Jump to content

Confronti tra etnie e religioni


Recommended Posts

12/8/2006

Due giorni fa il fidanzato italiano di una pachistana 20enne, ne aveva denunciato la scomparsa. Ora i carabinieri hanno rinvenuto il cadavere della giovane sotterrato nel giardino della casa a Sarezzo, nel Bresciano, dove vivono proprio i familiari della ragazza. La pachistana, Hina Saleem residente da un po' di tempo nel paesino della Val Trompia, sarebbe stata massacrata a coltellate. Nessuna traccia dei familiari .

Mohammed Saleem, ha detto subito ai militari. "Sono stato io, dopo una discussione; gli altri non c'entrano con l'omicidio. Le avevo chiesto di cambiare vita, ma lei ha rifiutato. Non volevo diventasse come quelle altre". Ma da queste parole non traspare nessun segno di pentimento, come se per l'uomo fosse inevitabile l'uccisione di una figlia che non si sottoponeva alle regole di famiglia. La ragazza infatti aveva rifiutato di sposare un cugino scelto per lei dai genitori ed era andata a vivere da qualche mese con Beppe, carpentiere bresciano cattolico di 33 anni

La ragazza è stata uccisa dopo una riunione di famiglia: si era ribellata alle tradizioni. :unsure:

Già da tempo succedi ste robe in italia e credo non solo,la difficoltà de integrarse,ma in casi come anche questo non se fa neanche lo sforzo de provar a cambiar.I ragazzi islamici vivi studia frequenta le scuole e sembra che i gabbi meno problemi ad adattarse ai nostri usi e costumi al contrario i genitori.

Pol esser el fatto che noi avemo un approccio diverso con la religion nel senso che se non te vado in Chiesa per 1 mese mia mamma non cerca de ucciderme tanto per capirse.Il nostro modo de far non xè tanto giusto a mio parer perchè la vivemo alla leggera e forse xè osar dir che semo dei veri credenti cioè quei che segui i 10 comandamenti alla lettera,ghe ne xè pochi. :papa:

El loro modo invece xè assurdo e xè fora da ogni concezion.Non posso creder che nell'islam non esisti l'amor che lega un genitor a un fio o che lo lega al tal punto de doverla uccider dopo aver fatto una riunion de famiglia per decider el da farsi...xè troppo assurdo da concepir :ehno:

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 109
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Una volta de noi sta roba se ciamava " delitto d'onore" :muto: , ma par passadi secoli de quando che i li fazeva. però , anche se i lo considerava un'attenuante, iera sempre delitto. E sopratutto la religion nostra no scusava affatto.

No me meraviglia, go letto in Arabia de mule che , disonorade per gaver avudo rapporti con muli, xe stade negade in piscina ( de casa) dela famiglia riunida.

Zerto, sta gente devi capir che se i vivi de noi i devi rispettar almeno le nostre leggi, che proibissi l'omicidio e ormai no ghe xe più le attenuanti per el delitto d'onor. Disemo che, al posto del pare, capiria dir che el podessi gaver un dolor de cuor a veder la fia, che inveze de sposarse con un mulo "per ben" , meterse a conviver con un "infedele", ma de là a copar me par che ghe ne passa. Ma forsi ghe sarà stada la pression dela famiglia su de lu Che omo te son, che te lassi tua fia comportarse come una "p" ? e imagino che el se sarà sentido un fallido nel educazion dela fia.

Eco, a volte, dopo gaver viaggiado in paesi islamici, me domando se efetivamente el nostro modo de viver occidental no ghe pol parer scandaloso. Però che i se tegni le propie opinioni ( de noi xe libertà de pensier) ma che no i se azzardi a tocar le propie fie e a creder de poder far el padreterno che ga diritto de vita e de morte sui fioi ( sì, iera anche de noi, ma al tempo dei Romani!)

