Jump to content

Vecio Grezar, aneddoti e curiosità!


Recommended Posts

2 ore fa, GiGi-TO ha scritto:

A scorrere i tabellini, bei nomi nel Grasshopper e nello Standard...

Fantastico il Grasshoppers, che quand'ero bambino faceva sempre le coppe ed è una delle squadre a cui penso se qualcuno mi dice "Svizzera". Le altre sono Servette Ginevra (me li ricordo contro la Lazio da piccino, penso l'anno in cui abbiamo vinto la coppa delle coppe) e soprattutto Neuchatel Xamax.

Fine del momento "memoria analogica" 

Comunque, per chi ha facebook, avete visto quante challenge sul calcio stanno uscendo? 

Link to comment
Share on other sites

18 minuti fa, LungomareNatisone ha scritto:

A proposito di Grezar, esattamente 35 anni fa Triestina Bari 1-0

Ricordo che arrivai a pochi minuti dall'inizio e faticai a trovare un buco in una Nord stracolma 

L ' annullamento del gol di Cerone fu la tassa da pagare ai Matarrese per quella partita...meritavamo di vincere 3-0

Link to comment
Share on other sites

io ho un ricordo molto più vivo di Triestina-Monza e di come, dopo quel pareggio, ci fosse una certa rassegnazione. E pure la Triestina era ancora a pari punti col Bari, e, vincendo l'ultima  a Campobasso, avrebbe avuto diritto almeno allo spareggio. C'era molta più fiducia l'anno dopo, quando l'ultima gara, sempre con una pericolante, il Pescara, la vittoria sembrava aprire le porte alla A.

 

Link to comment
Share on other sites

11 ore fa, LungomareNatisone ha scritto:

Per voi che l'avete vissuta, quel Triestina-Bari può essere considerato la versione anni ottanta del famoso Triestina-Siena del 2003? 

No, perche' il secondo fu uno scontro al vertice, mentre nel primo caso in testa c'era il Pisa.

Comunque una partita memorabile anche per il fatto che si gioco' il sabato di Pasqua in un epoca nella quale tutti giocavano la domenica pomeriggio, dalla A alla seconda categoria... Il clima era infuocato perche' per tutto 

il campionato il Bari fu protetto in modo vergognoso ( dalla quindicina di rigori tirati da Bivi alla ripetizione della partita di Parma, sospesa per nebbia all'84' coi galletti sotto 0-3...) e anche la sconfitta dell'andata al San Nicola venne propiziata dall'ennesimo rigore dubbio concesso ai pugliesi.

La partita certifico' un fatto : eravamo superiori. E avremmo senza dubbio meritato la promozione al posto loro.  Il calendario era perfetto: tutte le rivali dovevano salire a Valmaura ad eccezione del Perugia ( e in Umbria,. in un Curi gremitissimo, giocammo una perfetta partita di contenimento portando via un pari del tutto meritato).

 Il Pisa di Berggreen e Kieft, che era superiore a tutti, venne al Grezar a imporre uno 0-0 senza ombre, sarebbe stata la partita della svolta definitiva.

Ma la serie A, che sembrava a portata di mano, venne gettata al vento nelle ultime tre partite, dove conquistammo due punti su 6 : è vero che il Lecce pareggio' per quella sfigatissima

deviazione di Braghin, ma complessivamente gioco' molto meglio e non ci potevano essere recriminazioni; la vera partita maledetta, al di la' del giallo del rigore di De Giorgis, fu quella successiva dove non riuscimmo a sbloccare il risultato contro una squadra tranquilla ; avessimo vinto sarebbe cambiato tutto perche' saremmo potuti scendere a Campobasso, in un ambiente ultra-ostile contro una squadra che si giocava la salvezza, sapendo che un pari ci avrebbe garantito comunque lo spareggio con il Bari. 

 Ma la squadra era crollata psicologicamente col pareggio del Lecce, e lo si vide chiaramente nelle ultime due gare.

Diciamo che su quel campionato e quello successivo, quando ci impedirono lo spareggio con l'Empoli, ci sarebbero tante cose da dire, anche a distanza di tanti anni...

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, andyball ha scritto:

Diciamo che su quel campionato e quello successivo, quando ci impedirono lo spareggio con l'Empoli, ci sarebbero tante cose da dire, anche a distanza di tanti anni...

E diciamole!! (...diciamole... io no che non le so!!! ?)

Link to comment
Share on other sites

Comunque è veramente assurdo che in questi sessant'anni non siamo mai riusciti a tornare in A pure andandoci vicino in due epoche. Parlò di epoche e non di campionati perché sia negli anni 80 che ai tempi di Berti non furono campionati isolati ma promozioni sfiorate ripetutamente. 

