Jump to content

La Gioconda


Recommended Posts

Grande scoperta sui giornali: La Gioconda è... la Gioconda!

cioè la donna ritratta, nota come la Gioconda da sempre, è veramente Monna Lisa del Giocondo. come si è sempre chiamata...

Mi credo che i scrivi sta roba per insempiar la gente.. diceva la Cittadella... no go mai capido cossa che ga sta Gioconda che i ghe fa tuta sta reclam: al Louvre la xe là, un poco verdolina, e tuti ghe cori drio, una fila cussì, tuto el pian con frecce "La Joconde" e davanti capolavori de Raffaello, Veronese, tiziano, i ghe passa davanti come se no i ghe fussi, Giapponesi in prima fila.. no so., rinuncio a capir. Per no parlar po dele ciacole La Gioconda è un uomo, è l'autoritratto di Leonardo, è... e zo quel che volè....

Edited by babatriestina
Link to comment
Share on other sites

questa è la cartolina che comprai alla mia prima visita al Louvre nel 1963, e mi sembrava che rendesse quel senso di "verdolino" che le ho sempre attribuito. E' il sorriso sfuggente, quelle ombre appena accennate, insomma lo "sfumato" leonardesco che la danno quella vaga aria di mistero, di ti-dico-e-non-ti-dico.

Non lontano, nella galleria, c'è il ritratto d Baldassar Castiglione di raffaello che per me è un capolavoro assoluto, io darei a lui la palma di più bel quadro al Louvre. La Gioconda non si può fotografare, ma ho fotografato la fila...

leonardgiocondapicc-vi.jpg

IMG_0727-vi.jpg

IMG_0730-vi.jpg

questo è il Concerto campestre, di Giorgione/Tiziano, nessuno ci si sofferma : scusate per i riflessi nelle mie foto, ma si fa quel che si può con la propria macchinetta dietro i vetri!)

IMG_4835-vi.jpg

Link to comment
Share on other sites

La "Gioconda" è diventata famosa per il suo sorriso enigmatico ma la vera innovazione del quadro che lo pone come migliore opera di Leonardo (anche migliore de "l'ultima cena") è la rappresentazione di uno sfondo panoramico. Si potrebbe dire che per la prima volta parlando di un ritratto, il soggetto viene rappresentato in uno spazio...invece che utilizzare come era in uso una campitura piatta o leggermente sfumata.

Ulteriore particolarità è che il paesaggio di sfondo è in realtà non è uniforme ma la parte sinistra è più bassa rispetto alla destra, in più si crede che il paesaggio rappresentato sia di origine fantasiosa anche se successivamente si è pensato che Leonardo abbia voluto rappresentare uno scorcio delle campagne nelle vicinanze di Arezzo. Il tutto riconducibile al fatto che sullo sofondo a destra, sopra la spalla della Gioconda sia rappresentato un ponte che al momento non ricordo come si chiama...scusate...ma che di sicuro attraversa l'Arno...

....e poi chissà....le ipotesi che si sono fatte su questo dipinto sono molteplici...di sicuro nei suoi dipinti, il modo di rappresentare gli elementi è molto preciso quindi dubito che sia totalmente inventato. Probabilmente non esiste quel panorama oltre il loggiato dove è seduta la gioconda...secondo me il quadro è stato realizzato in due momenti diversi, prima il ritratto e lo sfondo successivamente, ciò giustificherebbe l'asimmetria del paesaggio, non è facile dipingere una prospettiva spezzata dal soggetto

...spero di esservi stata utile :p:p:p:p:p:p:p

Link to comment
Share on other sites

L Si potrebbe dire che per la prima volta parlando di un ritratto, il soggetto viene rappresentato in uno spazio...invece che utilizzare come era in uso una campitura piatta o leggermente sfumata.

non esageriamo: paesaggi dietro ai ritratti li facevano, prima, anche se non con lo sfumato e la prospettiva aerea leonardesca, guardati qua di Pier della Francesca il ritratto di Battista Sforza! e c'è pure un po' di prospettiva aerea..

ind:

http://it.encarta.msn.com/media_941534523/...sta_Sforza.html

e ve la copio da vedere:

000f052b.jpg anche dietro a certe madonne di Botticelli c'è un pezzo di paesaggio.

Per non parlare dei ritratti fiamminghi: madonna del cancelliere Rolin di van Eick

http://it.encarta.msn.com/media_221635675_...iere_Rolin.html

T030168A.jpg

e siamo circa mezzo secolo prima..

Link to comment
Share on other sites

e siamo circa mezzo secolo prima..

Mi dispiace ma il secondo quadro non fa testo perchè si parla di ritratti mezzo busto come la Gioconda...se vediamo le varie rappresentazioni di ogni artista allora troviamo natura e personaggi ovunque.

