Jump to content

Triestina, quale futuro?


Recommended Posts

L'unico futuro è senza questi bifolchi alla guida.

Altrimenti la pur dignitosa (ed entusiasmante) vittoria di domenica non sarà servita a nulla se non a salvare un mignimo di dignità della storia alabardata.

Considerando che chi presiede questa squadra ha cambiato giocatori e allenatori come figurine, rimangiandosi la parola data N volte senza alcuna paura del senso del ridicolo, spero che dopo le frasi di facciata farà l'ennesimo carpiato e venderà...

Così non fosse ripeto la vittoria di domenica non sarebe servita a nulla, perchè nelle altre ipotesi che leggo (acquisti e fusioni) il mantenimento della categoria di questa società non servirebbe a una cippa...

Link to comment
Share on other sites

Stasera dovrebbe esserci un altro incontro tra il gruppo Zanmarchi ed i dirigenti dell’UFM. Sul piatto c’è la possibilità di una collaborazione, con la prima squadra e la juniores che diverrebbero Unione Triestina 1918, ed il resto del settore giovanile curato a Monfalcone in partnership. Logicamente è una strada estremamente difficile da percorrere, primo perché ovviamente Brugnolo e soci, pur allettati dall’idea, hanno delle remore; e secondo perché la stessa tifoseria triestina non sa cosa fare nel caso ciò succedesse. Io personalmente dubito vada in porto, ma se così fosse sarei in estrema difficoltà nel decidere cosa fare. Certo la soluzione migliore sarebbe tergiversare ed aspettare Pontrelli, per poi fare una collaborazione con i monfalconesi ma non così netta. Ma se Pontrelli non vende che si fa? E poi quanto si può aspettare? Per fare una squadra competitiva bisognerebbe muoversi già da adesso o massimo tra un mese...

Edited by guiz
Link to comment
Share on other sites

Se passa la linea che la fusione (o quel che è) con l'UFM non è gradita....il prezzo di Pontrelli sale !!

Quindi per me è gradita ! Se però l'idea di Zanmarchi è quella di rilanciare la Triestina non capisco come possa muoversi con l'UFM senza avere rassicurazioni sulla concessione del marchio.

Link to comment
Share on other sites

Se passa la linea che la fusione (o quel che è) con l'UFM non è gradita....il prezzo di Pontrelli sale !!

Quindi per me è gradita ! Se però l'idea di Zanmarchi è quella di rilanciare la Triestina non capisco come possa muoversi con l'UFM senza avere rassicurazioni sulla concessione del marchio.

Il piano di Zanmarchi è quello di trovare l’accordo col UFM e poi presentarsi dai tifosi dicendo questo abbiamo, che ne dite? L’offerta a Pontrelli c’è già stata, 250mila a lui 130 a Di Piero, ma per il momento l’ha rifiutata...

Link to comment
Share on other sites

Follia: se Pontrelli & Co. non se ne vanno con quasi 400 mila euro in saccoggia, che restino con le macerie !!

Non avrei mai pensato che qualcuno fosse realmente disposto ad un invetimento di quasi un milione a fondo perduto (tra prezzo di acquisto e accollo debiti).

Se è vero merita il marchio a prescindere !!

Link to comment
Share on other sites

Zanmarchi in pratica dice, più di così non possiamo offrire, se Pontrelli non vuole vendere non possiamo costringerlo, abbiamo pensato a qualcosa di alternativo, se non vi va bene che altro possiamo fare? Tenetevi Pontrelli allora...

Link to comment
Share on other sites

Xe un bel casin (cit.)

nel senso, la soluzione prospettata da Guiz ("collaborazione con l'UFM") può magari a prima vista essere non particolarmente ortodossa, e capisco le remore di alcuni tifosi.

Tuttavia, considerando cosa sta accadendo alla nostra amata Triestina da qualche anno (il quartetto triestino, CePu, Memheti e Mbock, Pontrelli, senza dover tornare a rimembrare Aletti e company) penso di essere oramai al "a mali estremi estremi rimedi".

Se Pontrelli vuole andare avanti con questo "teatro", se veramente vuole essere "contro tutto e contro tutti..." così sia. Il tempo passa, i treni passano (i Zammarchi non è che ci attenderanno per sempre), il rischio di un dissesto finanziario non è così remoto (che farebbe morire definitivamente la società) e vedere ulteriori agonie (magari passando per Benasciutti)... no grazie.

Abbiamo una buona chance, giochiamocela. E pazienza se il metodo non è molto ortodosso, ne abbiamo subite di ogni in questi anni, direi che uno strappo alla regola è ben che permesso...

