Jump to content
gimmi

Coronavirus: le nostre opinioni e la situazione in corso

Recommended Posts

Ieri pomeriggio, intorno alla 16, ho fatto buona parte della superstrada (stavo tornando dal lavoro)....devo dire che le strade erano deserte in entrambe le direzioni, uniche eccezioni qualche camion o furgone, chiaramente impegnate in attività lavorative.

Unico "problema" la solita ciclabile, ho visto diverse persone che vi transitavano nella zona di Altura....secondo me sarebbe importante che le forze dell'ordine presidiassero appunto la ciclabile, Barcola e la Napoleonica, insomma le zone di maggior "svago" dei triestini.

Link to post
Share on other sites

Mi è stato detto, da un'amica che lavora in Ponte Rosso, che in strada c'è parecchia gente.

Ci arriveremo al coprifuoco del quale parla Zaia, caro Luxor, e anche abbastanza presto.

Così poi potremo vedere chi ha ragione, sulla teoria che un divieto vale nella misura in cui viene rispettato.

 

Ps  Si, è quello il grafico del Post. Nella sezione del basket non l'avrei mai cercato...

Link to post
Share on other sites

L'autocertificazione io l'ho modificata visto che quella ufficiale non tiene conto del comma 3 art 1 del DPCM 9 marzo. 

Inoltre io non posso dichiarare di non avere il covid, ma semmai di non essere a conoscenza di averlo. 

Link to post
Share on other sites
32 minuti fa, Riodario ha scritto:

L'autocertificazione io l'ho modificata visto che quella ufficiale non tiene conto del comma 3 art 1 del DPCM 9 marzo. 

Inoltre io non posso dichiarare di non avere il covid, ma semmai di non essere a conoscenza di averlo. 

Nel nuovo modulo non devi dichiarare di non essere positivo..ovvio che non puoi saperlo! Devi invece dichiarare che nessuno ti ha imposto la quarantena... per un potenziale contatto con positivo ad esempio...  e se hai per caso fatto qualche tampone non è risultato positivo.  Primo caso dalle tue parti ieri vero? Una ragazza di 30 anni.

Link to post
Share on other sites
copio e incollo...    (Non riuscendo più a misurargli la pressione pare gli stiano misurando la glicemia per individuare un potenziale diabete latente e quindi spiegare l'improvviso decesso..😕)  (se non fosse chiaro è solo una mia ironia sulle affermazioni di taluni che non si muore di COVID-19)

 

Morti 2 dipendenti Poste nel bergamasco 


Due lavoratori di Poste Italiane sono morti in provincia di Bergamo a causa del contagio da Covid-19. Lo rende noto Marisa Adobati, componente della segreteria della Slc-Cgil di Bergamo, ricordando che entrambi avevano "lavorato fino a pochi giorni fa, uno in un centro di recapito e l'altro in un ufficio postale di due comuni della provincia di Bergamo. Ora basta, è ora di chiudere gli uffici postali".
Link to post
Share on other sites
21 minuti fa, mario-manzanese ha scritto:

Nel nuovo modulo non devi dichiarare di non essere positivo..ovvio che non puoi saperlo! Devi invece dichiarare che nessuno ti ha imposto la quarantena... per un potenziale contatto con positivo ad esempio...  e se hai per caso fatto qualche tampone non è risultato positivo.  Primo caso dalle tue parti ieri vero? Una ragazza di 30 anni.

Hai ragione avevo letto veloce e male.... 

https://i2.res.24o.it/pdf2010/Editrice/ILSOLE24ORE/ILSOLE24ORE/Online/_Oggetti_Embedded/Documenti/2020/03/18/Aggiornamento-modello-per-autodichiarazione.pdf

avevo capito che bisognava dichiarare di non essere positivi al covid.

 

Io sono a Trieste, i "suoceri" a Buttrio

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Calcio74 ha scritto:

Ieri pomeriggio, intorno alla 16, ho fatto buona parte della superstrada (stavo tornando dal lavoro)....devo dire che le strade erano deserte in entrambe le direzioni, uniche eccezioni qualche camion o furgone, chiaramente impegnate in attività lavorative.

