Jump to content

CAMPIONATO SERIE A TIM 2022/23 DISCUSSIONE UFFICIALE


Recommended Posts

1 ora fa, Calcio74 ha scritto:

Parlando di cose serie, da questa giornata di campionato secondo me ne esce bene il Milan, nonostante la sconfitta. Ha dimostrato per l'ennesima volta di potersela giocare con tutti, meritava il pareggio....poi, chiaramente, in partite del genere si può anche perdere. Ma è lì, a 3 punti dalla vetta.

Spero di sbagliare, ma non vorrei si stia insinuando in questo attuale mondo del calcio (che a me piace sempre meno) una nuova moda: quella della sostituzione degli ammoniti. Per me sono fuori da ogni logica i 2 cambi dell'Inter a Udine: come ho sentito dire ad un giornalista (giustamente) ieri sera, forse capiterà una o due volte in tutto il campionato che una squadra finisca la partita in inferiorità per un'espulsione dovuta a doppia ammonizione. Ci sta che togli un ammonito se lo vedi particolarmente nervoso o magari se capisci che è già stato graziato dall'arbitro per un intervento pericoloso quando è già ammonito....ma così sembra una specie di punizione, essere sostituiti dopo mezz'ora. Questa è ancora peggio della costruzione dal basso...

Non so se sia una moda copiata da qualche altro campionato, l'ho vista fare anche ieri nel Milan con Kjaer (e non escluderei nemmeno con Calabria).....mamma mia dove stiamo andando. Forse sarò esagerato, ma certe cose nel calcio rispecchiano l'andamento della società di oggi...confusione, idee strampalate, voglia di inventare o copiare (ma con poca intelligenza).

Distinguerei i casi, partendo sempre dal presupposto che aspettare almeno l'intervallo è comunque un modo per non esporre il giocatore a una pubblica gogna che di solito comprensibilmente non gradisce.

Simone Inzaghi, in ogni caso, lo faceva già alla Lazio.

Per me, togliere Bastoni all'intervallo ci stava tranquillamente, perché veniva sempre puntato e andava in difficoltà.

Il rischio di un rosso era in effetti alto, ma ben più alto quello di lasciar andare qualcuno per non potersi permettere il fallo, che può essere anche peggio.

Perché è vero che le espulsioni sono tutto sommato abbastanza rare, ma se lo sono è perché il difensore è costretto a trasformarsi in un telepass se viene puntato in campo aperto.

Quella che è incomprensibile è la sostituzione di Mkhitaryan, che è un centrocampista super esperto da due ammonizioni l'anno....

Sul Milan, giusto secondo me togliere Kjaer potendo disporre di Kalulu, non però levare Calabria visto che Dest non è mai stato un gran difensore.

Ma leggo che Pioli avrebbe risposto "Non sono mica matto" a chi ipotizzava una sostituzione dovuta al giallo, spiegando che Calabria aveva un risentimento muscolare e c'era il rischio che lasciandolo dentro si aggravasse.

Nel qual caso, nulla da eccepire.

 

Edited by forest
Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, Calcio74 ha scritto:

quella della sostituzione degli ammoniti. Per me sono fuori da ogni logica i 2 cambi dell'Inter a Udine

Pensa che sta cosa ho dovuto sopportarla per anni con cambi tipo "fuori Luis Alberto perché è ammonito e dentro Akpa Akpro"

Simone Inzaghi ce l'ha sempre avuta sta fobia ..

Link to comment
Share on other sites

14 ore fa, forest ha scritto:

Distinguerei i casi, partendo sempre dal presupposto che aspettare almeno l'intervallo è comunque un modo per non esporre il giocatore a una pubblica gogna che di solito comprensibilmente non gradisce.

Simone Inzaghi, in ogni caso, lo faceva già alla Lazio.

Per me, togliere Bastoni all'intervallo ci stava tranquillamente, perché veniva sempre puntato e andava in difficoltà.

Il rischio di un rosso era in effetti alto, ma ben più alto quello di lasciar andare qualcuno per non potersi permettere il fallo, che può essere anche peggio.

Perché è vero che le espulsioni sono tutto sommato abbastanza rare, ma se lo sono è perché il difensore è costretto a trasformarsi in un telepass se viene puntato in campo aperto.

Quella che è incomprensibile è la sostituzione di Mkhitaryan, che è un centrocampista super esperto da due ammonizioni l'anno....

Sul Milan, giusto secondo me togliere Kjaer potendo disporre di Kalulu, non però levare Calabria visto che Dest non è mai stato un gran difensore.

Ma leggo che Pioli avrebbe risposto "Non sono mica matto" a chi ipotizzava una sostituzione dovuta al giallo, spiegando che Calabria aveva un risentimento muscolare e c'era il rischio che lasciandolo dentro si aggravasse.

Nel qual caso, nulla da eccepire.

 

Certo, facendo un'analisi più dettagliata delle giustificazioni delle volte possiamo anche darle, come hai fatto tu per Bastoni.

Ma 2 cambi al minuti 31 perchè ammoniti mi rimane una scelta assurda.

Il cambio di Kjaer chiaro che ci sta, alla fine penso lo stesso Pioli era indeciso se schierare lui o Kalulu dall'inizio. Calabria sostituito perchè infortunato? Ok, crediamogli....ma ovviamente Dest, in questo momento, di certo non vale Calabria.

