Jump to content

Il futuro della Pallacanestro Trieste (pensieri in libertà)


Recommended Posts

3 ore fa, alvin66 ha scritto:

Ah se avrò bisogno dell'analista so già a chi rivolgermi.... 

Non so se ti rendi conto che stai andando su un campo che non ti appartiene. 

Mi piace che tu analizzi i miei stati d'animo con sicurezza senza poi naturalmente sapere nulla.. 

Mi fa sorridere che tu parli di rosicamento... 

Ammesso che io voglia il male di questa squadra e chi mi conosce, veramente, quindi non tu di sicuro, sa che non è cosi, dovrei rosicare perché abbiamo vinto contro i tori austriaci? 

Ma ti rendi conto di quello che hai ipotizzato? 

Ti rinnovo l'invito spassionato.. Commenta i miei post senza troppe seghe mentali.. 

Credimi, hai scritto un condensato di sciocchezze sul mio conto 

 

Non ho nessuna pretesa di analizzare chicchessia, ho semplicemente detto che secondo me la tua frase detta in quel momento era inopportuna, o meglio, detta nel momento sbagliato, tutto qua. Il "rosicamento" non significa che vuoi il male della nostra squadra, ma era riferito al fatto che probabilmente i Dalmassoniani di ferro potrebbero essere contrariati dal fatto che Ciani sta facendo, sembra, un buon lavoro nonostante la partenza di ED, non è il tuo caso? Bene, ne prendo atto. Poi se tu preferisci il "sistema" che ben conosciamo è un tuo diritto ed in ogni caso se ti ho offeso è stato involontario, lungi da me voler polemizzare anche perchè leggo sempre volentieri i tuoi interventi. Rivendico solamente il diritto di dire che secondo me una certa cosa non andava detta in quel preciso momento, tutto qua.

Link to comment
Share on other sites



Scusa Sir John ma hai interpretato malamente quello che ha detto Alvin e cioè che sui vari siti specializzati e vari forum tipo sportando e altri le quotazioni della nostra squadra sono piuttosto basse vedi anche le quote dei vari siti di scommesse che ci danno in quattordicesima posizione insomma sulla soglia della salvezza. Questo è quello che vedono gli altri al momento sulla nostra squadra e tutti compreso Alvin saremo felici di dimostrare che ciò non sia vero tutto qua quello che hai capito te e fuori logica


Ti ringrazio per la precisazione, ma io non intendevo dire che alvin stava gufando, semplicemente non ho ritenuto opportuno il momento, comunque ho capito che stava solamente riferendo un fatto oggettivo.

Inviato dal mio SM-G970F utilizzando Tapatalk

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, sir_john ha scritto:

Non ho nessuna pretesa di analizzare chicchessia, ho semplicemente detto che secondo me la tua frase detta in quel momento era inopportuna, o meglio, detta nel momento sbagliato, tutto qua. Il "rosicamento" non significa che vuoi il male della nostra squadra, ma era riferito al fatto che probabilmente i Dalmassoniani di ferro potrebbero essere contrariati dal fatto che Ciani sta facendo, sembra, un buon lavoro nonostante la partenza di ED, non è il tuo caso? Bene, ne prendo atto. Poi se tu preferisci il "sistema" che ben conosciamo è un tuo diritto ed in ogni caso se ti ho offeso è stato involontario, lungi da me voler polemizzare anche perchè leggo sempre volentieri i tuoi interventi. Rivendico solamente il diritto di dire che secondo me una certa cosa non andava detta in quel preciso momento, tutto qua.

Io tifo per la Pall.Ts...non per Dalmasson...

Ribadisco il concetto. L'eredita' lasciata dal Dalmasson non sara' facile da gestire.

Penso che non sia un'eresia affermarlo.

Ma questo esula da ogni discorso sull'essere dalamssoniano o meno.

Quindi:

1 Nessun rosicamento, anche perche' non c'e' nulla di cui rosicare..

2 il buon lavoro del bravo Ciani lo si vedra' nel campionato

Ho visto troppi precampionati fasulli da poter credere nel basket d'agosto.