Unico "problema" la solita ciclabile, ho visto diverse persone che vi transitavano nella zona di Altura....secondo me sarebbe importante che le forze dell'ordine presidiassero appunto la ciclabile, Barcola e la Napoleonica, insomma le zone di maggior "svago" dei triestini.

Le Forze dell'ordine non posson far nulla se non invitare,al massimo, le persone a tornare a casa, finche' il decreto Conte non verra' modificato, se verra' modificato

Link to post
Share on other sites

basterebbe mettere una semplice regoletta per questo.

te abiti in via xyz? bene, per attività fisiche, te se sposti max 1km, e stop. stessa roba, a parte lavorar, idem far la spesa, supermercato più vicino, o al max secondo supermercato più vicino, non che te va a correr a barcola se te abiti a longera, o far la spesa alle torri se te abiti a roian.

  • Mi piace 4
Link to post
Share on other sites
7 minuti fa, alvin66 ha scritto:

Le Forze dell'ordine non posson far nulla se non invitare,al massimo, le persone a tornare a casa, finche' il decreto Conte non verra' modificato, se verra' modificato

Beh, sarebbe già molto, no? Possono anche invitare con una certa decisione, vista la situazione. E non credo molti farebbero finta di nulla....ripeto, in caso di assembramenti.

Link to post
Share on other sites

Ieri sera mi è capitato di ascoltare una intervista su RAI 3 dove l'esperto, spiegando le anomalie delle percentuali dei decessi, ha ribadito come in Italia si facciano i tamponi esclusivamente a soggetti sintomatici ed in caso di positività alla sua catena dei contagi. Ogni positività rilevata ne rappresenterebbe quindi decine, spingendosi ad affermare anche un centinaio.., di positività asintomatiche che passano in sordina. Io non credo che ogni positivo possa rappresentare così tanti asintomatici... verrebbe quasi da valutare ulteriormente la possibilità di costituire una "immunità di gregge". Io preferisco partire dall'unica certezza che sono il numero dei decessi! Nel caso chiuso della Diamond Princess abbiamo visto una mortalità di 1 su 100 contagiati, spostandolo sull'Italia e tenendo conto della popolazione anziana trovo abbastanza coerente un valore di 2,5 decessi per 100 contagiati, quindi per ogni decesso stimerei 40 contagiati: con 2200 decessi sarebbero 88.000 contagiati....  28.000 individuati... non so quanti possano essere in quarantena.... però una stima che almeno la metà, circa 44.000 siano in giro, stiano andando al lavoro... a fare la spesa e passeggiate credo sia abbastanza plausibile. Molti di loro probabilmente non si accorgeranno nemmeno di aver avuto il virus... però lo trasmetteranno a soggetti più suscettibili allo stesso. In conclusione....la vedo difficile fermare il virus con "quarantene occidentali", deve subentrare qualche altro fattore...un vaccino sarebbe la soluzione più auspicabile.

Link to post
Share on other sites
21 minuti fa, mario-manzanese ha scritto:

Ieri sera mi è capitato di ascoltare una intervista su RAI 3 dove l'esperto, spiegando le anomalie delle percentuali dei decessi, ha ribadito come in Italia si facciano i tamponi esclusivamente a soggetti sintomatici ed in caso di positività alla sua catena dei contagi. Ogni positività rilevata ne rappresenterebbe quindi decine, spingendosi ad affermare anche un centinaio.., di positività asintomatiche che passano in sordina. Io non credo che ogni positivo possa rappresentare così tanti asintomatici... verrebbe quasi da valutare ulteriormente la possibilità di costituire una "immunità di gregge". Io preferisco partire dall'unica certezza che sono il numero dei decessi! Nel caso chiuso della Diamond Princess abbiamo visto una mortalità di 1 su 100 contagiati, spostandolo sull'Italia e tenendo conto della popolazione anziana trovo abbastanza coerente un valore di 2,5 decessi per 100 contagiati, quindi per ogni decesso stimerei 40 contagiati: con 2200 decessi sarebbero 88.000 contagiati....  28.000 individuati... non so quanti possano essere in quarantena.... però una stima che almeno la metà, circa 44.000 siano in giro, stiano andando al lavoro... a fare la spesa e passeggiate credo sia abbastanza plausibile. Molti di loro probabilmente non si accorgeranno nemmeno di aver avuto il virus... però lo trasmetteranno a soggetti più suscettibili allo stesso. In conclusione....la vedo difficile fermare il virus con "quarantene occidentali", deve subentrare qualche altro fattore...un vaccino sarebbe la soluzione più auspicabile.

