Jump to content
gimmi

Coronavirus: le nostre opinioni e la situazione in corso

Recommended Posts

Xe che non se vedi, se continua a non veder una vision ad ampio raggio, de prospettiva, che cerchi de dar un senso futuro complessivo, ai eventuali sacrifici che presumibilmente saremo ancora ciamadi a far. E xe avvilente! Per restar morbidi e cercar de no farse sangue cattivo.
Ok, disemo che Grisù & co. se ga insediado da poco e che quindi inevitabilmente ghe vol del tempo per cercar de legger la situazion ad ampio raggio, anzichè

Il 28/2/2021 at 11:57, mario-manzanese ha scritto:

Qui in Italia cerchiamo di barcamenarci in attesa della bella stagione...

ma no se i sforza de cercar de cominciar a veder come uscirghene a medio-lungo termine, saremo ogni volta daccapo. Perchè passerà 'sti prossimi due mesi, poi el caldo darà una man...ma poi torna settembre, ottobre...e continueremo a missiar sempre la stessa me**a ?!? Anche perchè come disi el detto "più te la missi e più la spuza!"

 

 Chiuder le scole, certo riscontrando una certa diffusion a livello giovanile-scolastico, servi a contener a quel punto, niente de novo ahinoi.

Ma podessi anche esser come serar la stalla coi buoi xe za scampadi... No far andar fioi e mularia a scola,  incasina oltre modo le vite de molti genitori. Fa perder un terzo de annata scolastica, un'altra volta. No xe robe da poco, cazzade.

Dovessi gaver un senso. Dovessi entrar in una logica complessiva de "lotta, strategia", che guarda avanti contro 'sta fottuda pandemia.

 

Edited by chompo
Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Contea di Trieste ha scritto:

In Israele, cercando di trattare il tema, 5760 decessi da inizio pandemia (12 mesi), di cui quasi la metà (oltre 2500) dal 20 dicembre a oggi (inizio campagna vaccinale).

A gennaio i iera in piena seconda ondata, con un picco el 31 gennaio se non ricordo mal. Tutto el mese de febbraio xe in clamorosa decrescita de casi e decessi, tanto che i xe rivai anche a 0 morti. La media dei morti nei 7gg xe dimezzada. Resta el fatto che se te sommi le due settimane de sviluppo dell'infrazione più i altri 10/15 giorni de malattia grave xe compatibile un mese de ritardo rispetto al periodo de vaccinazion de massa sensibile ( he ovviamente no iera prima de gennaio). 

Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, ndocojo ha scritto:

A gennaio i iera in piena seconda ondata, con un picco el 31 gennaio se non ricordo mal. Tutto el mese de febbraio xe in clamorosa decrescita de casi e decessi, tanto che i xe rivai anche a 0 morti. La media dei morti nei 7gg xe dimezzada. Resta el fatto che se te sommi le due settimane de sviluppo dell'infrazione più i altri 10/15 giorni de malattia grave xe compatibile un mese de ritardo rispetto al periodo de vaccinazion de massa sensibile ( he ovviamente no iera prima de gennaio). 

Iera contestuale però al periodo de lockdown duro.

Edited by Contea di Trieste
Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, Contea di Trieste ha scritto:

Iera contestuale però al periodo de lockdown duro.

El lockdown lo ga fatto perché iera in aumento le infezioni, ovviamente. E essendo un modello matematico non xe impossibile calcolare quando iniziarlo prima del casin totale (al netto dell'opinione pubblica...). Xe inizia el 24 dicembre. El 31 gennaio i ga gavú el picco de casi. Da quel momento in poi i casi xe calai radicalmente. 

Anche in Scozia i ga gavú un crollo de casi, ma anche la i ga lockdown+vaccinazione. 

Un aiuta l'altro, ovviamente, anche perché riducendo la circolazion te eviti el proliferare delle varianti. 

Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, ndocojo ha scritto:

El lockdown lo ga fatto perché iera in aumento le infezioni, ovviamente. E essendo un modello matematico non xe impossibile calcolare quando iniziarlo prima del casin totale (al netto dell'opinione pubblica...). Xe inizia el 24 dicembre. El 31 gennaio i ga gavú el picco de casi. Da quel momento in poi i casi xe calai radicalmente. 

Anche in Scozia i ga gavú un crollo de casi, ma anche la i ga lockdown+vaccinazione. 

Un aiuta l'altro, ovviamente, anche perché riducendo la circolazion te eviti el proliferare delle varianti. 

Sì sì, le tempistiche ghe sta, lo ammetto serenamente.

Health Ministry data shows that in November 2020, there were 400 cases of coronavirus in Israeli children under the age of two. By February 2021, that number had risen to 5,800. Reports coming out of other countries with high contagion rates point to the same phenomenon.

https://www.ynetnews.com/health_science/article/H10blhibu

 

Ecco, l'ultima frase saria de verificar. Te ga qualche dato de girr / te sa dove se pol trovar de altri paesi sulla question variante-giovani? Dato certo.

Link to post
Share on other sites
16 minuti fa, Contea di Trieste ha scritto:

Sì sì, le tempistiche ghe sta, lo ammetto serenamente.

Health Ministry data shows that in November 2020, there were 400 cases of coronavirus in Israeli children under the age of two. By February 2021, that number had risen to 5,800. Reports coming out of other countries with high contagion rates point to the same phenomenon.

https://www.ynetnews.com/health_science/article/H10blhibu

 

Ecco, l'ultima frase saria de verificar. Te ga qualche dato de girr / te sa dove se pol trovar de altri paesi sulla question variante-giovani? Dato certo.

No, dati non go. 

Anche se comunque se parla de aumento de casi fra i giovanissimi anche dalle nostre parti. 

Certo bisognassi capir quale iera el dato dei test prima e dopo. 

Un'ipotesi che me vien in mente xe che visto che i ga messo in sicurezza tutta la fascia dei adulti adesso i sta testando a manetta i giovani per zercar de isolar più possibile el virus, evitando circolazion nelle scole (dove non xe stai vaccinai) col rischio varianti. 

Edited by ndocojo
Link to post
Share on other sites
9 ore fa, chompo ha scritto:

Xe che non se vedi, se continua a non veder una vision ad ampio raggio, de prospettiva, che cerchi de dar un senso futuro complessivo, ai eventuali sacrifici che presumibilmente saremo ancora ciamadi a far. E xe avvilente! Per restar morbidi e cercar de no farse sangue cattivo.
Ok, disemo che Grisù & co. se ga insediado da poco e che quindi inevitabilmente ghe vol del tempo per cercar de legger la situazion ad ampio raggio, anzichè

ma no se i sforza de cercar de cominciar a veder come uscirghene a medio-lungo termine, saremo ogni volta daccapo. Perchè passerà 'sti prossimi due mesi, poi el caldo darà una man...ma poi torna settembre, ottobre...e continueremo a missiar sempre la stessa me**a ?!? Anche perchè come disi el detto "più te la missi e più la spuza!"

 

 Chiuder le scole, certo riscontrando una certa diffusion a livello giovanile-scolastico, servi a contener a quel punto, niente de novo ahinoi.

Ma podessi anche esser come serar la stalla coi buoi xe za scampadi... No far andar fioi e mularia a scola,  incasina oltre modo le vite de molti genitori. Fa perder un terzo de annata scolastica, un'altra volta. No xe robe da poco, cazzade.

Dovessi gaver un senso. Dovessi entrar in una logica complessiva de "lotta, strategia", che guarda avanti contro 'sta fottuda pandemia.

 

La mancanza di vedute ad ampio raggio, di prospettiva, è figlia della mentalità politica che ormai alberga da anni: un susseguirsi di governi che durano (se tutto va molto bene) 5 anni, dopo di che la gente è infelice e si cambia. Quindi si pensa solo a breve termine....bisogna dire che i stessi cittadini fanno più o meno lo stesso: se ci son da pagar tasse per abbassare il debito pubblico (e non sono di sinistra) ci si lamenta e si vuol cambiare. Quindi cosa ci si può aspettare? Non so se con Draghi cambierà qualcosa...la maggior parte della gente non vuole star chiusa in casa...e questa gente sono "voti".