La mia curiosità era capire se questo è un modus operandi che applicano anche altre squadre (in Italia e in Europa).

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Tutto tace sul fronte serie A? 😉

Vedo un'Inter ormai tagliata fuori dalla corsa al titolo, dovrà lottare per la zona Champions. Ipotizzo che Inzaghi non sia così bravo a lavorare sulla testa dei giocatori, vedo una squadra che non è in grado di reagire alle difficoltà. Tra l'altro vedo un allenatore in confusione, che dopo la "trovata" del doppio cambio alla mezz'ora nella famosa partita a Udine, rilascia dichiarazioni alquanto discutibili....prima di Roma si incensa dicendo "dove lavoro io aumentano i ricavi e arrivano i trofei" e dopo "sono abituato ad essere in discussione" (alla Lazio non mi pare negli ultimi anni e nemmeno nell'Inter lo scorso anno).

Juventus che si prende un brodino con un Bologna in ricostruzione dal punto di vista tattico...ma che non credo allontani le difficoltà palesate.

Napoli e Atalanta continuano a fare tanti punti, ma credo alla lunga ci sarà il consueto calo (soprattutto della prima).

Milan che si dimostra sempre all'altezza e di gran carattere, nonostante gli infortuni ad Empoli...prima seria candidata al titolo.

Piccola nota a margine: post su post per il famoso caso dell'errore umano dello scorso anno di Serra contro lo Spezia, riconosciuto da lui stesso con umiltà...invece della furbata sulla rimessa laterale di Tonali contro l'Empoli (una volta si chiamava disonestà) nemmeno una parola...mah, dove andrà a finire questo mondo....

Link to comment
Share on other sites

54 minuti fa, Calcio74 ha scritto:

Tutto tace sul fronte serie A? 😉

Vedo un'Inter ormai tagliata fuori dalla corsa al titolo, dovrà lottare per la zona Champions. Ipotizzo che Inzaghi non sia così bravo a lavorare sulla testa dei giocatori, vedo una squadra che non è in grado di reagire alle difficoltà. Tra l'altro vedo un allenatore in confusione, che dopo la "trovata" del doppio cambio alla mezz'ora nella famosa partita a Udine, rilascia dichiarazioni alquanto discutibili....prima di Roma si incensa dicendo "dove lavoro io aumentano i ricavi e arrivano i trofei" e dopo "sono abituato ad essere in discussione" (alla Lazio non mi pare negli ultimi anni e nemmeno nell'Inter lo scorso anno).

Juventus che si prende un brodino con un Bologna in ricostruzione dal punto di vista tattico...ma che non credo allontani le difficoltà palesate.

Napoli e Atalanta continuano a fare tanti punti, ma credo alla lunga ci sarà il consueto calo (soprattutto della prima).

Milan che si dimostra sempre all'altezza e di gran carattere, nonostante gli infortuni ad Empoli...prima seria candidata al titolo.

Piccola nota a margine: post su post per il famoso caso dell'errore umano dello scorso anno di Serra contro lo Spezia, riconosciuto da lui stesso con umiltà...invece della furbata sulla rimessa laterale di Tonali contro l'Empoli (una volta si chiamava disonestà) nemmeno una parola...mah, dove andrà a finire questo mondo....

Visti gli infortuni del Milan penso possa essere l'anno giusto per il Napoli. Ieri mi ha impressionato la determinazione dell'Udinese a cercare la vittoria fino alla fine, per restare aggrappata a un sogno... Non penso possa continuare così ma oggettivamente in Italia non parte battuta con nessuno. Probabilmente ora hanno uno stato psicofisico ottimale che li fa rendere oltre le aspettative. 

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Calcio74 ha scritto:

Tutto tace sul fronte serie A? 😉

Vedo un'Inter ormai tagliata fuori dalla corsa al titolo, dovrà lottare per la zona Champions. Ipotizzo che Inzaghi non sia così bravo a lavorare sulla testa dei giocatori, vedo una squadra che non è in grado di reagire alle difficoltà. Tra l'altro vedo un allenatore in confusione, che dopo la "trovata" del doppio cambio alla mezz'ora nella famosa partita a Udine, rilascia dichiarazioni alquanto discutibili....prima di Roma si incensa dicendo "dove lavoro io aumentano i ricavi e arrivano i trofei" e dopo "sono abituato ad essere in discussione" (alla Lazio non mi pare negli ultimi anni e nemmeno nell'Inter lo scorso anno).

Juventus che si prende un brodino con un Bologna in ricostruzione dal punto di vista tattico...ma che non credo allontani le difficoltà palesate.

Napoli e Atalanta continuano a fare tanti punti, ma credo alla lunga ci sarà il consueto calo (soprattutto della prima).

Milan che si dimostra sempre all'altezza e di gran carattere, nonostante gli infortuni ad Empoli...prima seria candidata al titolo.

Piccola nota a margine: post su post per il famoso caso dell'errore umano dello scorso anno di Serra contro lo Spezia, riconosciuto da lui stesso con umiltà...invece della furbata sulla rimessa laterale di Tonali contro l'Empoli (una volta si chiamava disonestà) nemmeno una parola...mah, dove andrà a finire questo mondo....

Rispondo per punti, partendo dal fondo perché spero di non dover più dimostrare una certa obiettività di giudizio.

