Jump to content

CHAMPIONS, EUROPA E CONFERENCE LEAGUE 2023/24


Recommended Posts

Ultimo giro di giostra prima del sorteggione dell'ultima fase. 

Incredibilmente l'Italia è prima nel Ranking; se le cose finissero oggi porteremmo 5 squadre in champions. Più soldi in arrivo, livello più alto per il nostro calcio. Io, come al solito, ci spero e faccio il tifo. Abbiamo dietro ad un punto la Germania e a due l'Inghilterra, dobbiamo tenere duro.

Tifo quindi per tutte le nostre squadre ancora impegnate nei tornei.  

Stasera il Napoli affronta un avversario durissimo. Che però gioca al Montiuch e non al Camp Nou, che ha infortunati Gavi, DeJong, Pedri e probabilmente Alonso e Fernan Torres. Rimane un osso molto duro, ma se il Napoli ritrova se stesso può farcela.  

L'inter domani ha la partita che rappresenta il bivio tra un'ottima stagione ed una stagione straordinaria. Speriamo colga l'occasione, contro i colchoneros sarà dura, ma partiamo favoriti.

La Roma va a Brighton in carrozza, sarebbe però importante non perdere per la classifica di cui sopra, Il Milan deve stare molto attento, la dea replicare quanto fatto all'andata magari mettendola dentro, che il calcio è questo. Ma le probabilità di avere tre squadre ai quarti di Europa League sono concrete e sarebbe una bellissima notizia in attesa dei sorteggi.

Per la Fiorentina il passaggio è una formalità, non facciamo scherzi.

 

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, gimmi ha scritto:

Ultimo giro di giostra prima del sorteggione dell'ultima fase. 

Incredibilmente l'Italia è prima nel Ranking; se le cose finissero oggi porteremmo 5 squadre in champions. Più soldi in arrivo, livello più alto per il nostro calcio. Io, come al solito, ci spero e faccio il tifo. Abbiamo dietro ad un punto la Germania e a due l'Inghilterra, dobbiamo tenere duro.

Tifo quindi per tutte le nostre squadre ancora impegnate nei tornei.  

Stasera il Napoli affronta un avversario durissimo. Che però gioca al Montiuch e non al Camp Nou, che ha infortunati Gavi, DeJong, Pedri e probabilmente Alonso e Fernan Torres. Rimane un osso molto duro, ma se il Napoli ritrova se stesso può farcela.  

L'inter domani ha la partita che rappresenta il bivio tra un'ottima stagione ed una stagione straordinaria. Speriamo colga l'occasione, contro i colchoneros sarà dura, ma partiamo favoriti.

La Roma va a Brighton in carrozza, sarebbe però importante non perdere per la classifica di cui sopra, Il Milan deve stare molto attento, la dea replicare quanto fatto all'andata magari mettendola dentro, che il calcio è questo. Ma le probabilità di avere tre squadre ai quarti di Europa League sono concrete e sarebbe una bellissima notizia in attesa dei sorteggi.

Per la Fiorentina il passaggio è una formalità, non facciamo scherzi.

 

Abbiamo chance.

Buone, direi.

Vale infatti solo il risultato stagionale, non il ranking generale sui cinque anni che avrebbe un verdetto già  scritto (1. Inghilterra 2. Spagna) e dove al massimo possiamo superare la Germania.

Ma sullo stagionale è fattibilissimo, siamo ben messi.

Io penso che a fine anno sia difficile che gli inglesi non occupino uno dei primi due posti, perché hanno ancora dentro la favorita in Champions (City), quella in EL (Liverpool) e pure quella di Conference (Aston Villa).

Ma per l'altro posto direi che a oggi siamo i favoriti,e in questo senso Barca-Napoli e Atletico-Inter sono fondamentali.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, gimmi ha scritto:

Ultimo giro di giostra prima del sorteggione dell'ultima fase. 

