Jump to content
gimmi

Coronavirus: le nostre opinioni e la situazione in corso

Recommended Posts

@Riodario Perfettamente d'accordo, ma te ga voia a bocciar/ripeter l'anno con la mentalità buonista de oggi. Se no sbaglio no i voleva far (o i ga za fatto) una legge che vieta le bocciature fin alla terza media, anche se uno ga picon in tutte le materie? E tipo anche alle superiori, prima de bocciar, devi esser d'accordo tutti, incluso el bidel.

Mi a suo tempo gavevo fatto un anno de ingegneria navale, vecchio ordinamento. Non per giustificar el mio fallimento - dovudo obiettivamente alla poca voia de studiar - ma iera de una difficoltà allucinante. Go fatto lo scritto de Analisi 1, due errori de numero, peraltro su domande secondarie, e el mato me ga dà 17. La facoltà gaveva el 90% de abbandoni, deso inveze xe quasi el 90% che riva alla laurea. Xe ordini dall'alto de esser più laschi, anche perché le università ciapa dei contributi non sul numero de studenti, ma su quante lauree i rilascia. E questo se ripercuoti sulla società intiera.

In quest'ottica pensar de farghe ripeter l'anno a tutti lo trovo utopico. 

Link to post
Share on other sites

@chompo Confermo. Mi go el garage sotto l'ex Casa del Ferroviere, dove sora xe el parco giochi per i fioi e l'area per i cani. No go mai visto tanto scandal de muleti (e relativi genitori) come in sti giorni. Ste chiusure no ga più alcun senso. La gente ga passado ogni limite de sopportazion e no guanta più. Col senno di poi, sicuramente iera de usar più pugno de ferro la primavera scorsa, ma rivadi a sto punto no xe oggettivamente possibile chieder de più alla popolazion.

Link to post
Share on other sites

Se non altro, vardemo el lato positivo. Magari, grazie a questo improvviso Rinascimento della cultura del giogar in strada, tra qualche anno gaveremo una generazion de baloneri. 

O preferì una socialità basada sulle dirette Twitch de 11enni che gioga alla Play ognun a casa sua, col cul sul divan e el pacchetto de Bibanesi vicin? 

Mi sinceramente son solamente felice quando vedo due maie per terra che fa da porta... 

  • Mi piace 1
Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Stefano79 ha scritto:

Go fatto lo scritto de Analisi 1, due errori de numero, peraltro su domande secondarie, e el mato me ga dà 17

Tironi o Trombetta? No che un dei 2 fussi più lasco de l'altro, solo per curiosità. E magari te gavevi studiado da le dispense del Dolcher.

Ma navale iera ancora de fianco al tutankhamon, con el bar in sotteraneo? Alla fine el bar e le lezioni de Lavenia iera le uniche robe che me tirava su de moral!

Comunque concordo su livel de la scolarizzazion. Ormai da più de 20 anni i ga deciso che bisogna gaver tanti laureadi quanti i ghe ne ga nei altri stati, quindi i fa in modo che i ghe rivi. No importa come, ma i ga de finir e gaver el toco de carta. Poco importa se poi i gaverà de far mille corsi e anni de gavetta per imparar qualcossa prima che qualchidun li cioghi a lavorar, perché co i vien fora de l'università i ga lacune enormi. Del resto me ricordo che za nel 2000 me rivava allievi che no i gaveva la più pallida idea de niente, e a scola i gaveva ancora el programma che gavevo gavudo mi. Solo che, con la scusa che tanto passava tutti, nissun studiava. Za mi me rendevo conto de no saver niente rispetto a quei più veci, che gaveva fatto scola co i iera più seri, ma i novi iera veramente nulli. Anca quei pochi che gaveva un minimo de voia i iera castrai perché ghe mancava le basi. Anca adesso se vedi muleria che gavessi voia e che no i riva a imparar perché xè quasi impossibile: se a lori te ghe insegni tutto, come te fa a promuover i lole che no riva a imparar? In compenso i lole i xè diventai mille volte più bravi a protestar. E anca questo, come te disi ti, se ripercuoti su la società intiera.

Comunque forse ga ragion i lole. A vardar l'Italia de oggi no xè de disperarse per zercar lavor: se proprio no i riva a trovar niente de meio, i pol sempre andar a far i politici. 

