese porta al Belluno a giocare con 8/9 uomini dietro la linea della palla. E’ una difesa a oltranza con l’obiettivo di rendere saldo il risultato. Al 19’ a conclusione di una stretta frequenza di emozioni, è Fracaro sull’assistenza bassa di Beccia a calciare alle stelle. Qualche errore lo mette in mostra la formazione di Zironelli che al 29’ sull’aggiramento di Fracaro, l’ex Bassano mette palla al centro per l’entrata a piattone aperto di Beccia che sul secondo palo a porta vuoto sbaglia clamorosamente il facile tocco a rete. Nel finale con tutta la Sacilee si rivesa ai limiti dell’area bellunese, è Fabbro a mancare il gol della vittoria, ma ci sta tutta la bravura e il riflesso di Schincariol. Sul cambio di campo operato dal brillante Fracaro, il centravanti sale alto sul secondo palo, la capocciata sembra destinata a gonfiare la rete, ma l’ex portiere di Udinese e Lia Piave con una rapidissima falcata a destra allunga i guantoni sul palo e salva il Belluno dalla sconfitta.

Link to comment
Share on other sites

La Sacilese è la riconosciuta terza forza del campionato, squadra forte, quadrata allenata molto bene da Mauro Zironelli, un giovane (43 anni da poco compiuti) dall’illustre passato da calciatore (Fiorentina, Chievo, e Venezia in serie A nel suo curriculum), che ha allenato nei settori giovanili di Vicenza e Bassano, vincendo un titolo nazionale, ed è salito in corsa nella stagione appena passata alla guida dell’Abano (Eccellenza veneta). Squadra completamente rinnovata, dei "vecchi" sono rimasti solo Favret (81) e Grazzolo (89) giocano in maniera propositiva, di solito con il 3-4-3 di impronta “zaccheroniana” e fanno della corsa e della cattiveria agonistica la loro dote maggiore, ma attenzione sono anche dotati tecnicamente con dei giovani abilmente pescati dal D.S. Denis Fiorin, uno dei più validi della categoria. I punti di forza sono, scegliendone uno per reparto perché veramente non hanno grossi punti deboli, Alessandro Beccia (85) in difesa, Treviso, Bassano una carriera sempre passata in C, Andrea Boscolo Papo (90) a centrocampo, uno dei trascinatori del Derta Porto Tolle l'anno scorso ed il "famigerato" bomber Filippo Fabbro (84) quello che doveva arrivare da noi l'anno scorso. Bruttissima gatta da pelare...

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

....perchè abita a 200 mt da casa mia... facevo il dirigente quando era un pulcino...mi viene a spinar birette alla nostra festa...mi tien su la difesa del nostro borgo all'omonimo torneo.....e anche sua mamma ha detto che è meglio che non si segni a lui.

Va bene come motivazione?

...segnate così poco....dovete uccellare proprio lui? fatelo sull'altro lato! :grin: :grin: :grin:

...mi aggiusteranno il mio portatile!!! uffi...

Link to comment
Share on other sites

....perchè abita a 200 mt da casa mia... facevo il dirigente quando era un pulcino...mi viene a spinar birette alla nostra festa...mi tien su la difesa del nostro borgo all'omonimo torneo.....e anche sua mamma ha detto che è meglio che non si segni a lui.

Va bene come motivazione?

...segnate così poco....dovete uccellare proprio lui? fatelo sull'altro lato! :grin: :grin: :grin:

...mi aggiusteranno il mio portatile!!! uffi...

ehi... qua è già un miracolo se segniamo figurati se possiamo fare gli schizzinosi... al massimo la mamma si arrabbierà, niente più birre e dovrai cambiare casa... :merodolodalrider: comunque per tua fortuna non dovrebbe giocare

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

La rosa completa:

Roberto Bazzicchetto (1993) portiere Federico De Zordo (1993) portiere Luca Berto (1991) portiere Tiziano Slongo (1994) difensore Marco Pederiva (1993) difensore Andrea Manucci (1981) difensore Gianluca Canzian (1995) difensore Francesco Grazzolo (1989) difensore Riccardo Baggio (1987) difensore Xhulio Pulaj (1992) difensore Arnold Mehmeti (1995) difensore Alessandro Beccia (1985) centrocampista Simone Furlanetto (1994) centrocampista Jacopo Grion (1995) centrocampista Stefano Favret (1981) centrocampista Andrea Boscolo Papo (1990) centrocampista Filippo Fracaro (1992) centrocampista Tommaso Rigutto (1995) centrocampista Filippo Fabbro (1984) attaccante Fabio Barichello (1991) attaccante Mattia Craviari (1995) attaccante Alberto Spagnoli (1994) attaccante Alberto Paladin (1994)attaccante Marco Peccolo (1995 ) attaccante

Della serie come si fa una rosa competitiva ed equilibrata in serie D in meno di un mese....

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

Giusto per spaventarvi un pò de più, riporto anche l'ultima partita in trasferta della Sacilese...

GIORGIONE-SACILESE 1-3

GIORGIONE Tieppo, Zoppelletto (dal 35' st Soldo), Civiero, Miniati, Beghin, Donè, De Filippo (dal 18' st Riello), Peruzzo (dal 10' st Campagnolo), Gazzola, Volpara, Episcopo. All. Fabbian (Lorello, Rostellato, Borsato, Olmesini, Zarpellon, Fietta)

SACILESE Bazzicchetto, Manucci, Beccia, Favret, Baggio, Slongo, Craviari (dal 44' pt Grion), Boscolo Papo, Fabbro, Paladin (dal 28' st Spagnoli), Barichello (dal 18' st Fracaro). All. Zironelli (Berto, Grazzolo, Peressini, Pulaj, Pederiva, Furlanetto)

ARBITRO Capezzi di Valdarno

MARCATORI Al 12' Barichello, al 35' Fabbro; nella ripresa, al 14' Favret, al 29' Gazzola

NOTE Ammoniti Gazzola, Volpara, Civiero, Miniati, Manucci

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

INIZIA LA PARTITA

5' Diagonale di Fabbro dal limite: la palla esce a lato.

12' GOOOOOLLLLLL!!! Sacilese in vantaggio, cross dalla destra di Boscolo Papo per la testa di Barichello che sul secondo palo si avvita e colloca la palla alle spalle di Tieppo.

16' Barichello scatenato: stavolta ci prova dalla distanza e la sfera termina di poco sopra la traversa.

25' Giorgione pericoloso con un destro di Gazzola dal limite che non va distante dal palo alla destra di Bazzicchetto.

33' Corner di Miniati dalla sinistra, la palla sorvola pericolosamente tutta l'area senza trovare alcuna deviazione.

34' Paladin dal vertice sinistro dell'area prova la conclusione a girare, Tieppo si supera e respinge.

35' GOOOOOLLLLL! Raddoppio biancorosso. Errato disimpegno di Peruzzo appena fuori dalla sua area, ne approfitta Fabbro che si porta al limite e con un preciso rasoterra angolato sorprende il portiere, che riesce soltanto a sfiorare la sfera. 0-2.

44' Primo cambio nelle fila biancorosse: esce Craviari, protagonista di un'ottima gara ma dolorante dopo uno scontro di gioco sulla trequarti, entra Grion.

FINISCE IL PRIMO TEMPO con la Sacilese meritatamente avanti di due reti.

INIZIA IL SECONDO TEMPO.

1' Mutamenti tattici per la Sacilese: Zironelli arretra Paladin e Beccia e passa al 5-3-2, con Barichello e Fabbro di punta, Boscolo Papo davanti alla difesa con ai lati Grion e Favret.

8' Sacilese VICINISSIMA al tris. Splendido contropiede orchestrato da Boscolo, che allarga per Beccia sulla sinistra, se va l'ex Treviso sulla fascia prima di mettere in mezzo per Fabbro che da solo davanti a Tieppo non riesce a inquadrare lo specchio della porta.

13' Biancorossi ancora pericolosi con Fabbro, servito da Paladin: girata che termina alta.

