Jump to content
kaisercaio

Venerdì 5/09 inaugurazione casette dell'acqua

Recommended Posts

Venerdì 5/09 alle ore 12 ci sarà l'inaugurazione di una delle tre casette dell'acqua che sono state posizionate nel territorio del Comune di Trieste (Rotonda del Boschetto 1 - Melara Chiesa di San Luca/Coop/Commissariato Melara - Borgo San Sergio - Via Grego).

La fontana torna alle origini: non solo arredo urbano, ma pubblica, concreta e quotidiana utilità. Sarà inaugurata quella di San Givanni alle ore 12 infatti, la nuova fontana tecnologia in Rotonda del Boschetto 1 , da cui l'acqua zampilla - novità assoluta - sia naturale sia gasata.

É l'iniziativa che il Comune di Trieste , dedica ad uno dei simboli stessi della vita, bene primario sulla cui gestione si gioca il futuro stesso dell'Umanità.

Un'idea per promuovere la qualità e la sicurezza dell'acqua pubblica e per ridurre il consumo e lo smaltimento delle bottiglie di plastica, ma che ci consente anche di ridurre le emissioni inquinanti dovute al trasporto dell'acqua in bottiglia.

Si tratta della versione contemporanea della classica fontana pubblica, quella attorno alla quale si svolgeva la vita dei nostri borghi fino a meno di un secolo fa: la nuova fontana eroga acqua microfiltrata sia naturale, sia gasata, sempre gradevolmente fresca. Un'iniziativa il cui obiettivo è promuovere l’acqua dell’acquedotto esaltandone le caratteristiche di qualità e sicurezza. Una novità grazie alla quale la fontana, come già è stato lungamente in passato, torna ad essere un punto che favorisce l’aggregazione e la socialità.

Si riscopre un valore importante della tradizione, grazie ad una fontana che fa uso delle più moderne tecnologie al servizio dell’acqua, con un’attenzione particolare all’ambiente, utilizzando tutte le nuove risorse a disposizione per risparmiare energia e ridurre la produzione di rifiuti plastici e i conseguenti problemi di smaltimento».

Ogni mese, ogni ProAcqua City installato eroga una media di 45.000 litri d’acqua risparmiando quindi lo smaltimento di 30.000 bottiglie di PET (1.200 Kg di Plastica), l’immissione in atmosfera di 250 Kg di CO2 per la produzione di dette bottiglie e 1.150 Kg di CO2 per la loro movimentazione

L'acqua sarà disponibile ad un costo molto limitato; e per farne conoscere e sperimentare l'utilizzo, verrà erogata gratuitamente per un breve periodo. Successivamente verrà erogata tramite tessere pre caricate disponibili in vari punti vendita

.

Questo strumento, inoltre, va incontro alla sensibilità di tantissimi Italiani, in quanto permette di rivalutare l'acqua dell'acquedotto rilanciandone la qualità attraverso un modo nuovo di percepire l'acqua pubblica. Infatti sarà possibile prelevarla anche gasata compiendo così tre azioni importanti:

  1. apprezzare la propria acqua cittadina che non ha nulla da invidiare all'acqua in bottiglia;
  2. risparmiare moltissima plastica che non finirà in discarica e ci farà risparmiare i costi di smaltimento;
  3. risparmiare perché l'acqua della nuova fontana avrà un costo di € 0,05 al litro.

http://www.proacquagroup.com/

Link to post
Share on other sites
Guest nikibeach

Io resto dell'idea che le casette dell'acqua a Trieste siamo inutili, oramai chi vuole acqua di rubinetto più filtrata o gasata auto prodotta si compra la macchinetta in casa e si risparmia la sbatta di andarla a prendere. Io personalmente compro le bottigliette piccole della Goccia di carnia perché mi piace il sapore, quella del rubinetto è buona ma comunque la considero "chimica" e quindi casette o meno non penso che cambierei abitudine. Mi chiedo perché non ripristinare le vecchie fontanelle che erano più utili.

Link to post
Share on other sites

Io resto dell'idea che le casette dell'acqua a Trieste siamo inutili, oramai chi vuole acqua di rubinetto più filtrata o gasata auto prodotta si compra la macchinetta in casa e si risparmia la sbatta di andarla a prendere. Io personalmente compro le bottigliette piccole della Goccia di carnia perché mi piace il sapore, quella del rubinetto è buona ma comunque la considero "chimica" e quindi casette o meno non penso che cambierei abitudine. Mi chiedo perché non ripristinare le vecchie fontanelle che erano più utili.

ai ai ai nik

1. Le machinette da casa sono un concentrato di batteri monster.

2. I filtri delle fontane tecnologiche, tra le altre cose tolgono il cloro e quindi anche il suo sapore fastidioso cosa che nelle fontanelle non puoi fare.