Link to comment
Share on other sites

Mi posso capir che a un mussulman ghe par assurdo el nostro modo de viver e de pensar su certe robe, come a noi ne par assurdo el loro,ma se noi andemo a casa loro e magari se stabilimo là, magari i ne copa se no seguimo e rispetemo le loro regole, alora perchè lori qua de noi no i se adegua e i fa la stessa roba, cioè seguir nei limiti le

nostre regole e i tenta de imporne quel che i vol lori? Me lo savè dir voi?

ciao ciao

Link to comment
Share on other sites

stemo andando un poco fora del problema, ma anche el nostro linguaggio xe un poco strano, el giovane fidanzato xe un sior con fioi, un primo divorzio e una seconda moglie che el sta divorziando. Che un papà musulman no sia entusiata, capisso, solo che no xe una bona ragion per copar una fia.

E anca i giornai, i ne disi che el xe pakistan, ma che no xe ragion de parlar de religion musulmana, che xe question de casta: ma le caste no xe dei indù? e indù no miga in Pakistan!

Comunque, povera putela! :sighsob:

Link to comment
Share on other sites

Si avevo sentito. Che storia triste. Confronto tra il vecchio ed il nuovo risolto in tragedia.

C'è che chi vuole cambiare ed integrarsi e chi è pronto ad uccidere per conservare.

Comuque come già sottolineato qeusta non è una questione di religione ma di casta.

Questo tipo di consuetudini sono indu non arabe.

Su a londra ho notato una cosa molto particolare. Di Indiani Pakistani ce nerano tantissimi, molti erano cordiali ed aperti, ed erano solitamente di bassa casta.

La quasi totalità degli "alta casta" (quelli con pallino) che ho incontrato erano di un arrogaza e maleducazione incredibile.

La profonda differenza mi ha notevolmente colpito. Pare che per Pakistan ed India la casta conti addirittura più della religione o della nazionalità.

Link to comment
Share on other sites

Comuque come già sottolineato qeusta non è una questione di religione ma di casta.

Questo tipo di consuetudini sono indu non arabe.

questo il commento dell'avvocato difensore del padre ( dal sito di Repubblica di oggi):

L'avvocato ha anche spiegato che il rapporto con la figlia Hina era molto complicato, in particolar modo a causa delle idee religiose di Saleem. "Il mio assistito crede profondamente, segue con scrupolo tutte le leggi del Corano e sta rispettando il momento di preghiera. Le sue idee religiose sono profondamente radicate.

Molto diverse dalle nostre. Anche io fatico a capire. Servirà tempo per poter arrivare a capo della vicenda".

Non saranno arabe - i pakistani non sono arabi-, ma musulmane sì

Link to comment
Share on other sites

Onestamente ste robe xe sconvolgenti......una cultura che pol portar all'uccisione de un familiare per una cosa simile me par allucinante. Cavolo, esisti anche delle cose chiamate ripudio e diseredo se proprio no voio che una persona non continui a far parte della vita familiare. :incazzado:

Ma come diavolo xe posibile rivar a sgozzar ( che morte orrenda tralaltro!!) la propria fia.

Considerazione generale: diseme quel che volè, ma a mi sto continuo incremento popolazione arabo e/o musulmana me preoccupa sempre de più. [ ovvio che non se fa de tutta l'erba un fascio ]

Link to comment
Share on other sites

Storia vecchia come il mondo.

I "Promessi sposi" , "Giulietta e Romeo" e tanti altri classici della letteratura occidentale affrontano proprio questo problema.

Da una parte c'è la convinzione che il matrimonio debba essere regolamentato da religione, società e familia.

Dall'altra il la convinzione che la vita di coppia deve essere guidata solo dal amore tra le due persone.

Problema tra altro non ancora risolto nemmeno nella nostra società.

Omicidi d'onore ne abbiamo ancora giù in meridione.

Senza contare il grosso dibattito sulle "coppie di fatto" o i matrimoni Omosessuali.