Edited by Euskal Herria
Link to comment
Share on other sites

Pur con tutte le perplessità (che condivido) se non va bene tale ipotesi chiudiamo definitivamente con il calcio a Trieste.

Visti i fallimenti degli anni passati (da De Riù in poi) solo il marchio è ormai portatore di un'identità (e chi lo avrà sarà per me la Triestina).

Link to comment
Share on other sites

Io credo che più di quello che dicono i tifosi della Triestina, ci si debba chiedere cosa dicono i tifosi del Monfalcone, che già all' epoca mal avevano digerito la fusione con la Fincantieri! Personalmenge csarei favorevole, forse per i puri di cuore è una brutta botta, ma avere una forte squadra Giuliana non mi dispiacerebbe, poi risulta che parecchi monfalconesi siano tifosi dell' Unione. Naturalmente come ultima razio, l' ottimo sarebbe convincere ,con le cattive a questo punto, Pontrelli a vendere. Mi sa che come sempre la nostra strada è insalita, ma questa volta l' occasione è di quelle ghiotte e imperdibili e dovremmo cercare, anche con crisi di coscienza più o meno sentite, di percorrerla tutti assieme, fra un po' di anni noi in categorie più consone il Monfalcone può rifondarsi e tutto ritorna come prima, una mano lava l' altra e tutte e due.........non ricordo più! :-)

Edited by tifosa
Link to comment
Share on other sites

E' dura, è assai dura...l'idea di "fagocitare" il Monfalcone non mi entusiasma molto, ma andare avanti con questi ancora meno...turiamoci il naso e via...giustamente, però come dice tifosa, sarebbero da sentire i monfalconesi (tifosi) cosa ne pensano.

Mi spero sempre che l'omo gabbi una folgorazion sulla via de damasco e el vendi la società...fossi contenti tutti (anche lui che ciapa i soldi - veri - e va via....)

Link to comment
Share on other sites

Per inciso sono contrario alla fusione, non è che il nostro bene deve andare a scapito di chi ha lavorato per anni in maniera + che dignitosa per il suo livello.

Anche perchè non capirei a questo punto qual'è stato il fine di questi anni in categorie modestissime con risultati modestissimi, con dirigenze schifose, mi era stato spiegato (a me che chiedevo di salvaguardare una storia chiudendo baracca e burattini fin dal primo anno di eccellenza invece che proseguire in questo scempio) che la continuità era la sola salvezza, ma non si sembrerebbe + tale... Non c'era bisogno di questi anni per poi vedere arrivare una persona (pare) rispettabile e ripartire da lui...

Per me l'unico futuro possibile è quindi con questi banditi lontani da Ts e finalmente una proprietà degna di rispetto, povera magari ma degna, altrimenti ribadisco si accetti che fare calcio a Ts non è possibile....

Mia ignorantissima opinione...

Link to comment
Share on other sites

Guest massi

Cosa vuoi che pensino i tifosi del Monfalcone, saranno contrari e pure incazzati, e per questo penso che alla fine Brugnolo dirà di no...

Quindi? Fine del calcio a Trieste? O qualcuno tornerà sui passi di Pontrelli continuando a seguire la saga dei romani, con ridarola che da selfie con tutti? Attualmente l'unica soluzione, con uno che si rifiuta di aprire qualsiasi trattativa, è quella della fusione. Con il marchio per me sarebbe la mia amata Triestina. Quella scippata e portata a Ravenna, faccio fatica a sentirla la mia squadra, ma questo è un problema mio...

Link to comment
Share on other sites

Quindi Massi, se la fusione salta per un motivo o per l’altro e Pontrelli non vende, si, Curva e Centro non andranno in stadio, fine del calcio finchè non si ribalta da solo (perché succederà), ma chissà se all’epoca ci sarà di nuovo qualcuno disposto a prenderci.... altro onestamente non so cosa possiamo fare, se non assoldare un killer...

Link to comment
Share on other sites

Onestamente li capisco, a parti invertite noi saremmo contenti di sparire (nel senso che non ci chiameremmo più Triestina), comprati magari da una squadra friulana, che per mero interesse (di sponsor essenzialmente, sempre li cadiamo...) metterebbe sulle proprie maglie rosse l'alabarda invece che, che ne so, l'aquilotto sulla torretta (mera fantasia eh, non me ne voglia nessuno)?

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.


×
×
  • Create New...
×
Il Forum di Elsitodesandro
Home
Activities
Sign In

Sign In



Search
More
×