Jump to content

Die Hard 4, vivere o morire


Matt

Recommended Posts

El 4° episodio della serie, dopo un bel pò de anni.

Protagonista xe ovviamente sempre lui, el mitico Bruce Willis che oramai xe prossimo alla pension (nel film :p ) ma che xe come sempre un ricetaccolo de disastri!

Premetto che xe el mio genere preferido de film, quindi no so quanto posso esser obiettivo, ad ogni modo el film xe la "solita" americanada pompada oltre ogni limite, ma el film e il personaggio lo richiedi per forza de cose, dopo i primi 3 episodi infatti no podeva miga calar l'azione, anzi la xe aumentada addentrandose molto nel campo informatico tecnologico e guerrigliero!

no ve conto la trama anche se no sia tanto de dir, la storia xe lineare e a mio parer sai ben strutturada, succedi tutto in rapida succession e te tien i oci attacadi allo schermo per due ore de fila!

Scene esagerade in alcuni punti e casi de immortalità inspiegabilE!

per gli amanti del genere credo che sia un film imperdibile, per chi ghe piasi l'azion idem!

el mio commento alla fine xe stado: "Esageratamente Bello!"

qualcun altro ga visto?

e stasera me completo la trilogia de Bourne!:DDDD

Link to comment
Share on other sites

lo go visto nel traghetto per Stocolma, quindi le mie condizioni psico-fisiche no iera proprio de lucidità assoluta :D

cmq, in tua sincerità la mia opinion del film xe:

muahahahahahahaHAHAHAHAHA! Un film comico!

Una serie de stereotipi, dala bela & cativa, al nerd (convertido) de turno, al vecio "con esperienza".

Pareria la trama de un porno.. e inveze no! Xe un film in cui milioni de $ de efeti speciai vien sprecai per le scene più inverosimili (l'auto contro l'elicotero! ma demo, dei)

Consiglio final: vardevelo, ma solo se gratis, e se savè in anticipo che xe un film tuto de rider..!

Edited by arlon
Link to comment
Share on other sites

Un ex ingegnere informatico della CIA organizza un piano per staccare tutte le infrastrutture primarie agli Stati Uniti per vendicarsi dell’ingiusto licenziamento. Per fare ciò deve prima eliminare i migliori hacker che possano impedirgli di violare i sistemi, ma destino vuole che la sera dove è programmato l’omicidio dell’ultimo della lista si trovi anche il detective McClane che prima salverà il giovane disgraziato e poi con il suo aiuto sventerà l’intero piano criminale. Quarto capitolo della saga è onestamente il più debole, il problema principale è la sceneggiatura, incoerente, farcita di troppa tecnologia, informatica e la trama stessa lascia piuttosto perplessi. Si salvano le spettacolari scene d’azione e anche B. Willis va sul sicuro con il sottile humor che rese grande questo personaggio. Imbarazzanti gli attori di contorno (guardate l’attrice che interpreta la figlia di McClane).

Voto: 5.5

Link to comment
Share on other sites

No lo go ancora visto, ma conosendo i altri 3 so cosa posso aspettarme.

Disemo che da una parte no capiso tutte ste critiche. Voio dir, xe ovvio che no se parla de un film culturale, ma questo xe de aspettarselo ancora prima de sentarse in cine :D Xe un film de azion american, e questo disi tutto. Xe ovvio che sarà presenti scene impossibili (me ricordo in Die Hard la scena de lui che scampa col camion nell'acquedotto inseguido dall'acqua e dopo el beca al volo una scaletta a velocità folli e el vien catapultado fora proprio nell'istante in cui passa quell'altro con l'auto :D ) ma fa parte degli obiettivi da raggiunger per un film del genere: cioè azion continua, colpi de scena e nianche un istante de appisolamento in poltrona. Sti obiettivi xe stadi raggiunti? Xe questo che bisogna chiederse. :bye:

Link to comment
Share on other sites

Un ex ingegnere informatico della CIA organizza un piano per staccare tutte le infrastrutture primarie agli Stati Uniti per vendicarsi dell’ingiusto licenziamento. Per fare ciò deve prima eliminare i migliori hacker che possano impedirgli di violare i sistemi, ma destino vuole che la sera dove è programmato l’omicidio dell’ultimo della lista si trovi anche il detective McClane che prima salverà il giovane disgraziato e poi con il suo aiuto sventerà l’intero piano criminale. Quarto capitolo della saga è onestamente il più debole, il problema principale è la sceneggiatura, incoerente, farcita di troppa tecnologia, informatica e la trama stessa lascia piuttosto perplessi. Si salvano le spettacolari scene d’azione e anche B. Willis va sul sicuro con il sottile humor che rese grande questo personaggio. Imbarazzanti gli attori di contorno (guardate l’attrice che interpreta la figlia di McClane).

Voto: 5.5

No posso che quotar....podessi aggiunger che xe un discreto film comico :haha::haha::haha:

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×