Jump to content
SandroWeb

De' Longhi Treviso-Allianz Trieste (domenica 28 marzo 2021)

Recommended Posts

17 minuti fa, bananarepublic ha scritto:

L’obiettivo messo in campo da una parte di tifoseria contro Dalmasson (a Trieste non ha dimostrato niente...) ormai è palese: massacrare di pressione mediatica(offensiva molte volte) l’allenatore, la stessa che sarebbe riservata a un coach ultimo in classifica e senza speranze di salvezza.

Pressione che, generalmente, arriva da persone che sfogano sul web i fallimenti della propria vita quotidiana.

Fortunatamente la società è "sorda" sotto questo punto di vista e non si fa attirare dalle sirene fatte da critiche strumentali provenienti dal web. 

 

Mai senti tante cagade tutte in una volta...

  • Mi piace 2
Link to post
Share on other sites

Sarebbe infatti ora che cambiassimo discorso lo dico davvero. Tutto molto stucchevole e inutile come già scritto da altri.

Basterebbe però un minimo davvero un minimo di buon senso da parte di tutti per non dover leggere le solite cose dopo ogni mezzo (o intero come ieri...) passo falso su budget time out e dintorni (e viceversa ovviamente).

Ormai si trasforma tutto in un pro o contro qualcuno, pro o contro Dalmasson pro o contro Doyle, pro o contro Laquintana, perdendo spesso di vista il macroquadro.

Allora per non aumentare la desertificazione del globo e di questo sito ripropongo la domanda di stanotte che nessuno ha voluto (potuto) elaborare: cosa è successo alla squadra dopo il sacco di Milano? Qualcuno ha delle idee? Io no per inciso, non posso credere che tutto sia riconducibile all'infortunio din un singolo (per quanto molto importante) elemento.

Non sarebbe meglio uscire da questa logica di guerra di bande pensando al tantissimo che abbiamo avuto da questa stagione (!) nonostante le grosse difficoltà passate, relativamente agli obiettivi iniziali? Perchè se vogliamo parlare in maniera fair a questa squadra si chiedeva una tranquilla salvezza, che sta arrivando in carrozza se non qualcosa di molto di +....

  • Mi piace 1
Link to post
Share on other sites
1 ora fa, bananarepublic ha scritto:

L’obiettivo messo in campo da una parte di tifoseria contro Dalmasson (a Trieste non ha dimostrato niente...) ormai è palese: massacrare di pressione mediatica(offensiva molte volte) l’allenatore, la stessa che sarebbe riservata a un coach ultimo in classifica e senza speranze di salvezza.

Pressione che, generalmente, arriva da persone che sfogano sul web i fallimenti della propria vita quotidiana.

Fortunatamente la società è "sorda" sotto questo punto di vista e non si fa attirare dalle sirene fatte da critiche strumentali provenienti dal web. 

 

Beato te che hai  capito tutto.

Link to post
Share on other sites
34 minuti fa, poli ha scritto:

Sarebbe infatti ora che cambiassimo discorso lo dico davvero. Tutto molto stucchevole e inutile come già scritto da altri.

Basterebbe però un minimo davvero un minimo di buon senso da parte di tutti per non dover leggere le solite cose dopo ogni mezzo (o intero come ieri...) passo falso su budget time out e dintorni (e viceversa ovviamente).

Ormai si trasforma tutto in un pro o contro qualcuno, pro o contro Dalmasson pro o contro Doyle, pro o contro Laquintana, perdendo spesso di vista il macroquadro.

Allora per non aumentare la desertificazione del globo e di questo sito ripropongo la domanda di stanotte che nessuno ha voluto (potuto) elaborare: cosa è successo alla squadra dopo il sacco di Milano? Qualcuno ha delle idee? Io no per inciso, non posso credere che tutto sia riconducibile all'infortunio din un singolo (per quanto molto importante) elemento.

Non sarebbe meglio uscire da questa logica di guerra di bande pensando al tantissimo che abbiamo avuto da questa stagione (!) nonostante le grosse difficoltà passate, relativamente agli obiettivi iniziali? Perchè se vogliamo parlare in maniera fair a questa squadra si chiedeva una tranquilla salvezza, che sta arrivando in carrozza se non qualcosa di molto di +....

