Jump to content

AcegasAps Trieste-Fileni BPA Jesi, domenica 13 gennaio 2013 ore 18.15. Prima, durante e dopo


Recommended Posts

Prima gara interna del 2013 per l'AcegasAps Trieste, che ospiterà Jesi nell'ultima giornata di andata di LegaDue: i biancorossi arrivano alla sfida contro i marchigiani reduci dalle due pesanti sconfitte in trasferta contro Verona e Casale, è quindi palese aspettarsi una squadra proiettata a vendicare tali rovesci e riprendere il cammino intrapreso sino alla vittoria (al cardiopalma) contro la Bitumcalor prima di Natale.

Sul fronte giulano, piccolo problema per capitan Carra, a riposo ieri dopo una contrattura rimediata mercoledì nell'amichevole contro Polzela: "Lupo" dovrebbe comunque essere della partita senza troppi intoppi; sul lato Fileni, attualmente dodicesima con 10 punti (4 in meno di Trieste), quasi come l'AcegasAps l'anno nuovo non è partito sotto i migliori auspici. La formazione allenata da Stefano Cioppi, dopo l'impresa di Trento con una vittoria ottenuta dopo 2 tempi supplementari, non ha saputo ripetersi in casa contro Ferentino perdendo di misura contro i ciociari. Inoltre in settimana si è vista sconfiggere da Scafati nell'andata dei quarti di finale di Coppa Italia: potrebbe essere dunque la stanchezza di Jesi uno dei temi dominanti della gara di domenica.

Volti eccellenti nel roster Fileni, che può puntare sul duo di assi formato da Ryan Hoover e Eric Griffin, oltre all'inossidabile Maggioli sotto i tabelloni e all'altro U.S.A. Sanders. Si rivedrà al PalaTrieste anche Fabio Zanelli dopo la parentesi di Imola, nonchè l'ex biancorosso Jacopo Valentini, cresciuto tantissimo (specialmente a livello fisico) nelle stagioni successive all'avventura nell'AcegasAps di qualche annata fa.

Per il match di domenica (palla a due alle ore 18.15) sono in programma due iniziative: la prima, promossa dalla Legadue per l'Admo, prevede che una parte dell'incasso verrà devoluto proprio a tale associazione, legata ai donatori di midollo osseo. La seconda darà invece la possibilità, ai primi 2500 tifosi biancorossi, di poter portare a casa il poster-calendario ufficiale della squadra

Link to comment
Share on other sites

lu inveze disi che el ve ga portà a casa tutti nel mentre che te dormivi e nol xe sicuro che te gabbi imbroccà el porton giusto perché lu non saveva qual che iera e drio l'anda nianca ti... comunque, causa tua, el xe rivado con zinque minuti de ritardo in Palasport, perdendose el riscaldamento dei atleti (!), e dopo la partida semo andai a farse un per de Tennent doppie al Red Baron... mentre ti che sai te parli non te gavemo visto in giro! Sboron!!

Link to comment
Share on other sites

In anteprima, le interviste da me realizzate per il Corriere Adriatico:

Stefano Cioppi ci aveva creduto, su quel +7 nell'ultimo quarto, così quanto la propria squadra. Poi invece è arrivata una sconfitta amara, forse molto di più di quanto il tabellino della gara non riesca a raccontare, di cui il coach ha la giusta lucidità per analizzarla a mente calda, subito dopo il match: “In questa partita abbiamo subìto in due frangenti la fisicità di Trieste, innazitutto nel secondo quarto, poi logicamente nell'ultimo. Peccato perchè, proprio in tal contesto, avevamo trovato un buon quintetto tattico, creando quel vantaggio di sette punti che poteva essere importante. Poi ci son state troppe palle perse e brutti palleggi senza ribaltare il lato, il che ha fatto il gioco dei nostri avversari a cui vanno i miei complimenti per la vittoria. Di certo, le rotazioni non ci hanno portato poi a essere continui sul parquet: in particolare i due americani hanno fatto fatica rientrando in campo, da lì è stato poi tutto molto più difficile. In settimana dovremo rivedere i problemi che hanno portato al 17-0 di parziale per l'AcegasAps, ma penso che sia dovuto al fatto di aver mollato un po' a livello di fisicità, in un momento dove invece bisognava essere molto più reattivi”