Un collega di Padova telefonicamente mi diceva le stesse cose.

Se - come sembra - abbiamo un mare di positivi asintomatici che con ogni probabilità non sapranno mai di esserlo stati, non solo il tasso di mortalità diverrebbe esponenzialmente più basso, ma la teoria inglese potrebbe essere di conseguenza meno bislacca di quanto appare.

Il problema è che nessuno, e giustamente, pensa di assumersi un simile rischio. Inoltre, l'unico modello che ha dato risultati certi e tangibili è quello cinese, quindi secondo logica è assurdo distaccarsi da esso.

Link to post
Share on other sites
44 minuti fa, mario-manzanese ha scritto:

Ieri sera mi è capitato di ascoltare una intervista su RAI 3 dove l'esperto, spiegando le anomalie delle percentuali dei decessi, ha ribadito come in Italia si facciano i tamponi esclusivamente a soggetti sintomatici ed in caso di positività alla sua catena dei contagi. Ogni positività rilevata ne rappresenterebbe quindi decine, spingendosi ad affermare anche un centinaio.., di positività asintomatiche che passano in sordina. Io non credo che ogni positivo possa rappresentare così tanti asintomatici... verrebbe quasi da valutare ulteriormente la possibilità di costituire una "immunità di gregge". Io preferisco partire dall'unica certezza che sono il numero dei decessi! Nel caso chiuso della Diamond Princess abbiamo visto una mortalità di 1 su 100 contagiati, spostandolo sull'Italia e tenendo conto della popolazione anziana trovo abbastanza coerente un valore di 2,5 decessi per 100 contagiati, quindi per ogni decesso stimerei 40 contagiati: con 2200 decessi sarebbero 88.000 contagiati....  28.000 individuati... non so quanti possano essere in quarantena.... però una stima che almeno la metà, circa 44.000 siano in giro, stiano andando al lavoro... a fare la spesa e passeggiate credo sia abbastanza plausibile. Molti di loro probabilmente non si accorgeranno nemmeno di aver avuto il virus... però lo trasmetteranno a soggetti più suscettibili allo stesso. In conclusione....la vedo difficile fermare il virus con "quarantene occidentali", deve subentrare qualche altro fattore...un vaccino sarebbe la soluzione più auspicabile.

ma non serve l'esperto, basta vedere il caso vo euganeo, dove un alta percentuale dei contagiati non ha sintomi, quindi questi contagiano e hanno contagiato senza limiti, non sono in quarantena e non se ne esce fuori, molto semplice.

oramai sono convinto serve il modello coreano, oggi lo sostiene pure quel fenomeni di renzi, ma che nel caso ha tutto il mio sostegno.

- tamponi a tappeto il più possibile, per identificare più contagiati possibili

- i contagiati con sintomi o che stanno male chiaramente in ospedale

- i contagiati con sintomi lievi in strutture intermedie, dove cmq possono essere monitorati da personale sanitario

- i contagiati che stanno bene quarantena, ma quarantena da soli eh, non con la moglie, il fratello o l'amico o i figli. soli 14 giorni. se non hai possibilità di stare solo li si mettano in alberghi o strutture di vario tipo

- chi sgarra la quarantena finisi dentro seduta stante

- controllo degli infetti via gps, in modo da monitorare eventuali contatti e bloccare l'infezione..

in tutto ciò, a parte questo periodo che serve per evitare la saturazione degli ospedali, riesci cmq a tenere un certo numero di attività aperte e non bloccare proprio tutto, se riesci a tenere sotto controllo il grosso delle persone contagiaate..