L' errore di Serra è stato talmente grave  (rarissimo caso, forse unico, in cui ho considerato inaccettabile un errore arbitrale) che a distanza di un anno credo non sia stato ancora ri-designato in serie A, e questo qualcosa evidentemente significa.

Inaccettabile perché, come dissi allora e ribadisco oggi, attendere lo sviluppo dell'azione prima di fischiare fa parte ormai del repertorio di qualsiasi arbitro a livello giovanile provinciale.

Che ci caschi un professionista equivale a un pilota di formula 1 che sfasci la macchina parcheggiandola.

Ovviamente, per il povero Serra si è aggiunta la sfiga galattica non solo del conseguente annullamento del gol che avrebbe deciso la partita un secondo dopo il fischio, ma pure della beffa sotto forma di gol avversario nell'azione successiva.

Domenica i metri indubbiamente guadagnati da Tonali sono stati la reiterazione di quella che è una consuetudine abbondantemente diffusa, specie quando (come in questo caso) passano diversi secondi fra quando la palla esce e il momento in cui viene effettuata la rimessa.

Non può mai essere materia da Var, perché se lo diventasse bisognerebbe andare a vedere se in tutti i gol nati da una rimessa laterale il punto di battuta sia stato esattamente corrispondente al punto di uscita della palla, come prevederebbe il regolamento, con la conseguenza di annullarli quasi tutti....

Fortunatamente per l'arbitro, in contrapposizione alla sfiga di Serra, l'episodio non è stato decisivo e questo ne ha ulteriormente e inevitabilmente abbassato l'eco, visto che l'Empoli aveva comunque pareggiato quel gol al 92'.

Naturalmente, ai tifosotti che fingono di ignorare che le dinamiche delle partite si sviluppano in base al risultato delle stesse, e dicono che il pari sarebbe stato a quel punto il gol del vantaggio empolese, rispondo che se vogliamo rimanere nell'assurdo il Milan poi ne ha fatti comunque due ...

Passando al resto, concordo sul Milan tutto sommato favorito per il titolo.

Non mi è sembrato per nulla inferiore al Napoli nello scontro diretto, anzi, e ha già dato ampia dimostrazione di una solidità con la quale anche l'anno scorso ha sopperito anche a lungo andare ad assenze ed infortuni.

Cosa che non si può dire del Napoli, che anche l'anno scorso fece dieci vittorie e un pari nelle prime undici, e tutti a dire che era il suo anno.....

Udinese e Atalanta meritano tutti i complimenti del mondo, i bianconeri in particolare visto che l'Atalanta in più occasioni (a Genova con la Samp e a Roma in particolare) ha avuto un considerevole aiuto dalla dea bendata, ma siamo all'ottava giornata e a gioco lungo non riesco a considerarle seriamente né in ottica scudetto (nessuna delle due) né in quella per la Champions (quantomeno l'Udinese).

Suul'Inter, Inzaghi ha certamente le sue colpe, ma c'è da dire che il rendimento dei singoli è clamorosamente deficitario rispetto a ciò a cui ci avevano abituato.

Handanovic fa in media una cappella a partita, Skrinjar è irriconoscibile (dov'era sul colpo di testa di Smalling?), Bastoni anche peggio (dov'era mentre Dybala calciava al volo solitario?), De Vrij ha ormai perso il posto a favore di Acerbi.

Barella perennemente in preda agli isterismi completa il quadro di una squadra che è troppo al di sotto dei suoi standard abituali, in partite che sono equilibrate ma che l'errore (grave) del singolo orienta regolarmente a favore degli avversari.

La Juve aspetto di vederla sabato a San Siro, dove arriverà rabberciata tanto quanto il Milan.

Una partita che secondo me non deciderà nulla di nulla (dopo ci saranno ancora 87 punti a disposizione, figuriamoci....) ma che potrebbe dare qualche indicazione interessante.

Link to comment
Share on other sites

Seguo pochino, ho visto la Juve in netta ripresa, occhio che se trovano una quadra, l'organico resta (per l'Italia) di prim'ordine. 

L'Inter per me paga innanzittutto la debolezza societaria, tanta confusione e i giocaotori si sa sono un po ....va beh ci siamo capiti, seconco me molti dei problemi mentali di tanti giocatori nascono da lì.

Il Milan resta favorito senza dubbio, ha l'organico più profondo, un talento quasi da unicorno nel panorama mondiale (Leao) e un sistema di gioco mandato a memoria. Concedono un po troppo dietro al momento ma restano la miglior squadra, con un Napoli finora impressionante ma su cui grava l'incognita organico abbastanza corto. Vediamo dove saranno a Febbraio / Marzo e poi ne riparleremo, certo che la coppia Zambo Anguissa / Lobotka è per la nostra serie A, tantissima roba....

 

Link to comment
Share on other sites

Organico corto il Napoli fino ad un certo punto. Anzi, mi sembra che l'abbiano proprio allungato. 

Se pensiamo solo all'attacco: Kvara, Politano, Simeone, Osimenh, Lozano, Raspadori.

Ne vedo pochi così profondi in Serie A, forse solo il Milan. 

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, forest ha scritto:

Rispondo per punti, partendo dal fondo perché spero di non dover più dimostrare una certa obiettività di giudizio.

L' errore di Serra è stato talmente grave  (rarissimo caso, forse unico, in cui ho considerato inaccettabile un errore arbitrale) che a distanza di un anno credo non sia stato ancora ri-designato in serie A, e questo qualcosa evidentemente significa.