3. http://www.teatronaturale.it/tracce/salute/18203-pericoli-e-insidie-nascoste-in-una-bottiglia-d-acqua-minerale.htm

4. http://www.terrascienza.it/index.php?option=com_content&view=article&id=261:acque-minerali-quello-che-le-etichette-non-dicono&catid=5:inquinamento&Itemid=11

Link to post
Share on other sites
Guest nikibeach

Caio (anche se so che preferisci Kaio) immagino che tu comunque abbia degli interessi sulle casette dell'acqua però io ho espresso solo una mia opinione, comunque ti ringrazio per i link perché ho scoperto che la Goccia di Carnia è perfetta a livello di dati e ne sono orgoglioso essendo un'azienda della nostra regione e soprattutto l'acqua che bevo regolarmente. Comunque non discuto che di base le case dell'acqua siano utili però ti ho espresso i miei dubbi sulla reale utilizzabilità a Trieste dove tutto sommato l'acqua del rubinetto è bevibile. Io personalmente non riesco concettualmente a berla perché comunque sono acque grigie depurate chimicamente e la cosa seppur perfettamente sana mi blocca, limite mio non lo nego, e il fatto che ci sia un filtraggio aggiuntivo non è che me la rende migliore. Secondo me una casetta dell'acqua in periferia come ad esempio nella bassa friulana ha un senso ma tutto sommato a roiano ci sono tre supermercati ed è vero che uno risparmia prendendola alla casetta però è anche vero che deve portarsi le bottiglie e poi in quanto svapora? Una minerale chiusa la puoi tenere anche un anno che quando l'apri è comunque gasata. Sui depuratori casalinghi io personalmente li reputo perfettamente inutili, ma resta sempre una mia opinione....

Link to post
Share on other sites

A dir il vero, Niki, una mia amica che lavora all'Arpa mi dice che l'acqua di rubinetto della nostra città è controllata 4 volte al giorno ed è buona, non solo nel gusto. Buh.

ti te ga saluda' tutti ore fa, cos'te va qua?

via via alo, scio'. torna in novembre

Link to post
Share on other sites

No Niki me servi i valori chimici per far la birra! Za el fatto che no sia cloro xe una gran roba.

Se la xe bona per quel risparmio sulla chimica (e sul portafoglio). La nostra la xe bastanza dura e xe casin abbassar el ph con tutti quei carbonati che fa de tampon!

Per el resto avanti a Brita (de qualcosa ghe vol pur morir)

Link to post
Share on other sites

Caio (anche se so che preferisci Kaio) immagino che tu comunque abbia degli interessi sbottigliaulle casette dell'acqua però io ho espresso solo una mia opinione, comunque ti ringrazio per i link perché ho scoperto che la Goccia di Carnia è perfetta a livello di dati e ne sono orgoglioso essendo un'azienda della nostra regione e soprattutto l'acqua che bevo regolarmente. Comunque non discuto che di base le case dell'acqua siano utili però ti ho espresso i miei dubbi sulla reale utilizzabilità a Trieste dove tutto sommato l'acqua del rubinetto è bevibile. Io personalmente non riesco concettualmente a berla perché comunque sono acque grigie depurate chimicamente e la cosa seppur perfettamente sana mi blocca, limite mio non lo nego, e il fatto che ci sia un filtraggio aggiuntivo non è che me la rende migliore. Secondo me una casetta dell'acqua in periferia come ad esempio nella bassa friulana ha un senso ma tutto sommato a roiano ci sono tre supermercati ed è vero che uno risparmia prendendola alla casetta però è anche vero che deve portarsi le bottiglie e poi in quanto svapora? Una minerale chiusa la puoi tenere anche un anno che quando l'apri è comunque gasata. Sui depuratori casalinghi io personalmente li reputo perfettamente inutili, ma resta sempre una mia opinione....

Ma ti sei mai chiesto come mai un'acqua minerale imbottigliata ha una scadenza di anche due anni? Fai una cosa.... vai in montagna a 2.000 metri.... prendi una fonte qualsiasi..... metti l'acqua in bottilgia.... la sigilli..... e dopo due anni fai un'analisi di cosa trovi dentro........

Una sola cosa mi meraviglia del tuo atteggiamento...... la superfacilità con cui affronti l'argomento che non è da te........

Per Rioda.... mandime un pvt e te rispondo.....

Link to post
Share on other sites
Guest nikibeach

Caio scusami ho dimenticato un dettaglio, io bevo SOLO acqua naturale e siccome per legge deve essere quella della fonte e non può subire neanche trattamenti di pastorizzazzione e viene imbottigliata in un contesto sterile non vedo per quale motivo devo da casa mia prendere la macchina ogni tre giorni per riempire delle bottiglie che comunque non saranno sterili per riempirle con un'acqua sana ma trattata chimicamente. Ripeto capisco che sia roba tua ma ho espresso solo il mio pensiero poi magari tra cinque anni tutti useranno la casetta, personalmente temo che sarà un buco nell'acqua.

