Jump to content

La rassegna stampa sandrina di domenica 5 agosto 2018


Recommended Posts

LA RASSEGNA STAMPA SANDRINA DI DOMENICA 5 AGOSTO 2018

Da Il Piccolo di Trieste

De Pol fa le carte alla nuova serie A:
«L'Alma può lottare per i play-off»
Il campione triestino è da due anni commentatore tecnico
per la Rai. «Importante aver puntato su stranieri esperti»

di Lorenzo Gatto

«Guardando i roster, rispetto alla passata stagione, mi sembra che il livello della serie A1 si sia alzato. Squadre come Reggio Emilia, Brindisi, Torino e la stessa Bologna hanno accresciuto il loro potenziale e migliorato moltissimo. Nonostante questo credo che Trieste abbia le carte in regola per salvarsi tranquillamente e che, anzi, potrà lottare per centrare un posto nei play-off». Alessandro De Pol, da un paio di stagioni alla Rai come spalla tecnica nelle telecronache del massimo campionato, fa le carte alla serie A analizzando il mercato dell'Alma. Salita dalla A2, Trieste si è ritrovata a fare i conti con un torneo completamente diverso da quello appena vinto. Adeguarsi al livello della massima serie ha comportato la dolorosa rinuncia ad alcuni degli uomini simbolo della promozione. Al loro posto stranieri chiamati per adeguare il roster biancorosso a quello delle altre squadre.

DIFFERENZE«Scelta obbligata - sottolinea De Pol - considerando la totale differenza di atletismo e fisicità tra i due campionati. In serie A la palla sta per la maggior parte dei minuti in mano agli stranieri, gli italiani devono adeguarsi a un basket completamente diverso. Non bisogna necessariamente affidarsi agli americani: Reggio Emilia qualche anno fa ne è stata buona testimone. Con un gruppo di italiani forte e due stranieri di livello assoluto come Kaukenas e Lavrinovic andò vicina al titolo. Ma fu un'eccezione perchè gli italiani, quelli di livello, costano davvero molto».

MERCATO Ne sa qualcosa l'Alma che, dopo le conferme di Fernandez, Cavaliero e Da Ros, aveva cercato di inserire almeno un altro italiano di qualità nel roster. Richieste fuori budget, alla fine le scelte sono andate in un'altra direzione. «Una buona direzione - sottolinea De Pol - partendo da chi è rimasto. Cavaliero conosce bene la A1, il suo apporto sarà fondamentale. Avrà meno la palla in mano rispetto alla scorsa stagione ma la sua esperienza sarà preziosa. Fernandez è un play che mi incuriosisce vedere all'opera. Anni fa fu scelto da Milano come giovane di prospettiva, ora ha l'occasione di dimostrare che la serie A non gli va stretta. Stesso discorso per Da Ros arrivato a un punto della carriera in cui deve provare a fare il salto di qualità. Vedremo come affronterà l'avventura, di certo esperienza, tecnica e furbizia possono sopperire a un deficit fisico che inevitabilmente pagherà».

ARRIVI «Partiamo da un presupposto: Trieste deve salvarsi e, nel corso della stagione, dovrà superare qualche momento di difficoltà. Perciò la scelta di stranieri che conoscono il campionato italiano è importante. Wright, il nuovo play, mi piace tantissimo. L'ho visto all'opera negli ultimi anni ed è veramente tosto. Tecnicamente forse discontinuo ma difensore arcigno, grande combattente e capace di mettersi al servizio della squadra. Peric è l'altra grande garanzia di questo gruppo, per il resto buona la scelta di giocatori che hanno assaggiato, magari a spezzoni, la A. Nel quadro disegnato dagli uomini mercato dell'Alma non esiste la star. Ci sono tanti giocatori che possono recitare da protagonisti e vestire, a turno, il ruolo del leader. In questo puzzle mi incuriosisce Walker. Da vedere e valutare ma se, ancora una volta, Dalmasson e Ghiacci ci hanno visto bene le cose, per Trieste, potrebbero farsi interessanti».

--

Chi si rivede: Jordan Parks
Lascia la Germania e firma per Capo d'Orlando

Jordan Parks torna nel campionato italiano.Dopo la poco felice parentesi in Germania nelle fila del Bonn (infortunato da ottobre ad aprile), l'ex giocatore di Trieste ha firmato un accordo annuale con Capo d'Orlando che lo legherà alla formazione siciliana sino al giugno 2019. Dal lembo più estremo del nord-est al profondo sud per ritrovare un campionato che nei due anni disputati in maglia Alma lo ha visto grande protagonista.A Capo d'Orlando, oltre alle sue indubbie doti tecniche, Parks porterà le qualità di uomo che tutto l'ambiente triestino ha imparato ad apprezzare negli anni.