Sono assolutamente d'accordo, basterebbe che ogni volta che si dice qualcosa di negativo su società coach o giocatori qualcuno non pensasse che se ghe ga bestemmià la mare.

  • Mi piace 1
Link to post
Share on other sites
49 minuti fa, poli ha scritto:

Sarebbe infatti ora che cambiassimo discorso lo dico davvero. Tutto molto stucchevole e inutile come già scritto da altri.

Basterebbe però un minimo davvero un minimo di buon senso da parte di tutti per non dover leggere le solite cose dopo ogni mezzo (o intero come ieri...) passo falso su budget time out e dintorni (e viceversa ovviamente).

Ormai si trasforma tutto in un pro o contro qualcuno, pro o contro Dalmasson pro o contro Doyle, pro o contro Laquintana, perdendo spesso di vista il macroquadro.

Allora per non aumentare la desertificazione del globo e di questo sito ripropongo la domanda di stanotte che nessuno ha voluto (potuto) elaborare: cosa è successo alla squadra dopo il sacco di Milano? Qualcuno ha delle idee? Io no per inciso, non posso credere che tutto sia riconducibile all'infortunio din un singolo (per quanto molto importante) elemento.

Non sarebbe meglio uscire da questa logica di guerra di bande pensando al tantissimo che abbiamo avuto da questa stagione (!) nonostante le grosse difficoltà passate, relativamente agli obiettivi iniziali? Perchè se vogliamo parlare in maniera fair a questa squadra si chiedeva una tranquilla salvezza, che sta arrivando in carrozza se non qualcosa di molto di +....

Ma non c'è nessuna guerra,quando si commenta le sconfitte,si parla della partita appena persa,mica dei 10anni a Trieste del coach,dei 4 di da Ros,eccc... Il commento vale per l'ultima partita. 

Per andare ad altro: la squadra  ovviamente non è quella di Milano , ed è la stessa ondivaga di "sempre" 3/4 partite buone,3/4brutte,1ottima,1orrenda. Il che va pari passo con le prestazioni dei singoli, Fernandez e Henry per me sono i giocatori fondamentale e sono anche tra i più ondivaghi. Fernandez ieri non ha fatto una partita da playmaker,all'inizio non ha messo in ritmo i compagni ma ha pensato "ai fatti suoi",tanto che Henry ha avuto il primo tiro dopo 6minuti(inconcepibile per me). Upson ha giocato bene,ma per noi è troppo importante la capacità di Delia di riaprire ai tiratori(cosa che upson non sa fare),tanto che alviti non ha avuto un tiro da 3 decente fino a metà terzo quarto.graziulis in queste condizioni non si può vedere,poverino. Questo per dire quello che è successo ieri e capita ogni tanto,e non è la regola. Quella vista ieri è una squadra brutta,forse la più brutta,ma il valore reale non è questo,come non lo è la squadra che ha asfaltato Milano.

Link to post
Share on other sites
3 ore fa, poli ha scritto:

Sarebbe infatti ora che cambiassimo discorso lo dico davvero. Tutto molto stucchevole e inutile come già scritto da altri.

Basterebbe però un minimo davvero un minimo di buon senso da parte di tutti per non dover leggere le solite cose dopo ogni mezzo (o intero come ieri...) passo falso su budget time out e dintorni (e viceversa ovviamente).

Ormai si trasforma tutto in un pro o contro qualcuno, pro o contro Dalmasson pro o contro Doyle, pro o contro Laquintana, perdendo spesso di vista il macroquadro.

Allora per non aumentare la desertificazione del globo e di questo sito ripropongo la domanda di stanotte che nessuno ha voluto (potuto) elaborare: cosa è successo alla squadra dopo il sacco di Milano? Qualcuno ha delle idee? Io no per inciso, non posso credere che tutto sia riconducibile all'infortunio din un singolo (per quanto molto importante) elemento.