Anche in questo caso la società dice "questo matrimonio non sa da fare" mentre la coppia si ama in un modo spesso incompreso dalle familie.

Link to comment
Share on other sites

mi no credo che semo di fronte ad un problema de religion (anche perchè i musulmani, quei veri, rispetta le altre religioni e convivi in pace e de sicuro no xe scritto nel corano che te devi sgozzar tua fia se la vol sposar un carpentier cattolico), qua se tratta de una storia de ordinaria follia come purtroppo troppo spesso accadi nelle nostre città, la mamma che copa el fio perchè pianzi troppo, el papà che copa la moglie dopo un litigio e non contento maza anche i fioi, Erika e Omar... de esempi ghe ne gavemo tanti...

alla fine l'unica roba che conta xe che sta povera mula nisun la riporterà più in vita e della follia de suo pare xe sta quela che ga pagado per tutti

Link to comment
Share on other sites

Effettivamente xe assurdo che possi succeder certe robe nel 3o Millennio, sopratutto se a pagar resta solo e sempre le donne.Me ga fatto rifletter la considerazion; anche da noi succedeva!!!!! Senza voler entrar in polemica nel dir che 20 anni fa ,no xe dir Secoli fa. Ifamigerati Delitti d'Onore Passava sotto l'indifferenza generale o con la fatidica frase: ara sti Taliani che mentalità de me**a.Mi aggiungeria anche,come aggravante, che 20 anni fa come adesso , fazevimo parte del decantato mondo Civile e Occidentale, noi.I terzomondisti, lori,fazeva anche queste atrocità assurde e inspiegabili (per noi Occidente civilizzato) e purtroppo le continua a far.Chiudo disendo che due Mondi culturalmente e democraticamente lontani anni luce ,per certe "robe" purtroppo i xe accomunai e te costringi a meditar e a domandarte perchè?Chi me illumina? :vino::vino:

Link to comment
Share on other sites

tutto sommado anche per mi questo xe un problema de follia, nianche mi no penso che sia un problema de religion, o de integrazion, perche' sti omicidi "passionali" o come che volemo i sucedi anche tra italiani, no stemo dir de no

quel che xe bruto xe che sti episodi, visto che coinvolgi gli immigrati, i diversi, fa notizia de piu', e vien usadi per far veder che quei xe diversi che no i xe integradi qua ecc ecc ecc che xe la roba pezo de sto mondo

Link to comment
Share on other sites

di fatto" o i matrimoni Omosessuali.

Anche in questo caso la società dice "questo matrimonio non sa da fare" mentre la coppia si ama in un modo spesso incompreso dalle familie.

sì, ma nessuno li sgozza per questo

Spiacente ma non mi risulta.

Gli omicidi familiari per disaccordo su questioni sentimentali di consuetudine o meramente economiche ne abbiamo centinaia ogni anno in tutta italia ed in tutte la fascie sociali. (Es: nell 2003 223 omicidi in familia: http://www.eures.it/comunicati_stampa/omicidi_2003.htm )

Giù in meridione gli omicidi d'onore sono molto frequenti, non finscono sui telegiornali nazionali perchè a contare i morti ammazzati ci eprdi troppo tempo rischi e non fai tanta notizia.

E nemmeno gli omicidi di gay sono tanto rari nel 2001 la questura di roma ha dovuto aprire un numero verde di assistenza per Omosessuali a causa di numerose e sistematiche uccisione di omosessuali a Roma da parte di chi non apprezzava queste diversità. (gli anni dal Gaypride e le annesse e connesse polemiche).

Oppure la moda delle prostitute...

E poi qualche mese fa non abbiamo addirittura avuto un infanticidio perchè "Il bambino era impossessato dal demonio"? Nemmeno quello caso isolato.

Abbiamo le bestie di satana e tutto quel bel filone di magia nera. Non solo tra gente ignorante.