Nell'83 tornammo in b e disputammo un buon campionato da neopromossi, l'anno seguente buttammo la A via da soli e l'anno seguente ancora (86) non giocammo lo spareggio per quel maledetto punto di penalizzazione. 

Con Berti invece arrivammo a un passo dalla promozione (al netto di Fabiani, Nucini e compagnia bella sarebbe bastato vincere a Messina e Ascoli per essere promossi) e l'anno dopo a inizio aprile eravamo in piena zona promozione dopo aver battuto il Treviso in casa

È davvero tutto assurdo... Ci sono anche altre squadre che come noi non vanno in a da decenni (Lucchese, Pro Patria, Pro Vercelli) ma loro non ci sono mai andate vicino neanche lontanamente... 

Link to comment
Share on other sites

E a proposito di recriminazioni oggi sono esattamente 17 anni da quel famoso Triestina - Samp 2-2...una delle tante partite buttate nel cesso quell'anno nel girone di ritorno...Samp, Vicenza, Bari, a Cosenza perso contro i morti, a Messina buttata via a 5 minuti dalla fine... A pensarci mi girano ancora le palle come eliche

Link to comment
Share on other sites

a proposito di recriminazioni nel 1984-1985 c'è pure il caso del Taranto. Retrocesse a fine anno, ma nel corso della stagione era riuscito a vincere al Grezar. Durante l'anno fu sull'orlo del fallimento, e la sua esclusione avrebbe privato di punti tutte le nostre concorrenti che avevano vinto contro di loro. Invece arrivò il salvataggio finanziario.

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Euskal Herria ha scritto:

si in effetti saria de aprir el fascicolo... apriamo Andyball? :D

 

Guarda... solo sul rigor de De Giorgis saria de scriver un tema in classe...

Ghe ne gavevo parlado de visu con Giacomini, a casa sua, anni fa. E per quanto l'aplomb dell'interlocutore rendeva impossibile che se ne parlassi apertamente, da silenzi e sguardi credo de aver intuido qualcosa...

Link to comment
Share on other sites

un po' de tempo fa, in una situazion in "borghese", parlando con un suo compagno de squadra dell'epoca me xe stado assicura' che el voleva segnar

certo che pensandoghe ben onestamente go enorme difficoltà a crederghe, ma ammetto che me aspettavo una risposta almeno piu' abbottonata (una reazion come quella de Giacomini...appunto de silenzi e sguardi che te fazeva capir che...insomma...) e inveze son rimasto spiazzado dalla sua risposta diretta

sia chiaro, non so se sia vero o no, o se magari anche se questa persona fossi coinvolta :D

 

Link to comment
Share on other sites

47 minuti fa, Euskal Herria ha scritto:

un po' de tempo fa, in una situazion in "borghese", parlando con un suo compagno de squadra dell'epoca me xe stado assicura' che el voleva segnar

certo che pensandoghe ben onestamente go enorme difficoltà a crederghe, ma ammetto che me aspettavo una risposta almeno piu' abbottonata (una reazion come quella de Giacomini...appunto de silenzi e sguardi che te fazeva capir che...insomma...) e inveze son rimasto spiazzado dalla sua risposta diretta

sia chiaro, non so se sia vero o no, o se magari anche se questa persona fossi coinvolta :D

 

Per carita', la verita' vera forse no la saveremo mai... partindo dalla certezza che el rigorista iera Toto'

Quel che me ricordo ben, xe la leggerezza con la quale xe sta tirado quel rigor, quasi in fretta e furia... Sembrava un rigor tirado all'80' sul 3-0...

Va anche detto che gavevimo altri 80 minuti per vinzerla, ma no ghe ierimo proprio...

Link to comment
Share on other sites

10 ore fa, andyball ha scritto:

Lascio l'amarcord delle recriminazioni a Forest, visto che da tempo non lo leggiamo...

Scrivo poco perché di coronavirus, che è l'argomento principe, non so letteralmente una mazza.

Vedo con un misto di interesse e sgomento che virologi di chiara fama, gente che ha passato letteralmente tutta la vita a studiare i virus,  hanno opinioni spesso in antitesi fra loro, e quindi ne deduco di conseguenza la valenza che può avere l'opinione degli utenti di un forum calcistico, la mia per prima evidentemente.

Di calcio in questo periodo si parla poco, anche giustamente, e quel che pensavo e penso sugli sviluppi del dopo coronavirus l'ho già scritto.

Gli amarcord, intesi come recriminazioni non sportive ma tirando in mezzo il destino cinico e baro, non mi appartengono per carattere.

Credo che nel calcio vi sia una enorme componente di casualita' che nei momenti decisivi (ai quali però bisogna arrivare, evidentemente, ed è quello il grande merito) divide il trionfo dal fallimento.