Link to post
Share on other sites

Venerdì 5/09 alle ore 12 ci sarà l'inaugurazione di una delle tre casette dell'acqua che sono state posizionate nel territorio del Comune di Trieste (Rotonda del Boschetto 1 - Melara Chiesa di San Luca/Coop/Commissariato Melara - Borgo San Sergio - Via Grego).

La fontana torna alle origini: non solo arredo urbano, ma pubblica, concreta e quotidiana utilità. Sarà inaugurata quella di San Givanni alle ore 12 infatti, la nuova fontana tecnologia in Rotonda del Boschetto 1 , da cui l'acqua zampilla - novità assoluta - sia naturale sia gasata.

É l'iniziativa che il Comune di Trieste , dedica ad uno dei simboli stessi della vita, bene primario sulla cui gestione si gioca il futuro stesso dell'Umanità.

Un'idea per promuovere la qualità e la sicurezza dell'acqua pubblica e per ridurre il consumo e lo smaltimento delle bottiglie di plastica, ma che ci consente anche di ridurre le emissioni inquinanti dovute al trasporto dell'acqua in bottiglia.

Si tratta della versione contemporanea della classica fontana pubblica, quella attorno alla quale si svolgeva la vita dei nostri borghi fino a meno di un secolo fa: la nuova fontana eroga acqua microfiltrata sia naturale, sia gasata, sempre gradevolmente fresca. Un'iniziativa il cui obiettivo è promuovere l’acqua dell’acquedotto esaltandone le caratteristiche di qualità e sicurezza. Una novità grazie alla quale la fontana, come già è stato lungamente in passato, torna ad essere un punto che favorisce l’aggregazione e la socialità.

Si riscopre un valore importante della tradizione, grazie ad una fontana che fa uso delle più moderne tecnologie al servizio dell’acqua, con un’attenzione particolare all’ambiente, utilizzando tutte le nuove risorse a disposizione per risparmiare energia e ridurre la produzione di rifiuti plastici e i conseguenti problemi di smaltimento».

Ogni mese, ogni ProAcqua City installato eroga una media di 45.000 litri d’acqua risparmiando quindi lo smaltimento di 30.000 bottiglie di PET (1.200 Kg di Plastica), l’immissione in atmosfera di 250 Kg di CO2 per la produzione di dette bottiglie e 1.150 Kg di CO2 per la loro movimentazione

L'acqua sarà disponibile ad un costo molto limitato; e per farne conoscere e sperimentare l'utilizzo, verrà erogata gratuitamente per un breve periodo. Successivamente verrà erogata tramite tessere pre caricate disponibili in vari punti vendita

.

Questo strumento, inoltre, va incontro alla sensibilità di tantissimi Italiani, in quanto permette di rivalutare l'acqua dell'acquedotto rilanciandone la qualità attraverso un modo nuovo di percepire l'acqua pubblica. Infatti sarà possibile prelevarla anche gasata compiendo così tre azioni importanti:

  1. apprezzare la propria acqua cittadina che non ha nulla da invidiare all'acqua in bottiglia;
  2. risparmiare moltissima plastica che non finirà in discarica e ci farà risparmiare i costi di smaltimento;
  3. risparmiare perché l'acqua della nuova fontana avrà un costo di € 0,05 al litro.

http://www.proacquagroup.com/

..ma che figata! solo non condivido la " versione contemporanea ".. la fontana pubblica iera e xe un bene culturale...e se i voleva ricostruila speravo circa come iera una volta... ah questo contemporaneo.. questo troppo moderno...xe troppo..

Link to post
Share on other sites

Nik.... .no go voia de metterte i mille link a suffragio de quel che scrivo.....

1. La scadenza lunga dell'acqua minerale in bottiglia deriva sì da quello che dici ma anche dal fatto che li dentro trovi nitrati e nitriti che sono dei conservanti che sicuramente non fanno benissimo

2. Sul discorso sterilità mi vien da sorridere..... la tua bella acqua pura dove la versi? In un bicchiere suppongo...... penso sia inutile che vada avanti.....

http://ecoalfabeta.blogosfere.it/2010/10/acqua-in-bottiglia-quante-bugie.html

Link to post
Share on other sites
Guest nikibeach

Caio molime che poi ti che te me difendi l'acqua xe allarmante! In ogni caso non discuto che l'acqua che ho usato per la doccia e che è stata depurata chimicamente e in modo fisico e poi attraverso le tubature arrivi a una macchina piazzata in mezzo a un incrocio con alcuni filtri e imbottigliata "al volo" sia più sana di un'acqua minerale presa alla fonte e imbottigliata senza procedimenti, dico solo che a me piace l'acqua goccia di carnia, compro le bottigliette piccole ogni sei mesi e non rompo i cojoni a nessuno.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


  • advertisement_alt
  • advertisement_alt
  • advertisement_alt


×
×
  • Create New...