Jump to content
Le ultime news
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
Slate Blackcurrant Watermelon Strawberry Orange Banana Apple Emerald Chocolate Marble
gimmi

Champions ed Europa league 2018/19

Recommended Posts

7 minuti fa, fp17 ha scritto:

credevo che ormai el calcio a certi livelli se gavessi affrancà da sta mentalità

sbagliavo

e comunque ti te me insegni che in premier ste cosiddette "amichevoli" no esisti, quindi me fa specie legger che te le giustifichi

Non parlavamo di squadre inglesi, mi sembra, ma italiane e spagnole.

Detto sinceramente, però, il calendario ultra-affollato fa sì che appena c'è l'occasione per il turnover chiunque ne approfitti, e che (questa è una supposizione, non un fatto) in gare che a un certo punto non hanno più nulla da dire credo si sprechino gli inviti a risparmiarsi.

Fra l'altro, andiamo verso un periodo natalizio di gare ogni tre giorni in serie A e addirittura ogni due in Premier, fermo restando che nessuna inglese in questo turno di Champions ha staccato il piede, neanche il City che era l'unica che poteva permetterselo ma ha vinto lo stesso per non perdere l'abitudine.

Lo United, invece, attualmente è proprio questo di suo, l'ho già detto: passa grazie ai tre punti di Torino, per il resto un punto su sei col Valencia e due vittorie con gli svizzeri di cui una, in casa, in extremis.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

A proposito del City, c'è un particolare curioso: affronterà ovviamente una seconda, che ovviamente non può essere il Liverpool in quanto connazionale.

Per la stessa ragione, esclusi sia il Tottenham che lo United.

Anche il Lione, già nel girone eliminatorio, non può essere sorteggiato contro i citizens.

Fossi la Roma, che fra le.prime non può prendere il Real e nemmeno la Juve, credo che inizierei a toccarmi le balle...

Share this post


Link to post
Share on other sites

E a proposito del valore della singola gara, rilevo che il CSKA ha battuto il Real Madrid sia in casa (1-0) che al Bernabeu (3-0)!

Dopodiché ha chiuso il girone ultimo, roba da record di tutti i tempi!

Col Real primo, fra l'altro...

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, forest ha scritto:

Non parlavamo di squadre inglesi, mi sembra, ma italiane e spagnole.

 

 

me iera sembra che te se riferivi a tutto el turno (juve, united, real, roma...) e la mia critica no iera rivolta alla mentalità inglese che anzi citavo quale esempio positivo

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, forest ha scritto:

A proposito del City, c'è un particolare curioso: affronterà ovviamente una seconda, che ovviamente non può essere il Liverpool in quanto connazionale.

Per la stessa ragione, esclusi sia il Tottenham che lo United.

Anche il Lione, già nel girone eliminatorio, non può essere sorteggiato contro i citizens.

Fossi la Roma, che fra le.prime non può prendere il Real e nemmeno la Juve, credo che inizierei a toccarmi le balle...

vabbè dai, qualunque squadra becchi la Roma va fuori

con Olympique e Schalke la più scarsa del lotto

Share this post


Link to post
Share on other sites

In due giorni un punto su diciotto e tre eliminate su sei.

Diciamo che avvicinarsi alla Premier è altro...

Abbiamo due squadre, una ottima e una buona.

Peraltro l'ottima ne ha perse due su sei, la buona è uscita.

Sul resto, stendiamo un velo pietoso.

Ribadisco che dare per scontate le quattro squadre in Champions è un grave errore...

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 minuti fa, poli ha scritto:

Tra Inter e Milan roba da suicidio collettivo sotto la Madunina....

Dell'Inter abbiamo già scritto in abbondanza.

Sul Milan, io trovo terribile Leonardo che va in TV a lamentarsi dell'arbitraggio.

Premesso che il rigore non c'era assolutamente, parliamo del girone: due vittorie a fatica col Dudelange, una col minimo scarto e una recuperando da 1-2.

Nelle altre quattro gare il Milan è sempre andato sotto, quattro volte su quattro.

Col Betis in casa è stato dominato, fuori ha scavato un pari.

Coi greci in casa è stato sotto fino a metà del secondo tempo, con un gol buono annullato ai greci sull'1-0 per loro.

Stasera il Milan ha subìto diciassette tiri in porta, con un paio di salvataggi sulla riga e palle gol a nastro per i greci.

Le occasioni le ha anche avute, di meno rispetto ai greci, sciupandole quasi tutte.

Ci sta di uscire, e lo dico da milanista.

Peraltro neanche troppo incazzato, perché la qualità per vincere la EL il Milan non ce l'ha.