14' GOOOLLLLLL!!! Terzo gol della Sacilese. Il nuovo entrato Campagnolo sbaglia un appoggio al limite, ne approfitta Favret, che entra in area e una volta davanti a Tieppo non lascia scampo al portiere con un preciso diagonale. 0-3

20' SACILESE STRARIPANTE! Beccia si fa bloccare quasi a tu per tu con Tieppo.

28' Terzo cambio biancorosso: esce Paladin, entra Spagnoli.

9' Il Giorgione accorcia le distanze con un'azione solitaria di Gazzola, che partito dalla trequarti, entra in area sulla sinistra e batte Bazzicchetto con un preciso diagonale. 1-3

31' RIGORE per la Sacilese per un fallo dell'ex Beghin su Fabbro. Della battuta si incarica lo stesso numero 9 biancorosso che però spedisce la palla sulla traversa.

44' Ci prova anche Fracaro con un sinistro a rientrare dal vertice destro dell'area. Palla che esce di un soffio.

48' FINISCE LA PARTITA

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

Io penso invece che sarà una partita equilibrata, e sarei molto sorpreso del contrario.

La Sacilese è forte, indubbiamente, ma secondo me la Triestina è complessivamente un pò meglio (probabilmente non tanto) di quanto dica attualmente la classifica, le motivazioni saranno a mille (mancherebbe altro...), e comunque giochiamo a casa nostra.

Sia Rossitto che i giocatori si rendono conto di quali conseguenze provocherebbe una sconfitta interna, per cui mi attendo concentrazione massima e impegno totale.

Contrariamente all'opinione della maggioranza, sarei sorpreso se perdessimo.

Sono molto più preoccupato della trasferta successiva, per dirne una...

Link to comment
Share on other sites

Al contrario, temo particolarmente questo scontro perche' il modulo proposto da guiz, questo 3-4-3 e' molto offensivo e se sara' la sacilese a far la partita spingera' molto sulle fascie dove notoriamente non siamo proprio eccelsi, e dove patiamo molto le ripartenze e i cambi di velocita'... ma naturalmente Rossitto ha il suo asso nella manica, l'amato e collaudato 5-3-2 che sta dando tante soddisfazioni con il quale imbrigliare ogni avversario...

A parte le battute amare, chiaro che sta partita si dovra' vincere e col cuore, ma non credo che sara' facile, ci vorra' anche fortuna e non oso immaginare gli scenari in caso contrario...

Link to comment
Share on other sites

DOMENICA SENZA COLORI

Dopo aver visto per l'ennesima volta la nostra maglia disonorata da parte di chi scende in campo, la Curva Furlan conferma la posizione assunta due domeniche fa con il Monfalcone, intensificando l'opposizione! Ripetiamo, siamo pronti, come ampiamente dimostrato fino a fue settimane fa, a sopportare ogni sconfitta, ogni

retrocessione, ogni fallimento, ma ad un'unica condizione, che la maglia rossoalabardata sia bagnata di sudore a fine partita. Ne consegue che l'atteggiamento tenuto dalla squadra non lascia spazio a giustificazioni. Domenica nella partita casalinga, la Curva Furlan organizzerà una coreografia di protesta e quindi è necessario il contributo di tutti quelli che prenderanno posto in Curva. Non portate bandiere e nemmeno colori, per un impatto che deve risultare, il più possibile spoglio di colore biancorosso. Oltre la coreografia, la curva resterà in silenzio per tutto il primo tempo, stiamo cercando di dar pressione in maniera progressiva e incessante. Importante è la presenza, non lasciamo il nostro posto, non si resta a casa. La forza della nostra rivendicazione è strettamente legata alla quantità di sostenitori presenti in curva. Dimostriamo all'Italia intera che siamo ancora in piedi, che la notte, per quanto lunga sia, non ci fa paura!

CURVA FURLAN

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

Io invece, e purtroppo, scommetterei su una vittoria della Sacilese piuttosto facile. Sono molto ma molto indeciso se abbandonare il pranzo di compleanno di mia moglie per arrivare per tempo al Rocco..

Scommessina per il post al Bire, coca contro birra?

Per me, non perdiamo.

A proposito, al Bire io ci sarò e pure Debiofa, ma viene qualcuno o sono tutti al Palats?

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×