Incredibilmente l'Italia è prima nel Ranking; se le cose finissero oggi porteremmo 5 squadre in champions. Più soldi in arrivo, livello più alto per il nostro calcio. Io, come al solito, ci spero e faccio il tifo. Abbiamo dietro ad un punto la Germania e a due l'Inghilterra, dobbiamo tenere duro.

Tifo quindi per tutte le nostre squadre ancora impegnate nei tornei.  

Stasera il Napoli affronta un avversario durissimo. Che però gioca al Montiuch e non al Camp Nou, che ha infortunati Gavi, DeJong, Pedri e probabilmente Alonso e Fernan Torres. Rimane un osso molto duro, ma se il Napoli ritrova se stesso può farcela.  

L'inter domani ha la partita che rappresenta il bivio tra un'ottima stagione ed una stagione straordinaria. Speriamo colga l'occasione, contro i colchoneros sarà dura, ma partiamo favoriti.

La Roma va a Brighton in carrozza, sarebbe però importante non perdere per la classifica di cui sopra, Il Milan deve stare molto attento, la dea replicare quanto fatto all'andata magari mettendola dentro, che il calcio è questo. Ma le probabilità di avere tre squadre ai quarti di Europa League sono concrete e sarebbe una bellissima notizia in attesa dei sorteggi.

Per la Fiorentina il passaggio è una formalità, non facciamo scherzi.

 

Ripeto, per me l'Europa League potrebbe essere finalmente appannaggio di una squadra italiana (c'è l'osso duro Liverpool come lo era l'Arsenal l'altr'anno che però fu eliminato dal solito Siviglia, quindi la buccia di banana c'è sempre), sulla champions l'Inter può andare avanti però vincerla la vedo dura, in Conference la Fiorentina ha buone chance (c'è incredibilmente l'Ajax ho visto, non so a che livello sia, ma mi fa specie vedere una squadra con quel palmares in questo trofeo e mi dispiace sinceramente).  

Link to comment
Share on other sites

5 minuti fa, forest ha scritto:

Abbiamo chance.

Buone, direi.

Vale infatti solo il risultato stagionale, non il ranking generale sui cinque anni che avrebbe un verdetto già  scritto (1. Inghilterra 2. Spagna) e dove al massimo possiamo superare la Germania.

Ma sullo stagionale è fattibilissimo, siamo ben messi.

Io penso che a fine anno sia difficile che gli inglesi non occupino uno dei primi due posti, perché hanno ancora dentro la favorita in Champions (City), quella in EL (Liverpool) e pure quella di Conference (Aston Villa).

Ma per l'altro posto direi che a oggi siamo i favoriti,e in questo senso Barca-Napoli e Atletico-Inter sono fondamentali.

Ho letto solo ora, anche l'Aston Villa che ha vinto una coppa dei campioni...me lo ricordo....con quel centravanti che giocava col polsino, mi sembra Withe si chiamasse..in quegli anni sì che vedevo tutte le partite di coppa... 

Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, Roberto24 ha scritto:

Quindi scusate la mia ignoranza, per portare 5 squadre in champions il prossimo anno come dobbiamo piazzarci nel ranking? E poi in Europa League quante vanno? Presumo sempre una in Conference... 

Dobbiamo piazzarci in uno dei primi due posti. ce la giochiamo con Inghilterra, Germania e Spagna.  Ci farebbe molto comodo oggi un Napoli che vince e domani un Dortmund che perde, oltre al passaggio dell'Inter. Ma la vedo dura. 

Link to comment
Share on other sites

48 minuti fa, gimmi ha scritto:

Dobbiamo piazzarci in uno dei primi due posti. ce la giochiamo con Inghilterra, Germania e Spagna.  Ci farebbe molto comodo oggi un Napoli che vince e domani un Dortmund che perde, oltre al passaggio dell'Inter. Ma la vedo dura. 

ok, grazie 👍

Link to comment
Share on other sites

Due partite ormai riesco a seguirle senza problemi, con TV e tablet.