Link to post
Share on other sites

@luxor Tironi. Quell'altro no iera Trombetta ma Omari, se me ricordo ben. Comunque el compito me lo ga corretto el suo assistente Soranzo, e Tironi quando son andà a veder el voto el me ga dito:"In effetti è stato un po' severo, poteva darle un po' di più". E stigrancazzi, stavo per dirghe!
E sì, gavevo i libri de Dolcher.

:offtopic: 

Link to post
Share on other sites

Intanto escono le prime furbate tutte italiane: in Sicilia sembra abbiano taroccato i numeri per non finire in zona rossa...non mi stupisce certamente.

Credo anche nel Lazio abbiano fatto qualcosa di simile in questo anno di pandemia, ma lì non credo verrà fuori nulla: per i politici fa comodo avere in Roma un'isola felice 😉

Non resta che tener duro fino a maggio, poi speriamo nelle riaperture.

Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Calcio74 ha scritto:

Non resta che tener duro fino a maggio, poi speriamo nelle riaperture.

Sinceramente spero molto prima, almeno per una zona arancione.
Quello che sta succedendo in città supera i confini della farsa. Anche stamattina, che sono uscito per fare la spesa, ho visto in giro quasi le stesse macchine che si vedevano prima della pandemia. Di pedoni un po' meno, però dai...se questa è una zona rossa allora io sono Mister Olympia.
Tutte le aree verdi della città pullulano di gente senza distanze, ma ho notizie di persone fermate in centro dai Carabinieri che gli hanno fatto la punta addirittura sull'ora a cui sono usciti di casa e sul percorso che hanno seguito, incrocio per incrocio.  

Anche chi ha sempre rispettato le regole, incluso me, a questo punto ha perso la pazienza ed inizia a fottersene.
Cerco di rispettare ad occhio i 500 metri da casa, ma non mi faccio problemi ad uscire per una passeggiata, cosa che prima non facevo.
E penso proprio che riprenderò anche ad andare in barca, cosa che sulla carta è consentita, ma secondo loro dovrei iniziare la navigazione da casa. Se mi multano farò ricorso e sticazzi; cosa che spero faranno tutti quelli che hanno preso verbali assurdi, così gli intaseranno i tribunali per i prossimi 10 anni.

Scusa lo sfogo, ma arrivati a questo punto ho il sacco scrotale completamente infranto.

Link to post
Share on other sites
51 minuti fa, Stefano79 ha scritto:

Sinceramente spero molto prima, almeno per una zona arancione.
Quello che sta succedendo in città supera i confini della farsa. Anche stamattina, che sono uscito per fare la spesa, ho visto in giro quasi le stesse macchine che si vedevano prima della pandemia. Di pedoni un po' meno, però dai...se questa è una zona rossa allora io sono Mister Olympia.
Tutte le aree verdi della città pullulano di gente senza distanze, ma ho notizie di persone fermate in centro dai Carabinieri che gli hanno fatto la punta addirittura sull'ora a cui sono usciti di casa e sul percorso che hanno seguito, incrocio per incrocio.  

Anche chi ha sempre rispettato le regole, incluso me, a questo punto ha perso la pazienza ed inizia a fottersene.
Cerco di rispettare ad occhio i 500 metri da casa, ma non mi faccio problemi ad uscire per una passeggiata, cosa che prima non facevo.
E penso proprio che riprenderò anche ad andare in barca, cosa che sulla carta è consentita, ma secondo loro dovrei iniziare la navigazione da casa. Se mi multano farò ricorso e sticazzi; cosa che spero faranno tutti quelli che hanno preso verbali assurdi, così gli intaseranno i tribunali per i prossimi 10 anni.

Scusa lo sfogo, ma arrivati a questo punto ho il sacco scrotale completamente infranto.

Credo dobbiamo entrare nell'ordine di idee che questa sia una zona rossa diversa da quella che avevamo in passato: il concetto è sempre quello del "rimanete a casa il più possibile", però con qualche libertà in più. Io credo che sapessero benissimo che le strade sarebbero stare più affollate rispetto al passato, d'altronde se permetti l'asporto e tieni tanti negozi aperti (comprese le gioiellerie...!!!!) era ipotizzabile.

Però c'è sicuramente meno gente in giro rispetto alla zona arancione, io stesso esco decisamente meno e immagino molti di voi....contatti in meno e quindi meno contagi. Secondo me in questo ambito non ha senso pensarla in modo binario, aperto o chiuso. 

