Jump to content

qui comincia l'avventura:Trieste contro Trento.


Recommended Posts

visto il clamore che sta suscitando,mi sembra inutile ricordare che domani inizia il campionato della Pall.Ts.

ed inizia male,tra l'indifferenza diffusa in citta',come anche questo piccolo universo in rete sta a testimoniare.

Eppure la squadra,la societa' avrebbero assoluto bisogno di noi, della nostra vicinanza.

Evidentemente il basket,a questo livello interessa a pochi.

E non si venga a dire che in estate la citta' ha fatto in modo che....

L'obiettivo non e' stato in realta' raggiunto e credo che senza l'intervento di Cosolini, senza l'acquisto sostanzioso di prelazioni sugli abbonamenti di Generali, ora questo spazio dedicato al basket sarebbe rimasto ancora piu' vuoto e poco seguito.

Ma tant'e'. chi c'e' c'e' e chi non ci sara' speriamo che non si lamentera'.almeno un po' di buongusto.

Domani arriva l'ambiziosa Trento di Buscaglia.

Che ha perso Garri,Dordei ed Umeh,rimpiazzati da Poltronieri,Fiorito,Baldi Rossi e l'americano Trincher.

Da un precampionato senza grossi clamori ne' tonfi, Trento si presenta a Trieste come favorita.

Stara' negli uomini di Dalmasson sovvertire i pronostici non solo di questa partita ma anche quelli relativi alla stagione che vede la nostra squadra data per quasi sicura retrocessa.

Vitale sara' l'apporto del pubblico ed in campo quello di Harris,stante l'assenza di Hoover.

Tutti al Palats..solo quelli interessati..astenersi criticoni e perditempo... :vabenon:

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 67
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Si, già ....spero solo che domani la CNT faccia sentire tutto il calore e il sostegno possibile. I Ragazzi han Bisogno di Noi!!!!! Perchè come dice Alvin, anche qui, nel forum di noi appassionati, mi pare regni il disinteresse.... :bandieraalabarda: :bandieraalabarda: :bandieraalabarda: :bandieraalabarda: :bandieraalabarda::forzamuli: :forzamuli: :oleeeee::up::clap::papa: :papa:

Link to comment
Share on other sites

Alvin dice cose molto sensate, come sempre

penso che, come sempre succede, sia la squadra a dover trascinare i tifosi all'entusiasmo con i risultati e le prestazioni

accade così ovunque, a Roma tirava aria aria di contestazione nei confronti della società che aveva ceduto i 2 pezzi migliori e ora, dopo 7 vittorie consecutive in 7 partite, c'è entusiasmo alle stelle

è chiaro che il roster con cui ci presentiamo al via non è tale da sucitare entusiasmi, tutti gli addetti ai lavori lo danno come uno dei più deboli, se non il più debole, della categoria

e il fatto di essere al via, dopo tutte le vicissitudini estive, è di per sè motivo di gioia per coloro che hanno aderito all'iniziativa di salvataggio, dimostrando in tal modo di avere a cuore le sorti del basket cittadino in modo speciale

ma è un numero di soggetti esiguo, come giustamente fa notare Alvin, molto inferiore a quello che noi, ingenuamente, speravamo

questa è la realtà

quanto alla scarsa vivacità della discussione nel forum, va secondo me fatto notare che in fondo è una discussione fra non più di una decina di aficionados, e 2 dei più attivi utenti erano Sandro e Gus, anche per gli spunti molto competenti e informati che offrivano

ora entrambi hanno ruoli all'interno della società, e immagino che i loro interventi debbano essere centellinati e assai misurati, per ovvi motivi

Link to comment
Share on other sites

Solo per puntualizzare che non ho alcun ruolo all'interno della società. Non sono in organico alla Pall.Trieste. Diciamo, semmai, che ho un ruolo ... esterno alla società.

Dedico parte (buona parte, in questa fase) del mio tempo libero a cercare di dare una mano, come abbiamo fatto quest'estate, in fin dei conti, proprio per proseguire il cammino intrapreso insieme a fine maggio.