Anche il Napoli saluta, come la Lazio, e conferma di non valere un Barca pur rabberciato.

Segna un gol ed ha altre buone occasioni, ma ne prende tre che potevano essere di più.

Il Barca era parso superiore già a Napoli, lo ha confermato stasera.

Ben più combattuta Arsenal-Porto, dove i Gunners hanno confermato di non valere ancora City o Liverpool.

Le vale in patria, dove tutti provano a giocarsela con tutti.

Non in Europa, dove il Porto è stato perfetto nello spezzettare continuamente il gioco e non fare prendere mai ritmo ai Gunners, in difficoltà già all'andata.

Arsenal peraltro lezioso davanti, preferire il ricamo alla cattiveria sotto porta a questi livelli non è una buona idea.

Alla fine i Gunners passano ai rigori e certo non rubano nulla, la partita l'hanno fatta loro per 180', ma non sembrano ancora una squadra con l'esperienza e la cattiveria che servono per arrivare in fondo.

Male per noi in prospettiva quinta squadra, visto che la Champions è quella che dà i bonus maggiori 

Decisivo che passi l'Inter, perché altrimenti con tre spagnole e due inglesi a far punti, mentre noi saremmo a casa con tutte, diventerebbe ardua.

Link to comment
Share on other sites

Mi aspettavo qualcosa in più dal Napoli, che nella prima mezz'ora ha ballato talmente tanto che due gol presi sembrano pochi. Da quel momento son passato a Diretta gol e non ho visto l'Arsenal produrre occasioni in serie come credevo. Diciamo che se l'Inter passa il turno stasera, essere dalla parte dell'Arsenal non sarebbe il peggiore dei mali.

Link to comment
Share on other sites

Diciamo che il Napoli nella prima mezz'ora poteva prenderne 4 per poi miracolosamente rimettersi in carreggiata sfiorando il pareggio. Il rigore non dato, e qua non si parla di interpretazioni ma di errore palese, ha probabilmente tagliato le gamba ai partenopei. Peccato. 

Link to comment
Share on other sites

14 minuti fa, numanecia ha scritto:

Diciamo che il Napoli nella prima mezz'ora poteva prenderne 4 per poi miracolosamente rimettersi in carreggiata sfiorando il pareggio. Il rigore non dato, e qua non si parla di interpretazioni ma di errore palese, ha probabilmente tagliato le gamba ai partenopei. Peccato. 

Più che il rigore penso abbiano pesato le sostituzioni: gli ingressi di Sergi Roberto e Romeu hanno dato stabilità ad un centrocampo che faceva acqua da tutte le parti.

Se poi da una parte entra Joao Felix e dell'altra Lindstrom...

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, ndocojo ha scritto:

Più che il rigore penso abbiano pesato le sostituzioni: gli ingressi di Sergi Roberto e Romeu hanno dato stabilità ad un centrocampo che faceva acqua da tutte le parti.

Se poi da una parte entra Joao Felix e dell'altra Lindstrom...

Vedendo Lindstrom, mi sembrava Vertainen...

Il Napoli ha clamorosamente subito i primi 25/30 minuti come un pugile all'angolo; poi nel secondo tempo ha fatto bene, i cambi non hanno portato benefici a differenza di quelli del Barcellona; al di là dell'episodio del rigore dato o non dato, Oshimen ieri surclassato dal suo marcatore.

Il Barcellona passa meritatamente, e che bellezza vedere così tanti giovanissimi addirittura adolescenti giocare in Champions, complimenti a loro, quando uno è forte la carta d'identità va in secondo piano,bravi.

Oggi spero passi l'Inter e domani pure Roma, Milan, Atalanta e Fiorentina, da sportivo italiano.