Inaccettabile perché, come dissi allora e ribadisco oggi, attendere lo sviluppo dell'azione prima di fischiare fa parte ormai del repertorio di qualsiasi arbitro a livello giovanile provinciale.

Che ci caschi un professionista equivale a un pilota di formula 1 che sfasci la macchina parcheggiandola.

Ovviamente, per il povero Serra si è aggiunta la sfiga galattica non solo del conseguente annullamento del gol che avrebbe deciso la partita un secondo dopo il fischio, ma pure della beffa sotto forma di gol avversario nell'azione successiva.

Domenica i metri indubbiamente guadagnati da Tonali sono stati la reiterazione di quella che è una consuetudine abbondantemente diffusa, specie quando (come in questo caso) passano diversi secondi fra quando la palla esce e il momento in cui viene effettuata la rimessa.

Non può mai essere materia da Var, perché se lo diventasse bisognerebbe andare a vedere se in tutti i gol nati da una rimessa laterale il punto di battuta sia stato esattamente corrispondente al punto di uscita della palla, come prevederebbe il regolamento, con la conseguenza di annullarli quasi tutti....

Fortunatamente per l'arbitro, in contrapposizione alla sfiga di Serra, l'episodio non è stato decisivo e questo ne ha ulteriormente e inevitabilmente abbassato l'eco, visto che l'Empoli aveva comunque pareggiato quel gol al 92'.

Naturalmente, ai tifosotti che fingono di ignorare che le dinamiche delle partite si sviluppano in base al risultato delle stesse, e dicono che il pari sarebbe stato a quel punto il gol del vantaggio empolese, rispondo che se vogliamo rimanere nell'assurdo il Milan poi ne ha fatti comunque due ...

Passando al resto, concordo sul Milan tutto sommato favorito per il titolo.

Non mi è sembrato per nulla inferiore al Napoli nello scontro diretto, anzi, e ha già dato ampia dimostrazione di una solidità con la quale anche l'anno scorso ha sopperito anche a lungo andare ad assenze ed infortuni.

Cosa che non si può dire del Napoli, che anche l'anno scorso fece dieci vittorie e un pari nelle prime undici, e tutti a dire che era il suo anno.....

Udinese e Atalanta meritano tutti i complimenti del mondo, i bianconeri in particolare visto che l'Atalanta in più occasioni (a Genova con la Samp e a Roma in particolare) ha avuto un considerevole aiuto dalla dea bendata, ma siamo all'ottava giornata e a gioco lungo non riesco a considerarle seriamente né in ottica scudetto (nessuna delle due) né in quella per la Champions (quantomeno l'Udinese).

Suul'Inter, Inzaghi ha certamente le sue colpe, ma c'è da dire che il rendimento dei singoli è clamorosamente deficitario rispetto a ciò a cui ci avevano abituato.

Handanovic fa in media una cappella a partita, Skrinjar è irriconoscibile (dov'era sul colpo di testa di Smalling?), Bastoni anche peggio (dov'era mentre Dybala calciava al volo solitario?), De Vrij ha ormai perso il posto a favore di Acerbi.

Barella perennemente in preda agli isterismi completa il quadro di una squadra che è troppo al di sotto dei suoi standard abituali, in partite che sono equilibrate ma che l'errore (grave) del singolo orienta regolarmente a favore degli avversari.

La Juve aspetto di vederla sabato a San Siro, dove arriverà rabberciata tanto quanto il Milan.

Una partita che secondo me non deciderà nulla di nulla (dopo ci saranno ancora 87 punti a disposizione, figuriamoci....) ma che potrebbe dare qualche indicazione interessante.

Comprendo il tuo punto di vista...credimi, mi è chiara la gravità dell'errore dell'arbitro Serra. Il mio voleva essere un appunto quasi filosofico: credo che prima di essere tifosi, siamo prima di tutto degli esseri umani. Mi metto anche nei panni di un giovane che ascolta la tv o legge queste pagine: non è forse eccessivo condannare una persona pentita, che riconosce l'errore e dispiaciuta mentre viceversa tacere su un episodio che dimostra ancora una volta che la disonestà paga?

Chiaro che ne succedono tanti di esempi di "furbizie", chiamiamole così...ma le parole di Tonali "era la cosa giusta da fare in quel momento" a me lasciano sgomento (meglio se stava zitto). Poi che il VAR non potesse intervenire e che la vittoria del Milan sia stata meritata non lo discuto.  Ma ok, capisco un forum di tifosi non sia il posto più adatto per fare discorsi del genere...anche se io preferisco cmq accennarli.

Condivido il resto delle tue parole, tranne sul fatto che l'Atalanta secondo me arriverà in Champions, molto probabilmente.

Link to comment
Share on other sites

49 minuti fa, Calcio74 ha scritto:

Comprendo il tuo punto di vista...credimi, mi è chiara la gravità dell'errore dell'arbitro Serra. Il mio voleva essere un appunto quasi filosofico: credo che prima di essere tifosi, siamo prima di tutto degli esseri umani. Mi metto anche nei panni di un giovane che ascolta la tv o legge queste pagine: non è forse eccessivo condannare una persona pentita, che riconosce l'errore e dispiaciuta mentre viceversa tacere su un episodio che dimostra ancora una volta che la disonestà paga?

