Jump to content

I suntini sandrini di sabato 18 maggio 2019


Recommended Posts

SABATO 18 MAGGIO 2019

- «Qual è il clima che si respira in squadra? Elettrico, d'attesa perchè, davvero, non vediamo l'ora di cominciare. Stiamo bene, siamo tranquilli, le vittorie raccolte fino a oggi ci danno al tempo stesso serenità e grande consapevolezza». Il grande ex di turno, Michele Ruzzier, intervistato da Lorenzo Gatto parla della sua Vanoli che da domani darà battaglia alla Pallacanestro Trieste nei quarti di finale play-off scudetto. Ma è credibile una Cremona  appagata dai tanti successi finora conquistati? «Sulla carta è legittimo pensarlo - sottolinea Ruzzier - ma chi vive la nostra realtà sa che non è così. Ci siamo allenati duramente, fisicamente siamo pronti a sostenere il peso di questi play-off. Certo, non abbiamo l'abitudine a giocare con la stessa frequenza di chi è stato impegnato nelle coppe europee ma, visto che in questo senso con Trieste partiamo alla pari, è un problema che ci porremo se passeremo in semifinale. Di perdita di motivazioni si parlava anche dopo la vittoria in Coppa Italia e invece abbiamo raccolto i frutti del nostro lavoro superando Venezia e chiudendo al secondo posto».Come è stata preso nello spogliatoio l'accoppiamento nei quarti di finale contro Trieste? «Non ci siamo detti nulla di particolare - confida Michele - perchè arrivati a questo punto è normale trovarsi di fronte squadre forti e competitive. Trieste, così come Trento per Venezia o Avellino per Milano saranno sicuramente ossi duri da rosicchiare. Era da tempo che non vedevo play-off così equilibrati, saranno serie combattute che si decideranno sui particolari».Quanto vale per inquadrare la serie il largo successo casalingo conquistato a fine marzo da Trieste? «Fu una partita particolare - conclude Ruzzier - con Trieste che ha reagito alle problematiche societarie e, mettendo in campo motivazioni eccezionali, ci ha davvero presi a sberle. Domani cominciano i play-off: sarà un'altra storia. C'è euforia, qui a Cremona, attorno a una squadra che ha raccolto i risultati migliori di sempre. Coppa Italia in bacheca, secondo posto in campionato (battuto il quarto della stagione 2015/2016 ndr): mi aspetto un palazzetto pieno e un ambiente caldo e in grado di trascinarci».

- Come prevedibile, la prima delle due amichevoli in terra veneta che l'Unione ha disputato ieri a Vigasio contro la Primavera dell'Hellas Verona, ha visto in campo una sorta di Triestina 2, con grande spazio ai più giovani.Di quelli che possiamo definire titolari (o quasi), si sono visti in azione solo Petrella e Mensah per circa mezz'ora (rientravano dai rispettivi acciacchi), Steffè per due terzi di match e Libutti per tutta la partita. Ma le seconde linee sono comunque state sufficienti alla squadra di Pavanel per imporsi 5-2 sui giovani gialloblù (primo tempo 3-1). A firmare i gol della vittoria alabardata Mensah al 1' con un gran tiro sotto la traversa, Bariti al 7' con un tiro di destro dai venti metri, Marzola al 43' con un diagonale sinistro rasoterra, e poi Bolis con due rigori trasformati nella ripresa al 51' e al 67' (entrambi i falli sono stati subiti da Gubellini). Per la Primavera del Verona in gol Fiumicetti su rigore (fallo di Pizzul su Brandi) al 40' e Sane all'87'. Per gli alabardati hanno sfiorato più volte la rete anche Steffè e Gubellini, ma è stato bravo il portiere avversario Ciezkowski.Una buona sgambata comunque, che è servita per far acquisire minutaggio non solo ai più giovani, ma anche a chi come Petrella e Mensah era reduce da qualche acciacco e aveva saltato il test con il Cjarlins Muzane.Nel primo tempo la Triestina è scesa in campo con la coppia centrale Pedrazzini-Messina davanti a Boccanera, con Libutti e Pizzul terzini. A centrocampo Bolis e Steffè, sulle fasce Bariti e Petrella, in avanti Mensah e Gubellini. Dopo 33 minuti Mensah e Petrella hanno lasciato il posto a Gozzerini e Marzola, poi nel corso della ripresa Venco e Ghiglia hanno sostituito Steffè e Messina. Tutti gli altri, ovvero Beccaro, Codromaz, Coletti, Costantino, Formiconi, Frascatore, Granoche, Lambrughi, Malomo, Maracchi e Procaccio, hanno svolto un allenamento personalizzato a bordo campo.A loro toccherà scendere in campo invece oggi, nel test più probante voluto dalla società alabardata in vista dei play-off: alle 16.30 infatti la Triestina affronterà al Taliercio di Mestre il Venezia, che ha disputato il campionato di serie B. Sarà l'avversario di maggior spessore di questo periodo di pre play-off, un banco di prova per tenere alte intensità e aggressività. La prossima settimana, poi, mercoledì 22 maggio, l'Unione andrà a Vinovo per giocare con la Juventus under 23, che ha militato in serie C.Una settimana dopo, il 29 maggio, sarà già play-off, con la semifinale di andata. Un paio di giorni dopo, esattamente il 31 maggio, arriverà in Italia il presidente della Triestina Mario Biasin, giusto in tempo per essere presente allo stadio Rocco in occasione della semifinale di ritorno domenica 2 giugno. Stadio Rocco che fra l'altro, proprio in questi giorni, sta ultimando di gran lena il suo maquillage. Biasin si fermerà fino al 10 giugno, quindi potrà esserci anche a quella che tutti si augurano essere la gara di finale al Rocco (non si può ancora sapere però se di andata o di ritorno). E avere accanto il presidente per il periodo decisivo dei play-off, sarà un'ulteriore iniezione di fiducia e di entusiasmo per la squadra e la tifoseria.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×