Jump to content

Pordenone - Triestina | Sabato 12° Aprile, ore 15 | Prima, durante e dopo


Recommended Posts

  • Replies 56
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

1922277_657943027574390_3740651024801721

In vista di Pordenone-Unione Triestina, sfida di cartello del prossimo turno di serie D, in programma sabato 12 aprile alle ore 15.00 allo stadio “O. Bottecchia”, il Pordenone Calcio comunica alcune importanti disposizioni per l’ingresso allo stadio. Per l’occasione saranno aperti al pubblico anche i due settori della tribuna scoperta, a cui si accede dalla pista d’atletica di via San Vito (riservato alla tifoseria ospite) e dal tennis club (riservato alla tifoseria locale). Il costo del biglietto sarà ridotto: 8 euro (anziché 10 euro).

Link to comment
Share on other sites

Ultima partita dei nostri avversari:

Belluno - Pordenone 0-2

Marcatori: 80’ Zanardo, 90’ Buratto

A.C Belluno 1905: 1. Schincariol, 2. Pitteri (75’ 16. De Toni), 3. Sommcal , 4. Masoch (51’ 13. Paganin), 5. Calcagnotto, 6. Merli Sala, 7. Osagiede, 8. Nenzi, 9. Corbanese, 10. D’Incà, 11. Mosca
A disposizione: 12. Solagna, 14. Somonetti, 15. Dal Farra, 17. Schiocchet, 18. Longo
Allenatore: Roberto Vecchiato

Pordenone: 1. Capra, 2. Migliorini, 3. Chimento, 4. Mattielig, 5. Niccolini. 6. Ruopolo, 7. Mateos, 8. Nichele (57’ 19. Oliveira) 9. Maccan (89’ 16. Casella), 10. Florean (67’ 20. Zanardo), 11. Buratto
A disposizione: 12. Careri, 13. Fornasier, 14. Pramparo, 15. Nastri, 17. Pavan, 18. Bearzotti
Allenatore: Carmine Parlato

Arbitro: Vincezo Valiante
1°Assistente: Ylenia D’Alia
2°Assistente: Michele Nocenti
Ammoniti: Buratto, Masoch, Maccan, Florean, D’Incà, Merli Sala, Corbanese
Recupero: 0’, 5’

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

BELLUNO. Da meno 5 a parità. Proprio così, è aggancio. Il Pordenone acciuffa il Marano in vetta alla classifica di serie D. In molti non ci credevano più e invece no: la storia si riscrive e il nuovo capitolo è figlio di un pomeriggio adrenalinico, scritto tra Este e Belluno. Nel Padovano, i vicentini impattano (0-0), ai piedi del Nevegal invece i “ramarri” stendono i gialloblù (2-0) e fanno l’impensabile. Sì, perché alla gara si arrivava dal ko col Giorgione e ancora senza Zubin, ieri in tribuna. Ci pensa quel genio di Zanardo a 15’ dalla fine (e poi Buratto) a regalare la vetta. Se finisse così, il 4 maggio, sarebbe spareggio: ma il match di ieri regala l’inerzia per evitare lo scontro diretto.


L’inizio. Pordenone col 4-1-3-2: Mattielig play, dietro a Buratto, Nichele e Mateos. Davanti, assente il capitano, ci sono Maccan e Florean. I due attaccanti ci capiscono poco, però, così come i loro compagni: il Belluno, pur senza tre titolari, mette in crisi i neroverdi col suo 4-2-3-1, che copre ogni spazio a verticalizzazioni e altro. Così, dopo il primo squillo (17’) di Mateos – palla fuori da due passi –, spinge la squadra di Vecchiato. Mosca spara alto (al 20’), s’intuiscono le falle nella nave dei “ramarri”. Ma ciò che non fa il capitano – Parlato – lo fa il marinaio, in questo caso Capra. Dal 28’ in poi: prima il portierino dice “no” a un’inzuccata di Corbanese (29’), poi si ripete su Sommacal (39’). Interventi decisivi. Sballottato prima in mezzo all’oceano, il Pordenone torna a riva. Florean ha due occasioni – piazzato e deviazione –, ma non segna.