A me è chiaro che questa estate non si è fatto molto nella speranza che a settembre il covid non tornasse....ora si vivacchia sperando che i vaccini riescano a mitigare pian piano i contagi (almeno per settembre-ottobre)...giusto? Sbagliato? Non lo so, forse vaccinando le persone più sensibili dei benefici si vedranno. Poi chiaro che sarebbe meglio agire in maniera più drastica, ma non siamo un Paese che ha quell'atteggiamento quindi forse è inutile stupirsi che ciò non avvenga.

Certo chiudere le scuole non è una cavolata per i giovani, ma non è nemmeno il peggiore dei mali, anzi. Proprio l'altro giorno ci pensavo....ho conosciuto persone che in gioventù hanno avuto più o meno gravi problemi di salute, che hanno fatto perdere loro uno o più anni scolastici. Tutti traumatizzati o con danni psicologici o di formazione permanenti? Non mi pare, da quel che posso vedere. E parliamo di persone che sono rimaste indietro rispetto a tutti gli altri...qui invece si è fermato mezzo mondo. Continuo a non vedere drammi, con questo non voglio dire che non crei dei problemi....ma decisamente minori rispetto a delle attività che chiudono o chiuderanno (e ripeto, non lavoro in un'attività a rischio). Credo che il detto "mal comune mezzo gaudio" abbia una certa rilevanza in questo caso. E credo che far passare gli studenti per vittime sia sbagliato concettualmente, non li aiuti a crescere.

Link to post
Share on other sites
10 ore fa, chompo ha scritto:

ma no se i sforza de cercar de cominciar a veder come uscirghene a medio-lungo termine, saremo ogni volta daccapo. Perchè passerà 'sti prossimi due mesi, poi el caldo darà una man...ma poi torna settembre, ottobre...e continueremo a missiar sempre la stessa me**a ?!? Anche perchè come disi el detto "più te la missi e più la spuza!"

Purtroppo al momento Italia e UE non possono fare molto di più che barcamenarsi nel contenere i contagi, arrivare al caldo e guadagnarsi dei mesi di tregua e di tempo per fare dell'altro. Con le nuove varianti, senza opportune misure di contenimento stimo che l'Italia potrebbe facilmente arrivare ai 50 mila contagi giornalieri con tutti gli effetti collaterali annessi, morti...ospedali pieni...lunghi tempi per la successiva discesa. In questo momento l'Italia può forse ottimizzare la somministrazione dei pochi vaccini disponibili, forse impelagarsi in vie sconosciute distanziando la seconda vaccinazione per somministrare la prima a più persone... ma cambia poco, non ci sono abbastanza dosi disponibili. A breve approveranno J&J, si spera arrivino tante dosi... ma è ovvio che J&J nell'immediato si metterà al servizio dell'America, a noi arriverà il surplus di quanto non riescono ad utilizzare! Di positivo c'è che la J&J si è accordata con la concorrente Merk per aumentare la produzione, in un paio di mesi saranno in grado di aiutarli per infialare ma ce ne vogliono di più per aiutarli nella produzione. L'Italia sta provando a mettere a punto dei vaccini suoi... ok come ricerca in ottica futura ma nell'immediato non serve. A mio avviso, più a livello UE che di singolo Stato, è necessario avviare una produzione Europea di vaccini in partnership...in licenza...come cavolo si vuole... di vaccini già autorizzati, sicuri. Non c'è il tempo di inventarsi vaccini nuovi, c'è da vedere quali stabilimenti hanno le migliori basi di partenza e lavorare alacremente per adattarli alla produzione di vaccini sicuri. Si deve escogitare il modo per avviare la produzione in Europa in pochi mesi, per poter disporre di abbondanza di vaccini almeno entro fine primavera/inizio estate. Nel frattempo ti barcameni per arrivare a quella data in condizioni accettabili... ma dobbiamo produrceli perchè ordinare qualcosa che non c'è non serve! 