Chiaro che ne succedono tanti di esempi di "furbizie", chiamiamole così...ma le parole di Tonali "era la cosa giusta da fare in quel momento" a me lasciano sgomento (meglio se stava zitto). Poi che il VAR non potesse intervenire e che la vittoria del Milan sia stata meritata non lo discuto.  Ma ok, capisco un forum di tifosi non sia il posto più adatto per fare discorsi del genere...anche se io preferisco cmq accennarli.

Per me invece non è questione di tifo, dico seriamente.

Che esista la "furbizia" nel calcio è certificato decine di volte a partita.

Tutte quelle in cui un contatto da nulla viene accentuato con un urlo disumano dal giocatore che cade, tutte quelle in cui una punizione in qualsiasi punto del campo viene battuta guadagnando metri, idem sulle rimesse laterali.

Stessa cosa quando si reclamano un rigore o una punizione dubbi o addirittura inesistenti, quando si invocano cartellini ai danni degli avversari o quando si alza il braccio per segnalare un fuorigioco magari inesistente sperando di condizionare arbitro e guardalinee (in questo Baresi era insuperabile :) )

Cose che avvengono, ripeto, decine di volte in ogni partita.

Ho rivisto adesso volutamente poco fa la sequenza della rimessa di Tonali, e credo (sperando di non costituire un cattivo esempio per nessuno) che da giocatore avrei fatto esattamente la stessa cosa, e da allenatore esattamente quel che ha fatto Pioli.

Ovvero passargli velocemente la palla per battere la rimessa, perché dirgli di andare a batterla qualche metro indietro sarebbe eventualmente stato compito dell'arbitro, da quando mondo è mondo.

Dopodiché, Tonali vede che Leao è stato incredibilmente lasciato da solo oltre la difesa che è salita pur trattandosi di una rimessa laterale, e giustamente cerca di servirlo prima possibile.

Non ci vedo, e ti giuro che il tifo non c'entra nulla, niente che non avrebbe fatto qualsiasi altro giocatore dalla serie A alla terza categoria.

Su Serra, non solo concordo con te sulla simpatia per l'uomo, ma rilevo che in campo la reazione dei giocatori a quel famoso errore non fu affatto esagerata, anche perché con tutta evidenza indietro non si poteva tornare e protestare a lungo sarebbe servito solo a collezionare inutilmente cartellini.

Ma un conto è la comprensione umana e un altro il livello di gravità che il designatore è chiamato a giudicare.

Scrissi quella volta che per me il livello di errore era inaccettabile parlando di serie A, ed evidentemente chi decide era d'accordo con me se è vero, come è vero, che Serra in serie A non ha più arbitrato da allora.

Ti prego di credermi che non ne faccio questioni di tifo o altro, zero problemi a riconoscere quando le squadre per cui tifo beneficiano di errori arbitrali e lungi da me inalberarmi quando accade il contrario, tanto che in passato ho spesso discusso con Cip che vedeva complotti anti-milanisti ovunque.

Se quell'errore fosse stato commesso a sfavore di un'altra squadra avrei scritto esattamente la stessa cosa, e chi mi conosce lo sa perfettamente.

 

Edited by forest
Link to comment
Share on other sites

24 minuti fa, forest ha scritto:

Per me invece non è questione di tifo, dico seriamente.

Che esista la "furbizia" nel calcio è certificato decine di volte a partita.

Tutte quelle in cui un contatto da nulla viene accentuato con un urlo disumano dal giocatore che cade, tutte quelle in cui una punizione in qualsiasi punto del campo viene battuta guadagnando metri, idem sulle rimesse laterali.

Stessa cosa quando si reclamano un rigore o una punizione dubbi o addirittura inesistenti, quando si invocano cartellini ai danni degli avversari o quando si alza il braccio per segnalare un fuorigioco magari inesistente sperando di condizionare arbitro e guardalinee (in questo Baresi era insuperabile :) )

Cose che avvengono, ripeto, decine di volte in ogni partita.

Ho rivisto adesso volutamente poco fa la sequenza della rimessa di Tonali, e credo (sperando di non costituire un cattivo esempio per nessuno) che da giocatore avrei fatto esattamente la stessa cosa, e da allenatore esattamente quel che ha fatto Pioli.

Ovvero passargli velocemente la palla per battere la rimessa, perché dirgli di andare a batterla qualche metro indietro sarebbe eventualmente stato compito dell'arbitro, da quando mondo è mondo.

Dopodiché, Tonali vede che Leao è stato incredibilmente lasciato da solo oltre la difesa che è salita pur trattandosi di una rimessa laterale, e giustamente cerca di servirlo prima possibile.

Non ci vedo, e ti giuro che il tifo non c'entra nulla, niente che non avrebbe fatto qualsiasi altro giocatore dalla serie A alla terza categoria.

Su Serra, non solo concordo con te sulla simpatia per l'uomo, ma rilevo che in campo la reazione dei giocatori a quel famoso errore non fu affatto esagerata, anche perché con tutta evidenza indietro non si poteva tornare e protestare a lungo sarebbe servito solo a collezionare inutilmente cartellini.

Ma un conto è la comprensione umana e un altro il livello di gravità che il designatore è chiamato a giudicare.

Scrissi quella volta che per me il livello di errore era inaccettabile parlando di serie A, ed evidentemente chi decide era d'accordo con me se è vero, come è vero, che Serra in serie A non ha più arbitrato da allora.

