Jump to content

il doping in Italia nell'alba del nuovo secolo


Recommended Posts

Per no parlar che, ovviamente, ogni nazion ga le sue leggi e quel che se vendi in farmacia in Italia (con ricetta), te podessi anche trovarlo in supermercato negli Stati Uniti....... no go dati certi attuali, ma fin a qualche tempo fa te trovavi tutti precursori testosteronici in libera vendita negli Stati uniti. El DHEA, proibito in Francia, in Italia possibile solo con prescrizione medica, nei USA te lo trovi in supermercato. A sto punto, o te se prepari nei USA o l'atlela USA de sicuro corerà più veloce de ti. Ridicolo poi che, in certe nazioni, roba considerada "doping" (come appunto i pro-ormoni) sia in libera vendita senza nessun controllo. El mondo dei "integratori" xe un mondo parecchio "pericoloso" che tendi a correr spesso sul fil del rasoio. Addirittura el stesso integrator della stessa marca col stesso nome stessa scatola e stessi colori, pol aver componenti diversi a seconda della nazion dove el vien commercializzà. Ghe ne iera un, fin a qualche anno fa, che nei USA gaveva l'efedrina mentre in Europa no perché proibitissima. Fortunatamente anche i "Mericani" ga capido che quella roba iera un tantin pericolosa e i la ga proibida.

Edited by Blowing Bubbles
Link to comment
Share on other sites

Il tuo discorso e' interessante. Certe sostanze e' vero che siano alla portata di tutti in certi stati mentre in altri molto meno accessibili, il caso Meldonium del resto lo testimonierebbe..

Per quanto riguarda il calcio, aldila' che a nessuno frega se Zico si faceva di testosterone, o che Messi si curava con l'ormone della crescita, il discorso cade sempre sul pensiero comune che serva a poco.

Pazienza se il nostro CT all'epoca avesse sbalzi di emoglobina inquietanti(giustificati, e forse pure giustificabili) che i giocatori del Parma dopo un ritiro avessero valori di ematocrito degni di Rijs al Tour 1996..

Si dimenticano facilmente i casi Gaurdiola, Stam, Davids, o comunque si tende a giustificarli.

Perche' il calcio e' abilita'..Vero in parte..

E' lo sport piu' ricco e globale del mondo, puo' permettersi il Barcellona di chiudere la porta in faccia alla wada, tanto chi ci tocca?

Ed e' qui la vera debolezza dell'antidoping..

Forte con i deboli, debole con i forti( discorso esteso anche ai ricchi degli altri sport).

Io non credo nemmeno che sia tanto indietro al doping, credo che purtroppo l'antidoping sia potere da esercitare e quindi condizionabile e condizionato.

Il sistema non sarebbe nemmeno male, con la WADA organo apparentemente estraneo alle varie federazioni, ma chissa' perche' ora nel mirino c'e' uno sport prestigioso ma relativamente "povero".

Ma tale e povera, diceva Manzoni, e' la giustizia umana.

 

Link to comment
Share on other sites

Come gavevo scritto tempo fa una volta go ciolto el Nurofen per curarne un raffreddor acuto senza saver fossi vietado (no gavevo la scatola, la morosa me gaveva passa un blister de pastiglie). Beh se a una gara per puro caso i me gavessi fatto l'antidoping me gavessi probabilmente trova nei casini perché contien pseudoefedrina.

Questo per dir che moltissime sostanze de uso "comune" xe considerate doping è che no cori andar negli states per gaver libero accesso a sostanze considerade doping....

Sta a ti atleta decider e informarte cosa te pol cior e cosa no. A mi ogni anno me riva el link dalla federazion con la lista dei farmaci vietadi. E non son nisun, solo un fermo ciclista master...

Link to comment
Share on other sites

Si Rio..disemo che bisogna star anche molto attenti..non devi esser facile.

Non solo el diretto interessato..ma anche alla crema vaginale che usa la partner , per esempio.....Una delle scusa piu' belle che go sentido dopo una positivita'..:D

Edited by alvin66
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, fp17 dice:

si bon ma solo adesso i se acorzi che nel 2014 no'l se ga fatto trovar quattro volte ai controlli?

Infatti...se stado uno spiffero che la stampa ga captado..figurite se ste robe vien ditte da chi di dovere..

Come la positivita' de Contador..che l'UCI stava bellamente insabbiando..

Link to comment
Share on other sites

se la positività derivasse dall'aver mangiato una bistecca, sarebbe pure peggio! vorrebbe dire che al supermarcato o in macelleria si trova della carne pericolosa  per la salute di tutti.

Edited by Geppo
Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Doping, body builder da record: positivo a 21 sostanze

L'atleta si chiama Claudio Stella, ed è risultato più che positivo a un controllo effettuato in occasione dei campionati nord italiani di Bussolengo. In seguito ai test è stata accertata la positività di altri 10 partecipanti della competizione

....mai pensavo che lori i se dopava.....

B--)

 

http://www.repubblica.it/sport/vari/2016/07/06/news/doping_body_builder_da_record_positiva_a_21_sostanze_proibite-143568674/

Edited by 666
Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...

trovata in rete questa tabella.

Presumo da dati ufficiali WADA-

Da osservare i controlli fatti agli atleti Russi e relativa incidenza di positivi, sotto l'1%

ed il numero di controlli fatti agli Inglesi e agli Americani.

Agli inglesi hanno fatto meno test rispetto a noi, Francia, Germania, ecc.ecc. e meno della meta' di quelli fatti ai Russi.

Gli Americani meno dei tedeschi...e molto meno rispetto ai Russi.

 

pb-wada%20doping.jpg

 

Non so  a quale anno sia riferita e se sia effettivamente veritiera..

Ma se cosi fosse sappiamo gia' da adesso chi trionfera' a Rio..

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Pure io.

Ma la sentenza del tas e' ineccepibile.

La positivita' c'e' .

Non poteva pronunciarsi altrimenti.

Il problema che al momento delle analisi, non c'e' mai nessuno  a controllare i controllori.

E sarebbe materialmente anche impossibile.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, alvin66 dice:

Pure io.

Ma la sentenza del tas e' ineccepibile.

La positivita' c'e' .

Non poteva pronunciarsi altrimenti.

Il problema che al momento delle analisi, non c'e' mai nessuno  a controllare i controllori.

E sarebbe materialmente anche impossibile.

sarebbe utile che al controllato venissero lasciati dei controcampioni sigillati su cui poter eseguire le controanalisi in caso di necessità.... ma immagino grandi problemi per la conservazione... ci vorrebbero dei centri di fiducia degli atleti dove poter affidare questi campioni. Viene anche da pensare che sarebero necessari dei contenitori di proprietà del controllato...che se ti arrivano con delle provette artificosamente preparate con tracce di...? A pensar male ci sono tanti modi per fregare qualcuno...se l'hanno fregato! Chissà!

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×