Link to comment
Share on other sites

ah ok, grazie per la precisazione

siccome ieri mattina durante la presentazione della compagine societaria era stato fatto il tuo nome quale Responsabile Marketing - penso incarico che ingloba quello ben più importante di Selezionatore delle Cheer Leaders su cui si è sorvolato su tua richiesta in quanto presente la famiglia.... - pensavo fosse un incarico interno alla società

non un appoggio esterno, diciamo così

Link to comment
Share on other sites

e ad ogni modo, interno o esterno che tu sia caro Gus, non cambia la sostanza del discorso

nel senso che sarebbe inopportuno scrivere post critici nei confronti della società con cui collabori, se hai qualche critica da muovere lo fai direttamente con i vertici non certo in questo forum

e questo rende ovviamente il contributo alla discussione meno " pepato " da parte di uno degli utenti più assidui e competenti

ovviamente io, al tuo posto, mi comporterei in modo opposto in quanto proveniente dalla scuola politica del PD

partito che offre al governo il primo ministro e lo critica ogni giorno, attività nella quale la sinistra eccelle da che mondo è mondo essendo notoriamente dotata di un enorme martello che usa per martellarsi le palle continuamente

Edited by pinot
Link to comment
Share on other sites

Ti ho già proposto quale Commissario politico della Pallacanestro Trieste, se per questo.

Sempre per fare la punta, mi hanno presentato quale "consulente", per l'appunto, non "responsabile" del marketing. Ma, al di là delle qualifiche - che lasciano il tempo che trovano - di fatto sto solo cercando di dare una mano nella ricerca delle risorse economiche necessarie ad arrivare in fondo alla stagione.

Quanto al fatto che di recente ho scritto pochissimo, penso come (ancora di più, in realtà) per Sandro, è dovuto al fatto che prima, durante il tempo libero, mi collegavano al Forum - ora non ho avuto quasi più tempo libero per i motivi di cui sopra.

Link to comment
Share on other sites

e ad ogni modo, interno o esterno che tu sia caro Gus, non cambia la sostanza del discorso

nel senso che sarebbe inopportuno scrivere post critici nei confronti della società con cui collabori, se hai qualche critica da muovere lo fai direttamente con i vertici non certo in questo forum

e questo rende ovviamente il contributo alla discussione meno " pepato " da parte di uno degli utenti più assidui e competenti

ovviamente io, al tuo posto, mi comporterei in modo opposto in quanto proveniente dalla scuola politica del PD

partito che offre al governo il primo ministro e lo critica ogni giorno, attività nella quale la sinistra eccelle da che mondo è mondo essendo notoriamente dotata di un enorme martello che usa per martellarsi le palle continuamente

Su questo probabilmente hai ragione, Pinot, non so che dirti.

Per ora io penso che esprimerò le critiche anche pubblicamente, dopo averne parlato direttamente con la società, se critiche ci saranno.

La maggiore differenza, secondo me, potrà consistere nel non poter riferire e rendere pubbliche confidenze che eventualmente ricevessi direttamente, mentre quando le captavo per caso o mi venivano riportate da altri mi sentivo libero di farlo.

Link to comment
Share on other sites

Comunque, oggi inizia - o forse sarebbe meglio dire "continua" - una grande avventura, per molti di noi (quasi tutti) cominciata il 24 maggio scorso.

La Pallacanestro Trieste è ancora ai nastri di partenza del secondo campionato nazionale. Si chiami A2, Legadue o Lega Adecco Gold, non fa differenza: sempre quello rimane. Quello con i due stranieri, con i giocatori italiani veri protagonisti, quello di Rich Laurel e James Bradley, di Angelo Baiguera e Gino Meneghel, di Giulio Dordei o di Stefano Bechini (chi se lo ricorda?), quello di Alberto Tonut e di Dado Lombardi.

Perciò, ragazze e ragazzi di ogni età, grazie a tutti.