La soluzione sarebbe quella di essere maggiormente zen: pensare ad altro, non fissarsi sull'osservare gli altri, le contraddizioni delle regole, ecc....in questa fase meglio non pensar troppo.

Link to post
Share on other sites

Con una certa enfasi il generale Figliuolo ha dichiarato che in Aprile arriveranno 8 milioni di dosi, di cui 400 mila di Johnson. Sarebbero circa 267 mila somministrazioni al giorno, 4,2 milioni di vaccinati completi... a me non pare un cambio di passo eclatante sinceramente! Ovvero anche lo è se fino ad ora abbiamo ricevuto 11,2 milioni di dosi, ma si parlava di arrivare alle 500 mila vaccinazioni al giorno....  Speravo in una accelerazione ancora più marcata, siamo ancora sotto i numeri necessari per fare un vaccino all'anno a tutti i vaccinabili, ma avremmo bisogno di fare il botto ora per stroncare l'ondata in corsa e ripartire bene nell'estate. Il mondo è ancora in ritardo!

Edited by mario-manzanese
Link to post
Share on other sites
31 minuti fa, Calcio74 ha scritto:

Però c'è sicuramente meno gente in giro rispetto alla zona arancione, io stesso esco decisamente meno e immagino molti di voi....contatti in meno e quindi meno contagi.

Se cali la circolazione di un 10, 20 o 30 per cento non ci possiamo aspettare risultati diversi. Prima di abbassare i numeri in maniera significativa ci vorrà una vita, ormai se ne sono accorti tutti e la gente ne ha fin sopra ai capelli.
Gioellerie aperte ed altri posti no...no comment.
Tra l'altro, i negozi di scarpe e vestiti sono aperti? Chiedo perché non vado in centro da un secolo.

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Stefano79 ha scritto:

Se cali la circolazione di un 10, 20 o 30 per cento non ci possiamo aspettare risultati diversi. Prima di abbassare i numeri in maniera significativa ci vorrà una vita, ormai se ne sono accorti tutti e la gente ne ha fin sopra ai capelli.
Gioellerie aperte ed altri posti no...no comment.
Tra l'altro, i negozi di scarpe e vestiti sono aperti? Chiedo perché non vado in centro da un secolo.

Ah nemmeno io vado in centro, non saprei dirti. La gioielleria lo so solo per una pubblicità che fa T4...non so nemmeno se sono tutte aperte.

Su che basi dici che se diminuisce la circolazione di 10-30% in sostanza cambia poco? Premesso che io credo in questo momento la circolazione sia calata ben più del 10%....penso almeno del 50% (parlo di contatti)....

Di base penso che questa percezione del "quel che stemo fazendo non servi a niente" sia errata....cerco di vedere anche i lati positivi: mi sembra che le intensive si attestino da diversi giorni sulle 70-80...non bene, ma nemmeno critica. Chiaro che se arriveremo a 100 cambierò idea.

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Calcio74 ha scritto:

Ah nemmeno io vado in centro, non saprei dirti. La gioielleria lo so solo per una pubblicità che fa T4...non so nemmeno se sono tutte aperte.

Su che basi dici che se diminuisce la circolazione di 10-30% in sostanza cambia poco? Premesso che io credo in questo momento la circolazione sia calata ben più del 10%....penso almeno del 50% (parlo di contatti)....

Di base penso che questa percezione del "quel che stemo fazendo non servi a niente" sia errata....cerco di vedere anche i lati positivi: mi sembra che le intensive si attestino da diversi giorni sulle 70-80...non bene, ma nemmeno critica. Chiaro che se arriveremo a 100 cambierò idea.

Penso che a 100 non siamo mai arrivati. Siamo a 80 da una settimana, cioe al 50% di occupazione, ben oltre la soglia del 30% richiesta. Eravamo a 60 durante la seconda ondata e anche nel 2020 non ricordo di aver toccato queste cifre.

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Calcio74 ha scritto:

Di base penso che questa percezione del "quel che stemo fazendo non servi a niente" sia errata....cerco di vedere anche i lati positivi: mi sembra che le intensive si attestino da diversi giorni sulle 70-80...non bene, ma nemmeno critica. Chiaro che se arriveremo a 100 cambierò idea.