Omicidi per ignoranza o pregiudizio non sono prerogativa islamica o pakistana.

Anche gli occidentali sono esperti di pregiudizio.

La strada per debellare questi problemi e lunga. E finchè non gli epuriamo da casa nostra sara difficile farlo altrove.

Il giorno in cui vanna marchi andrà in fallimento perchè nessuno la chiama, tutti quei partiti e filoni politici che predicano odio raziale e religioso, secessioni o discriminazioni varie smetteranno di prendere voti... allora potremmo sentirci superiori.

Link to comment
Share on other sites

Per farve un'idea dela mentalità, provè a legger Il libraio di Kabul. Là troverè tuta la storia de una  "normal" famiglia afghana, coi matrimoni combinai.. etc.

Anche a "Found Kiss" / "Un bacio appassionato".

L'ho visto. Molto bello. Ma sono film :)

E tra altro grondanti di luoghi comuni.

Link to comment
Share on other sites

a mi me par che se usi troppo spesso el pretesto de risaltar certi fatti de cronaca (che succedi, come savemo tutti, tra tutte le razze e religioni e in tutti i loghi del mondo) per demonizzar el musulman, el novo spauracchio del terzo millennio, dove che sotto ghe xe inveze una cultura sicuramente diversa dalla nostra, e sicuramente non praticabile nelle nostre zone, ma pur sempre una cultura in cui lori ghe credi... e de tutto quel che succedi in giro per el mondo, le nostre colpe, i nostri scheletri nei armadi, li gavemo anche noi occidentali, evoluti e democratici, soprattutto con la question Israele...

poi esisti mule (e muli) che volessi occidentalizzarse (come anche capita el contrario) e non tutti la vedi ben... poi l'omicidio xe certamente l'opera de un folle...

cmq ripeto, alla fine, povera mula...

Link to comment
Share on other sites

Ara, mi nei paesi musulmani ghe son stada più volte ( de turista, ametto), go letto un pochi de libri che i conta come che i vivi, ammiro moltissimo molti aspetti dela loro arte( son appassionada de arte islamica), dela loro religion e a volte trovo che i sia anche più "morali" de la nostra società. E capisso anche che i possi scandalizzarse de quel che i vedi de noi. Quindi no li demonizzo per gnente.

Però no go dubbi che molti i gabi un modo de viver ben diferente del nostro, insoma per capir, de noi pol suceder che un marì copi la moglie che lo fa becco ( e no dubito che nassi e che i lo processa se i lo beca), ma che una adultera vegni lapidada PER LEGGE qua no nassi e in Iran in Sudan inveze sì.

Che qua ghe sia omicidi de omossessuali, nassi, ma che l'omosessualità sia proibida PER LEGGE come che xe de lori (parlo dei paesi che ga la legge coranica per legge civil) me par diferente, ok Ghost?

Insomma, a mi me par che de noi ghe sia una legge laica e che nissun vegni condannado per legge se el fa un peccato, e inveze questo xe quel che nassi proprio nei paesi che ga la Shariah cioè la legge del Corano ( come che i la interpreta i musulmani integralisti, dei Wahabiti in zo) deventada legge civil.

Esisti un sacco de musulmani non integralisti, cossa, so, in Bosnia, tanto per dir, o in Turchia, o anche in Libano, Siria, Giordania, Marocco, Tunisia soprattutto, che ste robe no se insogna, ma ghe xe inveze dei paesi come Arabia Saudita, Pakistan, Afghanistan, Sudan , Iran che ga scelto questa forma de integralismo. e me preoccupa veder che col tempo nei ultimi 50 anni questo modo sta cressendo : co son andada in Turchia nei anni 70 no go visto un velo, e adesso se ghe ne vedi sempre più, in Egitto una volta se vedeva danze del ventre quanto che se voleva ( che po xe una danza local) ma nei ultimi 25-30 anni le sta sparindo perchè no i vol che le babe mostri la panza .Anche in Algeria no so quanto che no i staghi butando in quela direzion. Indonesia no so, no go ben capido come che i sia.