Ha invece quella per arrivare quarto in serie A, anzi quarto per la verità lo è già, e di conseguenza le considerazioni sul valore del nostro campionato, escluse le prime due che peraltro hanno perso entrambe, le lascio agli altri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Forest, come peraltro dicesti tempo fa, la seconda lega europea è un peso insostenibe per squadre che in serie A o Premier che sia, puntano al quarto posto e che evidentemente non hanno una rosa tale da potersi permettere di competere ad alto livello in tre competizioni. Detto questo i casi eclatanti negli anni sono stati la Juve di Conte, il Napoli sempre, ecc... Gli unici che forse ci hanno provato seriamente stanno a Roma sponda Lazio. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusa Forest dici che le qualità del Milan per vincere l'Europa League sono nulle ed è purtroppo vero visto ieri, poi però dici che arriverà probabilmente quarto in serie A e quindi entrerà in Champions. Benissimo, ma se va fuori nel girone di Europa League contro queste squadre (Betis e Olimpiacos....non PSG,Real o Liverpool), nel girone di Champions cosa ci va a fare?la squadra contro la quale aumentare la differenza reti, tipo la Dinamo Zagabria dell'altr'anno, o di due anni fa non ricordo bene,?

Prende i soldi della Champions certo, ma all'attualità farà una figura pessima, e mi dispiace per il Milan perché anche se juventino simpatizzo un po" per i rossoneri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Poi certo che sulla carta il Milan non ha le qualità per vincere l'EL quest'anno, ma santo cielo almeno un paio di turni poteva superarli, anche con un po' di fortuna nel sorteggio che ci vuole sempre, ma un conto è uscire magari ai quarti, un conto è non superare neanche un girone dove passano le prime due....male, molto male.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Roberto il ragionamento di Forest è semplice: se il Milan non passa in EL coi greci ma è quarto in campionato allora i greci sarebbero terzi on A e la nostra massima serie è un drek e la premier League una fucina di campioni 😁

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, kaisercaio ha scritto:

Forest, come peraltro dicesti tempo fa, la seconda lega europea è un peso insostenibe per squadre che in serie A o Premier che sia, puntano al quarto posto e che evidentemente non hanno una rosa tale da potersi permettere di competere ad alto livello in tre competizioni. 

Purtroppo i fatti dimostrano che per la A è così.

Non so se sia un limite di rosa o di mentalità, vediamo quest'anno il Napoli che certo non ha il problema di non arrivare fra le quattro e sulla carta è competitivo.

Forse vale anche per la Bundesliga  o la Ligue One ma non certo per Premier e Liga, visto che la vincono sempre loro e raramente con squadre da titolo: tre volte il Siviglia, due  l'Atletico Madrid, una a testa Chelsea e Man United negli ultimi sette anni.

Con l'Atletico Bilbao in finale per i primi e il Liverpool per i secondi nello stesso periodo.

E credo che nessuna di queste abbia vinto il titolo nello stesso anno, anzi la stragrande maggioranza non ci sono andate neanche vicino.

Chiaro che per profondità sono rose diverse, su questo concordo: Chelsea a Arsenal chiudono il girone di EL con cinque vittorie e un pari mettendo spesso in campo la seconda squadra, ma leggi i nomi...

C'è, a mio parere, anche da tenere presente un atavico discorso di mentalità, che ci porta a puntare sempre al traguardo minimo.

Facci caso: delle tre che sono uscite quella che doveva vincere ha pareggiato, quella che poteva anche pareggiare ha perso con un gol di scarto, quella che poteva vincere, pareggiare e pure perdere con un gol di scarto ha puntualmente perso con due.

L'idea di andare ad esempio con decisione per vincere anche dove potresti permetterti di perdere di poco spesso non ci sfiora, e questo è un limite.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, kaisercaio ha scritto:

Roberto il ragionamento di Forest è semplice: se il Milan non passa in EL coi greci ma è quarto in campionato allora i greci sarebbero terzi on A e la nostra massima serie è un drek e la premier League una fucina di campioni 😁

Suppongo che secondo questo ragionamento il CSKA dovrebbe essere campione d'Europa, avendo battuto i detentori due volte su due.

E lo United in A sarebbe primo alla pari con la Juve, avendo fatto 2-2 nello scontro diretto.

Ma sono scemenze, evidentemente.

Dopodiché, se la Premier in due anni passa il turno con tredici squadre su tredici e noi con sette forse una leggera differenza c'è.

E se nel ranking siamo ripiombati sotto di loro di tre punti e mezzo, che diventeranno una decina a fine stagione (siamo sotto da quasi vent'anni, e abbiamo fatto meglio di loro un solo anno negli ultimi dodici) non occorre infastidirsi e fare ironia, ma solo prendere atto della realtà.

Tornando a bomba la risposta è sì, se il Milan è quarto in campionato avendo perso con tutte quelle che gli stanno davanti e mai con chi gli sta dietro (quindi direi che il risultato è esatto) e fa il girone che abbiamo visto, significa che la A non vale granché, a parte la Juve che infatti ha millemila punti di vantaggio e il Napoli che una dimensione internazionale ha dimostrato di averla.