Di solito, chi vince tende a minimizzare le combinazioni favorevoli , chi perde a enfatizzare quelle contrarie.

È sempre stato così.

Da tifoso alabardato, la sindrome di Calimero non l'ho mai avuta.

Ovviamente ho sofferto quando D'Elia ha deviato col sedere la palla che ha deciso lo spareggio, ma con la consapevolezza che due settimane prima avevamo il match-point, al Grezar, con due risultati su tre.

E lo abbiamo buttato.

Ci fu certamente una componente arbitrale l'anno del Bari di Matarrrese, e ci fu ovviamente con Nucini.

Peró mi dispiace che non si voglia ricordare che nella prima parte di quel campionato  gli assi in mano, in senso arbitrale, li avevamo noi.

Erano brutti anni, da quel punto di vista: noi eravamo sul carro "giusto" ma  ci siamo rimasti solo fino a un certo punto.

La storia che ci è sempre andata male è una leggenda: gli eroi di Lucca, so di essere impopolare, sarebbero stati molto meno eroi se Carruezzo avesse messo dentro il rigore del 4-1, anzichè prendere il palo col portiere dalla parte opposta, e ricordo bene in tempi recenti e gare decisive il gol di Aquaro a tempo scaduto (meritato? mah...) o la rovesciata di Rocco al 118''.

A volte avremmo meritato di più, altre siamo stati aiutati (anche) dalla dea bendata.

Come tutti.

Non ho mai creduto a storie di valigette, nè alla malafede di De Giorgis.

I campionati durano quasi 40 partite, il più forte (se è veramente il più forte) vince e basta.

A me è capitato di vedere la Triestina farlo due volte: una l'anno di Buffoni e l'altra molto prima, quando dominammo.la D vincendola con settimane di anticipo.

Se invece non sei il più forte ma "solo" uno dei più forti, decidono gli episodi 

Un palo un rigore sbagliato, un gol annullato, possono fare la differenza.

Solo che quando la fanno a favore si tende a dimenticarsene, e quando invece va male ad accusare tutto e tutti.

Io, almeno, l'ho sempre pensata così.

Link to comment
Share on other sites

Certo, è un atteggiamento sportivo, quindi il migliore possibile. Non lo discuto.

Non ho mai negato che l'ultima promozione in B abbia visto anche la componente fortuna dalla nostra parte, dal palo di Caverzan su punizione con lo Spezia a quello decisivo dal dischetto del mitico Eupremio.

Ma io purtroppo, al contrario di te, ho la sindrome serba e su qualcosa che è andato storto per colpa mia o -molto peggio - perche' altri ci hanno messo la manina, posso recriminare nei secoli dei secoli.

Nella stagione 84-85 avevamo sostanzialmente la A in mano, a tre giornate dalla fine. Persa senz'altro per demeriti nostri, ma mi rimarra' sempre il sospetto che non tutto è stato limpido come l'acqua di fonte.

In quella successiva, non sapremo mai anche per le recente dipartita dell'attore principale, come andarono realmente le cose e perche' ci fu impedito di giocare lo spareggio. 

Quello che 35 anni dopo nessuno ci ha mai detto è perche' a una della due parti della presunta combine fu concesso il beneficio del dubbio, e con quello la promozione.

Che se qualcuno l'avesse dimenticato, non era automatica, perche' terzo era arrivato il Vicenza riconosciuto colpevole prima di noi e quindi esautorato.

Sai, se è sport si puo' pure accettare, errori arbitrali di Sozza di Seregno compresi.

Ma a me quegli episodi uniti a quello che successe nel 2003 danno ancora parecchio fastidio, e sempre me ne daranno...

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

13 ore fa, forest ha scritto:

Peró mi dispiace che non si voglia ricordare che nella prima parte di quel campionato  gli assi in mano, in senso arbitrale, li avevamo noi.

Erano brutti anni, da quel punto di vista: noi eravamo sul carro "giusto" ma  ci siamo rimasti solo fino a un certo punto.

Però io non ricordo grandi aiuti finché Fabiani era da noi, sinceramente. 

Sarà che ero piccolo, ma a parte il rigore a Genova con la Samp non ricordo grandi svarioni a favore nostro. Anzi, al contrario, mi viene subito in mente il rigore inesistente con cui il Napoli accorciò le distanze al Rocco. 

Sul resto del discorso sono anche tutto sommato concorde... Basta pensare all'Italia del 2006 che vinse un mondiale anche grazie ad un ottavo e un quarto di finale abbordabili (la Francia ad esempio si trovò ad affrontare Spagna e Brasile, forse il Brasile sulla carta più forte dall'82) e una Germania affrontata senza Frings che era uno dei suoi uomini più determinanti e battuta a 2 minuti dalla lotteria dei rigori. 