 

Link to comment
Share on other sites

io evito di postare messaggi che poi vengono catalogati come “ anti italiani “ ma leggevo con incredulita’ una speranza nemmeno tanto velata che passassero tutte 3 in CL

razionalmente io credo che nessuno potesse pensare che la Lazio fosse in grado di far fuori il Bayern, almeno spero 

quanto al Napoli mi veniva il dubbio che nessuno avesse visto la partita d’andata nella quale la differenza tecnica era apparsa assai marcata

il Barca ha un attacco di grande livello e il Napoli una difesa precaria, che beccasse gol a Barcellona era scontato

poteva segnarne di più perché i blaugrana sono ampiamente imperfetti in fase difensiva, ma insomma la differenza tecnica era palese

vediamo l’Inter, i media mi pare considerino la partita di stasera una mezza formalità, vecchia presunzione italica che la Juve ha abbondantemente sperimentato negli anni passati

a me pare tutt’altro che una formalità, vediamo un po’ 

Link to comment
Share on other sites

Egoisticamente da juventino l'eliminazione del Napoli consente alla Juve di partecipare in base al ranking al mondiale per club, purtroppo mors tua vita mea🙁. Ora se non cambiano almeno mezza squadra sta Juve va in champions e a sto mondiale a fare lo sparring partner, per cui  mi auguro che coi proventi derivanti da queste partecipazioni riescano ad imbastire una squadra più dignitosa.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, pinot ha scritto:

io evito di postare messaggi che poi vengono catalogati come “ anti italiani “ ma leggevo con incredulita’ una speranza nemmeno tanto velata che passassero tutte 3 in CL

razionalmente io credo che nessuno potesse pensare che la Lazio fosse in grado di far fuori il Bayern, almeno spero 

quanto al Napoli mi veniva il dubbio che nessuno avesse visto la partita d’andata nella quale la differenza tecnica era apparsa assai marcata

il Barca ha un attacco di grande livello e il Napoli una difesa precaria, che beccasse gol a Barcellona era scontato

poteva segnarne di più perché i blaugrana sono ampiamente imperfetti in fase difensiva, ma insomma la differenza tecnica era palese

vediamo l’Inter, i media mi pare considerino la partita di stasera una mezza formalità, vecchia presunzione italica che la Juve ha abbondantemente sperimentato negli anni passati

a me pare tutt’altro che una formalità, vediamo un po’ 

Non fa una piega......  Se in difesa fai giocare Juan Jesus dove vuoi andare? 

Link to comment
Share on other sites

Secondo me per il Napoli non era impossibile l'impresa....a mio parere ha sbagliato Calzona nello scegliere Juan Jesus al centro della difesa...si è sempre dimostrato un giocatore sufficiente in serie A, ma appena si alza un po' il livello son disastri. Poi ho trovato fuori luogo l'inserimento di Lindstrom, infatti da lì la partita è cambiata in favore degli spagnoli....ma perchè schierare un giocatore che in tutta la stagione non ha combinato praticamente nulla? Sarebbe stato opportuno scegliere uno tra Raspadori e Ngonge, quest'ultimo ha fatto vedere qualcosa nei pochi ritagli di partita che ha fatto, realizzando anche un paio di gol.

Cmq devo dire che sono rimasto stupito della difesa del Barca: Kundè ha praticamente annullato Kvara, anche i centrali hanno ben difeso su Osimhen. Il presunto rigore? Mi sembrava che ormai avessimo chiarito che in Europa c'è un altro metro di giudizio....l'intervento non era così clamoroso da richiedere l'intervento del VAR.

 

Link to comment
Share on other sites

Il contatto su Osimeh è leggero anche se alle volte in corsa, basta essere toccati leggermente da dietro per cadere.
Più che altro l'arbitro assegnando il calcio d'angolo ha dimostrato di non aver proprio capito chi avesse preso la palla per primo.