Link to comment
Share on other sites

Guest Andrea
Comuque come già sottolineato qeusta non è una questione di religione ma di casta.

Questo tipo di consuetudini sono indu non arabe.

Come al solito l'amico Ghost fa confusion quando se parla dei paesi mediorientali e le sue culture/religioni ....

La religione indù è tradizionalmente divisa in quattro grandi classi o caste, basati sulle professioni e sul guna da cui sono influenzati:

- Brahmana, sacerdoti ed insegnati

- Kshatrya, re, guerrieri ed amministratori

- Vaishya, agricoltori, mercanti, uomini d'affari

- Shudra, servitori ed operai

quindi dire "Comuque come già sottolineato qeusta non è una questione di religione ma di casta." è errato in quanto le caste fanno parte della religione Induista.

Come tutte le religioni anche quella Hindu raccomanda la non-violenza e il rispetto per tutte le forme di vita.

Ergo, anche questa frase è errata: "Questo tipo di consuetudini sono indu non arabe." tanto più che i paragoni sono errati, in quanto Hindu= Religione, Araba=Civiltà.

Piu giusto: "Questo tipo di consuetudini sono indu non musulmane/islamiche." piu giusto il paragone, errato il concetto, in quanto, come detto sopra, entrambe le religioni predicano la non violenza.

Il pakistan inoltre non è tra le nazioni con maggioranza Induista, ed anzi la minoranza presente è abbastanza piccola, addirittura dietro gli USA vedere dato:

Bangladesh (11 milioni), Myanmar (2,1 milioni), Sri Lanka (2,5 milioni), Stati Uniti (1,7 milioni), Pakistan (1,3 milioni), Sud Africa (1,2 milioni), Gran Bretagna (1,2 milioni), Malesia (1,1 milioni), Canada (0,7 milioni), Fiji (0,5 milioni), Trinidad e Tobago (0,5 milioni), Guyana (0,4 milioni), Paesi Bassi (0,4 milioni) e Suriname (0,2 milioni

Link to comment
Share on other sites

Secondo mi la roba più scandalosa xè veder come i nostri media tratta questa faccenda.. mi vedo soltanto un modo per "demonizar el musulman" come ga za dito qualchedun.

Questa xè la roba peggiore. I pici della fondazion me ga insegnà che semo tutti uguali, anche se la religion e la legge xè diverse.

Me dispiasi per la mula, come me dispiasi per tutti quei italiani, europei, americani, ecc. che vien uccisi per reati simili.

:bye:

Link to comment
Share on other sites

@babatriestina

Si si su questo siam d'accordo.

Per quanto riguarda la "legge" su carta siamo siamo molto più liberali e democratici.

Senza arrivare ad eccessi di permissivismo. Questo è ovvio è scritto nero su bianco.

Abbiamo anche un grado di alfabetizzazione maggirore ed un miglior acesso a scuole Tv giornali ed altri mezzi di informazione che possono aprirci al mondo evitando che le consuetudini familiari, religiose o culturali del nostro villaggio siano "l'unica alternativa" che conosciamo.

Ma qua stiam perlando di persone che sul suolo italiano non rispettano la legge Italiana.

Qui non vedo la differenza tra un pakistano che sgozza la figlia perché corrotta da un Italiano che soffoca il figlio neonato perchè "indemoniato", o un Olandese che stupra ed uccide due bambini o un mafioso che scioglie nel acido il ragazzo di sua figlia.

Anzi mi srotrende che nel nostro paese succeda lo stesso nonostante ci siano i mezzi per superare l'ignoranza o la fossilizzazione mentale.