E anche il primo quandro non centra molto perchè è una rappresentazione troppo lontana dalle viste aeree di Leonardo...siamo appunto in due spazi temporali diversi. Sui libri di arte è scritto che "Leonardo ha dipinto l'aria" e credo che renda perfettamente l'idea... cmq ho riportato quello che mi hanno insegnato alla scuola d'arte se sbaglio mi lamenterò con la mia ex professoressa che mi ha gabbato in questa maniera :D:D:D

Link to comment
Share on other sites

a me quello che ti dico me lo aveva insegnato la mia professoressa di storia dell'arte al Dante, e poi da qualche decennio frequento musei e giudico coi miei occhi... comunque la mia prof di arte si era molto soffermata sul paesaggio dietro Battista Sforza!!

tu hai detto ritratti, il mezzo busto lo tiri fuori adesso, e poi la storia dell'arte fiamminga, nel nostro caso van Eick, non viene insegnata purtroppo a scuola, dove si insegna storia dell'arte italiana, a meno che non sia cambiato tutto dai miei tempi. L'arte fiamminga viene accennata per la questione della pittura a olio e poco più. Io l'ho approfondita viaggiando per i musei del nord Europa. E il quadro è un ritratto, e ben personalizzato, del cancelliere Rolin, che lavorava alla corte del duca Filippo il Bello di Borgogna! che si fa rappresentare in sacra conversazione, e quasi in piano di parità, se non fosse per la corona, con la Madonna! è probabile che i pittori italiani abbiano rpeso ispirazione proprio dai paesaggi fiamminghi.

é ovvio che Pier della Francesca sia diverso da Leonardo, se non altro è anteriore: Leonardo avrà imparato anche da Pier della Francesca! i quadro è del 1467-1470, mentre la Gioconda è di una data misteriosa, si presume un po' prima del 1516.

La storia del ritratto che sembar che ti guardi dovunque tu sia, l'ho sentita raccontare anche per altri quadri, e non so se sia una sensazione o un preciso trucco della rappresentazione. come certe figure di scorcio, che le guide ti dicono che, da qualunque parte le guardi, le vedi sempre di schiena. Non ho mai capito se è vero o suggestione...

Ah già ,anche le Madonne di Giovanni Bellini, a mezzo busto, spesso hanno un paesaggio ai lati....

Link to comment
Share on other sites

ma no i disi che la Gioconda xe interessante perchè da qualunque punto te la guardi sembra che la te guardi anche ela?

o iera un altra?

anche se fossi, al Louvre no te ga la possibilità de farlo, xè una mare de giapponesi davanti che impedisi la visuale...

E, come disi Baba, xè molto mejo soffermarse su opere che la massa snobba, come Amore e Psiche del Canova... no iera un can che neanche se girava a vardalo :( bah!

Link to comment
Share on other sites

tu hai detto ritratti, il mezzo busto lo tiri fuori adesso...

...beh mi sembrava ovvio...si parlava della Gioconda, farebbe ridere se già ai tempi le figure intere a tuttotondo non avesservo avuto una collocazione spazio-temporale... :D:D ...quella sì sarebbe stata un'innovazione da paura come molti quadri di arte contemporanea :baba::baba:

Ah già ,anche le Madonne di Giovanni Bellini, a mezzo busto, spesso hanno un paesaggio ai lati....

Allora, parliamoci chiaro, io ho finito la scuola d'arte otto anni fa...e ti assicuro che l'arte fiamminga si studia...e molto e bene...soprattutto per la grande maestria con cui i pittori fiamminghi riportano particolari nei loro quadri fino addirittura a realizzare le trame delle stoffe delgi abiti...quasi a poterle toccare... non so quanto tempo fa hai fatto la scuola tu e soprattutto va molto a discrezione dei professori il programma scolastico...

...resta il fatto che molti autori hanno riportato paesaggi nei loro dipinti più o meno reali, se vuoi stendiamo una lista e li elenchiamo tutti ma non credo interessi a nessuno qua... :D

...quello che intendevo è che l'innovazione sta nella creazione di uno spazio quasi arioso e non asettico come in molti altri quadri e che la tendenza del tempo era il classico ritratto mezzobusto senza spazio ne tempo...e soprattutto come già avevo detto sopra che questo spazio probabilmente è stato realizzato più tardi o che addirittura era inesistente...

...se poi vogliamo come sempre in queste discussioni attaccarci alle singole frasi o parole per creare delle discussioni infinite...mi dispiace ma io non ci sto, per me il discorso si chiude qua...ho semplicemente espresso la mia opinione e non pretendo che venga condivisa ma quantomeno rispettata senza che diventi una gara di conoscenza o esperienze.... :D:D:D:D:D

Edited by dead_angel
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×