Grayson superstar, Holloway quasi pippone, Strautnis jordanesco, Stefanel 86/87 squadrone che tremare il mondo fara' ma dopo siamo retrocessi in b.E potrei continuare.

Quindi non mi faccio impressionare ne' nel bene ne' nel male..

Guardo con curiosita' la squadra, ci manchererbbe.

Ma finisce li'.

3 la mia affermazione, per te innopportuna, neanche avessimo vinto la finale nba ieri sera, era solo uno stimolo per una discussione.La graduatoria virtuale stilata qua e  la' non mi trova ne' d'accordo ne' in disaccordo ed il perche' l'ho gia' spiegato.E' difficile ad inizio torneo inquadrare le squadre.

Perche' tanti stranieri sono in parte sconosciuti e con poche sicurezze sul loro adattamento alle varie squadre e al torneo stesso.

Ovviamente parlo delle squadre del nostro livello..non squadre che si permettono di prendere un Teodosic o un Rodriguez.

Per cui, non sappiamo ad ora il reale valore della nostra squadra e che cammino avra' nel torneo.

Volevo solo un vostro parere..

Perche' noi dietro a Cremona...perche' noi davanti a Tortona...e via discorrendo.

Quando l'ho scritto l'intento era questo..

Spero di aver chiarito una volta per tutte.

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

io sono sulla stessa lunghezza d’onda di Alvin, di cui apprezzo sempre gli interventi misurati e competenti

nemmeno io ho la più pallida idea di quale possa essere il campionato che la nostra squadra giocherà, ne’ quale possa essere il livello della dozzina di squadre che dietro alle big si contenderanno i PO e cercheranno di evitare gli ultimi 2 posti che significano A2

non ho buone sensazioni e mi rendo conto che questo A. non è sorprendente B. è garanzia di un buon campionato

non chiedetemi il perché della mia visione pessimistica, del resto non dissimile da quella di altre volte

non saprei darvi una risposta, ma poco di quanto è stato fatto questa estate mi è piaciuto, una smania di cancellare il passato che mi lascia a dir poco perplesso

perche’ questo passato è stato a dir poco esaltante

anche il precampionato mi lascia indifferente 

ricordo un Grayson superstar nella prima amichevole con la Reyer, un Holloway inguardabile in una partita con Forli’ a Muggia e un precampionato con percorso netto, cioè tutte vittorie, seguito da una partenza shock in campionato e un -30 in casa forse con Verona all’esordio

vediamo dunque, che i siti specializzati diano la Tortona di Chris Wright e Cain ultima mi fa sorridere, la cazzata libera è all’ordine del giorno al momento

Link to comment
Share on other sites

9 ore fa, pinot ha scritto:

io sono sulla stessa lunghezza d’onda di Alvin, di cui apprezzo sempre gli interventi misurati e competenti

nemmeno io ho la più pallida idea di quale possa essere il campionato che la nostra squadra giocherà, ne’ quale possa essere il livello della dozzina di squadre che dietro alle big si contenderanno i PO e cercheranno di evitare gli ultimi 2 posti che significano A2

non ho buone sensazioni e mi rendo conto che questo A. non è sorprendente B. è garanzia di un buon campionato

non chiedetemi il perché della mia visione pessimistica, del resto non dissimile da quella di altre volte

non saprei darvi una risposta, ma poco di quanto è stato fatto questa estate mi è piaciuto, una smania di cancellare il passato che mi lascia a dir poco perplesso

perche’ questo passato è stato a dir poco esaltante

anche il precampionato mi lascia indifferente 

ricordo un Grayson superstar nella prima amichevole con la Reyer, un Holloway inguardabile in una partita con Forli’ a Muggia e un precampionato con percorso netto, cioè tutte vittorie, seguito da una partenza shock in campionato e un -30 in casa forse con Verona all’esordio

vediamo dunque, che i siti specializzati diano la Tortona di Chris Wright e Cain ultima mi fa sorridere, la cazzata libera è all’ordine del giorno al momento

Se posso farei un distinguo tra allestimento della squadra in campo (contenuto) e modalità di repulisti (forma). Sulla squadra, coach incluso, io ho buone sensazioni: l'amichevole conta cippa, ma per lo meno si sono visti impegno, abbozzo di gioco di squadra, potenzialità tecniche e assolutamente nessun individualismo. Konate e Sanders (si sempre loro) potrebbero essere meglio di Doyle e Upson; Bancks come lo confrontiamo a Hanry? Gli italiani nuovi difficile da dire ricordando i nomi di Alviti e DaRos, ma sappiamo che i campionati si "vincono" grazie soprattutto agli stranieri. Insomma più sensazioni positive che no. 