La svolta. Da scialuppa a corazzata: la ripresa segna il mutamento del Pordenone. Primi segnali all’8’, quando a Maccan viene annullato un gol per sospetto fuorigioco. Non basta, allora Parlato cambia: dentro Oliveira, un altro attaccante. Il ritmo sale e sbatte il Belluno nella sua area. E’ il momento di Zanardo. Dopo Marano, l’ex Delta è stato accantonato. Lui ha voglia di riscatto. Eccoci al 34’: imbucata di Mattielig, la punta taglia al momento giusto. Stop, sinistro a incrociare, gol. E’ il delirio. Pordenone avanti, da Este arrivano buone notizie. Il Belluno è ormai ko: infatti, al 45’, arriva il raddoppio con Buratto, che anticipa Mosca e mette in rete con un tiro al volo il cross di Chimento. E’ finita. Poi, dal Padovano, “la” notizia: 0-0 Marano. E’ parità, si ricomincia daccapo. E il Pordenone ha il ritmo giusto per staccare i rivali.


Link to comment
Share on other sites

1536715_657937820908244_3114524665354807

In vista della partita di sabato 12 aprile contro il Pordenone, in programma allo stadio "Ottavio Bottecchia" alle ore 15, il giudice sportivo appieda per una giornata l'attaccante dei ramarri Lauro Florean. Nessuna squalifica per gli alabardati. Entra in diffida Davide Ferrara che va ad aggiungersi a Leandro De Petris, Antonio Stentardo e Massimo Bussi già sanzionati.

Link to comment
Share on other sites

Nel Pordenone dovrebbe rientrare capitan Emil Zubin a sostituire lo squalificato Florean. Per il resto è probabile che Mr. Parlato si affidi ancora al collaudato 4-2-3-1, che spesso ha usato, soprattutto in casa, e che è in realtà un 4-4-1-1 molto elastico, con il giovane Capra (95) in porta, difesa da destra verso sinistra composta da Migliorini (93), Ruopolo, Niccolini, Pramparo (94), quest'ultimo in ballottaggio con Chimento (94), dighe di centrocampo Mattielig e Mateos con il tridente fantasia e sostanza di Buratto (94), Zanardo e Nichele a sopportare bomber Zubin. Importanti armi dalla panchina l'esterno brasiliano Oliveira, il jolly Dionisi, la punta Maccan e l'enfant prodige, classe 96, Bearzotti (recentemente acquistato dal Verona). Noi siamo al completo, ma non è da escludere l'impiego di alcuni giovani meno utilizzati finora. Partita ovviamente più importante per loro che per noi, ma spero che ci siano ancora abbastanza motivazioni per non andare là a fare da vittima sacrificale.

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

Mi secca molto che si giochi di sabato, perchè ci sarei andato volentieri.

All'andata mi piacque molto Zanardo, e comunque la loro superiorità fu imbarazzante.

Ma adesso è un'altra Triestina, e se Rossitto sarà ancora così bravo da lasciare i casini fuori dalla porta, e andare a giocarsela con la tranquillità di chi non ha nulla da perdere, e la voglia di rivincita verso chi non lo ha riconfermato, potremmo avere una partita più aperta di quanto direbbe il pronostico.

Edited by forest
Link to comment
Share on other sites

Certo Guiz, ma (non so se apposta) Morodesede ga messo in campo un futuro (confermera') e non un passato (covermado) quindi, siccome se ghe saremo ancora el prossimo anno Rossitto no sara' sicuramente el "sogno" della Triestina sta voia de rivalsa pol esser che la gabbi piu' verso el suo mondo "attuale" piuttosto che verso quel dell'anno scorso......

Link to comment
Share on other sites

Io non ne sono così convinto, a dire il vero.

Se fosse possibile arrivare a un professionista di livello tale da garantire un salto di qualità sarebbe giusto pensarci, ma piuttosto che salti nel buio mi terrei Rossitto, che è partito così così ma col tempo ha corretto i propri errori e dato alla squadra un'identità definita e riconoscibile.

Mantenendo per giunta alta la concentrazione sul campo e ottima la coesione del gruppo, nonostante tutti i casini che sappiamo.

Credo che in questo tipo di scelta anche il parere dei giocatori destinati a rimanere dovrebbe avere un suo peso.

Link to comment
Share on other sites

Condivido in gran parte. Faccio però un ragionamento.