 

se si continua come ora, aldilà che resta il discorso della troppa gente in giro, e dei coglioni che non rispettano le regole, mettemo che fra 1 mese la situazione migliora, pochi nuovi casi, niente focolai, ospedali che lavorano decentemente, che si fa? riapriamo le scuole? riapriamo i bar? i negozi? tempo 2 giorni qualcuno degli asintomatici contagerà decine di persone, delle quali alcune staranno male, e tempo 1 settimana, se non al punto di partenza bisogna cmq intervenire di nuovo.

Link to post
Share on other sites
51 minuti fa, mario-manzanese ha scritto:

Ieri sera mi è capitato di ascoltare una intervista su RAI 3 dove l'esperto, spiegando le anomalie delle percentuali dei decessi, ha ribadito come in Italia si facciano i tamponi esclusivamente a soggetti sintomatici ed in caso di positività alla sua catena dei contagi. Ogni positività rilevata ne rappresenterebbe quindi decine, spingendosi ad affermare anche un centinaio.., di positività asintomatiche che passano in sordina. Io non credo che ogni positivo possa rappresentare così tanti asintomatici... verrebbe quasi da valutare ulteriormente la possibilità di costituire una "immunità di gregge". Io preferisco partire dall'unica certezza che sono il numero dei decessi! Nel caso chiuso della Diamond Princess abbiamo visto una mortalità di 1 su 100 contagiati, spostandolo sull'Italia e tenendo conto della popolazione anziana trovo abbastanza coerente un valore di 2,5 decessi per 100 contagiati, quindi per ogni decesso stimerei 40 contagiati: con 2200 decessi sarebbero 88.000 contagiati....  28.000 individuati... non so quanti possano essere in quarantena.... però una stima che almeno la metà, circa 44.000 siano in giro, stiano andando al lavoro... a fare la spesa e passeggiate credo sia abbastanza plausibile. Molti di loro probabilmente non si accorgeranno nemmeno di aver avuto il virus... però lo trasmetteranno a soggetti più suscettibili allo stesso. In conclusione....la vedo difficile fermare il virus con "quarantene occidentali", deve subentrare qualche altro fattore...un vaccino sarebbe la soluzione più auspicabile.

Che il tasso italian de mortalità sia concatenado al discorso tamponi sintomatici, sembrassi ormai acclarado.

Sul fatto che drio ad "alcuni" sintomatici possi esserghe così tanti asintomatici, quel alla fine lo poderà scoprir solo la scienza. A livello de percezione e sensazioni personali disemo, mi tendessi ad avvalorar le ipotesi più ampie, ma xe cussì per la chiacchera, val sottozero ovvimante.

El vaccino xe lontano però Mario, dovemo giocoforza percorrer altre strade.

Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, El mulon ha scritto:

ma non serve l'esperto, basta vedere il caso vo euganeo, dove un alta percentuale dei contagiati non ha sintomi, quindi questi contagiano e hanno contagiato senza limiti, non sono in quarantena e non se ne esce fuori, molto semplice.

oramai sono convinto serve il modello coreano, oggi lo sostiene pure quel fenomeni di renzi, ma che nel caso ha tutto il mio sostegno.

 

qualche sera/notte fa vedevo una replica de no so ben che trasmission che va al mattino su la7, dove gaveva finido per quasi polemizzar, el medico che se ga occupado de gestir tutti i tamponi (doppio giro i ga fatto ricordemolo) a Vo' Euganeo e un altro medico de un ospedal de Genova. El nodo della question xe giustamente i asintomatici.

Ma el problema che gavemo xe che non gavemo mezzi, strutture, organizzazion adeguate. E quindi traslar el modello coreano o modello Vo' xe pressochè impraticabile, al momento almeno. Gavemo come minimo bisogno de ciapar tempo, secondo mi. Per poi poderghe arrivar, se non totalmente, ma almeno in buona parte. Ma anche mi penso che no ghe sia soluzioni migliori.