Sulla forma e il repulisti sarà stato un male necessario il farlo, ma certo lo si è fatto male (parere personale) e comunicato peggio. Voltiamo pagina, apprezziamo il clima più sereno con gli allenamenti aperti e una comunicazione finalmente costante e "simpatica". Mi tappavo il naso quando sentivo gli autoincensamenti di Ghiacci e spero non si tratti della stagione "Titanic" (autocitazione) allegramente e passivamente sul piano societario navigando perso l'iceberg della fine sponsor Allianz. 

Ma questa è la forma: fa anche sostanza ma come dice qualcuno, conteranno solo i risultati sul campo. O per lo meno distinguiamo e cerchiamo di guardare a coach e giocatori con occhio libero da altri preconcetti o influenze. 

  • Mi piace 1
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, GMarco ha scritto:

Se posso farei un distinguo tra allestimento della squadra in campo (contenuto) e modalità di repulisti (forma). Sulla squadra, coach incluso, io ho buone sensazioni: l'amichevole conta cippa, ma per lo meno si sono visti impegno, abbozzo di gioco di squadra, potenzialità tecniche e assolutamente nessun individualismo. Konate e Sanders (si sempre loro) potrebbero essere meglio di Doyle e Upson; Bancks come lo confrontiamo a Hanry? Gli italiani nuovi difficile da dire ricordando i nomi di Alviti e DaRos, ma sappiamo che i campionati si "vincono" grazie soprattutto agli stranieri. Insomma più sensazioni positive che no. 

Sulla forma e il repulisti sarà stato un male necessario il farlo, ma certo lo si è fatto male (parere personale) e comunicato peggio. Voltiamo pagina, apprezziamo il clima più sereno con gli allenamenti aperti e una comunicazione finalmente costante e "simpatica". Mi tappavo il naso quando sentivo gli autoincensamenti di Ghiacci e spero non si tratti della stagione "Titanic" (autocitazione) allegramente e passivamente sul piano societario navigando perso l'iceberg della fine sponsor Allianz. 

Ma questa è la forma: fa anche sostanza ma come dice qualcuno, conteranno solo i risultati sul campo. O per lo meno distinguiamo e cerchiamo di guardare a coach e giocatori con occhio libero da altri preconcetti o influenze. 

:clapclap:

Link to comment
Share on other sites

Vedendo ieri la partita in differita ho avuto una conferma di quanto pensavo, e scritto, quando è stata costruita la squadra.

Lever possiede altezza, velocità, movimenti da 5 e viene fatto giocare da 4, riducendone un po' il potenziale offensivo, visto che questo sembra calare proporzionalmente all'allontanarsi dal ferro (i canestri li ha realizzati da sotto con dei movimenti da centro dotato di tecnica).

Si vede che nel ruolo di ala piccola mancano quelle caratteristiche fisiche e tecniche per attaccare il ferro o per giocarsi l' 1 vs 1 a difesa schierata creandosi lo spazio da soli (necessarie quando lo schema per liberare il giocatore al tiro non riesce). In tal senso Lodo si è dimostrato anche più propositivo di Mian.

Buona la prestazione di Konate, che oltre ad essere un giocatore muscolare e buon difensore, ha mostrato anche una discreta mano. Da sottolineare in particolare la grinta che mette in campo su ogni azione per non regalare nulla agli avversari (diventerà presto un beniamino del pubblico).