Credo che l'anno prossimo Trieste, intesa come piazza, debba pretendere il salto di categoria. Lo scorso anno siamo ripartiti dall'Eccellenza, e in qualche modo, nonostante la sconfitta nella finale play-off, siamo riusciti a raggiungere la serie D. Questa stagione in D è stata, se vogliamo, di transizione. Complici anche le turbolenze societarie, stiamo concludendo la stagione a metà classifica, e sarebbe andata peggio se la squadra non avesse buttato il cuore oltre l'ostacolo (per merito anche del mister). Il nucleo più affezionato della tifoseria ha accettato questa situazione, non mollando mai, appoggiando sempre la squadra e contestando nei momenti giusti (alla fine della gestione Costantini). Va però notato che intorno alla Triestina c'è sempre più un vuoto d'interesse desolante. E il numero sempre più basso di presenze in stadio lo dimostra. Se non cambiano tante cose, la disaffezione crescerà.

Ora, che non venga tanta gente in stadio a vedere la Triestina lottare a centro classifica nella quinta serie nazionale, ci sta. Ma non può assolutamente diventare un'abitudine.

D'accordo che per via della riforma dei campionati la serie D diventerà quarta serie, però è sempre serie D. Una categoria non consona a questa città. Penso quindi che dobbiamo puntare dritti alla promozione. E secondo me, se vogliamo andare su, dobbiamo cambiare tante cose. Una di queste è l'allenatore. Abbiamo già detto dei meriti di Rossitto in questa stagione. Tutto vero. Però secondo me ha dei difetti di non poco conto. Prima di tutto ha difficoltà a leggere le partite. Se vogliamo arrivare primi, non possiamo buttare via punti per colpa di cambi dissennati. Poi, per me i problemi della difesa non sono dovuti solo agli interpreti (o alla giovane età dei terzini) ma anche a carenze dell'allenatore. Infine, mi pareva di aver letto (mi pare da parte di Guiz) di un Rossitto molto influenzabile da Turci, quasi una sua ombra (non proprio una bella cosa se vogliamo puntare in alto). Quindi secondo me va fatto un salto di qualità anche dal punto di vista della guida tecnica. Proprio perché Trieste non può più sopportare di avere l'Unione così in basso.

Link to comment
Share on other sites

Sembra che abbiamo un problema con Frangu, che potrebbe essere sostituito in vari modi, il più probabile con Ferrara a sinistra e Pratolino a destra. Il Pordenone pensa invece ad una partita più accorta, e potrebbe utilizzare il rombo con Mateos dietro Zanardo e Zubin (o Maccan, se Zubin non se la sente di partire dal primo minuto), Mattielig a far da schermo davanti alla difesa e Dionisi a terzino destro per fermare Bussi.

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

Hector, purtroppo le città che possono sostenere di meritare di più sono a decine, ma questo non gli dà alcun diritto.

Chi ha le potenzialità economiche può fare certi discorsi, gli altri no.

Sarebbe bello sapere se le avremo noi...

Comunque sia, saremo in quarta serie.

E l'ultima volta per risalire in terza ci abbiamo messo sette anni....

Link to comment
Share on other sites

Infatti quegli anni in C2 sono stati una vera tragedia sportiva.

Una cosa è, come dici giustamente, valutare realisticamente le nostre potenzialità di risalita (e le incognite sulla nuova proprietà sono tante). Un'altra cosa è riconoscere che la quarta categoria non è per nulla consona a questa città e alla Triestina. Per me, andare allo stadio è sempre un piacere, indipendentemente dalla categoria. Ma è chiaro che la Triestina in serie D è decisamente fuori posto, e vedere uno stadio del genere così desolatamente vuoto ne è la manifestazione più lampante. A meno che non ci si accontenti di restare per anni in D ad ospitare squadre tipo l'Union Ripa la Fenadora davanti a un migliaio abbondante di tifosi.

Link to comment
Share on other sites

I convocati:

Portieri: Del Mestre, Franceschin
Difensori: Ferrara, Parini, Pimazzoni, Luca Piscopo, Pratolino, Vianello
Centrocampisti: Burato, Nakim, Marco Piscopo, Stentardo, Wagner, Zetto
Attaccanti: Bertoni, Bussi, De Petris, Godeas, Monti, Sessolo
Link to comment
Share on other sites

Formazioni probabili:

PORDENONE

4-1-2-1-2

Capra

Dionisi Ruopolo Niccolini Chimento

Mattielig

Migliorini Buratto

Mateos

Zanardo Zubin

TRIESTINA

4-3-3

Del Mestre

Pratolino L.Piscopo Pimazzoni Ferrara

Zetto Stentardo Nakim

Sessolo Godeas Bussi

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×