Inviato dal mio 2209116AG utilizzando Tapatalk

Link to comment
Share on other sites

6 ore fa, Roberto24 ha scritto:

Egoisticamente da juventino l'eliminazione del Napoli consente alla Juve di partecipare in base al ranking al mondiale per club, purtroppo mors tua vita mea🙁. Ora se non cambiano almeno mezza squadra sta Juve va in champions e a sto mondiale a fare lo sparring partner, per cui  mi auguro che coi proventi derivanti da queste partecipazioni riescano ad imbastire una squadra più dignitosa.

In realtà non è così tragica la faccenda.

Al mondiale ci sono dodici ottime squadre europee, scelte su criteri quinquennali e non attuali per cui ad esempio c'è il Chelsea e non il Liverpool e l'Arsenal, oppure c'è il Borussia Dortmund ma non il Bayer Leverkusen ecc.ecc.

Ma è  un mondiale, di dodici europee su trentadue parliamo, e se leggi l'elenco delle partecipanti, su qualsiasi sito, vedrai che rispetto alla Juve c'è abbondantemente di peggio.

Link to comment
Share on other sites

12 ore fa, Lorenzo72 ha scritto:

Oggi spero passi l'Inter 

 

Io no.

Ci ho provato, a rimanere neutrale, ma tempo dieci minuti tifavo Atletico perché al cuore non si comanda, e l'Inter mi sta proprio sulle balle.

Questo non mi toglie obiettività, ne riconosco la forza senza problemi ma la narrazione secondo cui solo City e Real le sarebbero superiori mi sembra, stasera, un filo ottimista.

Vediamo 'sti supplementari.

Link to comment
Share on other sites

Non faro' finta che mi dispiaccia.

A giudicare dalle urla, nel mio condominio non sono l'unico.

Di sicuro l'ho vista con uno juventino che tifava come me, e mio figlio è uscito dalla camera con un sorriso a trentaquattro denti.

Messe doverosamente le carte in tavola, e detto che per le altre italiane tiferò volentieri, dico che non sono particolarmente sorpreso.

Poteva passare l'Inter, sia chiaro, bastava che Thuram non la calciasse in curva.

Ma il palo a Sommer battuto e l'occasione folle divorata da Riquelme all'ultimo secondo mi fanno dire che di sicuro l'Atletico non ha rubato niente.

E non è più scarsa dell'Inter, quantomeno la vale.

Per cui, l'Inter resta fortissima, è di gran lunga la più forte delle italiane, ma trovo che si sia eccessivamente sopravvalutata.

Complice la finale raggiunta l'anno scorso, oggettivamente giocata alla pari ma giunta per una serie di circostanze irripetibili.

In serie A non c'è gara, ma la serie A non ha vinto un solo girone, Inter compresa, e non ha passato gli ottavi con nessuno.

La verità è probabilmente una via di mezzo fra l'exploit dell'anno scorso e la tragedia di questo.

Per l'Inter e per le italiane.

Link to comment
Share on other sites

Di che tragedia per l'Inter si sta parlando? Chi un minimo di calcio ne capisce, aveva piuttosto chiaro il sentore che dopo i sorteggi l'Inter se la sarebbe giocata 50 e 50 con l'Altetico. E così è stato...quindi ci stava benissimo di essere eliminati, con tanto sudore da parte di Simeone che si è pure stirato 😂

Come spesso capita in queste partite, a decidere sono gli episodi, un po' il caso e certi errori. Ieri l'Inter non ha sfoderato una delle sue migliori prestazioni, poi ci si è messo il fattore psicologico: passare in vantaggio ti pone in quella posizione per cui pensi quasi di aver compiuto l'impresa, soprattutto dopo il vantaggio dell'andata. Ma subire il pareggio dopo un paio di minuti (su un errore individuale, che ci può stare) è una bella mazzata, perchè l'avversario prende coraggio e si è visto.