Stasera, quando si leverà la prima palla a due della stagione 2013-2014, non vi nascondo che sarò molto emozionato. E il primo applauso che si leverà dalle tribune del PalaTrieste sarà per ciascuno di noi. Che abbiamo creduto di potercela fare, che per una volta la triste deriva alla quale forse eravamo assuefatti poteva essere fermata, la marcia inverita, anche da un piccolo gesto di partecipazione e di buona volontà. Piccolo ma fondamentale. Piccolo ma di enorme, vitale importanza.

Insieme ce l'abbiamo fatta. Ce l'avete fatta. Abbiamo ancora una squadra in A2. Vedremo tre americani e sette ragazzi di casa nostra, (anche Marco Carra può essere a pieno titolo definito "uno di noi") quasi tutti cresciuti sotto i nostri occhi battersi per difendere i nostri colori, il nome della nostra città ben impresso sulle magliette. Vedremo in loro l'orgoglio di "essere Trieste" in Lega Adecco Gold.

Perciò, di nuovo e per sempre, grazie a tutti.

E la richiesta di uno sforzo ancora.

La nostra fatica non è finita, il nostro impegno non può ancora venire meno. Dobbiamo convincere ancora le persone che quest'estate non ci hanno creduto a farlo adesso, ad abbonarsi, a venire a vedere che Trieste - quella del basket almeno - è viva e gode di ottima salute.

Abbiamo l'opportunità di aiutare, col nostro sostegno, a diventare giocatori veri due campioni d'Europa under 20 e altri ragazzi d'indiscusso talento. Vedrete, ci divertiremo. E questi ragazzi ci renderanno, una volta di più, orgogliosi d'avere tifato per loro.

Abbonatevi, convincete amici e parenti ad abbonarsi, proponete pacchetti di abbonamenti sul posto di lavoro ... Ancora per due settimane la biglietteria rimane aperta. Non ve ne pentirete.

Edited by gus
Link to comment
Share on other sites

Male male é ancora male!! Il problema non é la sconfitta...ma come questa sia arrivata!! Perder di 40 a sti livelli é un pó preoccupante!! Per mio conto i peggiori tonut e candussi...anche se in realtá sono mancati un pó tutti!!!

Inviato dal mio GT-I9505 con Tapatalk 2

Link to comment
Share on other sites

Di primo acchito a tutti coloro che hanno visto la partita, verrebbe la voglia di fare i commenti che hanno fatto Flaming e West Ham. Ma io voglio vedere il bicchiere mezzo pieno e cioè quei primi due quarti in cui tutta la squadra ha girato come doveva. Certo, Trento probabilmente ci stava prendendo le misure ed infatti, tornati in campo dopo il riposo lungo, abbiamo pagato tutto ciò che c'era da pagare. Quindi, la mancanza di peso sotto canestro si è fatta sentire ed il solo Di Liegro non basta certamente a questa squadra per poter contrastare una buona squadra (e nulla più) che dal terzo quarto, ha passeggiato su una squadra che si è letteralmente sciolta come neve al sole. Di positivo vedo anche il fatto che siamo alla prima di campionato e la società avrà sicuramente capito che senza un centro di peso, saltano tutti i meccanismi e se non vogliamo buttare via tutto quanto di buono è stato fatto da coloro i quali si sono adoperati per far continuare un sogno in questa città, si dovranno trovare nelle prossime settimane le contromisure, trovando in qualche maniera le risorse per portare a Trieste qualcuno che possa dare una svolta. C'è il serio pericolo di una débâcle per quanto riguarda il prosieguo della campagna abbonamenti, prorogata di ulteriori 15 gg., in quanto gli eventuali indecisi non avranno certo più dubbi se mettere mano al portafoglio se la squadra continuerà su questa linea. Non voglio dare pagelle a nessuno anche se è ovvio che pochi si sono salvati, ma sarebbe ingiusto. Diamo il tempo al coach e alla società di riprendersi da questa sberla sperando che la prossima volta le cose vadano meglio. Non aspettiamoci i miracoli nemmeno con Hoover in campo ma pazientiamo ancora un po' prima di recitare il de profundis ad una squadra alla prima di campionato.