Appunto, è praticamente dall'inizio di questa zona (spritz)rossa che da noi non cambia un granché. Quindi di questo passo ne avremo per un secolo. Allora ha più senso una chiusura rigida di due settimane, poi speriamo nel caldo (che detto da me è tutto un programma!) e nelle vaccinazioni. A questo punto fuori il dente e fuori il dolore. Se tutto va bene potremo fare un'estate quasi normale - almeno come l'anno scorso - con la differenza che in autunno non avremo ricadute. Varianti permettendo, logicamente. 

Link to post
Share on other sites

Non so, da quello che ho capito io ci sono delle ondate, noi con più aperture o più chiusure possiamo modificare l'inclinazione di salita e di discesa di queste onde, ma non così tanto. Non credo che ne avremo per un secolo con l'attuale sistema, la mia sensazione è che cmq a maggio si riaprirà.

Due settimane di chiusura rigida? Ormai credo sia diventata anche questa un chimera...guarda la Germania, che aveva inizialmente deciso una chiusura rigida nel periodo di Pasqua, per poi tornare indietro sui loro passi. Io, te e mulon de Borgo con la verità in mano, mentre gli amministratori di mezza Europa degli imbecilli ed inetti? Onestamente non credo. Chiaro che pure io farei 2 settimane di chiusura rigida se servisse a qualcosa...tanto anche con la zona rossa attuale non è che puoi fare molto eh. Ma evidentemente  servirebbe un tempo di chiusura rigido molto più lungo (almeno un mese), fermando anche tutte le attività produttive del Paese per avere risultati evidenti. Mi sembra che diversi Paesi europei hanno provato dei lockdown anche rigidi, senza però avere grandi riscontri.

Ormai la nostra mente percepisce in maniera distorta le cose, il fatto di pensare a zona rossa ci farebbe immaginare una città deserta...cosa che non è. C'è gente in giro, ci sono gruppi di persone nei parchi (li ho visti anche io), ma credo che ci sia cmq parecchio meno contatto rispetto alla zona arancione. 

Per quanto riguarda i posti di terapia intensiva, è stata definita con "critica" quella superiore al 30%....ma è una parola usata (anche giustamente) in maniera prudenziale, credo la realtà sia quella che fa intendere lo stesso governo qui:

https://www.agenas.gov.it/covid19/web/index.php

Siamo in una zona d'allerta gialla, non bene...ma credo che la situazione diventa grave quando arriviamo al 50%, raggiungendo la spia rossa. L'idea attuale credo sia quella di superare questa ondata in questo stato d'allerta, con qualche difficoltà, ma riuscendo ad intasare solo pochi ospedali.

Ripeto, non penso che al governo abbiamo dei fulmini di guerra, ma nemmeno dei rimbecilliti completi. Un'idea credo ci sia.

Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Calcio74 ha scritto:

Due settimane di chiusura rigida? Ormai credo sia diventata anche questa un chimera...guarda la Germania, che aveva inizialmente deciso una chiusura rigida nel periodo di Pasqua, per poi tornare indietro sui loro passi. Io, te e mulon de Borgo con la verità in mano, mentre gli amministratori di mezza Europa degli imbecilli ed inetti? Onestamente non credo. Chiaro che pure io farei 2 settimane di chiusura rigida se servisse a qualcosa...tanto anche con la zona rossa attuale non è che puoi fare molto eh. Ma evidentemente  servirebbe un tempo di chiusura rigido molto più lungo (almeno un mese), fermando anche tutte le attività produttive del Paese per avere risultati evidenti. Mi sembra che diversi Paesi europei hanno provato dei lockdown anche rigidi, senza però avere grandi riscontri.

E poi c'è il Regno Unito, con il piano vaccinale che viaggia alla velocità della luce, morti a zero o quasi e ristori puntuali 

https://www.mediasetplay.mediaset.it/video/tg4/edizione-ore-1900-del-31-marzo_F310638801018001 andate verso la fine, e potrete trovare la testimonianza di un ristoratore pugliese di Londra, che nonostante il pesante lockdown risponde con serenità grazie a date certe per la riapertura e ristori puntuali e corposi sia per sé che per i suoi dipendenti 

Me li ricordo i commenti degli europeisti ai tempi della brexit ("gli inglesi finiranno con le pezze al c**o, dove vanno senza ue), eppure direi che una volta ancora abbiano dimostrazione che i fessi siamo noi da trent'anni avendo accettato a 90 gradi di stare in un'unione di stati capace solo di legiferare sulla grandezza delle vongole e mettere becco sugli interessi nazionali degli stati membri. 