Jesi chiude a -6 dai play-off il proprio girone d'andata: sarà difficile riagganciare il treno delle migliori? “Raggiungere un posto tra le prime 8 è senz' altro molto difficile”, continua Cioppi, “ci vorrà grande lavoro ma di fatto non credo che molleremo la presa sino all'ultimo. Quel che è certo è che, per riuscire a scavalcare chi ci sta davanti, avremo bisogno di mantenere il fattore-campo molto di più di quanto fatto sin qui. Domenica intanto ripartiremo da Brescia, altro campo difficile come quello di oggi: dovremo trovare la forza per fare una gara completa per 40 minuti di fila.”

Coach Eugenio Dalmasson si coccola la prestazione dei suoi, in sala-stampa: “si sapeva che questa fosse partita difficile, Jesi puntava a vincere stasera per non perdere troppa strada in classifica. Noi arrivavamo da due prestazioni poco felici, stasera si può benissimo dire come non ci sia stata continuità da nessuna delle due parti. Trieste ha comunque dimostrato lucidità nel momento decisivo, pur dopo un terzo quarto dove ancora non riusciamo a capire come tornare positivamente in campo. Di vicende societarie non ne abbiamo mai parlato negli ultimi giorni”, prosegue il coach “vale solo quello che si fa sul parquet. In casa siamo riusciti ad avere un cammino di grande spessore, questo quinto posto dopo il girone di andata è motivo di grande orgoglio, con tanti margini di miglioramento”

Link to comment
Share on other sites

L'allenatore di Jesi parla delle difficoltà incontrate a contrastare la fisicità di Trieste eppure il loro punto di forza era proprio nei due lunghi, Griffin e Maggioli, che da sotto hanno tirato 25 volte con il 60% ed hanno, a mio parere , vinto la sfida con i pari ruolo dell'Acegas. Per me le difficoltà le hanno incontrate soprattutto nella fase d'impostazione, troppe volte si sono ritrovati a forzare tiri al limite dei 24 secondi o a perdere palla perché messi in difficoltà dalla nostra aggressiva ed efficace fase difensiva.

Link to comment
Share on other sites

vinta la partita ai rimbalzi,pero'..certo che se Jesi avesse cercato di piu' Maggioli.

bravi i triestini nell'aggressivita' ed intensita' che iniziava gia' sulle rimesse.Jesi mi e' sembrata davvero poca cosa.La sostanza e la presenza di Maggioli,il tiro di Hoover, la fisicita' di Griffin e, oggi, il tiro di Valentini..per il resto poco o nulla.ed e' un peccato visto che hanno il miglior centro della lega..

quanto a noi,non mi piace il modo in cui attacchiamo.diamo poche palle sotto,ci interstardiamo sui pick and roll che certe volte incasinano piu' noi che non le difese avversarie.bene, a tratti benissimo,la difesa.

per quel che riguarda i singoli direi che Thomas e' tornato su ottimi livelli,bene il bielorusso,non sono dispiaciuti Carra e Mastrangelo.Filloy e Brown si sono resi protagonisti di una partita enigmatica.Filloy non mi e' piaciuto in alcune iniziative e come faceva girar l'attacco, Brown sembrava, specie nel secondo tempo,in sciopero offensivo.Poi pero' ha rotto la partita con la sua bomba.senza lodi ne' infamia gli altri..

ora aspettiamo le novita' societarie e la trasferta in tv con Imola.ghiotta occasione per rompere il digiuno nelle traferte che dura da troppo tempo..

Link to comment
Share on other sites

trieste ha difeso come si deve solo nel 4° quarto, secondo me

prima ho visto attacco poco fluido e difesa molle, eccetto qualche sprazzo qua e là

a mio parere la condizione generale non è granchè e ieri sera ci è andata bene perchè abbiamo incontrato in casa una squadra decisamente inferiore a casale e verona

jesi si aggrappa letteralmente al suo centrone maggioli, quando lui si stanca e deve uscire o non ha in campo la reattività iniziale la squadra si scioglie