Link to comment
Share on other sites

Alla fine concordo abbastanza, il commento negativo dopo una partita del genere é normale....speriamo che l'arrivo di hoover e magari di un diviach possano sollevare un pó la situazione!!...quel che é palese é che manca un leader, dobbiamo sperare in hoover!! In ogni caso é davvero un peccato aver perso oggi anche perché c'era parecchia gente in palazzetto e probabilmente molti di questi avrebbero potuto sottoscrivere l'abbonamento...sicuramente una prestazione del genere disincentiva un pó...anche se sono poche le tifoserie che a fine partita applaudono la propria squadra dopo che ne ha prese 40!!

Inviato dal mio GT-I9505 con Tapatalk 2

Link to comment
Share on other sites

ma a me non sembra che sia mancato l'impegno..ho visto diversi biancorossi tuffarsi per acchiappare palloni vaganti.

abbiamo dei buchi neri,pero'.inutile nasconderlo..la debacle del terzo quarto potrebbe dimostrare una certa fragilita' mentale e strutturale della squadra..

Harris non sarebbe male ma non attacca mai il canestro.

Diliegro,se non altro,sembra aver colmato la lacuna lasciata da Gandini..

altro di positivo non ricordo..

Link to comment
Share on other sites

Breve "opinione ignorante". Hoover, da me etichettato come inutile e bollito, serve per la leadership: nei momenti di rottura prolungata come il 3° quarto di ieri, si sarebbe preso qualche responsabilità. Da vedere tuttavia se avrebbe fatto canestro o almeno subito fallo, visto che l'anno scorso giocava praticamente da fermo aspettando gli scarichi di Maggioli. Detto ciò, le facce dopo la sconfitta mi sembravano di ragazzi "distrutti", che significa che ce l'hanno messa tutta. Candussi era alla prima partita vera della carriera, e Tonut quasi, ci sta qualche passaggio a vuoto nella fase di crescita. Mi è molto piaciuto il primo quarto di Ruzzier (l'avrei tenuto dentro finchè era in ritmo, ma va detto che anche con Carra in regia siamo rimasti avanti), poi si è perso proprio per il suo eccessivo altruismo nel cercare di mettere in ritmo i compagni. Su Harris, questo è. Al di là di un primo quarto dominante e di un guerriero che si lancia sui palloni, ma come lo stesso Harris non è uno che capisce il gioco, non taglia bene sui pick and roll e difensivamente è purtroppo un decimo di Gandini. Rispetto all'anno scorso ci mancherà tantissimo Filloy, uno che attaccava idealmente al muro i giovani quando facevano cagate e che aveva il carattere giusto per prendersi responsabilità.

A Gus il mio personale in bocca al lupo per il ruolo di consulente.

Link to comment
Share on other sites

Mi accodo agli auguri per Gus!! Complimenti!!

Diciamo che manca uno che con la palla in mano sappià crearsi il tiro dal palleggio, Harris avrebbe anche le qualità ma sembra spaventatissimo. Speriamo che Hoover porti tanta leadership oltre alle sue qualità.

Per quanto mi riguarda, io sono rimasto molto deluso da Tonut e Urbani. Il primo sinceramente non lo vedo abbastanza esplosivo e "cattivo" per riuscire a dare l'apporto che ci si aspettava mentre il secondo è decisamente troppo magro per il ruolo che ha!! Probabilmente è ancora presto per sentenziare e sinceramente il talento questa squadra potrebbe avercelo, speriamo che il buon Dalmasson riesca a tirarlo fuori.

Leggevo all'inizio di questo thread che ci si lamentava dello scarso interesse in citta...ieri ho visto il palazzetto moolto pieno, sicuramente molto più dell'anno scorso e cmq avere 2500-3000 persone in palazzetto in legadue con una squadra che lotta per la salvezza a me sembra un lusso che poche piazze possono permettersi.