Ti prego di credermi che non ne faccio questioni di tifo o altro, zero problemi a riconoscere quando le squadre per cui tifo beneficiano di errori arbitrali e lungi da me inalberarmi quando accade il contrario, tanto che in passato ho spesso discusso con Cip che vedeva complotti anti-milanisti ovunque.

Se quell'errore fosse stato commesso a sfavore di un'altra squadra avrei scritto esattamente la stessa cosa, e chi mi conosce lo sa perfettamente.

 

Certo, lo so bene che certe furbizie fanno parte del calcio...ci mancherebbe.

Quello che avevo trovato eccessivo era il discorso dei 3 punti rubati e che se l'Inter avesse concluso prima con un punto di vantaggio...succedeva il finimondo :D Menomale ha vinto il Milan! 

Ci sono, a mio avviso, una marea di episodi che condizionano le partite....volevo evidenziare che a livello sportivo e morale io preferisco di gran lunga un episodio (anche gravissimo) commesso in buonafede piuttosto di uno in malafede. La mia è quasi una disamina sociale più che sportiva, visto che ormai è diventato normale accettare il sistema.

Cmq il mio discorso non era rivolto solo a te, in tanti ne avevate parlato. E dopo le parole di Tonali, mi è tornato in mente e ho avuto questo pensiero. Nulla più che un po' di folklore 😉

Edited by Calcio74
Link to comment
Share on other sites

7 ore fa, LungomareNatisone ha scritto:

Da scaramantico, noto con piacere che nessuno parla della squadra per cui tifo io😊

In ottica scudetto, dici?

No, almeno personalmente no.

Secondo me, dopo così poche giornate è giusto leggere la classifica anche prendendo in considerazione il calendario, anche se vedo che pure fra i media lo fanno in pochi.

Mi spiego.

La Lazio ha battuto l'Inter, cosa peraltro riuscita a metà delle squadre che l'hanno affrontata.

E ha perso in casa col Napoli, messa sotto piuttosto nettamente sul piano del gioco.

Ovviamente non mi sfugge che la Lazio ha gli stessi punti del Milan, che però sabato sera potrà dire di aver già affrontato la stessa Inter, lo stesso Napoli, l'Atalanta, l'Udinese e appunto la Juve.

Fin qua, senza venir messo sotto da nessuno, anzi.

Credo che il difficile per la Lazio arrivi adesso: dopo Firenze avrà Udinese, Atalanta, Roma e Juve nel giro di un mese.

Naturalmente, se alla fine di questo ciclo sarà ancora nelle primissime posizioni, mi verrà facile inserirla fra le squadre che si possono giocare il titolo.

Prima che accada, la mia griglia delle favorite è Milan, Napoli, Juve e Inter nell'ordine.

Alla Roma credo personalmente meno che alla Lazio, se è di scudetto che parliamo.

Link to comment
Share on other sites

38 minuti fa, forest ha scritto:

Credo che il difficile per la Lazio arrivi adesso: dopo Firenze avrà Udinese, Atalanta, Roma e Juve nel giro di un mese.

Naturalmente, se alla fine di questo ciclo sarà ancora nelle primissime posizioni, mi verrà facile inserirla fra le squadre che si possono giocare il titolo.

Io ci credo un 3/4% , e aspetto di vedere come va questo periodo di fuoco

ma se ci siamo andati vicini con Inzaghi e una rosa più corta, non vedo perché non farci un pensiero se tra un mese dovessimo essere ancora in alta quota.

Finora quattro porte inviolate, e una quantità di palle gol concesse agli avversari talmente bassa che se anche avessero sempre segnato le avremmo vinte comunque tutte. Messi sotto nettamente solo dal Napoli, in una partita che rischiavamo comunque di sfangare con il rigore gigantesco che non ci hanno dato.

Davanti siamo forti come lo siamo da anni, con anche qualche soluzione in più rispetto al solito

La panchina si è allungata nettamente, abbiamo un allenatore vero e forse di nuovo un Luis Alberto determinante

Viste finora Roma, Juve e Inter direi che per la Champions ci siamo tranquillamente. Per lo scudetto al momento no, ma vai a sapere se tra tre giornate siamo ancora lì dopo Firenze, Udinese in casa e Bergamo

Link to comment
Share on other sites

Ho visto ovviamente Milan-Juve e buona parte di Sassuolo-Inter.

Udinese e Atalanta giocavano in contemporanea alla Triestina, per cui ho visto solo l'ultima mezz'ora, mentre Napoli e Lazio si sono esibite in contemporanea rispettivamente ad Arsenal-Liverpool e a Forest-Aston Villa, e con tutto il rispetto....

Milan-Juve è stata quel che mi aspettavo, in sostanza.

La Juve non è il Chelsea, il Milan in Italia ha in questo momento pochi rivali all'altezza.

Sorprendente il camaleontismo di Pioli, che di fatto ha difeso a tre con Kalulu, Gabbia e Tomori, mettendo Theo a fare il mediano vicino a Bennacer e alzando Pobega su Locatelli e Tonali venti metri più avanti del solito.

Diaz a destra, con Leao ovviamente dalla parte opposta e Giroud in mezzo, hanno completato un assetto che evidentemente ha tenuto conto sia delle assenze che dell'avversario.

La Juve ha retto bene per venti minuti, anzi riusciva a ripartire e ha buttato un paio di contropiede in superiorità numerica.