Questa pandemia è il pettine che si porta dietro tutti i nodi che facciamo finta di non vedere da quasi trent'anni... 

Link to post
Share on other sites
46 minuti fa, LungomareNatisone ha scritto:

E poi c'è il Regno Unito, con il piano vaccinale che viaggia alla velocità della luce, morti a zero o quasi e ristori puntuali 

https://www.mediasetplay.mediaset.it/video/tg4/edizione-ore-1900-del-31-marzo_F310638801018001 andate verso la fine, e potrete trovare la testimonianza di un ristoratore pugliese di Londra, che nonostante il pesante lockdown risponde con serenità grazie a date certe per la riapertura e ristori puntuali e corposi sia per sé che per i suoi dipendenti 

Me li ricordo i commenti degli europeisti ai tempi della brexit ("gli inglesi finiranno con le pezze al c**o, dove vanno senza ue), eppure direi che una volta ancora abbiano dimostrazione che i fessi siamo noi da trent'anni avendo accettato a 90 gradi di stare in un'unione di stati capace solo di legiferare sulla grandezza delle vongole e mettere becco sugli interessi nazionali degli stati membri. 

Questa pandemia è il pettine che si porta dietro tutti i nodi che facciamo finta di non vedere da quasi trent'anni... 

All'UK bisonga dare atto di averle indovinate tutte nella gestione della pandemia da fine 2020! La rapida approvazione dei vaccini e messa in uso, l'allungamento dei tempi tra prima e seconda dose per dare comunque una certa copertura ad una fetta più grande di popolazione, chiusure serie. Bravi!

Link to post
Share on other sites
Il 28/3/2021 at 17:10, LungomareNatisone ha scritto:

Se non altro, vardemo el lato positivo. Magari, grazie a questo improvviso Rinascimento della cultura del giogar in strada, tra qualche anno gaveremo una generazion de baloneri. 

O preferì una socialità basada sulle dirette Twitch de 11enni che gioga alla Play ognun a casa sua, col cul sul divan e el pacchetto de Bibanesi vicin? 

Mi sinceramente son solamente felice quando vedo due maie per terra che fa da porta... 

Ma magari fossi foriero de un ritorno alla cultura del giogar in strada che te descrivi.

Ma quando le robe se "normalizzerà", mi credo tutto tornerà come prima. Personalmente go la quasi esattezza sicurezza (come diseva l'indimenticato Pasquale Bellomo, presidente del Monopoli calcio :D ), che drio a questa esplosion de giochi e frequentazioni all'aperto, ghe sia una componente psicologica-sociologica-"fastidiologica".

Edited by chompo
Link to post
Share on other sites
2 ore fa, LungomareNatisone ha scritto:

E poi c'è il Regno Unito, con il piano vaccinale che viaggia alla velocità della luce, morti a zero o quasi e ristori puntuali 

https://www.mediasetplay.mediaset.it/video/tg4/edizione-ore-1900-del-31-marzo_F310638801018001 andate verso la fine, e potrete trovare la testimonianza di un ristoratore pugliese di Londra, che nonostante il pesante lockdown risponde con serenità grazie a date certe per la riapertura e ristori puntuali e corposi sia per sé che per i suoi dipendenti 

Me li ricordo i commenti degli europeisti ai tempi della brexit ("gli inglesi finiranno con le pezze al c**o, dove vanno senza ue), eppure direi che una volta ancora abbiano dimostrazione che i fessi siamo noi da trent'anni avendo accettato a 90 gradi di stare in un'unione di stati capace solo di legiferare sulla grandezza delle vongole e mettere becco sugli interessi nazionali degli stati membri. 

Questa pandemia è il pettine che si porta dietro tutti i nodi che facciamo finta di non vedere da quasi trent'anni... 

Secondo me la UE c'entra relativamente...girava anche un filmato su whatsapp in cui una nostra connazionale che vive in Australia parlava delle favolose efficienze lì (oltre a dire altre stupidaggini sul covid, ma quello è un altro discorso).