Beh si nel frattempo una ghe saria secondo mi, vietar le uscite (se non per...etc etc), non consigliarle! Anche perchè se no, me vien difficile capir come podessimo rivar a ciapar tempo

Link to post
Share on other sites
26 minuti fa, El mulon ha scritto:

- chi sgarra la quarantena finisi dentro seduta stante

No, ti prego no, che poi mi fai ripartire le rivolte carcerarie (chiuse gloriosamente, e nel più totale silenzio su come si sia giunti a una tregua, con 11 morti per overdose da farmaci e qualche evaso, poteva andare molto peggio)

Link to post
Share on other sites
8 minuti fa, chompo ha scritto:

qualche sera/notte fa vedevo una replica de no so ben che trasmission che va al mattino su la7, dove gaveva finido per quasi polemizzar, el medico che se ga occupado de gestir tutti i tamponi (doppio giro i ga fatto ricordemolo) a Vo' Euganeo e un altro medico de un ospedal de Genova. El nodo della question xe giustamente i asintomatici.

Ma el problema che gavemo xe che non gavemo mezzi, strutture, organizzazion adeguate. E quindi traslar el modello coreano o modello Vo' xe pressochè impraticabile, al momento almeno. Gavemo come minimo bisogno de ciapar tempo, secondo mi. Per poi poderghe arrivar, se non totalmente, ma almeno in buona parte. Ma anche mi penso che no ghe sia soluzioni migliori.

Beh si nel frattempo una ghe saria secondo mi, vietar le uscite (se non per...etc etc), non consigliarle! Anche perchè se no, me vien difficile capir come podessimo rivar a ciapar tempo

intanto bisogna inziare a farlo, e avere la volotnà di farlo. qua za inizia con i deliri della privacy. ora rivo a capir el tutto, ma non se ne esci fora dfinitivamente se non se adotta altre soluzioni.

ovviamente il lockdown di 2-3 settimane serve per gestire la situazione ospedaliera e rallentare il picco, e bene. ma fra 2-3-4 settimana bisognerà avere un altra strategia? che bisogna iniziare ad implementare da subito, non da 2-3-4 settimane.

quindi ben venga se qualcuno nella politica (renzi in questo caso) lo propone.

qua l'esempio singapore:

 

How:

- travel restrictions (they did this early)

- isolated infections

- aggressive contact-tracing procedures

- levied tough penalties for not following quarantines

- punished those who provided false info

- effective communication that struck right balance

- full transparency

 

What they didn't do:

- area-wide lockdowns

- edict to close businesses

- weld people shut in their apartments

- press to call government officials' actions racist

- punish whistleblowers

- care about "looking bad," thereby obscuring reality

Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, GiGi-TO ha scritto:

No, ti prego no, che poi mi fai ripartire le rivolte carcerarie (chiuse gloriosamente, e nel più totale silenzio su come si sia giunti a una tregua, con 11 morti per overdose da farmaci e qualche evaso, poteva andare molto peggio)

A questo proposito, e partendo dal concetto che personalmente sarei stato durissimo, perché lì non devi convincere il pensionato a tornare a casa ma è qualcosa di più complicato, gli 11 morti per  "overdose da farmaci" mi hanno ricordato immediatamente Andreas Baader e i suoi sodali, tutti "suicidi" a Stammheim.

Non ho nulla da eccepire a riguardo, anzi. Ma avrebbero potuto trovare una motivazione più verosimile...

Link to post
Share on other sites
1 ora fa, andyball ha scritto:

Un collega di Padova telefonicamente mi diceva le stesse cose.

Se - come sembra - abbiamo un mare di positivi asintomatici che con ogni probabilità non sapranno mai di esserlo stati, non solo il tasso di mortalità diverrebbe esponenzialmente più basso, ma la teoria inglese potrebbe essere di conseguenza meno bislacca di quanto appare.

Il problema è che nessuno, e giustamente, pensa di assumersi un simile rischio. Inoltre, l'unico modello che ha dato risultati certi e tangibili è quello cinese, quindi secondo logica è assurdo distaccarsi da esso.