Per me c'è stato poi un errore di presunzione di Inzaghi (ci sta anche questo), che credo gli farà bene per il futuro: in una partita di questi livelli non ti puoi permettere di cambiare 2 centrali difensivi su 3 (uno sostituito e l'altro spostato)...e contemporaneamente spostare Pavard ad esterno (ruolo che non faceva da parecchio) e mettere Darmian sull'altra fascia (che lo può fare, ma rende meno). Crei casino nella testa dei giocatori, perdi le distanze...io non credo che Di Marco, a riposo l'ultima partita, non potesse reggere 90 minuti....credo che Bisseck abbia fatto bene in campionato, ma non è ancora pronto per certe partite...penso che Klaassen non fosse proprio l'ideale per battere un rigore, come ero abbastanza convinto che anche Sanchez lo sbagliasse (anche lui un filo presuntuoso).  In campionato certe cose le puoi fare, il livello è più basso e bisogna dire che ad Inzaghi ultimamente erano andati bene certi azzardi. Ma in Europa, in questa fase, si alza paurosamente il livello: anche l'Atletico ha praticamente una seconda squadra in panchina, è entrata gente del livello di Depay, Correa, Azpilicueta, Saul...e nemmeno Riquelme e Barrios sono affatto male...hanno un signor allenatore come Simeone, che in queste partite ha esperienza da vendere. Insomma, abbiamo perso contro una signora squadra, era abbastanza evidente che la finale dello scorso anno era un caso abbastanza fortuito, ma credo siamo a livello della seconda fascia di squadre in Europa....è già tanto. 

Di sconfitte per l'Inter ne arriveranno ancora, di gol presi anche....non siamo una corazzata imbattibile, anche se ai giornali piacciono molto certi giochetti. Però siamo forti, ora sarà importantissimo puntare lo scudetto, quella sarà (spero) una goduria pazzesca 😎

Link to comment
Share on other sites

Ieri, dopo anni, ho rivisto (Triestina a parte) una partita alla TV e mi sono rovinato la serata. Ok, ero interista sfegatato ai tempi di Moratti/Herrera, ho sorriso (nulla di più) ai tempi di Mourinho, fino a ieri sera alcuni giocatori non sapevo chi fossero. Concetto banale: se vai a giocare una partita contro una squadra allenata dal Cholo prendendola sottogamba, come se fosse una formalità ... anzi, una rottura di balle ... al 99,9% perdi e pure male. E non stiamo parlando di una squadra (l'Atletico) che, secondo me, farà ancora tanta strada con quella difesa che si trova! Thuram due volte, Dumfries, Barella soli davanti al portiere e non segnarne neanche uno, significa che pensavi di avere davanti la Triestina di Pontrelli. Salvo solo Sommer che ha stralimitato il risultato. Che serata sprecata, potevo guardarmi un film che mi divertivo di più.

Link to comment
Share on other sites

13 minuti fa, Calcio74 ha scritto:

😂ora sarà importantissimo puntare lo scudetto, quella sarà (spero) una goduria pazzesca 

Vedo che la scaramanzia non ha limiti :)

Scherzi a parte, condivido a grandi linee l'analisi, l'Atletico vale l'Inter anche se ultimamente questa cosa si è persa un po' di vista.

Sui rigori, e lo avevo detto prima dei penalty ad alcuni amici del forum, avevo discrete speranze perché considero Oblak un portiere formidabile e Lautaro secondo a pochi nel calciarli tremendamente.

Vale per lui quel che vale per Oshimen e altri: se uno li segna col 50%, non li deve tirare se non sopra di tre gol.

Infatti lo ha calciato su Marte.

Parlavo di tragedia perché leggevo che ne avremmo portate oltre tre, e del resto l'anno scorso ne avevamo tre ai quarti e due in semifinale, ma era stato il frutto di sorteggi irripetibili.

La realtà non credo sia neanche quella di quest'anno, con tre spagnole, due inglesi, due tedesche, una francese e noi sul divano, ma una via di mezzo.