Poi, col passare dei minuti, il Milan ha preso campo, ha iniziato ad essere sempre più pericoloso (due pali di Leao) e il dubbio è diventato non se ma quando avrebbe segnato.

Gol nato fra l'altro da un corner inesistente, perché il gioco sarebbe dovuto riprendere con una punizione per la Juve per un fallo di Hernandez che Orsato, che ha questa abitudine di fischiare poco o nulla, non ha ritenuto di punire.

Decisione sulla quale la propensione ai tuffi tipica di Cuadrado ha certamente pesato, anche se in questo caso il fallo c'era tutto e l'episodio ha pareggiato un movimento galeotto del braccio di Vlahovic, che sullo 0-0 su un cross di Leao ha tenuto le mani dietro la schiena come da copione ma furbescamente ha allargato il gomito verso la palla prendendosi un gran rischio.

Ma alla fine non è stata questione di episodi, sui quali infatti per la verità nessun giocatore o dirigente bianconero nel post partita si è lamentato, ma di evidente attuale differenza di valori e soprattutto di ferocia.

Nella differenza fra Kalulu che all'85' rischia l'incolumità fisica buttandosi a corpo morto per respingere un tiro di Kean e il modo in cui Bonucci affronta Diaz lanciato in contropiede, mettendo giusto il piedino pro forma, sta tutto il senso di una partita vinta dalla squadra a oggi nettamente più forte fra le due.

L'Inter non ha incantato ma mi è piaciuta la tranquillità con cui si è dimostrata conscia della sua superiorità a casa del Sassuolo.

Ha atteso con pazienza e senza ansie l'occasione di sbloccarla, e poi si è messa a controllare e risparmiare energie.

Il pareggio in questi casi può capitare, e infatti è arrivato, ma era un'Inter ancora fresca che nel girodi cinque minuti ha rimesso le cose a posto prima costringendo Consigli a un miracolo e poi chiudendo definitivamente i conti.

Persi Berardi, Raspadori e Scamacca il Sassuolo è inevitabilmente meno incisivo dell'anno scorso, gioca benino ma non ha mai dato la sensazione di poterne uscire con qualche punto.

Vista l'ultima mezz'ora di Udinese e Atalanta l'ho trovata divertente come immaginavo.

Né l'una né l'altra mi paiono però squadre non dico da scudetto ma neanche da primi quattro posti, che sarei sorpreso se alla fine non andassero a Milan, Inter, Napoli e Juventus (che come sempre prima o poi risalirà, specie quando recupererà tutti gli assenti), con le romane (più Lazio che Roma, per me) a fare da incomodo.

Link to comment
Share on other sites

Io ho visto Udinese-Atalanta dal vivo, e ovviamente la Lazio ieri sera.

Sulla prima, devo dire che la cosa più sorprendente sono stati alcuni errori di tecnica di base assurdi per una partita tra prima e seconda della Serie A. Quindi se sbagliano appoggi di tre metri o stop in A, figuriamoci in C.

Udinese che ha fatto la partita, non ha perso la testa nemmeno sotto di due gol e ha continuato a giocare. In realtà, l'ha riaperta in modo un po' episodico, grazie alla stupenda punizione di Deulofeu dopo un assedio che però aveva portato veramente pochissimi pericoli alla porta dell'Atalanta.

Atalanta che sul 2-0 dava l'impressione di essere in perfetto controllo e invece sul 2-1 si è spenta andando un po' nel panico. Rimane una squadra che appena attacca è sempre pericolosissima (molto forte Lookman), ma mentalmente rispecchia il suo psicopatico allenatore e quindi dubito che possa concorrere per lo scudetto. L'Udinese invece mi ricorda la vecchia Atalanta di Gasperini: non rinunciano mai a giocare, tanto atletismo e tanta grinta che li ha portati a fare gran parte dei loro punti da situazioni di svantaggio...mi sa che si giocheranno un posto in Europa fino alla fine.

Sulla Lazio non mi esprimo, e aspetto le prossime due con Udinese in casa e Atalanta fuori. Ma la miglior difesa d'Italia e seconda d'Europa, che subisce il gioco della Fiorentina per 70/75 concedendo ai viola appena un paio di tiri in porta, mi fa ben sperare. Quest'anno dietro siamo veramente solidi, e davanti siamo quasi chirurgici: anche ieri, sei azioni offensive hanno portato a 4 gol e una traversa piena...

 

Link to comment
Share on other sites

Alla Lazio manca una vera prova del 9 (a che se ga battuto l'Inter e giocato alla pari con il Napoli) ma il 4-0/4-0/4-0 delle ultime 3 settimane fa impressione. Onestamente, squadre avversarie a parte, non ricordo nel campionato italiano una squadra che vincesse con quel risultato 3 partite di fila. 

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, ndocojo ha scritto:

Alla Lazio manca una vera prova del 9 (a che se ga battuto l'Inter e giocato alla pari con il Napoli) ma il 4-0/4-0/4-0 delle ultime 3 settimane fa impressione. Onestamente, squadre avversarie a parte, non ricordo nel campionato italiano una squadra che vincesse con quel risultato 3 partite di fila. 

Eccepisco solo su una cosa.

Ho visto Lazio-Napoli, e la Lazio può pure lagnarsi per una decisione arbitrale che nell'occasione l'ha certamente sfavorita.

Ma non se l'è giocata alla pari, neanche vagamente.