Non sarebbe meglio uscire da questa logica di guerra di bande pensando al tantissimo che abbiamo avuto da questa stagione (!) nonostante le grosse difficoltà passate, relativamente agli obiettivi iniziali? Perchè se vogliamo parlare in maniera fair a questa squadra si chiedeva una tranquilla salvezza, che sta arrivando in carrozza se non qualcosa di molto di +....

Concordo

e un criptico messaggio di Da Ros su Instagram mette qualche ombra

speriamo di riprendere il cammino dopo la sosta

Link to post
Share on other sites

Milano è arrivata al culmine di un periodo fantastico. Perché se avessimo semplicemente vinto a Milano si potrebbe parlare anche di caso. Ma vincemmo a Bologna e Cremona... e in che modo.. in mezzo a molte altre vittorie. In quel momento tutto girava a meraviglia. Sembrava che le vittorie ci caricassero. Poi il brutto stop con Brescia e non siamo più stati gli stessi ad eccezione di Reggio dove abbiamo giocato alla grande. 

Ridurre tutto al tiro da 3 che non entra mi sembra riduttivo. Vedo energia in campo ma spesso disordinata e nervosa. Sia in difesa che in attacco dove paghiamo le nostre insicurezze con tante palle perse. Alcuni dei nostri giocatori sono altalenanti,  doyle su tutti. Non abbiamo un vero go to guy cui aggrapparci per cui se va bene girano tutti e se va male siamo come ieri sera.

Non so niente di budget ma continuo a credere che dalmasson abbia fatto più che bene con il materiale che aveva.

 

 

Link to post
Share on other sites

Siamo una squadra costruita per giocare da squadra, con l'idea di tenere alti i ritmi per dare pressione in difesa e far circolare la palla in attacco.

Non abbiamo gente da 20-25 punti a partita alla quale darla nei momenti di difficoltà e poter dire "tanto ci pensa lui".

Abbiamo 5 stranieri e non 6-7 o 8 come altre squadre e quando te ne vengono a mancare 2 (o 3) per i postumi di un infortunio o per calo fisico/mentale, non ci sono ovviamente i cambi per mantenere gli stessi livelli di gioco.

Doyle sta vivendo un momento complicato: rispetto ad inizio stagione ha ridotto i tiri tentati (salvo quando si tratta di cercare la rimonta impossibile..) per coinvolgere maggiormente la squadra con penetrazioni e assist, ma giocando sempre molti minuti perde lucidità anche nel tiro da fuori e le palle perse lievitano a dismisura.

Henry temo che caratterialmente non abbia quella grinta e cattiveria necessarie per far esplodere completamente il suo talento, e allo stesso tempo manifesta dei cali di concentrazione che lo portano a fare delle giocate sbagliate o dei falli in sequenza assolutamente evitabili, mettendosi in panchina praticamente da solo.

Vediamo di recuperare tutti i giocatori almeno dal punto di vista fisico e poi capiremo se le ultime prestazioni sono state causate da appagamento/sufficienza da parte di alcuni giocatori, o se invece i meccanismi si erano davvero inceppati a causa degli infortuni.

 

 

 

Link to post
Share on other sites

Tanti giocatori sono stati sopravvalutati e invece sono dei buoni giocatori per fare un onesto campionato da metà classifica.

Io continuo a dire che la campagna acquisti è stata meglio del solito ma anche quest'anno non è arrivato nemmeno un giocatore che ti lascia a bocca aperta.

Ma sono stufo di ripeterlo, perché ogni volta che faccio il nome di questa o quella società che pesca questo o quel giocatore mi si accusa sempre (dagli stessi) di essere erbavoglista monarchico nonché daltonico scrutatore del prato oltre al recinto.

 

  • Mi piace 1
Link to post
Share on other sites

Mah, io oggi a mente fredda dico che la partita l'ha vinta la squadra che ha gioato meglio, dà fastidio perdere con TV, ma purtroppo il periodo della squadra è quello che è... credo che l'infortunio di Graziullis, arrivato all'apice del ns. momento cestistico,  ha inceppato i meccanismi che ci avevano portato meritatmente al 6 posto.

