Jump to content
Lorenzo72

Allenatore nuovo? (Sì, adesso sì...)

Recommended Posts

l'arrivo di pillon secondo me sta a significare che milanese ha assoluta fiducia nell'organico attuale, e ritiene che possa fare molto meglio a prescindere dalle assenze avute fino ad oggi..sulla carta il miglioramento è notevole, vedremo cosa dirà il campo

  • Grazie 1
Link to post
Share on other sites
13 minuti fa, smaramba ha scritto:

l'arrivo di pillon secondo me sta a significare che milanese ha assoluta fiducia nell'organico attuale, e ritiene che possa fare molto meglio a prescindere dalle assenze avute fino ad oggi..sulla carta il miglioramento è notevole, vedremo cosa dirà il campo

https://www.trivenetogoal.it/2020/11/30/triestina-tutto-confermato-esonerato-gautieri-panchina-a-pillon/114253/

Contratto fino al 2022.

FINALMENTE abbiamo un allenatore bravo per me, il curriculum parla per lui nella sua carriera, sicuramente è più esperto, sono contento della scelta SI, ora sta ai giocatori seguirlo, ZERO scuse ora.

ps, non sottovaluterei anzi il ruolo del NUOVO preparatore atletico che Pillon si porta con sè, tale Giacomo Tafuro spero dia risultati molto migliori rispetto al precedente, questo può essere davvero fondamentale!

Speriamo bene :unione2:

Link to post
Share on other sites
24 minuti fa, Rigel ha scritto:

Leggo che arriva solo col preparatore atletico, già ottima cosa peraltro , ma lo staff, il secondo, il preparatore dei portieri, nulla?

si non ho capito il perchè NON pure il preparatore dei portieri sinceramente solo questo,  preparatore atletico è quello più importante, il vice allenatore NON era così essenziale, la società ha fiducia in Coletti anche per il rapporto con i giocatori presumo...

Link to post
Share on other sites

Questo, secondo me, è il momento adatto per sostituire l’allenatore. Gautieri nel campionato scorso ha fatto grandi cose, messo nella situazione che avevamo. Ma quest’anno ci si aspettava di più. 
Milanese vuole dare la possibilità a Pillon di valutare l’organico a fondo ed apportare le correzioni a gennaio (se ci dovessero essere) in maniera consapevole. 

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, mario-manzanese ha scritto:

Domandina: siete soddisfatti di Pillon? Si tratta di un allenatore che ha la Vostra fiducia incondizionata? Ritenete che non ci sia più un problema di "manico"?
 

Personalmente era l'allenatore che volevo.

L 'auspicio è che possa avere tutti - o quasi - a disposizione, come non è accaduto a Gautieri.

 

Link to post
Share on other sites
50 minuti fa, Rigel ha scritto:

Leggo che arriva solo col preparatore atletico, già ottima cosa peraltro , ma lo staff, il secondo, il preparatore dei portieri, nulla?

Viene Pillon con il preparatore atletico (Giacomo Tafuro), Billy Marcuzzi resta come aiuto preparatore e con il secondo in carica, il fratello Albino Pillon.

Resta invece Del Piccolo come preparatore dei portieri. 

Link to post
Share on other sites
36 minuti fa, andyball ha scritto:

Personalmente era l'allenatore che volevo.

L 'auspicio è che possa avere tutti - o quasi - i disposizione, come non è accaduto a Gautieri.

 

Esatto, diamo a Gautieri questa attenuante che non è di poco conto, probabilmente senza tutte queste assenze avremmo quei 3/4 punti in più in classifica che non gli avrebbero costato l'esonero. Certo che Pillon è un signor allenatore per la categoria, ora non ci sono più scuse,la macchina è più che competitiva (non come le Mercedes ma nemmeno come le. Ferrari..) 😊

Link to post
Share on other sites

Per prima cosa, ringrazio i partecipanti al forum che in questo.periodo mi hanno scritto.

Intervengo semplicemente per fare un po' di chiarezza su una vicenda sulla quale leggo cose assurde, ovviamente dovute non certo alla malafede di chi scrive ma alla semplice non conoscenza di come stiano, anche solo a livello sommario, le cose.

So che alcuni trovano noiosi i miei post perché troppo lunghi, mi scuso in anticipo ma se non spiego (almeno quel che credo di poter spiegare, senza scendere in particolari) non si capisce nulla.

Prima di tutto, una premessa fondamentale: il cambio in panchina è stato deciso dopo Gubbio, e avendo giocato di mercoledì i tempi erano quelli che erano.

Giusto?

Sbagliato?