Il Napoli è stato superiore e di parecchio, almeno in quella partita.

Che poi la Lazio sia la mia "favorita" per prendere eventualmente il posto di una delle quattro ovvie candidate alla qualificazione in CL è un dato di fatto.

 

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, LungomareNatisone ha scritto:

Sulla Lazio non mi esprimo, e aspetto le prossime due con Udinese in casa e Atalanta fuori. Ma la miglior difesa d'Italia e seconda d'Europa, che subisce il gioco della Fiorentina per 70/75 concedendo ai viola appena un paio di tiri in porta, mi fa ben sperare. Quest'anno dietro siamo veramente solidi, e davanti siamo quasi chirurgici: anche ieri, sei azioni offensive hanno portato a 4 gol e una traversa piena...

 

Francamente mi pare mestiere troppo facile glorificare e salire sul carro dei vincitori quando le cose vanno bene....ricordo le tue parole da "peste e corna" su Tare fino a qualche tempo fa....ora hai cambiato idea? :whistle: O è tutto merito solo di Sarri?

Certi tifosi, quelli che sputano veleno a destra e a sinistra, non li capirò mai.

 

Link to comment
Share on other sites

13 minuti fa, Calcio74 ha scritto:

Francamente mi pare mestiere troppo facile glorificare e salire sul carro dei vincitori quando le cose vanno bene....ricordo le tue parole da "peste e corna" su Tare fino a qualche tempo fa....ora hai cambiato idea? :whistle: O è tutto merito solo di Sarri?

Certi tifosi, quelli che sputano veleno a destra e a sinistra, non li capirò mai.

 

Beh calcolando che la squadra è la stessa più o meno dal '15-'18 diciamo che gran parte dei meriti, secondo me, son proprio di Sarri e del suo staff.

Oltre ovviamente della società nel momento in cui hanno deciso di puntare su sarri, pur non consegnandogli una squadra adatta al suo gioco (né tantomeno facendo qualcosa per aiutarlo)

Link to comment
Share on other sites

4 minuti fa, Stefanuzzo ha scritto:

Beh calcolando che la squadra è la stessa più o meno dal '15-'18 diciamo che gran parte dei meriti, secondo me, son proprio di Sarri e del suo staff.

Oltre ovviamente della società nel momento in cui hanno deciso di puntare su sarri, pur non consegnandogli una squadra adatta al suo gioco (né tantomeno facendo qualcosa per aiutarlo)

Credo ti sei perso l'inserimento dei vari Provedel, Romagnoli, Vecino, Zaccagni, Pedro....poi Sarri nessuno lo discute, è bravo.

Ma mi pare che quest'anno gli siano stati affidati da Tare diversi giocatori interessanti. E credo abbia concorso anche lui a portare Sarri a Roma.

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, ndocojo ha scritto:

Alla Lazio manca una vera prova del 9 (a che se ga battuto l'Inter e giocato alla pari con il Napoli) ma il 4-0/4-0/4-0 delle ultime 3 settimane fa impressione. Onestamente, squadre avversarie a parte, non ricordo nel campionato italiano una squadra che vincesse con quel risultato 3 partite di fila. 

Dal 1959 credo

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, forest ha scritto:

Ma non se l'è giocata alla pari, neanche vagamente.

Concordo, eppure stavamo per sfangarla...e oggi saremmo stati primi a pari con napoli e atalanta. Per non parlare dei due punti buttati via a Marassi in una partita che doveva finire 0-4 a fine primo tempo.

Diciamo che non siamo stati fortunatissimi negli episodi finora. Speriamo sia vera quella storia che gli episodi fortunati e sfortunati si compensano

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Calcio74 ha scritto:

Francamente mi pare mestiere troppo facile glorificare e salire sul carro dei vincitori quando le cose vanno bene....ricordo le tue parole da "peste e corna" su Tare fino a qualche tempo fa....ora hai cambiato idea? :whistle: O è tutto merito solo di Sarri?

Certi tifosi, quelli che sputano veleno a destra e a sinistra, non li capirò mai.

 

Bla bla bla 

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Stefanuzzo ha scritto:

Beh calcolando che la squadra è la stessa più o meno dal '15-'18 diciamo che gran parte dei meriti, secondo me, son proprio di Sarri e del suo staff.

Oltre ovviamente della società nel momento in cui hanno deciso di puntare su sarri, pur non consegnandogli una squadra adatta al suo gioco (né tantomeno facendo qualcosa per aiutarlo)

Appunto. Basta vedere la trasformazione di Patric e Lazzari...

Io davvero non capisco certi utenti che cercano sempre la polemichetta. Eppure i 70 milioni buttati via per Vavro, Akpa Akpro e Muriqi nell'anno della Champions basterebbero per licenziare in tronco Tare. Per non parlare del tracollo della Primavera da quando se ne occupa lui.

Tare campa ancora di rendita per Milinkovic-Savic, ma da quel 2015 in poi non ne ha più azzeccata mezza

Sarri è stato una scelta di Lotito, che stravede per lui e l'ha difeso a spada tratta tutto l'anno scorso dandogli pieni poteri nella gestione di tanti aspetti ed accontentandolo con Vecino (pagato tantissimo) che si sta rivelando fondamentale...fosse stato per Tare, come mezzala ci saremmo trovato uno dei tanti Krasniqi che girano per Trieste

 

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.
×
×
  • Create New...