Jump to content
Le ultime news
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Sign in to follow this  
SandroWeb

I suntini sandrini di mercoledì 5 agosto 2020

Recommended Posts

MERCOLEDÌ 5 AGOSTO 2020

- Arsenic o non Arsenic, questo è il problema in casa Pallamano Trieste dove il destino del giovane terzino serbo è in questi giorni appeso a un filo esile. Si gioca tutto sulla possibilità di far arrivare il giocatore in tempi stretti per potergli permettere di rispettare la prevista quarantena e consegnarlo nelle mani di un sempre più impaziente Carpanese.In campo per preparare la stagione ormai da una decina di giorni, Trieste sta prendendo pian piano forma con l'inserimento di Dapiran e Bratkovic e il consolidamento del nucleo storico. Sabato alle 18, a Isola, la prima amichevole, test utile per alleggerire la pressione di due settimane di lavoro nella quale la squadra ha lavorato con il preparatore Sain e il tecnico Carpanese.
Come scrive oggi Lorenzo Gatto, l'accordo tra Pallamano Trieste e Arsenic è definito, il giocatore ha sottoscritto il contratto per la prossima stagione e si sta allenando a casa in attesa di poter partire e raggiungere la sua nuova squadra. Il problema è la chiusura del confine con la Serbia e la difficoltà di far arrivare al giocatore il visto necessario per farlo entrare in Italia. «Ci stiamo lavorando ormai da giorni- sottolinea la presidente Alessandra Orlich. Stiamo cercando di trovare la soluzione per portarlo a Trieste perchè è un atleta al quale non vorremmo dover rinunciare. Ci piace sia come giocatore che come persona, ha dimostrato grande voglia di venire da noi e sarebbe un peccato dover puntare su un altro terzino».Il contratto tra Trieste e Arsenic prevede tra le clausole una possibilità di uscita da parte della società nel caso in cui la situazione non dovesse sbloccarsi. Ma certo, doversi rimettere sul mercato a preparazione iniziata e con un solo mese dall'inizio della nuova stagione non è l'obiettivo della pallamano Trieste.

- L'Assemblea della Legabasket, preso atto della volontà delle società aventi diritto, ha ratificato la permanenza nella massima serie delle 16 squadre iscritte al prossimo campionato. La prossima serie A, con Cremona e Roma regolarmente ai nastri di partenza, prenderà il via alla fine di settembre preceduta dalla Supercoppa del Cinquantenario, la manifestazione che dal 27 agosto fungerà da gustoso antipasto della nuova stagione. Quattro gironi da quattro squadre con gare di andata e ritorno: le prime classificate di ogni raggruppamento si qualificheranno per le final four che si disputeranno a Bologna, nella Segafredo Arena, da venerdì 18 a domenica 20 settembre. Divisione territoriale e competenza geografica per i quattro raggruppamenti. Il girone A sarà composto da Brescia, Milano, Varese e Cantù, il girone B da Virtus e Fortitudo Bologna, Cremona e Reggiana, il girone C da Venezia, Trento, Treviso e Trieste, il girone D da Sassari, Brindisi, Roma e Pesaro. Il calendario con date e orari delle gare dovrebbe essere annunciato dopo il consiglio federale della Fip in programma a Roma domani alle 14. Le gare di Supercoppa saranno interamente seguite da Eurosport che sta definendo con la Lega l'accordo come title sponsor della manifestazione. Nodo focale il ritorno dei tifosi nei palazzetti. Si preannuncia un settembre caldo in questo senso con Fip e Lega che dovranno trovare assieme al ministro Spadafora una strada comune per andare incontro alle esigenze delle società. Nel frattempo si lavora per gradi, l'obiettivo sarebbe quello di garantire l'accesso a un numero massimo di mille persone nelle gare di Supercoppa. Il provvedimento, ancora da studiare nei dettagli, potrebbe essere inserito nel "decreto agosto" (quello che conterrà anche le norme legate al Credito di Imposta per una cifra attorno ai 60 milioni di euro) e che il governo dovrebbe varare nella giornata di domani. Con che criteri le società gestiranno l'ingresso degli spettatori nei loro palazzetti, quali dovranno essere le misure di sicurezza da applicare e come verranno scelti i settori nei quali destinare i tifosi è ancora tutto da definire.  Nel frattempo, in casa Allianz, continuano le visite mediche nel rispetto della procedura antiCovid, con i giocatori che in questi giorni saranno sottoposti a tampone e test sierologico. Se tutto sarà a postogiocatori, staff tecnico, massaggiatori e fisioterapisti si presenteranno al raduno in programma giovedì. Presente il nucleo italiano formato da Fernandez, Laquintana, Cavaliero, Coronica, Alviti e Da Ros unitamente a Grazulis e Udanoh. Upson e Henry, già a Trieste, stanno rispettando il periodo di due settimane di quarantena e si uniranno successivamente al gruppo così come Doyle che però deve ancora ricevere il visto grazie al quale potrà imbarcarsi per l'Italia e raggiungere Trieste. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...