Probabilmente con il covid dovremo confrontarci per tanti anni, altrettanto probabilmente si renderanno necessarie dei richiami vaccinali annuali con dei composti in continua evoluzione per adattarli alle nuove varianti con una logica molto simile ai vaccini antifluenzali. In questo contesto diventa strategico disporre della capacità di produrre vaccini perchè chi li avrà tornerà alla normalità.... gli altri faranno ordini! Nell'immediato va bene produrre i vaccini messi a punto da altri e nel frattempo implementare la capacità di metterne a punto di propri, ma come via parallela e non alternativa. L'UE ha cappellato parecchio... è inutile avere il miglior organismo di controllo se poi non hai nulla da dare ai cittadini.

Link to post
Share on other sites
16 ore fa, chompo ha scritto:

ma no se i sforza de cercar de cominciar a veder come uscirghene a medio-lungo termine, saremo ogni volta daccapo. Perchè passerà 'sti prossimi due mesi, poi el caldo darà una man...ma poi torna settembre, ottobre...e continueremo a missiar sempre la stessa me**a ?!? Anche perchè come disi el detto "più te la missi e più la spuza!"

Beh, la speranza xe che entro fine settembre sia vaccinade almeno le categorie a rischio. Dopodiché anche se sali i contagi ma nisun finisi in ospedal, va ben cusì. Sperar de farlo sparir del tutto xe utopia.

Link to post
Share on other sites
5 ore fa, mario-manzanese ha scritto:

Probabilmente con il covid dovremo confrontarci per tanti anni, altrettanto probabilmente si renderanno necessarie dei richiami vaccinali annuali con dei composti in continua evoluzione per adattarli alle nuove varianti con una logica molto simile ai vaccini antifluenzali.

Io spererei di no. Mi auguro che finisca come con la Spagnola o la Sars, ad un certo punto...puf...sparite, e non di certo per merito nostro. Ok, per i più pignoli non sono proprio sparite, ma evolute in qualcosa di meno aggressivo, bla bla bla. Ma la sostanza è che tutte queste epidemie prima o poi cessano di uccidere.

Link to post
Share on other sites
16 ore fa, ndocojo ha scritto:

Xe una battuda? 

Ma ovvio che xe un witz......  in Alto Adige i fa tamponi a tutta forza ed ovviamente vien i positivi e te va in rosso. In basilicata, che come numero de residenti xe simile alla provincia de Bolzano,  i fa metà de tamponi e i xe gialli..... questo per far capir che semo una barzelletta de paese

 

Link to post
Share on other sites
46 minuti fa, kaisercaio ha scritto:

Ma ovvio che xe un witz......  in Alto Adige i fa tamponi a tutta forza ed ovviamente vien i positivi e te va in rosso. In basilicata, che come numero de residenti xe simile alla provincia de Bolzano,  i fa metà de tamponi e i xe gialli..... questo per far capir che semo una barzelletta de paese

 

Ah ok... Xe che viste certe uscite de altri utenti su ste pagine xe meo esser sicuri... 

Comunque le fasce non se basa solo sul numero de positivi, anzi el fatto che una region fazi tanti tamponi vien premià, a parità de risultati. Se decidi in base a un vario livel de fattori. Che sia decisioni giuste o meno non lo giudico. 

Certo che el nord, tutto, con l'ampia mobilità lavorativa non xe favorì rispetto al centrosud.

Link to post
Share on other sites

In soldoni Ndocojo.... no fazo neanche un tampon e te son a caval.....  ghe voleva Draghi per capir la stronzada della division in regioni per le zone.... Puglia..... 400 km in lunghezza e 60 in larghezza..... mamma mia..... 

Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, kaisercaio ha scritto:

In soldoni Ndocojo.... no fazo neanche un tampon e te son a caval.....  ghe voleva Draghi per capir la stronzada della division in regioni per le zone.... Puglia..... 400 km in lunghezza e 60 in larghezza..... mamma mia..... 