La A la vediamo tutte le settimane, del resto.

Che l'Inter sia forte, in Italia di gran lunga la più forte, non cominciamo neanche a discutere.

Secondo me, la finale dell'anno scorso l'ha fatta sentire più forte di quel che è, faccio notare che ai gironi è finita seconda.

Ma resta una buonissima squadra, ci mancherebbe.

 

Link to comment
Share on other sites

8 ore fa, forest ha scritto:

Non faro' finta che mi dispiaccia.

A giudicare dalle urla, nel mio condominio non sono l'unico.

Di sicuro l'ho vista con uno juventino che tifava come me, e mio figlio è uscito dalla camera con un sorriso a trentaquattro denti.

Messe doverosamente le carte in tavola, e detto che per le altre italiane tiferò volentieri, dico che non sono particolarmente sorpreso.

Poteva passare l'Inter, sia chiaro, bastava che Thuram non la calciasse in curva.

Ma il palo a Sommer battuto e l'occasione folle divorata da Riquelme all'ultimo secondo mi fanno dire che di sicuro l'Atletico non ha rubato niente.

E non è più scarsa dell'Inter, quantomeno la vale.

Per cui, l'Inter resta fortissima, è di gran lunga la più forte delle italiane, ma trovo che si sia eccessivamente sopravvalutata.

Complice la finale raggiunta l'anno scorso, oggettivamente giocata alla pari ma giunta per una serie di circostanze irripetibili.

In serie A non c'è gara, ma la serie A non ha vinto un solo girone, Inter compresa, e non ha passato gli ottavi con nessuno.

La verità è probabilmente una via di mezzo fra l'exploit dell'anno scorso e la tragedia di questo.

Per l'Inter e per le italiane.

Non sarei così tranchant.

Soprattutto a parlare di tragedia.

L'Inter aveva tre obiettivi chiari quest'anno: scudetto, passare il primo turno di CL e conseguentemente qualificarsi per il Mondiale per Club.

Obiettivi raggiunti.

Tutto il resto era un "di più".

In linea con quei tre obiettivi, Inzaghi ha spinto in campionato. 

E nonostante le rotazioni delle ultime giornate ha perso Thuram, Chalanoglu e Carlos Augusto in un momento fondamtale.

I primi due hanno recuperato ma non erano al top, così come Mhktaryan e Lautaro un po' spompi.

Carlos invece diventa un giocatore fondamentale nella maniacalità delle rotazioni inzaghiane.

Poi si potrà discutere all'infinito sul nulla, ma come rilevi tu, se Jovic è stato pagato 50 mln dal Real pochi anni fa qualcosa dovrá pur valere...figurati Depay. Che sarebbe titolarissimo in tutte le squadre di Serie A e forse pure in 90% delle squadre di Liga e in un buon 70% delle squadre di Premier...

E nella coppa dei dettagli, segnalo che nonostante la marea Atletico degli ultimi minuti, magari sarebbe bastata un rimessa laterale all88esimo, entrava Sanchez, rompeva il ritmo e l'Inter ora sarebbe ai quarti, soffrendo ma fa parte del DNA.

L'unico vero confronto per tutte si deve fare col Manchester City, visto che più o meno tutte le altre hanno faticato, su tutte il Real che passa più per c**o che per giudizio preso a pallate dai Boys Scout della Red Bull.

Conta il risultato, certo ....però...

Un'ultima cosa: vi prego (in generale non solo nel forum) basta parlare di "lotteria dei rigori". Ormai la specializzazione in quel particolare è altissima. Ai rigori vincono quelli che li sanno battere meglio o che hanno un portiere più bravo in quel fondamentale. Punto. Oblak su Klassen fa una parata sensazionale. Da fuoriclasse assoluto, con un rigore che 9 su 10 sarebbe stato gol. Cosa ca**o c'è di "lotteria" o "fortuna" in quel gesto tecnico?

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×