Stati molto efficienti, come lo sono sempre stati UK e Australia, chiaramente reagiranno in maniera molto efficace anche al covid...poi consideriamo anche il fatto che sono "isole", per cui un certo vantaggio nei confronti del covid (vedi da noi la Sardegna) ce l'hanno di base. Aspettarsi che l'Italia reagisse in maniera molto efficiente mi sembra quasi da ingenui.

Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Calcio74 ha scritto:

Due settimane di chiusura rigida? Ormai credo sia diventata anche questa un chimera...guarda la Germania, che aveva inizialmente deciso una chiusura rigida nel periodo di Pasqua, per poi tornare indietro sui loro passi. Io, te e mulon de Borgo con la verità in mano, mentre gli amministratori di mezza Europa degli imbecilli ed inetti? Onestamente non credo. Chiaro che pure io farei 2 settimane di chiusura rigida se servisse a qualcosa...

Lockdown veri e propri non credo che ghe poderà esser più. Dopo mesi e mesi de "strategia" dei colori, a meno che no succedessi l'irreparabile, credo sia quasi impossibile che el Governo cambi "rotta". Poi gavessi anche poco senso, l'esperienza ormai inizia ad insegnar che quei va fatti prontamente per ridurre ai minimi la circolazion del virus (quei bravi la ga quasi annullada), per impedirghe el proliferar de varianti etc etc. Tutte robe che ormai no ne riguarda più, dopo che gavemo vagado alla "spera in Dio" da ottobre. Desso ormai la frontiera pratica xe el vaccino.

 

8 ore fa, Calcio74 ha scritto:

...................ma credo che ci sia cmq parecchio meno contatto rispetto alla zona arancione. 

In base alla mia impression, no. Ma proprio neanche per idea. Questa zona rossa, quela de 'ste ultime 2 settimane, personalmente la etichetto in un unico modo, una pagliacciata!
Danneggia terribilmente alcune categorie, ne "solo" danneggia altre, alcune le sfiora e ne continua invece a far ingrassar delle altre.
Fa un po' de scena in centro con dei controlli al limite anche del fastidioso, mentre "drio l'angolo", in zone verdi o similia, zone de passeggio, giardinetti etc etc le generazioni più giovani ed anche quelle genitoriali con fioi da asilo-elementari, in larga parte se ne fotti totalmente de qualsiasi regola e/o precauzion.
Basta meterse d'accordo eh, ma se gaveva de esser zona rossa, alora personalmente la definisso pagliacciata.
Poi da qualche giorno xe estate...cussì tra qualche tempo se sorbiremo anche el Speranza de turno, o chi per lui, che incenserà le zone rosse, cercando de vender el merito del calo pandemico grazie alla bontà del provvedimento...anzichè al Dio del caldo che ne vien in soccorso (anche se questo surriscaldamento poi la natura ne lo farà magari pagar in qualche altro modo, ma al momento pandemicamente ne fa giogo).

Che buti 'sti vaccini dei...che go le bale piene.

Da qualsiasi punto de vista provo vardarla, comunque go gonfiore testicolare.

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, mario-manzanese ha scritto:

All'UK bisonga dare atto di averle indovinate tutte nella gestione della pandemia da fine 2020! La rapida approvazione dei vaccini e messa in uso, l'allungamento dei tempi tra prima e seconda dose per dare comunque una certa copertura ad una fetta più grande di popolazione, chiusure serie. Bravi!

A parte sulla rapida approvazione dei vaccini, che nel loro caso è stata una sorta di approvazione sulla fiducia quasi, con veramente poco in mano, troppo poco per i miei gusti, sul resto d'accordo. Sono partiti davvero male, ma poi hanno fatto meglio degli altri.
Le chiusure serie credo se le siano "permesse" in buona parte a causa del loro pessimo approccio iniziale e dei loro pessimi dati (ad un certo punto viaggiavano a 1200 morti al giorno). Questo ha reso più digeribile un lockdown abbastanza serio, unitamente a certezze maggiori su ristori e ripartenza. E l'essere isola può anche aver dato una mano.

Link to post
Share on other sites

@chompo: condivido parola per parola i tuoi ultimi due post. 

Aggiungo poi che questa storia che l'Inghilterra è un'isola (o che l'Australia è un'isola, o che la Nuova Zelanda è un'isola) mi sa tanto di scusa. Ok, sono isole, ovviamente, ma l'Italia è una penisola e l'80% dei confini è costituito da mare, e il 20% rimanente ci sono quelle belle "collinette" chiamate Alpi. Mica stiamo parlando di Berlino dopo la caduta del muro, a traffico libero. Non mi direte che non si riusciva a fare qualcosa di meglio, VOLENDO. 