No, ripeto: la capacità de tracciar (quindi far tamponi) xe un dei fattori che vien analizzai prima de cambiar fascia. Anche perché se valuta in percentuale miga in termini assoluti.

Comunque la linea 'rigorista' dell'Alto Adige xe una scelta locale, miga nazionale:

https://www.ildolomiti.it/cronaca/2021/coronavirus-alto-adige-e-trentino-strategie-a-confronto-a-febbraio-268-mila-tamponi-contro-80-mila-e-tasso-di-positivita-che-viaggia-a-senso-inverso

Te posso garantire che se una region non fa tamponi o ghe ne fa troppo pochi finisi in rossa ma senza neanche passar dal via. 

Miga xe solo un conteggio de positivi: incremento ricoveri, tasso positività, RT xe fattori che dipendi dall'andamento del virus, non dal numero de tamponi. 

E comunque non me par che Draghi gabi cambiado le regole della 'colorazione regionale', tutt'altro. 

Edited by ndocojo
Link to post
Share on other sites

Come no... le micro zone...... per capirse noi restemo gialli e furlani e bisiachi diventa arancioni..... deso no so se sia sta lui o chi.... ma no ghe voleva un genio no? 

Comunque... un dei parametri xe positivi per abitante..... se no fazo tamponi vado via comodo...... ma comunque giuro che in questa condizion no saveria quale xe la ricetta giusta da adttar se non quella de vaccinar la gente prima possibile

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, kaisercaio ha scritto:

Come no... le micro zone...... per capirse noi restemo gialli e furlani e bisiachi diventa arancioni..... deso no so se sia sta lui o chi.... ma no ghe voleva un genio no? 

Comunque... un dei parametri xe positivi per abitante..... se no fazo tamponi vado via comodo...... ma comunque giuro che in questa condizion no saveria quale xe la ricetta giusta da adttar se non quella de vaccinar la gente prima possibile

Le microzone le decidi le regioni, che gaveva sta facoltà da ottobre. Ma sostanzialmente ga delegà sempre la decision al governo, perché scontentar el bacino elettorale iera sconveniente. 

 

Link to post
Share on other sites

*da novembre, scusa. 

Sostanzialmente prima el Governo faseva da parafulmine per i governatori. Adesso che xe dentro tutti e non se pol far el ciapanò destra/sinistra, i governatori se ciapa più responsabilità. 

Link to post
Share on other sites
10 ore fa, Calcio74 ha scritto:

Certo chiudere le scuole non è una cavolata per i giovani, ma non è nemmeno il peggiore dei mali, anzi. Proprio l'altro giorno ci pensavo....ho conosciuto persone che in gioventù hanno avuto più o meno gravi problemi di salute, che hanno fatto perdere loro uno o più anni scolastici. Tutti traumatizzati o con danni psicologici o di formazione permanenti? Non mi pare, da quel che posso vedere. E parliamo di persone che sono rimaste indietro rispetto a tutti gli altri...qui invece si è fermato mezzo mondo. Continuo a non vedere drammi, con questo non voglio dire che non crei dei problemi....ma decisamente minori rispetto a delle attività che chiudono o chiuderanno (e ripeto, non lavoro in un'attività a rischio). Credo che il detto "mal comune mezzo gaudio" abbia una certa rilevanza in questo caso. E credo che far passare gli studenti per vittime sia sbagliato concettualmente, non li aiuti a crescere

Si ok. E concordo sul non far passar gli studenti per vittime. Che concettualmente xe/podessi esser una scusante etc.
Però anche a causa della nostra arretratezza digitale (a tutti i livelli, senza lassar fora una parte de corpo insegnante e/o struttura scolastica nel suo insieme, oltre anche alle difficoltà morfologiche del nostro territiorio), el virusetto come ulteriore omaggio, ne lassa anche una picchiata verso il basso della scolarizzazion dei giovani (roba su cui francamente già gavevimo "buone basi" de nostro a prescinder da pandemie o meno).
Quel che non va a mio avviso, xe gaver la percezion ?!? del mancato "progetto" generale. E veder che anche da ottobre in poi, in realtà fin adesso se ga solo o quasi sperado de no dover serar de novo le scole. Ma de provar metter in pie un mezzo piano B... e cussì semo punto e a capo come marzo scorso. Ma gavemo tutti un anno de più.