Sanders ha mostrato quelle caratteristiche di velocità e rapido cambio di direzione in palleggio con un primo passo davvero in grado di mettere in difficoltà ogni avversario. Se migliorerà nella costruzione del gioco e soprattutto acquisirà più sicurezza e continuità nell'attaccare il ferro e nel tirare da 3, potrebbe rivelarsi un ottimo acquisto.

A livello di gioco si è vista soprattutto la ricerca del passaggio a liberare il compagno sotto canestro, meno sul perimetro, con molto uso del pick and roll. Un po' vecchio stile insomma. Quello che ho notato, però, è che alcune volte i passaggi diventavano troppi con un turbinio di giocatori che si muovevano, ma alla fine non c'era quasi il tempo per andare a concludere.

E' stata la prima uscita, mancavano Banks e Campogrande, vediamo che succederà nelle prossime partite e se il gioco riuscirà a colmare quegli inevitabili difetti di roster che il 5+5 impone.

 

  • Grazie 1
Link to comment
Share on other sites

8 ore fa, Orgoglio Triestino ha scritto:

Vedendo ieri la partita in differita ho avuto una conferma di quanto pensavo, e scritto, quando è stata costruita la squadra.

Lever possiede altezza, velocità, movimenti da 5 e viene fatto giocare da 4, riducendone un po' il potenziale offensivo, visto che questo sembra calare proporzionalmente all'allontanarsi dal ferro (i canestri li ha realizzati da sotto con dei movimenti da centro dotato di tecnica).

Si vede che nel ruolo di ala piccola mancano quelle caratteristiche fisiche e tecniche per attaccare il ferro o per giocarsi l' 1 vs 1 a difesa schierata creandosi lo spazio da soli (necessarie quando lo schema per liberare il giocatore al tiro non riesce). In tal senso Lodo si è dimostrato anche più propositivo di Mian.

Buona la prestazione di Konate, che oltre ad essere un giocatore muscolare e buon difensore, ha mostrato anche una discreta mano. Da sottolineare in particolare la grinta che mette in campo su ogni azione per non regalare nulla agli avversari (diventerà presto un beniamino del pubblico).

Sanders ha mostrato quelle caratteristiche di velocità e rapido cambio di direzione in palleggio con un primo passo davvero in grado di mettere in difficoltà ogni avversario. Se migliorerà nella costruzione del gioco e soprattutto acquisirà più sicurezza e continuità nell'attaccare il ferro e nel tirare da 3, potrebbe rivelarsi un ottimo acquisto.

A livello di gioco si è vista soprattutto la ricerca del passaggio a liberare il compagno sotto canestro, meno sul perimetro, con molto uso del pick and roll. Un po' vecchio stile insomma. Quello che ho notato, però, è che alcune volte i passaggi diventavano troppi con un turbinio di giocatori che si muovevano, ma alla fine non c'era quasi il tempo per andare a concludere.

E' stata la prima uscita, mancavano Banks e Campogrande, vediamo che succederà nelle prossime partite e se il gioco riuscirà a colmare quegli inevitabili difetti di roster che il 5+5 impone.

 

Senza polemica ma solo per continuare le chiacchiere da bar...

Innanzi tutto sono davvero impressionato che così tanti possano esprime così tante elaborazioni dopo un'amichevole contro una squadra assai scalinata. Io ho visto frammenti di gioco, persino belle impostazioni di regia di Sanders per periodi della durata di 5-10 secondi ma poi... Bella l'attitudine a cercarsi, Konate ben dotato, quasi tutti molti concentrati: punto. Sul resto gran fatica ad esprime un qualsivoglia giudizio concreto basato su evidenze. 

Poi invece da un punto di vista semantico: che vuole dire "gli inevitabili difetti di roster che il 5+5 impone"? Magari il 5+5 pone delle limitazioni e il 6+6 offre più stranieri e più alternative. Ma i difetti ci sono anche nel 6+6 ovvero si gioca alla fine in 8 e se ben scelti anche con il 5+5 puoi non avere difetti e fare la tua sporca figura. Bon, non vincerai lo scudetto, ma ai PO ci arrivano in tanti così. 

Sbaglio? 