Ognuno può trarre le sue conclusioni, quel che è certo è che il cambio sarebbe avvenuto anche se ieri avessimo vinto largo con una prestazione scintillante, perché l'accordo con Pillon è stato con tutta evidenza chiuso prima della partita.

Ovviamente, qualsiasi allenatore serio che subentra chiede di avere almeno una settimana per capirne qualcosa, questo mi pare pacifico.

È d'altra parte chiaro che l'ideale sarebbe stato che non fosse trapelato niente, e mi stupisce chi non capisce che sarebbe stato più opportuno.

Invece la cosa è uscita, non da fonte locale ma abruzzese, probabilmente (ma è solo una mia supposizione) perché al giornalista pescarese (o chi per lui) che ha chiesto info sulla possibilità di un ritorno di Pillon sarà stato spiegato che era in trattativa con altri.

Noi, appunto.

Pazienza, capita.

Vengo all'opportunità del cambio.

Ho letto che a Gubbio abbiamo giocato male.

Non è esatto, non abbiamo giocato proprio.

E non è stata la prima volta, purtroppo.

Ho letto anche, per la verità più in altre sedi che sul forum, che Gautieri "pol allenar al massimo i pulcini"

Ora, a parte che la serieta' e la correttezza della persona non sono tali da meritarsi prese per il c**o, io parto da un presupposto che tenderei a considerare pacifico, e cioè che un allenatore professionista con centinaia e centinaia di panchine alle spalle, anche di categorie superiori alla nostra, ne sappia molto più di me e di qualsiasi utente di qualsiasi forum.

Dunque, i "ma cossa nol vedi che..." (completabile a piacere) hanno, anzi avevano, tutti una risposta ovvia: sì, lo vede.

Qualsiasi allenatore professionista, evidentemente, vede senz'altro quel che vediamo noi.

Probabilmente lo vede prima di noi, sicuramente vede anche altro.

Il problema non credo fosse di incompetenza, ma probabilmente di poca sintonia.

È chiaro che nessun allenatore chiede ai suoi una partita tipo Gubbio, a meno che non parliamo di un folle.

Purtroppo, la verità è che l'allenatore parla, ma in campo vanno i giocatori.

E coi giocatori, o comunque non con tutti, evidentemente la scintilla non è scattata.

La nostra è una buona squadra, mi fa sorridere chi parla di squadra da centro classifica.

Lo dimostra il fatto che pur non rendendo minimamente in rapporto alla qualità degli interpreti (ieri, guarda caso, è stata la prima volta) se avesse vinto a Carpi sarebbe stata a tre punti dalla vetta nonostante una  rosa falcidiata da covid e infortuni in maniera oggettivamente superiore a qualsiasi altra, forse Arezzo a parte.

Noi abbiamo una squadra fatta di gente che ha calcato in buona parte i campi di B, in qualche caso di A.

Di allenatori ne hanno avuti a decine, più o meno bravi.

Giunti a una certa età, i confronti inevitabilmente li fanno, e se il mister non li "conquista" e non trova la chiave giusta, si limitano magari inconsciamente a timbrare il cartellino.

È sempre successo, sempre succederà, antipatico o no che sia.

In qualsiasi ambiente di lavoro, non solo nel calcio.

Questo non significa che i giocatori sono dei mercenari maledetti che giocano contro il mister (anche se qualcuno esisterà, naturalmente) ma che a trenta e passa anni, e con una carriera più alle spalle che davanti, per andare oltre al minimo dovuto e invece ammazzarsi (figurativamente) per la causa, servono stimoli che evidentemente Gautieri non è riuscito a trasmettere

Ieri non è stata in questo senso l'ultima gara di Gautieri, ma la prima di Pillon.

Che come qualsiasi allenatore nuovo avrà un paio di settimane di tempo nelle quali avrà la massima attenzione da parte di tutti (la scopa nuova scopa sempre bene, l'attenzione è massima e tutti sanno di doversi conquistare il posto) e dovrà essere capace di rendere normale quel rendimento che ieri per la prima volta è apparso rispondente ai valori della rosa, magari intervenendo su qualche amnesia difensiva di troppo.

Proverà a farlo, e questo è un evidente segno di discontinuità rispetto al passato, portandosi un preparatore di fiducia.

E non un preparatore qualsiasi, ma quel Giacomo Tafuro che chi è addentro alle cose calcistiche conosce già, e chi non lo conosce può farlo facilmente cliccando il nome su google o visitando il suo sito.

insomma, non solo Biasin non molla ma rilancia pesantemente, anche se la cifra spesa per il Ferrini avrebbe già dovuto dare indicazioni precise a chi parlava di disimpegno.

Questo è.

Su questo, ovviamente, si può e si deve discutere...