Va però altresì detto che non è che a Trieste abbiamo avuto tutto sto c**o negli ultimi 35 anni, a parte il rigore di Carruezzo e il gol di Rocco a Dro a tempo scaduto...

Link to comment
Share on other sites



In quella successiva, non sapremo mai anche per le recente dipartita dell'attore principale, come andarono realmente le cose e perche' ci fu impedito di giocare lo spareggio. 
Quello che 35 anni dopo nessuno ci ha mai detto è perche' a una della due parti della presunta combine fu concesso il beneficio del dubbio, e con quello la promozione.
Che se qualcuno l'avesse dimenticato, non era automatica, perche' terzo era arrivato il Vicenza riconosciuto colpevole prima di noi e quindi esautorato.

 
 
 


A memoria l'intercettazione sulla combine con l'Empoli per la spartizione dei punti tra andata e ritorno saltò fuori solo nell'autunno del 1986 e questa causò la successiva penalizzazione al campionato 87/88 che ci fece retrocedere. Anche l'Empoli fu penalizzato e retrocesse ma dopo 2 campionati in A.

Inviato dal mio Redmi Note 7 utilizzando Tapatalk

Link to comment
Share on other sites

22 minuti fa, Genzo ha scritto:


 

 


A memoria l'intercettazione sulla combine con l'Empoli per la spartizione dei punti tra andata e ritorno saltò fuori solo nell'autunno del 1986 e questa causò la successiva penalizzazione al campionato 87/88 che ci fece retrocedere. Anche l'Empoli fu penalizzato e retrocesse ma dopo 2 campionati in A.

Inviato dal mio Redmi Note 7 utilizzando Tapatalk
 

 

Non ricordi che ci dettero 5 punti e ce ne levarono 1 per non farci fare lo spareggio e gli altri 4 da scontare nel campionato successivo, dove ci salvammo con la banda ?

Nemmeno un giudice friulano avrebbe fatto di meglio...

Poi prendemmo altri 5 punti nell' 87-88 e retrocedemmo

Link to comment
Share on other sites

Non ricordi che ci dettero 5 punti e ce ne levarono 1 per non farci fare lo spareggio e gli altri 4 da scontare nel campionato successivo, dove ci salvammo con la banda ?
Nemmeno un giudice friulano avrebbe fatto di meglio...
Poi prendemmo altri 5 punti nell' 87-88 e retrocedemmo
Si ma i primi cinque punti non furono per le due partite con l'Empoli.
La prima penalizzazione arrivò per il pareggio col Lecce e l'autogol di Braghin che prese 3 anni

https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1986/04/16/coinvolto-anche-allodi.html

https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1986/11/26/triestina-empoli-ancora-nei-guai-con.html

Inviato dal mio Redmi Note 7 utilizzando Tapatalk

Link to comment
Share on other sites

53 minuti fa, Genzo ha scritto:

Si ma i primi cinque punti non furono per le due partite con l'Empoli.
La prima penalizzazione arrivò per il pareggio col Lecce e l'autogol di Braghin che prese 3 anni

https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1986/04/16/coinvolto-anche-allodi.html

https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1986/11/26/triestina-empoli-ancora-nei-guai-con.html

Inviato dal mio Redmi Note 7 utilizzando Tapatalk
 

Si, è vero. Intendevo solo che le penalizzazioni erano due, spalmate su tre campionati. 

Come è vero che l'autorete di Braghin  "fatta apposta"  poteva esserci solo nella mente degli inquisitori, come sa benissimo chi era allo stadio e vedendo le immagini in tv.

Nemmeno l'ho nominata quella partita fra i  "casi" di quel campionato, perche' appunto chi c'era sa che non ando' cosi'. Ma in pratica ci costo' carissima. 

Diciamo che all'Empoli ando' di lusso e a noi un pocolino meno...

Link to comment
Share on other sites

Si, è vero. Intendevo solo che le penalizzazioni erano due, spalmate su tre campionati. 
Come è vero che l'autorete di Braghin  "fatta apposta"  poteva esserci solo nella mente degli inquisitori, come sa benissimo chi era allo stadio e vedendo le immagini in tv.
Nemmeno l'ho nominata quella partita fra i  "casi" di quel campionato, perche' appunto chi c'era sa che non ando' cosi'. Ma in pratica ci costo' carissima. 
Diciamo che all'Empoli ando' di lusso e a noi un pocolino meno...
Si si, volevo solo puntualizzare che l'Empoli l passò liscia perché non fu beccato al primo giro. Più cul che giudizio...

Inviato dal mio Redmi Note 7 utilizzando Tapatalk

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...