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, GMarco ha scritto:

Poi invece da un punto di vista semantico: che vuole dire "gli inevitabili difetti di roster che il 5+5 impone"? Magari il 5+5 pone delle limitazioni e il 6+6 offre più stranieri e più alternative. Ma i difetti ci sono anche nel 6+6 ovvero si gioca alla fine in 8 e se ben scelti anche con il 5+5 puoi non avere difetti e fare la tua sporca figura. Bon, non vincerai lo scudetto, ma ai PO ci arrivano in tanti così. 

Sbaglio? 

Continuando le tranquille chiacchiere da bar, con quell'espressione intendevo dire che con il 5+5 se prendi 2 stranieri per lo stesso ruolo poi inevitabilmente te ne manca uno a coprire un'altra posizione in quintetto.

Quindi, o trovi 2 italiani con caratteristiche tali da poter contrastare gli avversari sia atleticamente che dal punto di vista realizzativo, e in grado di assicurarti una certa continuità di rendimento, oppure si rischia alla lunga di avere un punto debole al quale poi tutta la squadra dovrà cercare di rimediare con il gioco.

Nel caso della nostra squadra si è deciso di impiegare 2 italiani (Mian e Campogrande all'inizio, ora c'è anche Lodo) come ala piccola, che possiamo dire sia il terzo ruolo per importanza dopo l'asse play-pivot.

L'anno scorso la scelta era caduta sul ruolo di play (Fernandez e Laquintana) e le cose non sono andate proprio benissimo, purtroppo.

Con il 6+6, invece, hai ovviamente più alternative e possibilità di rimediare, anche ad eventuali infortuni.

 

Link to comment
Share on other sites

Vince il Baskonia, ma di pochi punti, con una grande rimonta di Napoli che recupera ben 15 punti con un'ottima difesa a tutto campo.

Non male come squadra quella partenopea con una buona prestazione di Mayo, Parks, Uglietti, Elegar e soprattutto McDuffie (sugli scudi). Mi sa che non ci saranno squadre materasso nel prossimo campionato.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Orgoglio Triestino ha scritto:

Mi sa che non ci saranno squadre materasso nel prossimo campionato

Confido in pesaro e poi subito a ruota in cremona, reggio e napoli, quindi trento, varese, tortona, treviso e brescia, poi noi, sassari fortitudo e brindisi

Ecco, così, prima di vederle, con un pizzico di ottimismo, mi son sbilanciato in un personalissimo ranking a ritroso

Link to comment
Share on other sites

E motivo (non conoscendo minimamente la maggior parte dei nuovi stranieri, quindi valuto senza cinsiderare il loro impatto che mi è completamente ignoto):

PESARO: la troppa sicurezza di petrovic, i brasiliani e la loro tradizionale saudade, se drell non esplode in 3 devono affidarsi esclusivamente all'anzianotto delfino, in nessun ruolo c'è una garanzia

CREMONA: tante scommesse, forse troppe per vincerle tutte e tanta gioventù, forse troppa proprio nel ruolo più delicato e dove c'è l'unico vecchietto che cremona deve sperare si ripeta in una annata super

REGGIO: non mi convincono in nessun ruolo a cominciare dal play; hanno si caja, ma c'è il rischio che se non cominciano bene scleri.

NAPOLI: parco italiani scarno a dir poco, quindi cambi problematici

TRENTO: doppio impegno per un roster corto, ho dubbi sulla posizione play e per avere profondità nei lunghi devono sperare nel mezzanotte di due anni fa ed in una buona crescita di ladurner.

VARESE: de nicolao, ferrero, sorokas e caruso, secondo me, non all'altezza di buoni cambi per la LBA; un buon campionato passa per le mani di gentile che non sempre è stato una garanzia.

TORTONA: parco italiani peggio di napoli ma quintetto di valore. Se scoprono qlc falla tra gli stranieri hanno risorse per rimediare.

