Jump to content

Triestina - Altovicentino | Domenica 12 Ottobre 2014 | Prima, durante e dopo


Recommended Posts

  • Replies 208
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

L’ultima partita dei nostri avversari:

Altovicentino-Union Ripa 1-0

Altovicentino: Logofatu**, Brandi***, Dalla Riva**, Brancato*, Bertozzini, Di Girolamo, Roveretto, Cortesi (27’ st Toledo), Paganelli (16’ st Giglio), Dal Dosso, Kabine (14’ st Peluso).

A disposizione 12 Di Filippo**, 13 Nchamaoyono**, 14 Burato, 15 Gritti, 16 Pozza, 17 Kicaj***
Allenatore: Enrico Cunico

Union Ripa: De Carli, Gjoshi** (25’ st Pellizzer**), Salvadori* De March, Antoniol, Tibolla***, Brotto, Malacarne, Moresco, Andreolla (20’ st De Checchi), Dassiè** (32’ st Sommavilla*).

A disposizione: 12 Gabas***, 13 Venturin***, 16 Cibin***; 17 Mastellotto, 18 Tomasi, 19 Solagna
Allenatore: Max Parteli

Arbitro: Achille Simiele sez. aia di Albano Laziale

Assistenti: Andrea Cultera sez di Catania, Davide Ortona sez. di Milano

Reti: al 33’ st autorete di Pellizzer

Note. Pomeriggio soleggiato, terreno in buone condizioni, spettatori 400 circa con buon seguito bellunese. Ammoniti: Gjoshi, Dassiè

Recupero: pt 1’ st 4’

(**) i fuoriquota del match: *’94, **’95, ****’96, ****’97, *****’98

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

Valdagno. Cambia lo scenario ma in casa l’Altovicentino non riesce a sbaragliare il campo. Lo stadio dei “Fiori” di Valdagno la nuova casa dell’Altovicentino è ancora un terreno da studiare e al momento non ha fatto presa sulle esibizioni dei bianconeri. Contro un Ripa La Fenadora combattivo che mal ha digerito la sconfitta del passato torneo (3-2 in dirittura finale), Mr. Cunico cambia parecchio nell’undici titolare.


Fuori dalla contesa restano il macchinoso Toledo (Cortese si prende per mano la regia della squadra), il “pallino” Pozza non al meglio e soprattutto le due punte Giglio e Peluso che lasciano il posto al marocchino Kabine e al mobile Paganelli, ex Correggese e Mezzocorona.


Anche Max Parteli opta per un parziale rinnovamento. Nella linea di difesa torna dal 1’ Gjoshi e lascia il ruolo Malacarne in una difesa che passa a “tre” con Antoniol (De Checchi rifiata in panca) delegato a fare da collante verticale con la mediana, Dassiè è defilato sulla sinistra e Tibolla assume il ruolo di mediano centrale spalleggiando così Malacarne avanzato in una posizione utile a favorire la sua versatilità nel tiro dalla media distanza. Davanti a sbrigare la fase d’urto ci sono i soliti noti: Andreolla a suggerire con Moresco (pupillo di Cunico all’EuroTezze) e Brotto a impegnati a finalizzare. In panchina torna dopo un paio di settimane Nicola Tomasi ristabilito dalla distorsione. E’ il laziale Simiele l’arbitro designato a dirigere una gara che si annuncia elettrica e molto intensa sul piano agonistico. Ma il campo smentisce l’attesa, la partita per tutta la prima frazione si rivela sonnolenta, non decolla e anche al tiro le due squadre mai infieriscono. Il predominio del campo vede i bianconeri mantenere di gran lunga il possesso del pallone, ma De Carli tra i pali può godersi il sole di fine estate. Solo Kabine è riuscito a sfoderare una conclusione degna di essere registrata a referto. Il resto nulla nemmeno sulle palle inattive uno dei punti di forza dell’inventiva delle due squadre. Il riposo dopo tanta noia ha dato la scossa. Nella ripresa si è vista un’altra partita, almeno lo si è visto nel quarto finale. Il pasticcio al 32’ di Pellizzer ha spianato la vittoria ai bianconeri che al 37’ avrebbero potuto raddoppiare, ma De Checchi sulla linea si è sostituito a De Carli. Al 44’ nel dare fondo al forcing Giglio angola troppo la conclusione e al 45’ è Toledo a imitarlo mancando il bersaglio grosso. A tempo scaduto grande occasione per il Ripa, ma Antoniol da centro area leggermente scoordinato alza troppo la mira e la palla si perde tra i cespugli … Il Ripa incassa e ora dovrà guardarsi alle spalle dal ritorno di parecchie antagoniste…


Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

Designata la terna arbitrale per l’incontro contro l’Altovicentino (ex Marano), in programma domenica 12 ottobre, con calcio d’inizio alle ore 15, allo stadio “Nereo Rocco”. L’incontro sarà diretto dal Sig. Alessandro Chindemi (Sez. A.I.A. di Viterbo, nella foto) coadiuvato dagli assistenti Sig.ri Francesco Rizzo (Bologna) e Davide Forlani (Ferrara).

Link to comment
Share on other sites

L’Altovicentino nato dalla fusione tra il Marano ed il Trissino Valdagno (anche se una vera e propria fusione non è stata per questioni regolamentari, più un assorbimento), digerita la profonda amarezza dell’anno scorso si è rimesso in marcia per ritentare di vincere il campionato, ed al patron Rino Dalle Rive deve essere venuto un colpo quando ha scoperto che pure il Padova sarebbe stato inserito nel nostro girone. Comunque il magnate della Safond anche quest’anno non ha badato a spese mettendo su una vera e propria corazzata con giocatori quasi tutti provenienti da serie superiori, ma anche con qualche sorpresa come la mancata conferma del bomber argentino Ferretti, andato a rinforzare proprio i rivali Biancoscudati. Hanno cominciato bene con 4 vittorie ed un pareggio, 11 gol segnati e 5 subiti, ma l’impressione è che i tantissimi cambiamenti non ne abbiano ancora fatto quella macchina da guerra che sperano di diventare. Sono anche sorpreso dalla conferma di Enrico Cunico in panchina, allenatore bravo e preparato, ma non con un record vincente. Sono talmente tanti i giocatori di talento a sua disposizione che almeno sul piano del gioco non ha ancora trovato la quadratura del cerchio, e forse il continuo avvicendarsi di calciatori e moduli non stanno aiutando a creare l’amalgama necessario. Questo esasperato tourbillon mi mette però in estrema difficoltà nel cercare di immaginare con chi e come giocheranno contro di noi. Penso che alla fine Mr. Cunico (ma è veramente lui che fa la formazione?) propenderà per un 4-3-3 oppure un 4-3-1-2. Andiamo ad analizzare la rosa.