Quoto Iaga Starlite e Basketteam. I media lo presentano in modo strumentale per demonizzare mussulmano. Come se nelle famiglie non mussulmane i padri non uccidessero mai i figli. Cosa non vera come si vede dalle statistiche del 2003 in cui i figli italiani uccisi dai genitori sono stati una 40ina.

Ed questa demonizazione è piuttosto delleteria in quanto essendo mondi molti distanti variegati diversi molte persone si convincono di "conoscere" questi mondi solo per aver visto un film, aver letto un libro o un articolo o aver fatto una vacanza.

Così si riempiono di facili pregiudizi definizioni da libro di storia o religione.

Link to comment
Share on other sites

Ara, mi nei paesi musulmani ghe son stada più volte ( de turista, ametto), go letto un pochi de libri che i conta come che i vivi, ammiro moltissimo molti aspetti dela loro arte( son appassionada de arte islamica), dela loro religion e a volte trovo che i sia anche più "morali" de la nostra società. E capisso anche che i possi scandalizzarse de quel che i vedi de noi. Quindi no li demonizzo per gnente.

Però no go dubbi che molti i gabi un modo de viver ben diferente del nostro, insoma per capir, de noi pol suceder che un marì copi la moglie che lo fa becco ( e no dubito che nassi e che i lo processa se i lo beca), ma che una adultera vegni lapidada PER LEGGE qua no nassi e in Iran in Sudan inveze sì.

Che qua ghe sia omicidi de omossessuali, nassi, ma che l'omosessualità sia proibida PER LEGGE come che xe de lori (parlo dei paesi che ga la legge coranica per legge civil) me par diferente, ok Ghost?

Insomma, a mi me par che de noi ghe sia una legge laica e che nissun vegni condannado per legge se el fa un peccato, e inveze questo xe quel che nassi proprio nei paesi che ga la Shariah cioè la legge del Corano ( come che i la interpreta i musulmani integralisti, dei Wahabiti in zo) deventada legge civil.

Esisti un sacco de musulmani non integralisti, cossa, so, in Bosnia, tanto per dir, o in Turchia, o anche in Libano, Siria, Giordania, Marocco, Tunisia soprattutto, che ste robe no se insogna, ma ghe xe inveze dei paesi come Arabia Saudita, Pakistan, Afghanistan, Sudan , Iran che ga scelto questa forma de integralismo. e me preoccupa veder che col tempo nei ultimi 50 anni questo modo sta cressendo : co son andada in Turchia nei anni 70 no go visto un velo, e adesso se ghe ne vedi sempre più, in Egitto una volta se vedeva danze del ventre quanto che se voleva ( che po xe una danza local) ma nei ultimi 25-30 anni le sta sparindo perchè no i vol che le babe mostri la panza .Anche in Algeria no so quanto che no i staghi butando in quela direzion. Indonesia no so, no go ben capido come che i sia.

intanto quoto, me pareva tra tutti el pensier più vizin al mio

el delitto d'onore, de quel che me ricordo, riguardava el marì che copa la moglie adultera (l'adulterio iera un reato, ve ricordè la dama bianca de coppi?), podessi baglarme ma no iera per el papà che mazza e seppellissi la fia in giardin. anzi, se due morosi no iera ben visti, i fazeva la "fuitina" e dopo i doveva sposarse e tui fazeva festa

per mi punti fondamentali xe

1) te son in italia e te se adegui

2) i giornai no devi andar a nozze co ste notizie, de sicuro noi no semo immacoladi

3) no xe le religioni a esser cattive, ma gli integralismi

a proposito de integrazion: gavè sentido che alla fin fine tutti i peggiori terroristi che i ga rivà becar (stati uniti nel 2001, inghilterra adesso) iera super integradi (o almeno i fazeva finta)? nati in occidente, scuole occidentali

sarò cattiva, ma i ne vol cior pel cul

ah, qualchedun ga parlà dei fioi della fondazion

ricordo de un putel kossovaro musulman de una decina de anni: el ghe spudava drio a una mia collega rea solo de esser mancina: per lori i mancini xe impuri, la man sinistra va ben solo per forbirse el c** e no pol esser usada per altro

e un altro, musulman albanese, che per un pel no ga ripudià la moglie: in ospedal, nella sua camera, inveze che restar solo mamme quela notte xe restà un papà, e ela ga passà la notte con UN ALTRO OMO!!!!!!!!!!!!!!!!!

certo, xe anche quei splendidi, ma, in verità tra quei che go conossù mi personalmente iera la minoranza

solo sfiga?