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Calcio74 ha scritto:

Secondo me la UE c'entra relativamente...girava anche un filmato su whatsapp in cui una nostra connazionale che vive in Australia parlava delle favolose efficienze lì (oltre a dire altre stupidaggini sul covid, ma quello è un altro discorso).

Stati molto efficienti, come lo sono sempre stati UK e Australia, chiaramente reagiranno in maniera molto efficace anche al covid...poi consideriamo anche il fatto che sono "isole", per cui un certo vantaggio nei confronti del covid (vedi da noi la Sardegna) ce l'hanno di base. Aspettarsi che l'Italia reagisse in maniera molto efficiente mi sembra quasi da ingenui.

Allora, ovviamente sacrosanta la considerazione che si parla di stati generalmente efficienti e che sono isole e quindi geograficamente facilitati anche in cose come il controllo dei confini (dio, i confini li contrallavamo anche noi finché eravamo uno stato completo e non zoppo come siamo oggi...) 

Però all'interno del recinto/pollaio che è l'UE navigano a vista anche paesi come la Germania, non di certo nota per la sua inefficienza. Io credo che, A MONTE, l'Unione Europea sia una gabbia per tutti quelli che ne fanno parte. E lo stiamo vedendo ora che ci sono i problemi, perché è fin troppo facile dimostrarsi efficienti fin tanto che il grande problema è la quantità di latte prodotto da ogni stato membro. 

Dopo un anno di covid mi sembra abbastanza fattuale che l'UE sia - tra gli attori principali della geopolitica mondiale - l'unico che recita improvvisando mentre tutti gli altri hanno un copione dettagliato

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, luxor ha scritto:

VOLENDO

È proprio questo "volendo" il punto della questione su cui premo io. E ci aggiungo il "potendo". Mancano la volontà e la possibilità di esercitare uno dei poteri fondanti il concetto di Stato da centinaia di anni, ovvero la difesa dei confini... 

Siamo sicuri che l'Italia pre-Maastricht avrebbe agito in maniera così goffa? 

Link to post
Share on other sites

Al di là dei periodi tipici vacanzieri non credo che la questione confini sia così decisiva, penso che l'Italia stia pagando per un problema di diffusione interna che non ha mai saputo combattere con efficacia. I lockdown in corso, per quanto possano pure sembrare blandi in talune sfaccettature, sono comunque estremamente limitativi e già al limite (o oltre) della sopportazione. Questi lockdown ci hanno consentito di contenere i contagi da una esplosione incontenibile, ma per un miglioramento sostanziale avrebbero dovuto essere abbinati a qualcos'altro... una grande campagna vaccinale con 20 milioni di dosi al mese ad esempio.. oppure con una strategia di individuazione dei contagi di un altro taglio. In Italia si viaggia sui 300 mila tamponi al giorno, l'ultimo dato dell'UK era di 1,7 milioni in un giorno. Secondo l'opinione di uno statistico (non ricordo chi...), che condivido, stiamo individuando circa un terzo dei contagiati, quindi è possibile che ci sia circa un milione di contagiati presumibilmente senza sintomi, oppure molto blandi, in circolazione. Vista la scarsa sintomatologia forse saranno persone dalla bassa carica infettiva, ma in una logica di grandi numeri il virus continua comunque a circolare. La Francia conta circa il doppio dei nostri contagi con un numero di decessi inferiore, non penso che siamo imbeccilli nelle cure e che ne perdiamo di più, penso che semplicemente contiamo meno i contagiati  e che le statistiche dei decessi siano abbastanza costanti ed omogenee. Penso che per stoppare la propagazione dei contagi avremmo dovuto fare una attività di screening di un altro livello, ad esempio tamponi a tappeto bisettimanali nelle fabbriche. Confrontando i dati di UK ed Israele mi ero fatto l'idea che in UK i contagi non fossero calati tanto per la campagna vaccinale ma per l'abbinata lockdown + screening. 
Ormai non cambiamo nulla, l'estate è vicina e si punta a quella + vaccini... non possiamo fare molto altro a questo punto.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


  • advertisement_alt
  • advertisement_alt
  • advertisement_alt


×
×
  • Create New...