Da qui, cerchiamo di sfruttare il turno di pausa per recuperare qualche giocatore evidentemente fuori fase. Poi, cerchiamo di vincere le 2 partite in casa che restano, e che potrebbero portarci ai PO magari da 7ma o 8va, Poi, sarò ultracontento se venisse ancora una vittoria fuori casa, ma onestamente potrebbe anche non accadere. Onestamente quest'anno va così, tra COVID, palazzetti vuoti, partite in atmosfera spettrale.. Speriamo che dall'anno prossimo si possa tornare a incitare i ragazzi, perchè giocare così è veramente uno strazio.

Link to post
Share on other sites

non è da sottovalutare l’uscita per infortunio, colpo alla testa, di Laquintana nel primo tempo, naturale secondo playmaker. Sono d’accordo che Doyle non dovrebbe mai portare palla perché play proprio non può farlo. Doyle è una guardia tiratrice e perciò per questo deve essere utilizzato. Cavaliero in questo momento può essere una mossa nella difesa a zona e non in quella individuale. Poi ci sono le scelte dello staff tecnico che secondo me non ha trovato la difesa giusta per contenere il tiro da fuori dei trevigiani. Adesso bisogna recuperare gli infortunati e preparare le ultime 5 partite perché i play offs deve essere un traguardo da raggiungere in onore dello sponsor Allianz.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

Link to post
Share on other sites
22 minuti fa, richts ha scritto:

non è da sottovalutare l’uscita per infortunio, colpo alla testa, di Laquintana nel primo tempo, naturale secondo playmaker. Sono d’accordo che Doyle non dovrebbe mai portare palla perché play proprio non può farlo. Doyle è una guardia tiratrice e perciò per questo deve essere utilizzato. Cavaliero in questo momento può essere una mossa nella difesa a zona e non in quella individuale. Poi ci sono le scelte dello staff tecnico che secondo me non ha trovato la difesa giusta per contenere il tiro da fuori dei trevigiani. Adesso bisogna recuperare gli infortunati e preparare le ultime 5 partite perché i play offs deve essere un traguardo da raggiungere in onore dello sponsor Allianz.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk

oltre a Graziulis a rischio anche Henry 

Link to post
Share on other sites
27 minuti fa, Orgoglio Triestino ha scritto:

Cosa è successo a Mike?

mano gonfia e viola ...pericolo di micro frattura. Oggi i verificava...Lo ga dito ieri Ghiacci a T4

Link to post
Share on other sites

Molto interessanti le analisi di @Orgoglio Triestino e @Alan74

Dal 31 Gennaio data del sacco di Milano sono passati 2 mesi e solo 6 partite, andando a ritroso Treviso, Venezia, Reggio, Cantù, Brindisi e Brescia.

Di queste detto con molto franchezza ne abbiamo giocata bene 1 sola, quella a Bologna, anche per la pochezza dell'avversario. Su un periodo di 2 mesi.

Se le sconfitte con Venezia e Brindisi le posso anche considerare indolori da un certo punto di vista quella che davvero grida vendetta è quella con Brescia, 2 punti persi orrendi figli di superficialità e un po di presunzione.

C'è da dire che queste 6 partite  arrivano dopo l'ottimo periodo post Covid di Dicembre e Gennaio.

È come se un certo percorso di crescita si fosse bruscamente arrestato implodendo un po su stesso.

Speriamo da questa pausa forzata si possa ripartire con un mini ciclo positivo, a questo punto per essere sicuri di un posto play off decente bisogna per forza di cose portare a casa le vittorie con Pesaro (che sembra anche lei in mezza caduta libera, Repesa o non Repesa), Fortitudo e possibilmente almeno 1 tra Varese e Trento. La Virtus vediamo, potrebbe avere la testa all'Eurocup.

Urge sterzata tecnica ed emotiva per non dare il classico calcio ad un secchio di una stagione finore molto buona. La squadra merita di finire con un record almeno del 50% secondo me, andare sotto lo troverei abbastanza deludente.

Link to post
Share on other sites
28 minuti fa, poli ha scritto:

Molto interessanti le analisi di @Orgoglio Triestino e @Alan74

Dal 31 Gennaio data del sacco di Milano sono passati 2 mesi e solo 6 partite, andando a ritroso Treviso, Venezia, Reggio, Cantù, Brindisi e Brescia.