Nessun dubbio sul portiere, sarà Florin Logufatu (95), rumeno, proveniente dal settore giovanile del Novara, la passata stagione in D con la Folgore Caratese, portiere di cui si leggono meraviglie, con interessi da club di mezzo mondo, tra cui il Manchester United, ma a me, le sole 2 volte che l’ho visto giocare e per di più in Tv, non ha convinto per niente, e lo inserisco tra i possibili punti deboli dei berici. Difesa a 4. Impossibile dire chi giocherà a destra, l’unica cosa sicura che sarà un under. Domenica scorsa in quella posizione ha giostrato Giorgio Brandi (96), dal loro settore giovanile, ma potrebbero essere anche impiegati Stefano Dalla Riva (96), anche lui dal loro florido (e scuola Inter) settore giovanile o Andi Kicaj (95), prelevato dal Mezzocorona; a sinistra penso sia più solida la scelta in favore di Mattia Benedetti (95), dalla primavera dell’Udinese, l’anno scorso 7 presenze con il Piacenza, ma lo stesso Kicaj potrebbe giocare anche su questa fascia essendo ambidestro, comunque vada avranno una coppia giovane sugli esterni bassi, tutti buoni terzini, che hanno però una maggior predisposizione alla fase di spinta, ma che proprio per questo motivo lasciano qualche spazio dietro; tra i centrali giocherà di sicuro Rosario Di Girolamo (84), napoletano, una carriera in serie C soprattutto con l’Aversa Normanna ed il Treviso, a fare coppia con lui potrebbe essere Matteo Gritti (86), di Alzano Lombardo (BG), in serie C 1 con Pergocrema e Juve Stabia, oppure Andrea Bertozzini (85), riminese, protagonista l’anno scorso nella Correggese, vincitrice dei play off nazionali di serie D, in ogni caso si tratterà di una coppia molto esperta a questo livello. Centrocampo probabilmente a 3 con in cabina di regia Alessandro Cortesi, ravennate, cresciuto nel Bologna, colonna della Pro Patria e del Monopoli in C2 prima di cedere alle lusinghe di entrambe le formazioni piacentine nell’ultimo biennio; ai suoi fianchi una delle pochissime conferme dall’anno scorso, ma pupillo di Mr. Cunico, e cioè Stefano Pozza (87), uomo dai polmoni d’oro e di grande cattiveria agonistica; per finire il terzetto dovrebbero puntare su Daniele Brancato (94), proveniente dal Chieri; davanti, se giocheranno con il trequartista, la scelta sarà sicuramente Diego Dal Dosso (83), faro della Tritium, altra conferma dall’anno scorso, è in mia opinione forse il più forte giocatore in assoluto di tutto il girone, piedino fatato, lanci millimetrici, pericoloso sulle punizioni, se solo avesse avuto un briciolo di velocità in più avrebbe avuto una carriera tra serie A e B, se invece giocheranno con le 3 punte Dal Dosso probabilmente slitterebbe a centrocampo con uno tra Pozza o Cortese a fargli posto. In attacco sono micidiali, e hanno un imbarazzo della scelta che ridicolizza le altre compagini con 7 attaccanti che sarebbero titolari in qualunque altra squadra. Se opteranno per le 2 punte penso che una sarà capitan Giuseppe Giglio (78), siciliano, bomber conosciuto in tutta la penisola che ha giocato in una marea di squadre in serie C, per diventare ultimamente l’emblema del Foggia, prima con 19 gol nell’anno della promozione e la stagione passata con 12 in C2; vicino lui forse si punterà sul marocchino Mehdi Kabine (84), conosciuto da queste parti per i suoi exploit con la Sacilese ai tempi della C2, per poi passare dal Carpi e riportato in Italia dalla Spagna dagli ambiziosi vicentini; altre possibilità Marco Roveretto (87), confermato e probabilmente il migliore in questo scorcio di stagione con 3 gol pesanti, ala veloce con un tiro velenoso, Maurizio Peluso (85), tarantino e l’anno scorso capocannoniere della Pistoiese con 14 gol, Riccardo Paganelli (87), ferrarese, anche lui alla Correggese con 9 marcature, Nicola Falomi (85), ex Spal, che è stato un obbiettivo del nostro mercato fino a poco tempo fa e, dulcis in fundo, il nostro ex il brasilero Robson Machado Toledo (81), che dopo di noi è stato con Cremonese, Como e Pistoiese. Per fortuna che ne possono far giocare solo 2 o 3… ). In panca tra l’altro si possono permettere un regista come Andrea Burato (90), il fratello forte del nostro ex Marco, l’anno scorso al Mezzocorona, il talentino in prestito dall’Inter, il guineano Valeriano Nchama (95) e il centrocampista, ex Venezia e Piacenza, Alberto Pignat (94).