Ma penso che questo lo sapevamo già....

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 ore fa, forest ha scritto:

 le considerazioni sul valore del nostro campionato, escluse le prime due che peraltro hanno perso entrambe, le lascio agli altri.

Sto scrivendo un articolone proprio su questo. Col passaggio da 20 a 18 squadre il calcio italiano è CROLLATO

Share this post


Link to post
Share on other sites

Era la classica partita da golletto nei primi dieci minuti e poi da contropiede, spiace ma Gattuso ancora una volta ha dimostrato di essere un allenatore inadeguato incapace di preparare e correggere in corso d'opera una partita. Il Milan crea sempre molto ma concede altrettanto agli avversari...

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, atleticoiero ha scritto:

Era la classica partita da golletto nei primi dieci minuti e poi da contropiede, spiace ma Gattuso ancora una volta ha dimostrato di essere un allenatore inadeguato incapace di preparare e correggere in corso d'opera una partita. Il Milan crea sempre molto ma concede altrettanto agli avversari...

Ancora una volta in che senso?

Gattuso da quando è al Milan ha fatto più punti di tutti, escluse Juve e Napoli.

È quarto in classifica con una squadra media che sta facendo a meno di Romagnoli, Caldara, Musacchio, Biglia e Bonaventura contemporaneamente, il che significa assenza totale di cambi proponibili.

Mancava pure Suso, ieri, e la dormita colossale di Castillejo sul primo gol non vedo in cosa dipenda da Gattuso, che d'altra parte altri non aveva.

Il secondo è un autogol, il terzo un rigore inesistente.

Pur sbagliando ogni tanto, come tutti, Gattuso fa quel che può con quel che ha.

Finora, me lo tengo stretto.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://jzsportnews.com/2018/12/15/piu-squadre-meno-competitivita-come-cambiata-la-serie-a/

Prendendo una serie di dati, ho cercato di confrontare questi primi 14 anni con la serie a a 20 squadre e gli ultimi 14 anni a 18 squadre.

Tra i due periodi, in termini di competitività c'è un abisso vero e proprio!

Share this post


Link to post
Share on other sites
22 minuti fa, LungomareNatisone ha scritto:

http://jzsportnews.com/2018/12/15/piu-squadre-meno-competitivita-come-cambiata-la-serie-a/

Prendendo una serie di dati, ho cercato di confrontare questi primi 14 anni con la serie a a 20 squadre e gli ultimi 14 anni a 18 squadre.

Tra i due periodi, in termini di competitività c'è un abisso vero e proprio!

vabbè, ma la colpa non sarà solo del format a 20 squadre

negli anni '90 la serie A era il campionato di più alto livello in Europa, i migliori giocatori venivano qua e gli investimenti erano enormi

7 società potevano permettersi i top player che ora vanno per lo più in Premier

è cambiato tutto al di là delle 18 o 20 squadre

al di là di questo, concordo con la necessità di ridurre il numero

18 con meccanismi tipo playoff e playout per evitare quell'oscenità delle partite di fine stagione fra squadre senza obiettivi

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah, io dubito che una Juventus accetti di rimettere tutto in discussione nei playoff quando così ha il titolo in tasca a dicembre.

Vorrebbe dire giocarsi tutto proprio quando le  coppe si decidono.

Affascinante, ma dubito possa passare.

Le 18 squadre sono un falso problema, per me: spagnole e inglesi comandano il ranking e vincono le coppe pur con campionati a 20 squadre.

Temo che il problema sia essenzialmente economico: come dice giustamente Pinot, quando economicamente comandavamo noi la serie A era la NBA del calcio.

Adesso facciamo semplicemente i conti con una realtà diversa, che trova l'eccezione nella Juve che grazie agli ottimi risultati e probabilmente anche allo stadio di proprietà ha introiti paragonabili alle big.

C'è qualche prezzo da pagare, tipo 600 euro un abbonamento di curva, ma questo è.

Il resto lo vediamo: il Liverpool fa fuori il Napoli con due protagonisti assoluti: Salah, imprendibile, e Alisson che evita la beffa al 90' con un mezzo miracolo.

Entrambi giocavano a Roma, dove adesso ci sono Olsen e Schick al loro posto.

E, semplicemente, non è la stessa cosa...

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, forest ha scritto:

Mah, io dubito che una Juventus accetti di rimettere tutto in discussione nei playoff quando così ha il titolo in tasca a dicembre.

Vorrebbe dire giocarsi tutto proprio quando le  coppe si decidono.

Affascinante, ma dubito possa passare.

......

hai ragione

ma almeno i playout servirebbero a ravvivare un po' le cose e a coinvolgere squadre che a aprile-maggio sono già con la testa alle vacanze

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...