2 gli argomenti di discussione

il primo è brown, che da 3 partite non sta giocando, soprattutto in attacco

le ipotesi sono svariate, il calo di condizione, qualche problema fisico, la ripercussione della situazione di incertezza societaria, il fatto che magari abbia qualche alternativa più vantaggiosa e così via

non lo so, io mi sono fatto una certa idea

dalmasson in passato lo ha talvolta accusato di cercare troppo il tiro dall'arco, mentre dovrebbe, a parere del coach, giocare più sotto per far valere la sua stazza

ieri l'ha fatto tirando solo 3 volte, mi pare, e andando a infognarsi spalle a canestro più volte ritrovandosi spesso la palla tra i denti

cosa non del tutto sorprendente, perchè l'elevazione è inversamente proporzionale alla stazza e per quanto l'esperienza lo aiuti a prendere posizione sotto canestro un avversario reattivo e più alto non ha difficioltà a ricacciargli il pallone in te'l muso

se nessuna delle ipotesi che ho elencato è vera, non sarà che il giocatore in polemica con il coach gli sta dimostrando che la sua qualità principale, cioè una delicatissima mano dalla media - lunga distanza, va lasciata libera di esprimersi ?

l'altro argomento riguarda il pubblico

che potrebbe oramai entrare al palatrieste nell'ultimo quarto, prima dà l'idea di annoiarsi a morte, specie nei primi 2

più di qualcuno se ne avesse la possibilità cambierebbe canale con il telecomando, magari scegliendo una sfilata di nicole minetti in costume da bagno o un bel film

qualcun altro se la conta, ieri gò provà un posto ssai bon, te sa che ucio xe stà ricoverà, semo 'pena tornadi del mar rosso, una favola, e così via

pare quasi una liberazione arrivare all'ultimo quarto, la gente se impizza perchè sta per finir, vien da pensare, come l'applauso liberatorio e entusiasta al termine di un concerto di musica classica contemporanea, l'entusiasmo non è per l'esecuzione ma perchè xe finì 'sto strazio

pubblico da contrada, rossetti o verdi, direi, più che da palasport, applaude la battuta e l'aria e la giocata come l'alley-oop di griffin o la bomba da metà campo di thomas

tutto ciò escludendo i ragazzi della curva, ovviamente, altrimenti poi qualcuno si offende

Link to comment
Share on other sites

vinta la partita ai rimbalzi,pero'..certo che se Jesi avesse cercato di piu' Maggioli.

bravi i triestini nell'aggressivita' ed intensita' che iniziava gia' sulle rimesse.Jesi mi e' sembrata davvero poca cosa.La sostanza e la presenza di Maggioli,il tiro di Hoover, la fisicita' di Griffin e, oggi, il tiro di Valentini..per il resto poco o nulla.ed e' un peccato visto che hanno il miglior centro della lega..

quanto a noi,non mi piace il modo in cui attacchiamo.diamo poche palle sotto,ci interstardiamo sui pick and roll che certe volte incasinano piu' noi che non le difese avversarie.bene, a tratti benissimo,la difesa.

per quel che riguarda i singoli direi che Thomas e' tornato su ottimi livelli,bene il bielorusso,non sono dispiaciuti Carra e Mastrangelo.Filloy e Brown si sono resi protagonisti di una partita enigmatica.Filloy non mi e' piaciuto in alcune iniziative e come faceva girar l'attacco, Brown sembrava, specie nel secondo tempo,in sciopero offensivo.Poi pero' ha rotto la partita con la sua bomba.senza lodi ne' infamia gli altri..

ora aspettiamo le novita' societarie e la trasferta in tv con Imola.ghiotta occasione per rompere il digiuno nelle traferte che dura da troppo tempo..

Straquoto dalla prima all'ultima riga. :ave:

Lori ga un potenziale incredibile e non lo sfrutta a dovere. Se i ghe passava la bala a Maggioli ad ogni azion, saria stado un canestro assicurado drio l'altro. Se Griffin cressessi un poco a livello tecnico (perchè fisicamente el xe devastante) credo che Jesi gaveria la miglior coppia de lunghi del campionato.

L'alley-oop segnado da Griffin xe stado davvero spettacolare e ancora più spettacolari, al giorno d'oggi, xe stadi i applausi che el pubblico de Trieste ga voludo far per el bellissimo gesto tecnico :)

Link to comment
Share on other sites

Straquoto dalla prima all'ultima riga. :ave:

Lori ga un potenziale incredibile e non lo sfrutta a dovere. Se i ghe passava la bala a Maggioli ad ogni azion, saria stado un canestro assicurado drio l'altro. Se Griffin cressessi un poco a livello tecnico (perchè fisicamente el xe devastante) credo che Jesi gaveria la miglior coppia de lunghi del campionato.