Edited by Flaming
Link to comment
Share on other sites

Quello che manca di sicuro è una leadership. Un giocatore che sappia tenere le redini dell'incontro in mano, avendo ben presente il momento in cui è meglio rallentare il gioco piuttosto che il contrario. Poi, c'è l'enorme "buco" sotto canestro dove il solo Di Liegro non può certamente bastare per reggere tutto l'incontro ad alti livelli. Urge quindi occupare la casella da secondo extracomunitario con un ala forte o ancora meglio un centro per reggere alla fisicità che in questo momento non abbiamo. Troppo acerbo Candussi che comunque a dispetto dei suoi 211 cm. non è un centro e troppo fragile Urbani appena tornato da un lungo infortunio. Ruzzier è forse l'unico dei giovani che ha personalità (talvolta anche troppa), mentre Tonut deve darsi da fare per crescere di testa e prendersi le sue responsabilità. Serve lavoro e ancora lavoro per avere quell'autostima e quella convinzione nel poter reggere l'urto della categoria. Mastrangelo è il solito generoso e non si discute mentre Fossati dovrà mangiare ancora tanto aglio per diventare un giocatore vero. Carra ha fatto il compitino ma da lui credo ci si aspetti qualcosa di più visto che è il più anziano prima dell'arrivo di Hoover che dovrà prendere per mano la squadra. Infine Harris che ha un fisico pauroso ma è sembrato un pesce fuor d'acqua, spaesato ed intimorito. Si guardava intorno senza sapere bene cosa fare, scaricando il più delle volte la palla sul perimetro e non attaccando il canestro come invece dovrebbe fare. Non è certo un fuoriclasse ma secondo me può e deve dare molto di più. Alla società il compito improbo di cercare di rimediare immediatamente alle deficienze del roster, quattrini permettendo ovviamente.

Link to comment
Share on other sites

Secondo me l'unica possibilità, al momento, potrà essere SOLO l'arrivo di Diviach e anche questo è molto forse. Se poi nel corso dell'anno si riuscirà a trovare denaro fresco (lo spazio vuoto sulle magliette penso sia in vista di un eventuale nuovo main sponsor) allora si potrà pensare di rinforzare il roster.

Link to comment
Share on other sites

Purtroppo la Pallacanestro Trieste 2004 si regge molto di piu' sull'entusiasmo dei propri tifosi, che sugli sponsor o diritti televisivi. La tifoseria ha voluto a tutti i costi iscrivere la squadra nel secondo campionato nazionale ed i mezzi a propria disposizione sono molto ristretti. Spero nell'orgoglio dei giocatori, che ieri si è visto solo nei primi due quarti. Ripresa inguardabile. Al momento credo che l'Acegas sia aimè la squadra piu' debole del campionato.

Link to comment
Share on other sites

Radimiro, gli sponsor purtroppo non ci sono, anche per una politica dissennata dal 2004 in poi (e mi ci metto dentro pure io): la squadra non ha uno sponsor maglia, che garantisce possibili nuovi introiti che Ghiacci troverà per questa stagione - anche se non risolverà i problemi visto che uno sponsor maglia ormai dà per una LegaDue cifre che sono un sesto di quanto dava Acegas - ma che dà l'allarmante prospettiva di un completo disimpegno di Acegas. Ergo, questi siamo e questi rimaniamo. Da "ex" insider posso dirvi che ieri non c'erano affatto 2.000 persone al palazzo. Per capire quanta gente c'è davvero bisogna andare nella vetrata del secondo piano: l'anello era pieno meno di metà, e anche sotto c'erano spazi vuoti anche se non tanti (per capirci, per questioni di "visuale" le prime tre-quattro file della gradinata son sempre libere, e si parla di 200 posti minimo). L'anno scorso, la partita con più tifosi in assoluto è stata quella casalinga persa con Forlì: avevamo addirittura aperto il secondo anello: guardando a occhio, e così scrissero i giornali anche su mia indicazione, fu detto che c'erano state 3.500 persone. Alla fine dei conti, con le carte alla mano e considerando anche gli omaggi, erano state ben meno di 2.000.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×