«Avevamo bisogno di un giocatore come Parks - racconta il triestino David Sussi, vice di Sodini sulla panchina siciliana - in un momento particolare della nostra storia. Siamo appena retrocessi, volevamo un giocatore che oltre a rinforzare adeguatamente il nostro organico portasse in tutta l'ambiente entusiasmo e positività. Ho parlato a lungo con Eugenio (Dalmasson ndr) e entrambi abbiamo convenuto che in questo senso Jordan potesse essere la scelta migliore».Da Parks a Knox per raccontare di come, nei colloqui intercorsi, i due tecnici abbiano parlato anche del nuovo acquisto dell'Alma. «Credo sia un gran colpo per Trieste - sottolinea Sussi - Knox lo abbiamo conosciuto per qualche mese qui a Capo d'Orlando e ne abbiamo apprezzato rendimento sul campo e comportamento nella vita di ogni giorno. Buon professionista, ottima persona: sono convinto che in un ambiente come quello triestino Justin possa davvero fare bene». --L.G. 

--

Triestina, goleada rovente
Contro il Vesna ok Procaccio
A Santa Croce con 33 gradi amichevole tra la squadra di casa e gli alabardati
Tripletta del giovane attaccante e di Petrella. Unione tredici volte a segno

di Antonello Rodio

Un test precampionato, ma anche una prova di resistenza al caldo per la Triestina e i suoi tifosi (circa 250), almeno all'inizio. A Santa Croce, quando ieri si è cominciato a giocare, il termometro segnava 33 gradi, giusto per capire la situazione, che poi è migliorata. Insomma, nonostante il Vesna abbia iniziato la preparazione solo da pochi giorni e proprio per questa gara, visto il clima per la squadra di Pavanel è stato comunque un discreto test, quantomeno sul piano fisico.

Alla fine è stata come prevedibile una vera e propria sagra del gol: ben 13 le reti della Triestina, che ha dimostrato a tratti una manovra piacevole, pur con qualche comprensibile blackout, e ha convinto soprattutto in alcune ripartenze veloci. Quasi inoperosa invece la difesa. Tra i singoli, in luce il giovane Procaccio, un peperino non solo vivace ma anche molto concreto sotto porta (tripletta in 45'). All'inizio è un mix di giovani e veterani. Davanti a Boccanera, Pavanel schiera Pedrazzini in coppia con Malomo, con i terzini Formiconi e Sabatino. In mediana Steffè perno centrale con Maracchi e il baby Marzola mezzali. Bracaletti fa il trequartista dietro alle punte Arma e Procaccio. Quest'ultimo è vivacissimo e apre le danze al 4' con una magia dalla linea di fondo, per replicare poco dopo scartando anche il portiere e insaccando. Un po' sprecone Arma che sciupa un paio di ghiotte occasioni. Alla mezz'ora Procaccio triplica ben imbeccato da Bracaletti. Chiudono il tempo le segnature di Bracaletti e di Steffè con un tiro dal limite. Nella ripresa consueta girandola di cambi con ben 10 giocatori diversi, rimane in campo il solo Steffè (uscirà solo a metà ripresa): Coletti fa il difensore centrale con Lambrughi, Pizzul e Libutti i terzini. A centrocampo innesti di Beccaro e Bariti, in avanti Hidalgo, Petrella e Mensah. L'inedita posizione di difensore non impedisce a Coletti di realizzare subito dal limite. Poi al festival del gol partecipano Hidalgo, tre volte Petrella, Mensah e Pizzul (doppietta). Nel finale rigore sbagliato da Coletti. Mercoledì alle 18.30 amichevole a Capodistria contro l'Ankaran.

ABBONAMENTI Grazie all'apertura mattutina del sabato del Centro di coordinamento gli abbonamenti si sono avvicinati a quota 1350 (per la precisione 1348). E domani, seppur in un orario molto limitato, sarà sempre il Centro di via dei Macelli l'unica soluzione per fare l'abbonamento. Per i lavori al Rocco la sede della Triestina resterà chiusa per riaprire martedì. Il Centro di coordinamento sarà aperto anche oggi ma dalle 17 alle 19.

TRIESTINA 13 VESNA 0 Marcatori: Procaccio (3), Bracaletti, Steffè; Coletti, Hidalgo, Petrella (3), Mensah, Pizzul (2).Triestina: Boccanera (Valentini), Formiconi (Libutti), Pedrazzini (Coletti), Malomo (Coletti), Sabatino (Pizzul) Maracchi (Bariti), Steffè (Ghiglia), Marzola (Beccaro), Bracaletti (Hidalgo), Procaccio (Petrella), Arma (Mensah).Vesna: Carli, Nabergoi, Renar, Noto, Biondini, Capuano, Nigris, Milosevic, Centrone, Sbrocchi, Furlan. (Latin, Grilanc, Farfoglia). 

--

Arriva Bolis
mediano-regista under Atalanta

Bel colpo di mercato per la Triestina, che si è assicurata Thomas Bolis, centrocampista classe 1998, capitano della Primavera dell'Atalanta. Un mediano-regista che nelle ultime due partite dello scorso campionato di serie A è stato anche convocato da Gasperini in prima squadra. È lui quindi il centrocampista di qualità under che va a rafforzare la mediana alabardata.

Sempre sul fronte mercato, nella baraonda di voci sulle punte, ne spunta un'altra: Michele Marconi, classe 1989 in uscita dall'Alessandria, dove ha giocato per parecchie stagioni a parte una breve parentesi al Lecce. Lo scorso anno con i piemontesi ha realizzato 12 gol. --A.R. 

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×