L'alley-oop segnado da Griffin xe stado davvero spettacolare e ancora più spettacolari, al giorno d'oggi, xe stadi i applausi che el pubblico de Trieste ga voludo far per el bellissimo gesto tecnico :)

silenzio..sta parlando coachollina.. :imbriaghele::clapclap:

Link to comment
Share on other sites

l'altro argomento riguarda il pubblico

che potrebbe oramai entrare al palatrieste nell'ultimo quarto, prima dà l'idea di annoiarsi a morte, specie nei primi 2

più di qualcuno se ne avesse la possibilità cambierebbe canale con il telecomando, magari scegliendo una sfilata di nicole minetti in costume da bagno o un bel film

qualcun altro se la conta, ieri gò provà un posto ssai bon, te sa che ucio xe stà ricoverà, semo 'pena tornadi del mar rosso, una favola, e così via

pare quasi una liberazione arrivare all'ultimo quarto, la gente se impizza perchè sta per finir, vien da pensare, come l'applauso liberatorio e entusiasta al termine di un concerto di musica classica contemporanea, l'entusiasmo non è per l'esecuzione ma perchè xe finì 'sto strazio

pubblico da contrada, rossetti o verdi, direi, più che da palasport, applaude la battuta e l'aria e la giocata come l'alley-oop di griffin o la bomba da metà campo di thomas

tutto ciò escludendo i ragazzi della curva, ovviamente, altrimenti poi qualcuno si offende

Ma perchè esiste una curva al Palatrieste?Non esiste ne come persone,men che meno come settore visto come è stato concepito(male)il Palatrieste...Il pubblico cosa vuoi a Trieste vive le partite all'americana,manca solo chi ti porti popcorn,patatine e coca-cola e siamo a posto :lol:

Link to comment
Share on other sites

L'alley-oop segnado da Griffin xe stado davvero spettacolare e ancora più spettacolari, al giorno d'oggi, xe stadi i applausi che el pubblico de Trieste ga voludo far per el bellissimo gesto tecnico :)

ma mi go visto inveze de sto Griffin che ogni volta che el palleggia el fa passi... saltar come un grillo no xe giogar a pallacanestro e i alliup se fa in circo no in Palazzetto...

Link to comment
Share on other sites

Ho letto oggi sul "Piccolo" un commento su Brown simile a quello di Pinot, qualche post più su.

Tanto per cambiare non sono d'accordo.

Mi sembra che l'altro ieri Brown abbia giocato una discreta partita e che ci abbia messo molta più voglia rispetto al solito.

E' stata la prima volta in cui l'ho visto difendere sul serio, con scivolamenti laterali, aiuti e recuperi sull'avversario in penetrazione. Sinceramente, quasi non ci credevo ...

In attacco ha anche provato a fare a sportellate con Maggioli (quasi 10 cm più alto di lui) ma quello è grosso-grosso, eh. Non l'ho visto rinunciare a tiri facili, semmai mi è parso poco servito. Ma quante altre volte l'avete visto tuffarsi a terra nel tentativo di recuperare un pallone che un compagno gli aveva passato malamente?

E comunque ha fatto 2/3 da sotto, semmai è il tiro da fuori che non ha funzionato (per fortuna, secondo me, sennò comincia a sparare da tre punti e si dimentica che lui è un'ala forte ...), se si eccettua l'ultima - determinante - tripla della sicurezza.

Link to comment
Share on other sites

L'alley-oop segnado da Griffin xe stado davvero spettacolare e ancora più spettacolari, al giorno d'oggi, xe stadi i applausi che el pubblico de Trieste ga voludo far per el bellissimo gesto tecnico :)

ma mi go visto inveze de sto Griffin che ogni volta che el palleggia el fa passi... saltar come un grillo no xe giogar a pallacanestro e i alliup se fa in circo no in Palazzetto...

Se el mato fossi una bestia anche tecnicamente (e non solo fisicamente), te assicuro mi che no'l giogheria a Jesi :D

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×