  • Mi piace 3
  • Grazie 6
Link to post
Share on other sites

Sinceramente mi spiace per Gautieri come persona. Qui si vedeva che ci metteva impegno e cuore. Non sono in grado di giudicarlo da punto di vista tecnico. Certo che tra infortuni e covid non ha avuto certo un compito facile. Auguri a lui per il prosieguo di carriera ed a Pillon per la nuova avventura.

Non sapremo mai comunque quale sarebbe stata la resa con tutti gli effettivi a disposizione. E tra questi metto anche Procaccio e Paulinho. Senza covid, senza infortuni continui ecc. E senza qualche errore incredibile di qualche singolo che ci sono costati punti.

Ora stanno tornando un po' tutti (tranne ovviamente Paulinho e Procaccio) e se le prestazioni miglioreranno magari si dirà che è stato tutto merito di Pillon. Vedremo ah.

Link to post
Share on other sites

Tutto bello Forest.... ma la notizia di Pillon , non so da chi ne da dove, girava sul web ben prima che venisse pubblicata qui.  Quindi la tua bacchettata da maestrini mi sembra inutile e fastidiosa. Fai la stessa cosa con altri social che ben prima hanno fatto trapelare la notizia

Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, kaisercaio ha scritto:

Tutto bello Forest.... ma la notizia di Pillon , non so da chi ne da dove, girava sul web ben prima che venisse pubblicata qui.  Quindi la tua bacchettata da maestrini mi sembra inutile e fastidiosa. Fai la stessa cosa con altri social che ben prima hanno fatto trapelare la notizia

Mi lo vedo come un chiarimento e non una bacchettada Kaiser. Spesso te son ti fastidiosetto me sa.

  • Mi piace 2
  • Grazie 3
Link to post
Share on other sites
56 minuti fa, forest ha scritto:

Per prima cosa, ringrazio i partecipanti al forum che in questo.periodo mi hanno scritto.

Intervengo semplicemente per fare un po' di chiarezza su una vicenda sulla quale leggo cose assurde, ovviamente dovute non certo alla malafede di chi scrive ma alla semplice non conoscenza di come stiano, anche solo a livello sommario, le cose.

So che alcuni trovano noiosi i miei post perché troppo lunghi, mi scuso in anticipo ma se non spiego (almeno quel che credo di poter spiegare, senza scendere in particolari) non si capisce nulla.

Prima di tutto, una premessa fondamentale: il cambio in panchina è stato deciso dopo Gubbio, e avendo giocato di mercoledì i tempi erano quelli che erano.

Giusto?

Sbagliato?

Ognuno può trarre le sue conclusioni, quel che è certo è che il cambio sarebbe avvenuto anche se ieri avessimo vinto largo con una prestazione scintillante, perché l'accordo con Pillon è stato con tutta evidenza chiuso prima della partita.

Ovviamente, qualsiasi allenatore serio che subentra chiede di avere almeno una settimana per capirne qualcosa, questo mi pare pacifico.

È d'altra parte chiaro che l'ideale sarebbe stato che non fosse trapelato niente, e mi stupisce chi non capisce che sarebbe stato più opportuno.

Invece la cosa è uscita, non da fonte locale ma abruzzese, probabilmente (ma è solo una mia supposizione) perché al giornalista pescarese (o chi per lui) che ha chiesto info sulla possibilità di un ritorno di Pillon sarà stato spiegato che era in trattativa con altri.

Noi, appunto.

Pazienza, capita.

Vengo all'opportunità del cambio.

Ho letto che a Gubbio abbiamo giocato male.

Non è esatto, non abbiamo giocato proprio.

E non è stata la prima volta, purtroppo.

Ho letto anche, per la verità più in altre sedi che sul forum, che Gautieri "pol allenar al massimo i pulcini"

Ora, a parte che la serieta' e la correttezza della persona non sono tali da meritarsi prese per il c**o, io parto da un presupposto che tenderei a considerare pacifico, e cioè che un allenatore professionista con centinaia e centinaia di panchine alle spalle, anche di categorie superiori alla nostra, ne sappia molto più di me e di qualsiasi utente di qualsiasi forum.

Dunque, i "ma cossa nol vedi che..." (completabile a piacere) hanno, anzi avevano, tutti una risposta ovvia: sì, lo vede.

Qualsiasi allenatore professionista, evidentemente, vede senz'altro quel che vediamo noi.

Probabilmente lo vede prima di noi, sicuramente vede anche altro.

Il problema non credo fosse di incompetenza, ma probabilmente di poca sintonia.

È chiaro che nessun allenatore chiede ai suoi una partita tipo Gubbio, a meno che non parliamo di un folle.

Purtroppo, la verità è che l'allenatore parla, ma in campo vanno i giocatori.