Link to post
Share on other sites
8 ore fa, mario-manzanese ha scritto:

A mio avviso, più a livello UE che di singolo Stato, è necessario avviare una produzione Europea di vaccini in partnership...in licenza...come cavolo si vuole... di vaccini già autorizzati, sicuri. Non c'è il tempo di inventarsi vaccini nuovi, c'è da vedere quali stabilimenti hanno le migliori basi di partenza e lavorare alacremente per adattarli alla produzione di vaccini sicuri. Si deve escogitare il modo per avviare la produzione in Europa in pochi mesi, per poter disporre di abbondanza di vaccini almeno entro fine primavera/inizio estate

Certo, sai che concordo. Ma xe proprio in virtù de queste situazioni che mi stago "avvilendo" ultimamente.
Perchè qua non se vedi avviare niente... Ed avviar qualcosa del genere ora savemo che significa poderne poi disporre tra molti mesi (i bioreattori o come accidenti se ciama, che necessita de tempi tecnici non indifferenti). Perchè de aver abbondanza di vaccini entro fine primavera/inizio estate al momento, all'atto pratico, xe fora discussione. Se J&J rivassi a mantener gli accordi podessimoo iniziar a ragionare de poder contar su un discreto numero (unito agli altri). Ma abbondanza xe una parola grossa. E alora ok, no sarà domani, no sarà per l'estate, ma xe proprio in virtù de tutte queste situazioni, che se non parti, se non si avvia qualcosa a breve, sui vaccini nella realtà continueremo a fantasticare, anche tra diversi mesi... Ed in autunno saremo ancora qua co'l pallottoliere...

 

Edited by chompo
Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Stefano79 ha scritto:

Beh, la speranza xe che entro fine settembre sia vaccinade almeno le categorie a rischio. Dopodiché anche se sali i contagi ma nisun finisi in ospedal, va ben cusì. Sperar de farlo sparir del tutto xe utopia.

Eeeh no so miga tanto se andassi tanto ben cussì però.

Uno scenario del genere significassi meno morti, ricoveri, che va benissimo eh per carità. Ma ne pressochè garantiria almeno un altro anno avanti cussì come che semo combinadi...tra mascherine, mezze restrizioni, rallentamenti ed altri problemi in tantissime situazioni. No sto gran bel quadretto insoma

Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Stefano79 ha scritto:

Beh, la speranza xe che entro fine settembre sia vaccinade almeno le categorie a rischio. Dopodiché anche se sali i contagi ma nisun finisi in ospedal, va ben cusì. Sperar de farlo sparir del tutto xe utopia.

Credo sia un obbiettivo troppo piccolo per tornare alla normalità...e di lì a poco dovresti partire già con un secondo giro di vaccinazioni con un composto evoluto in funzione delle varianti. Si ipotizza una copertura di durata annuale dei vaccini anche se non lo si sa per certo.

Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Stefano79 ha scritto:

Io spererei di no. Mi auguro che finisca come con la Spagnola o la Sars, ad un certo punto...puf...sparite, e non di certo per merito nostro. Ok, per i più pignoli non sono proprio sparite, ma evolute in qualcosa di meno aggressivo, bla bla bla. Ma la sostanza è che tutte queste epidemie prima o poi cessano di uccidere.

La Spagnola uccideva di più. Il Covid uccide relativamente poco per cui è più facile che continui con questo trend. Nei secoli l'uomo si adatterebbe probabilmente, ma non possiamo basarci su questo processo naturale.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


  • advertisement_alt
  • advertisement_alt
  • advertisement_alt


×
×
  • Create New...