Link to comment
Share on other sites

Io ho conosciuto svariati mussulmani nati nelle zone "calde". Isreaele Siria e Libano.

Francamente tutte persone tranquille. Credenti come unc ristinao medio.

Uno di loro l'abbiamo preso in giro perchè sotto ramadan ha mangiato una pizza viennese con la birra e gli dicevamo "Hie ed il ramadan?" e lui "Inizio doman".

(citazione dei THC). E' un mulon tra altro felicissimo di poter ammirare le mule de trieste senza il burca.

Un altro invece è l'apoteosi del multiculturalismo. Israeliano di etnia, mussulmano di religione vive e lavora a Trieste e sposato (con rito civile) con una ragazza cristina della minoranza slovena.

Una cosa che gli accomuna però e che quando si parla di guerra, di america o Israele si scuriscono in volto o vegono pervasi da un certo furore.

A guardargli negli occhi si capisce come mai persone qualsiasi diventano kamicazze.

Ma non saprei dire quanto di questo "furore" sia dovuto ad un fattore culturale/religioso (predisposizione dei mussulmani alla lotta) e quanto sia dovuto al fatto che ad essere bombardato è il loro paese, ad essere uccisi sono loro amici e familiari... se fossimo nella loro situazione agiremmo in modo diverso?

Per noi quei morti sono persone qualsiasi, distanti, di razza e religione diversa dalla nostra per quetso molti occidentali "giustificano" quegli assasini o addirittura si scagliano contro chi critica gli assasini.

PS:

Il delitto d'onore è anche, anzi sopratutto, uccidere chi disonora tua figlia.

Mio zio quando era ragazzo è stato pestato e gli hanno incendiato la macchina perché

ha baciato una ragazza e poi se rifiutato di findanzarsi, non l'hanno accoppato perchè veniva "da fuori".

Se disonorano tua moglie la picchi quando torna a casa e tenti di non far sapere al paese che sei becco. :muto:

PPS:

Che i kamicazze siano spesso degli "integrati" è una ovvia questione pratica. Un arabo vestito in modo tradizionale che non sa una parola di inglese ha difficoltà a passare inosservato... Il terrorimo è un arma da "infiltrato", l'integralista arabo potocco va a far l'Hetzbolla, il Militante di Hamas o il guerrigliero in Iraq.

Link to comment
Share on other sites

go sentido sta bruttta storia me se ga rizza i pei de brazi.... ma purtroppo xècsì, anche se secondo mi per una sbagliata interpretazion della religione... o della vita secondo lori.

Son andada tre volte nei paesi arabi e go visto el loro modo de viver, de pensar, de agir, i xè molto diversi da noi, mi molte volte me son meravigliada de come i vivi, ma ai loro occhi son stada mi quella "strana" nel loro Paese.

Però... questo non giustifica l'uccision della propria fia, solo perchè la se sentiva occidentale e la voleva far la vita comune che femo noi. Xè un'assurdità!

Mi non go mai concepido uccisioni in generale, poi de propri fioi meno che meno, questa in particolare me ga fatto tanto pensar... go senti che xè sta dito che xè stado fatto tutto seguendo el Corano... beh mi penso che forse lori el corano non lo ga interpreta modo giusto, non credo che la religion, quale essa dsia, te imponi de uccider un tuo caro...

Per mi no xè concepibile!

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×