E coi giocatori, o comunque non con tutti, evidentemente la scintilla non è scattata.

La nostra è una buona squadra, mi fa sorridere chi parla di squadra da centro classifica.

Lo dimostra il fatto che pur non rendendo minimamente in rapporto alla qualità degli interpreti (ieri, guarda caso, è stata la prima volta) se avesse vinto a Carpi sarebbe stata a tre punti dalla vetta nonostante una  rosa falcidiata da covid e infortuni in maniera oggettivamente superiore a qualsiasi altra, forse Arezzo a parte.

Noi abbiamo una squadra fatta di gente che ha calcato in buona parte i campi di B, in qualche caso di A.

Di allenatori ne hanno avuti a decine, più o meno bravi.

Giunti a una certa età, i confronti inevitabilmente li fanno, e se il mister non li "conquista" e non trova la chiave giusta, si limitano magari inconsciamente a timbrare il cartellino.

È sempre successo, sempre succederà, antipatico o no che sia.

In qualsiasi ambiente di lavoro, non solo nel calcio.

Questo non significa che i giocatori sono dei mercenari maledetti che giocano contro il mister (anche se qualcuno esisterà, naturalmente) ma che a trenta e passa anni, e con una carriera più alle spalle che davanti, per andare oltre al minimo dovuto e invece ammazzarsi (figurativamente) per la causa, servono stimoli che evidentemente Gautieri non è riuscito a trasmettere

Ieri non è stata in questo senso l'ultima gara di Gautieri, ma la prima di Pillon.

Che come qualsiasi allenatore nuovo avrà un paio di settimane di tempo nelle quali avrà la massima attenzione da parte di tutti (la scopa nuova scopa sempre bene, l'attenzione è massima e tutti sanno di doversi conquistare il posto) e dovrà essere capace di rendere normale quel rendimento che ieri per la prima volta è apparso rispondente ai valori della rosa, magari intervenendo su qualche amnesia difensiva di troppo.

Proverà a farlo, e questo è un evidente segno di discontinuità rispetto al passato, portandosi un preparatore di fiducia.

E non un preparatore qualsiasi, ma quel Giacomo Tafuro che chi è addentro alle cose calcistiche conosce già, e chi non lo conosce può farlo facilmente cliccando il nome su google o visitando il suo sito.

insomma, non solo Biasin non molla ma rilancia pesantemente, anche se la cifra spesa per il Ferrini avrebbe già dovuto dare indicazioni precise a chi parlava di disimpegno.

Questo è.

Su questo, ovviamente, si può e si deve discutere...

Grazie Forest, i tuoi post noiosi ci sono mancati parecchio !     :unione2:

Link to post
Share on other sites

Ho letto il tuo intervento @forest, l'aspetto positivo che traspare è che il cambio di allenatore sia avvenuto dopo un lungo periodo di valutazioni, non legato alla singola partita, ad un tiro sbagliato...  Pillon, oltre a dei trascorsi importanti, pare avere la fiducia di tutti e credo quindi anche la possibilità di essere una guida sicura per tutti. La situazione di classifica è comunque buona, ci sono un mare di partite da disputare... Buon lavoro a Pillon!

Link to post
Share on other sites

sottoscrivo per intero il post di Forest

per quanto mi riguarda la partita di ieri, decisamente positiva, è stata la prova che la mossa di Milanese è quella giusta

e lo dico io che in passato non sono stato affatto tenero con il nostro factotum

i giocatori erano a conoscenza di quanto stava maturando e hanno sfoderato la prestazione in cui ognuno ha fatto ben più del compitino finora svolto

lo hanno fatto per salvare il mister uscente che, in fondo, consentiva una vita abbastanza tranquilla ? oppure per farsi vedere dal nuovo allenatore che ovviamente li stava seguendo da casa ?

non importa, lo hanno fatto e basta

ma in questo modo hanno dimostrato di poter fare ben più di quanto fatto finora se adeguatamente motivati

riuscirà Pillon ad ottenere un rendimento superiore con continuità ? chissà, chi può dirlo

certo quello che l'ha preceduto non era stato capace di farlo

per cui benvenuto mister Pillon e in bocca al lupo

e un grazie a Mario Biasin che non si tira mai indietro se c'è da intervenire per aggiustare le cose

 

Link to post
Share on other sites

sottoscrivo el post de forest con una piccola precisazione.

gautieri non xe allenador de sto livel, fine della storia. nessuna sopresa per el sottoscritto, visto che lo sostenevo da quando xe rivado.

pillon, che non seguo da anni, e quindi non so se sia bollido, xe altro livel sulla carta

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


  • advertisement_alt
  • advertisement_alt
  • advertisement_alt


×
×
  • Create New...