Esatto, andiamo avanti con questo.

Semplicemente ci si potrebbe limitare a rispettare le scelte degli altri Paesi, senza dare del scemo o del co****ne (sembra che altri possano usare queste terminologie sul forum) agli altri (non mi riferisco a te Andyball). Visto che al momento attuale è da superficiali ed arroganti pensare di sapere quale sarà la scelta migliore.

  • Mi piace 1
Link to post
Share on other sites
2 ore fa, mario-manzanese ha scritto:
copio e incollo...    (Non riuscendo più a misurargli la pressione pare gli stiano misurando la glicemia per individuare un potenziale diabete latente e quindi spiegare l'improvviso decesso..😕)  (se non fosse chiaro è solo una mia ironia sulle affermazioni di taluni che non si muore di COVID-19)

 

 

Interessante che siano buffi quelli dell'Istituto Superiore di Sanità. Ne sarebbero lieti a saperlo ...

Allora, chiariamo una cosa da non-virologo a non-virologi: se leggete con attenzione il rapporto (lo trovate sul sito, se no mi dite e vi posto il link), vedete che la causa di decessi al 13 marzo SOLO (e sottolineo SOLO) per il virus è di tre persone. Il resto è sommato ad altre patologie preesistenti. Più aumentano le patologie, più aumentano le percentuali. Questo, da ignorante (io lo ammetto!), significa che se tu stessi bene e avessi il fisico sufficientemente a posto, avresti meno possibilità di avere problemi. IL CHE NON SIGNIFICA che possiamo sbattercene di tutto e di tutti, che possiamo andarcene dove ca**o ci pare e fare il ca**o che vogliamo! Dobbiamo stare a casa lo stesso, sani o malati! Questo significa! E' chiaro? Grazie.

Link to post
Share on other sites
15 minuti fa, Calcio74 ha scritto:

Esatto, andiamo avanti con questo.

Semplicemente ci si potrebbe limitare a rispettare le scelte degli altri Paesi, senza dare del scemo o del co****ne (sembra che altri possano usare queste terminologie sul forum) agli altri (non mi riferisco a te Andyball). Visto che al momento attuale è da superficiali ed arroganti pensare di sapere quale sarà la scelta migliore.

Aspetta però....In questo caso, a giudicare la scelta inglese, che sembra comunque tutt'altro che definitiva, in termini di critica durissima sono stati i nostri maggiori esperti, Burioni, Galli, Mantovani...

Sembra che in UK si stia attraversando un momento di grande confusione, perché il consiglio di Johnson di evitare i pubs, che equivale per un italiano non farsi il caffè la mattina, contrasta un minimo con l'idea di tenere aperte le scuole...

Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, Bunk ha scritto:

Interessante che siano buffi quelli dell'Istituto Superiore di Sanità. Ne sarebbero lieti a saperlo ...

Allora, chiariamo una cosa da non-virologo a non-virologi: se leggete con attenzione il rapporto (lo trovate sul sito, se no mi dite e vi posto il link), vedete che la causa di decessi al 13 marzo SOLO (e sottolineo SOLO) per il virus è di tre persone. Il resto è sommato ad altre patologie preesistenti. Più aumentano le patologie, più aumentano le percentuali. Questo, da ignorante (io lo ammetto!), significa che se tu stessi bene e avessi il fisico sufficientemente a posto, avresti meno possibilità di avere problemi. IL CHE NON SIGNIFICA che possiamo sbattercene di tutto e di tutti, che possiamo andarcene dove ca**o ci pare e fare il ca**o che vogliamo! Dobbiamo stare a casa lo stesso, sani o malati! Questo significa! E' chiaro? Grazie.

Bunk, ma stai parlando sul serio ?

Quello che dice ogni sera alle 6 il PRESIDENTE dell' I.S.S. ti sembra conforme all' interpretazione dei dati di quel blogger siciliano ?

Cerchiamo di capirci...

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


  • advertisement_alt
  • advertisement_alt
  • advertisement_alt


×
×
  • Create New...