Jump to content

I suntini sandrini di domenica 20 agosto 2023


Recommended Posts

DOMENICA 20 AGOSTO 2023

- Nella calura lombarda, contrassegnata dal bollino rosso per la città di Brescia e provincia, arriva paradossalmente la notizia raggelante a circa un'ora dalla partita. Come scrive oggi Guido Roberti su "Il Piccolo", la scomparsa di Carletto Mazzone, allenatore e uomo straordinario, record man di panchine in serie A davanti a Rocco e capace di scrivere proprio con le rondinelle bresciane pagine indimenticabili scritte dai piedi di giocatori come Guardiola, Pirlo e soprattutto Robi Baggio. La notizia rattrista un ambiente già depresso. Fuori dal centro sportivo di Torbole, urla di protesta di qualche isolato tifoso. I lombardi, aleggianti in una sorta di purgatorio tendenzialmente più vicino al paradiso della B rispetto all'inferno della C (si ritroverebbero nel girone della Triestina) non vivono un momento facile con un ambiente in aperta contestazione a Cellino, una rosa completa al 50-60% infarcita di Primavera (assente per infortunio l'ex Galazzi) e le scorie di un preoccupante 0-3 in amichevole contro i rivali del Mantova. I lombardi si impongono di misura 1-0, ma l'Unione non ha demeritato. Tesser, dopo un viaggio indubbiamente dispendioso, testa la Triestina nel consueto 4-3-1-2. Matoševic in porta, Ciofani e Rocchetti terzini, centrali Struna e Moretti all'esordio. In mezzo Celeghin perno con Fofana e Pierobon, El Azrak dietro Lescano e Redan. Dopo il minuto di silenzio squadre in campo all'insegna dell'equilibrio, primo tiro al 15' con Matoševic attento sul piattone di Bianchi. Il Brescia prendé campo ma la Triestina tiene bene con Struna e Moretti, e al 30' la salva ancora Matoševic con prodigio all'incrocio su tiro di Fogliata. Contro certi giocatori di B non si può sbagliare, la lezione la impara al 34' Rocchetti che perde maldestramente palla e consente a Garofalo di trovare l'inserimento e il tocco che batte Matoševic per l'1-0 Brescia. Non avviene poi molto fino a fine frazione. L'impressione è che Fofana regista e Celeghin mezzala esprimano al meglio le caratteristiche di entrambi, intercambiati a metà tempo). Abbaglio del direttore di gara al 47', Pierobon viene falciato in area ma l'arbitro soprassiede. La più bella azione la Triestina la costruisce al 66', Pavlev crossa e una staffilata mancina di Celeghin viene murata da un difensore. Il finale è in crescendo per gli alabardati ma occasioni vere non ce ne sono. Termina 1-0, al netto di quell'errore una Triestina che ha tenuto il campo dignitosamente. A riposo a Trieste sono rimasti Malomo e Germano. La partita ha in qualche modo concluso un ciclo, a Tesser rimarranno ora due settimane in cui puntare sulla velocità per portare la squadra all'esordio in C.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×