Di queste detto con molto franchezza ne abbiamo giocata bene 1 sola, quella a Bologna, anche per la pochezza dell'avversario. Su un periodo di 2 mesi.

Se le sconfitte con Venezia e Brindisi le posso anche considerare indolori da un certo punto di vista quella che davvero grida vendetta è quella con Brescia, 2 punti persi orrendi figli di superficialità e un po di presunzione.

C'è da dire che queste 6 partite  arrivano dopo l'ottimo periodo post Covid di Dicembre e Gennaio.

È come se un certo percorso di crescita si fosse bruscamente arrestato implodendo un po su stesso.

Speriamo da questa pausa forzata si possa ripartire con un mini ciclo positivo, a questo punto per essere sicuri di un posto play off decente bisogna per forza di cose portare a casa le vittorie con Pesaro (che sembra anche lei in mezza caduta libera, Repesa o non Repesa), Fortitudo e possibilmente almeno 1 tra Varese e Trento. La Virtus vediamo, potrebbe avere la testa all'Eurocup.

Urge sterzata tecnica ed emotiva per non dare il classico calcio ad un secchio di una stagione finore molto buona. La squadra merita di finire con un record almeno del 50% secondo me, andare sotto lo troverei abbastanza deludente.

Concordo, direi che tra quelle giocate bene ci sta anche Reggio.

Link to post
Share on other sites

Il problema è che quasi tutte le squadre che erano in difficoltà ad inizio anno, anche per alcuni ruoli un po' scoperti, adesso li hanno sistemati.

Forse Pesaro vive un momento di appannamento atletico e con Eboua rinforzerà la squadra da quel punto di vista, Varese con un centro vero come Egbunu ha già dimostrato un diverso potenziale e anche Reggio, dopo i cambi e l'arrivo di Caja, secondo me risalirà nella parte finale del campionato.

Dobbiamo stare attenti e metterci molta grinta e concentrazione per conservare quel tesoretto di 4 punti che abbiamo di vantaggio in chiave PO.

Link to post
Share on other sites
Il 29/3/2021 at 09:25, sir_john ha scritto:

Ogni volta che si gioca male (spesso) escono queste considerazioni... ma non puoi proprio farne a meno? Ti rendi conto che non servono a nulla?  O vuoi che per forza anche quando facciamo schifo lodiamo la squadra ed il coach? Abbiamo (non hanno) giocato malissimo e lo metto in evidenza con la rabbia del momento... pensi che ne sia contento? Che cosa ne sai tu di come mi sento dopo una sconfitta contro TV giocata a quel modo? Da come parli, pare che tu creda che ne godiamo... bè, ti do una notizia... non è così, tutt'altro!!!

Hai ragione, devo evitare. Anche se non mi riferivo a te ma a chi imperversava (gufava) durante la partita con commenti, quantomeno, inutili, chiudendo con un raffinato e sensibile "Complimenti a tutti, soprattutto a Doyle" che mi ha fatto andare il sangue in testa. Capitolo chiuso detto che poi nel mio post non elogiavo (chi mi ha commentato non ha letto evidentemente) ma stigmatizzavo sia la pessima partita che persino la cattiva gestione da parte del coach. Poi con 2 infortunati rientranti e Laquintana subito out, forse di più davvero non si poteva chiedere.

Commentando invece il post-Milano, per me i fattori sono stati due e chiari: calo di adrenalina cresciuta per la reazione all'essere vittima sacrificale indebolita nel post covid, quella rabbia negli occhi di chi non vuole mollare. Rabbia nervosa che poi si paga in un down post-esame tipico. Poi l'infortunio a Grazulis: giocatore che stata rendendo in modo totale e (piuttosto) immarcabile, che apriva sotto quando si spostava fuori ottimo da tre, e viceversa da sotto per le guardie soprattutto in coppia con Delia. Certo anche Fernandez ha avuto dei passaggi a vuoto, ma quelli secondo me non sono stati la grande variabile.

Edited by GMarco
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


  • advertisement_alt
  • advertisement_alt
  • advertisement_alt


×
×
  • Create New...