Sulla carta sfida proibitiva, ma, come già detto, loro non sono ancora a pieni giri e speriamo non comincino domenica… certo però non possiamo permetterci alcuna delle sciocchezze difensive viste di recente e servirà sfruttare gli spazi che a volte lasciano per colpire quando si sbilanciano. Sarebbe stata la partita ideale per gente come Clara e Milicevic, brava a partire in contropiede, ma ancora non sono disponibili, quindi grinta e sangue freddo che l’impresa è possibile lo stesso, soprattutto se il Rocco saprà dare fiducia e coraggio a questi ragazzi, che sono molto meglio di quanto loro stessi credono…

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

Riassumendo, affrontiamo uno squadrone che pero' diventa vulnerabile se hai contropiedisti veloci.

In questo senso, Bez mi pare perfetto come la panna montata su un piatto di sardoni fritti.

Tuttavia, le rose fenomenali in ampiezza spesso hanno delle controindicazioni, tipo che per la necessita' di far contenti tutti diventa complicato trovare un assetto definitivo e collaudato.

A leggere i loro risultati non mi paiono marziani come direbbe il curriculum dei giocatori: fra l'altro il Kras ci ha perso, ma 3-2 restando in partita fino alla fine.

Onestamente, temo una sconfitta molto più per le ripercussioni che avrebbe sull'ambiente che per gli effetti pratici: avremmo due punti in sei partite, ovviamente assai pochi, ma avendo gia' affrontato tre delle quattro favorite (loro, Belluno e Sacilese, ci manca solo Padova).

Per quelli che sono i nostri obiettivi, meglio un calendario abbordabile quando avremo un assetto definitivo, sperando che con Clara e il croato non finisca come con Guerain...

P.S.: domani è il compleanno di mia figlia. Per me stadio ma niente Bire...

Link to comment
Share on other sites

Nel caso di una prestazione come quella di belluno...giocando nel proprio campo... non trovo impossibile pensare ai tre punti. A Belluno nel primo tempo li ho visti, per quello che permetteva l'unica telecamera dei pur lodevoli veneti, giocare molto bene.

Link to comment
Share on other sites

Anche per me niente Bire. Ma in stadio non mancherò, come promesso dopo la prestazione di carattere contro il Kras. Un po' come mi pare abbia fatto capire anche Antonello, sta squadra ha tutto ciò che serve per far innamorare il tifoso "medio" come me. Ci mettono il cuore. Scarsi sì, ma duri, testardi, grintosi. A me basta.

Link to comment
Share on other sites

Altovicentino News. Stamattina la rifinitura in preparazione alla trasferta di Trieste, non convocati Paganelli e Cortesi, il primo per la distorsione subita domenica con il Ripa, mentre Cortesi soffre per un’infiammazione al ginocchio; Brancato parte con la squadra, ma sarà da valutare domani. Oggi alle 15.00 partenza per Trieste.

Quindi con l’assenza di Cortesi o giocherà Andrea Burato, oppure Dal Dosso, come detto nella presentazione, slitterà a centrocampo e giocheranno con le 3 punte. L’assenza di Paganelli è ininfluente, tanta la ricchezza in quel reparto, se invece non ce la farà Brancato, più facile l’impiego di Pignat piuttosto che il guineano Nchama.

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

I convocati per Triestina-Altovicentino

Al termine della rifinitura il Responsabile tecnico della Prima Squadra, mister Stefano Lotti, ha convocato 20 giocatori in vista dell’incontro con l’Altovicentino,gara valida per la sesta giornata del campionato di Serie D (Girone C), in programma domenica 12 ottobre allo stadio “N.Rocco” di Trieste (fischio d’inizio ore 15).

PORTIERI: Di Piero, Zucca;

DIFENSORI: Arvia, Celli, Fiore, Giannetti, Muccio Crasso, Pennicchi, Piscopo, Ventura;

CENTROCAMPISTI: Gasparotto, Giordano, Giorgino, Proia, Sittaro, Spadari;

ATTACCANTI: Aquilani, Bez, Lionetti, Pontrelli.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×