TREVISO: russel, sokoloski, akele, imbrò e chillo devono ripetere il buon campionato dello scorso anno: possono farlo, ma non è scontato, per chillo e imbrò in particolare. Se sokoloski è quello dello scorso anno, in tanti, a non prenderlo prima, han visto male: sarà veramente quello? Mancherà logan che le castagne dal fuoco sa toglierle

BRESCIA: la vedo come un manicomio e nei manicomi si fa un po' difficoltà a tirare a canestro tranquilli, poi come secondo play hanno laquintana; quando faranno capire a eboua che non è un giocatore nba ed in campo è meglio se ci stiano di più gli altri come la prenderà?

SASSARI: sostituire spissu e bilan non è cosa da poco, logan ha 40 anni e non sono lunghissimi avendo un doppio impegno ed anche trasferte partendo dall'isola, quindi più impegnative. Bendzius tirerà con le stesse percentuali?

FORTITUDO: squadra lunga con tutti e 10 (mancinelli non conta) sullo stesso livello e tutto sommato messi insieme sembra con un certo criterio, al momento però hanno infortunati procida, fantinelli, baldasso e totè

BRINDISI: sostituire thompson, harrison, bostic (per la parte di gran campionato che ha fatto) e willis non è facile e soprattutto giuffrè/vitucci non possono pescare sempre dei jolly a poco prezzo+nero, prima o poi canneranno qualcosa. Gaspardo, secondo me, è impossibile ripeta la scorsa stagione.

  • Mi piace 2
Link to comment
Share on other sites

Il 26/8/2021 at 20:00, Orgoglio Triestino ha scritto:

Continuando le tranquille chiacchiere da bar, con quell'espressione intendevo dire che con il 5+5 se prendi 2 stranieri per lo stesso ruolo poi inevitabilmente te ne manca uno a coprire un'altra posizione in quintetto.

Quindi, o trovi 2 italiani con caratteristiche tali da poter contrastare gli avversari sia atleticamente che dal punto di vista realizzativo, e in grado di assicurarti una certa continuità di rendimento, oppure si rischia alla lunga di avere un punto debole al quale poi tutta la squadra dovrà cercare di rimediare con il gioco.

Nel caso della nostra squadra si è deciso di impiegare 2 italiani (Mian e Campogrande all'inizio, ora c'è anche Lodo) come ala piccola, che possiamo dire sia il terzo ruolo per importanza dopo l'asse play-pivot.

L'anno scorso la scelta era caduta sul ruolo di play (Fernandez e Laquintana) e le cose non sono andate proprio benissimo, purtroppo.

Con il 6+6, invece, hai ovviamente più alternative e possibilità di rimediare, anche ad eventuali infortuni.

 

Beh l'anno scorso per me le cose sono andate bene avendo anche Doye ad aiutare un play. Così quest'anno immagino che in ala piccola potremmo avere anche qualche minuto di aiuto da altri oltre ai due citati e i play-guardia potremmo essere un bel rebus per le altre

Link to comment
Share on other sites

Peraltro, sempre per chiacchierare, se come dici ala piccola è terzo ruolo per importanza (non sbagliato ma discutibile rispetto alla guardia) e prima arriva l'asse play-pivot, allora rischiamo meno dell'anno scorso che è stata una stagione di successo. 

Edited by GMarco
  • Mi piace 1
Link to comment
Share on other sites

In mezzo al contratto di sponsorizzazione Allianz non ci si può certo lamentare (lo farò di più il prossimo anno forse), ma vedere stampigliato il leone delle generali sulle divise dei bulls di krapfenberg fa un certo effetto.

Edited by a vanvera
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Euskal Herria ha scritto:

prossimo anno podessimo far la Generali-Allianz Trieste ?

budget el triplo de Milano e via andare

Quello che mi preoccupa non è certo questa stagione, ma la sensazione (spero errata) che la società non sta attivamente cercando nuovi soci e nemmeno nuovi sponsor. L' attività imprenditoriale a Trieste non sembra ferma ma mi sembra che nessuno dei nuovi imprenditori che ora operano a Trieste siano.msi stati avvicinati. Il presidente probabilmente è all' ultimo anno prima di sito pensionarsi e non c'è una figura che possa garantire il futuro. Anche il denaro che potrebbe entrare è stato snobbato e la pallacanestro Trieste non prende alcuna iniziativa per rilanciare il progetto. Lieto di essere smentito....

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...